Notizie dal Mondo Copertina, Davis/FedCup

Carlos Moya critica la Davis Cup: “Bisogna pensare a chi gioca la finale quest’anno e chiedersi perchè succedono queste cose. Il match tra Edmund e Bemelmans potrebbe essere una finale Challenger”

29/11/2015 17:30 40 commenti
Carlos Moya ex n.1 del mondo
Carlos Moya ex n.1 del mondo

Carlos Moya critica pesantemente la Coppa Davis.

Dichiara il campione spagnolo: “In Davis giocare in casa o in trasferta cambia completamente, ma bisogna anche pensare a chi gioca la finale quest’anno e chiedersi perchè succedono queste cose”.

“Quando ciò accade tante volte e perchè mancano tanti giocatori di qualsiasi Paese, pensi che l’errore sia nel sistema, nella competizione che non è cambiato. Se continua a non cambiare, ogni volta vedremo più finali come quella di questa del 2015″.

“Vediamo la possibile partita tra Edmund e Bemelmans che potrebbe essere una finale Challenger, e invece potrebbe essere l’ultimo match di Coppa Davis che chiude questa stagione.
Credo che l’anno scorso ci siano state partite divertenti e belle con Francia e Svizzera, ma i top players una volta vinta la Davis non danno importanza a questa competizione”.


TAG: , ,

40 commenti. Lasciane uno!

Luca Supporter Del Tennis Italiano (Guest) 30-11-2015 19:17

Purtroppo ha ragione, a parer mio bisognerebbe renderla “obbligatoria” a quasi tutti i giocatori con annessi punti Atp!

40
Ktulu 30-11-2015 18:39

Scritto da Ciao
Io mi sono divertito molto ma molto di più guardare 4 incontri di Davis piuttosto che 15 noiosissime partite del Master di Londra

Che il master sia stato noioso è vero, ma pure questa finale di coppa davis è stata decisamente sotto tono eh.
Tutte partite dal risultato scontato, nessuna partita veramente avvincente e incerta fino all’ultimo.
Se si escludono i primi 2 set a sorpresa vinti da Edmund è andato tutto come da copione. Fin troppo.

39
SilvioL (Guest) 30-11-2015 15:12

Scritto da lallo

Scritto da Ciao
Io mi sono divertito molto ma molto di più guardare 4 incontri di Davis piuttosto che 15 noiosissime partite del Master di Londra

concordo

ASSOLUTAMENTE SI! Anche io…

38
DoubleFault (Guest) 30-11-2015 11:59

La Svezia vinse nel 1975, con Borg, Bengtson e nei turni preliminari anche Andersson, che vinse il singolare decisivo contro Higueras in Spagna. McEnroe aveva 16 anni, Clerc 17 e i singolaristi degli USA che persero contro il Messico erano Stan Smith e Roscoe Tanner (Lutz e Stockton in doppio).

37
lallo (Guest) 30-11-2015 10:48

Scritto da Ciao
Io mi sono divertito molto ma molto di più guardare 4 incontri di Davis piuttosto che 15 noiosissime partite del Master di Londra

concordo

36
lallo (Guest) 30-11-2015 09:49

35 anni fa Borg vinse da solo (Bergsston era impresentabile) malgrado USA avessero Mcenroe, connors, gerulaitis etc.. e malgrado presenza team quali argentina (vilas,clerc), australia, francia, etc… Da sempre, un solo giocatore può vincere la davis se ha la fortuna di non incrociare team con un doppio competitivo (o ha la fortuna di poter affiancare un compagno di doppio competitivo). Personalmente, da 20 anni, sostengo che la Davis dovrebbe essere a cadenza biennale, aperta a tutte le nazioni (tabellone a 128), con 4 turni il primo anno (tanto il primo per i top team sarebbe una formalità) e 3 turni il secondo anno (quarti, semi e finale), magari ampliando la partecipazione grazie ad una competizione sulle 7 partite in 3 giorni:
venerdì> due singolari incrociati tra numeri 1 e 2 come adesso
sabato>doppio A e singolare secco tra i numeri 3
domenica>singolari finali tra numeri 1 e 2 e doppio B (naturalmente composto da giocatori diversi da doppio a)
NB: le 3 partite all’ultimo giorno aumenterebbero notevolmente la probabilità di una domenica non inutile ai fini del risultato.
Detto questo, la Davis così come è, riempe gli stadi e crea un ambiente irripetibile. Dunque qualsiasi rivoluzione, non in linea con la tradizione di partite in casa o trasferta e su 3 giorni, sarebbe a dir poco demenziale.

35
Ciao (Guest) 29-11-2015 23:46

Io mi sono divertito molto ma molto di più guardare 4 incontri di Davis piuttosto che 15 noiosissime partite del Master di Londra :neutral:

34
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 22:57

Scritto da Tennisman

Scritto da adecor
Si, il livello è talmente basso che si sono affrontati Murray e Goffin che potrebbe essere una finale 500 tranquillamente oppure anche una finale 1000 o un quarto Slam.

Rimane il fatto che la Davis, come ogni altra manifestazione sportiva, la può vincere solo chi partecipa . Ognuno poi le attribuisce l’importanza che ritiene opportuna.

Ah, ecco il perchè ! Mi sono sempre chiesto : e come mai tutti che vincono la Coppa Davis e io no, invece ?
Adesso lo so : ecco il perchè. Non ci ho mai partecipato !
Oh, risolto un mistero personale che mi assilla da decenni, secoli, millenni della mia breve esistenza su questo piccolo pianeta ! :mrgreen:

33
Tennisman (Guest) 29-11-2015 22:41

Scritto da adecor
Si, il livello è talmente basso che si sono affrontati Murray e Goffin che potrebbe essere una finale 500 tranquillamente oppure anche una finale 1000 o un quarto Slam.

Rimane il fatto che la Davis, come ogni altra manifestazione sportiva, la può vincere solo chi partecipa . Ognuno poi le attribuisce l’importanza che ritiene opportuna.

32
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 22:32

Scritto da ciao1897 Ciao
@ Zxtu (#1495090)
Ma scusa la mia ignoranza ma secondo te e secondo voi i due paesi oltre a Goffin(buon giocatore) e Murrey avevano di meglio????? No perché oltre loro due non ci sono altri di chi sa quale posizionamento in classifica. Non tutti possono permettersi Stan e Roger. Saluti

Attualmente ci sono una marea di Paesi con un solo giocatore nei primi 100.
Addirittura nemmeno utilizzando le riserve si riesce a mettere insieme un tabellone a 16 con tutti top 100 !!!
Qui metto anche le squadre dopo l’8vo posto secondo la mia idea di rivoluzionare la formula.
Ovviamente si tratta di condizioni senza giocatori infortunati.
Metterei anche la possibilità quindi, a nazioni come la Spagna, di decidere come comporre le terne, scambiandole come vogliono loro, la mia è la situazione di classifica migliore senza infortunati.
Potrei mettere anche la regola di almeno 2 giocatori di singolo top 100, ed almeno un doppista top 100. Una squadra senza questi requisiti ( senza due singolaristi top 100 ed un doppista top 100 ) non potrebbe accedere alle finali di COPPA DAVIS. Come il n.9 del mondo, che non può giocare le finali ATP di fine anno.
Quindi : la Spagna potrebbe affiancare a Nadal e Ferrer un doppista top 100, e tenere Feliciano Lopez per la seconda formazione. Ovviamente Feliciano Lopez è un ottimo doppista e non lo farebbe mai e poi mai.
ARGENTINA : 35 Mayer L. 52 Del Bonis 53 Monaco
SERBIA 1 Djokovic 22 Troicki 74 Lajovic
AUSTRALIA : 18 Tomic 30 Kyrgios 60 Groth
GERMANIA : 34 Kohlschreiber 82 Zverev 97 Becker B.
UKRAINA : 36 Dolgopolov 62 Stakhovsky 94 Marchenko
FRANCIA 3 : 47 Mannarino 71 Mahut 76 Puille
USA 2 : 48 Young 59 Querrey 69 Kudla
SPAGNA 3 : 49 Verdasco 54 Ramos 64 Andujar
RUSSIA : 50 Gabashvili 77 Kuznetsov 91 Donskoy
SPAGNA 4 : 67 Carreno Busta 72 Almagro 80 Munoz
SPAGNA 5 : 83 Granollers 89 Cervantes 98 Gimeno Traver

31
bibi (Guest) 29-11-2015 22:31

@ GIALAPPA SBANDY REMIX (#1495123)

Se Borg e Becker hanno vinto la Davis da soli vuol dire che non l’hanno vinta nè il movimento tennistico svedese nè quello tedesco.Penso che tutti abbiano pensato insieme alla tua formula spiegata in un migliaio di righe,ma la libidine che provocherebbe una finale Nadal-Ferrer raggiungerebbe perfino Marte.Spagna 1 e Spagna 2 sa un po’ di bob.Ti concedo la fine dell’anno.Buona serata.

30
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 22:06

Scritto da Ktulu
Chi non vede problemi nella Davis evidentemente ha fette di salame sugli occhi…
E’ vero che quasi tutti i big l’hanno vinta almeno una volta, ma il problema è che OGNI anno ci sono tantissimi big che la disertano allegramente.
Sarebbe bello che fosse come nei grandi slam, o come nei 1000, ovvero che fosse SEMPRE giocata da TUTTI i top players.
Se viene sistematicamente snobbata vuol dire che il problema c’è eccome.
Bisogna cercare di trovare una soluzione che spinga tutti i grandi giocatori a giocarla ogni anno, ne gioverebbe sicuramente la competizione, a prescindere da chi vinca…

La soluzione c’è : si chaima REVOLUCION . RIVOLUZIONE.
Ho spiegato tutto qui sotto.
Si sposta la Davis a fine anno ( non mi è venuto in mente : potrebbe essere giocata anche il mese prima delle finali ATP, visto che il calendario si sposterebbe all’indietro ) a 8 squadre formate da 3 giocatori.
E vietando le esibizioni al Madison Square Garden, sulle navi da crociera, alla Royal Albert Hall, alla Scala di Milano, all’ascensore di Busto Arsizio, a villa Arcore o nel Centro Commerciale di Pixxobello.

29
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 22:00

Secondo la mia rivoluzione di Coppa Davis, se rispecchiassero i valori, le 8 squadre sarebbero queste :
SPAGNA : 5 Nadal 7 Ferrer 17 Lopez F.
CECHIA : 6 Berdych 41 Vesely 55 Rosol
FRANCIA : 9 Gasquet 10 Tsonga 15 Simon
USA : 11 Isner 26 Sock 32 Johnson
CROAZIA : 13 Cilic 24 Karlovic 44 Coric
FRANCIA 2 : 19 Paire 23 Monfils 31 Chardy
ITALIA 21 : Fognini 29 Seppi 58 Bolelli
SPAGNA 2 : 25 Bautista 27 Garcia L. 42 Robredo
L’Italia avrebbe la precedenza sull’Argentina, perchè nonostante il terzo giocatore piazzato dietro rispetto agli argentini, avrebbe il n.1 piazzato meglio. Inoltre Argentina senza top 30.
ARGENTINA 35 Mayer L. 52 Del Bonis 53 Monaco
Escluse inoltre sarebbero la Svizzera e la Serbia, oltre alla Gran Bretagna ed al Belgio finaliste quest’anno.
Il loro terzo giocatore è infatti troppo indietro nel ranking.
Inoltre : fino al n.58 di Bolelli, ci sono una marea di nazioni con un solo giocatore forte, e pochissime con due !!!
Si è sparpagliata dappertutto la classifica ATP.
Chiaro che con la formula attuale, chiunque può andare in finale, se i big danno forfait.
Poi, oh, possiamo anche cambiare le regole.
Ai big che non giocano la Davis, si tolgono la metà dei punti nel ranking ATP, gli si lega una palla nera alle caviglie quando giocano, gli si brucia la macchina e li si manda in vacanza al Polo Nord a Gennaio.
Forse così la giocano. Non so se però sia fattibile come soluzione …

28
Ktulu 29-11-2015 21:35

Chi non vede problemi nella Davis evidentemente ha fette di salame sugli occhi…
E’ vero che quasi tutti i big l’hanno vinta almeno una volta, ma il problema è che OGNI anno ci sono tantissimi big che la disertano allegramente.
Sarebbe bello che fosse come nei grandi slam, o come nei 1000, ovvero che fosse SEMPRE giocata da TUTTI i top players.
Se viene sistematicamente snobbata vuol dire che il problema c’è eccome.
Bisogna cercare di trovare una soluzione che spinga tutti i grandi giocatori a giocarla ogni anno, ne gioverebbe sicuramente la competizione, a prescindere da chi vinca…

27
Cwatt (Guest) 29-11-2015 21:26

E l’anno prossimo sarà ancora peggio visto che non assegnerà neanche un punto atp

26
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 21:24

Allora … ( qui però occorre conoscere un po’ di storia del tennis e della Coppa Davis, compreso l’albo d’oro ).
Perchè solo 4 tornei del Grande Slam e proprio in Inghilterra, Francia, Australia e USA ?
Perchè non ce n’è uno in Spagna o Argentina ?
Risposta : si è tenuto questo numero di Grandi Slam, nelle nazioni che avevano vinto la Coppa Davis fino al momento di questa decisione : solo Australia, Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti avevano vinto la Coppa Davis.
Guardare l’albo d’oro per la conferma.
Ma questa formula, era stata studiata in altri tempi. Appunto, quando il tennis non era così globalizzato.
E’ chiaro che si vedevano sempre finali di altissimo livello : i campioni erano per lo più nelle solite 4 nazionli. Fino al crollo inglese, e poi australiano, con l’arrivo del momento d’oro svedese e della movida spagnola.
La formula anacronistica e troppo tradizionale sarebbe da cambiare.
Poi comunque, gli outsider ci arriverebbero lo stesso, ma ci sarebbe più rispetto per i valori sportivi effettivi.

25
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 21:13

Scritto da bibi
Sono con Moya.Così non va. È assurdo che vinca la Davis un solo giocatore. Fra qualche anno spunterà un campione in Burundi che potrà vincere la Davis.Ci vogliono quattro singolaristi diversi per rispettare di più il livello tennistico di una nazione

Sono 30 anni che sento le stesse cose, se non 40.
Borg e Becker avevano anche loro vinto la Coppa Davis da soli.
Sono daccordo sulla formula da rivedere, io sposterei le settimane della Davis a fine anno, in modo anche di non costringere i giocatori agli spostamenti continentali, oltre tutto. Poi per forza non la giocano.
4 singolaristi ?
Sai quante nazioni potrebbero schierare 4 top 100 ? 6 o 7. Vedresti in Coppa Davis, giocatori come quelli del Lussemburgo, giocare nel tabellone mondiale, contro i tre fenomeni 60 60 60 .
Se vi giocassero, le semifinali avrebbero sempre queste nazioni come protagoniste : Spagna, Francia, USA, Germania.
La Serbia con Djokovic, uno buono e stop non ci arriverebbe mai, la Svizzera a parte qualche periodo strano, con solo Federer e Wawrinka idem. E poi figuriamoci se i campioni la giocherebbero. Magari solo in semifinale, appunto. Magari però …
Non è li la soluzione.
La soluzione è quella di spostare tutto a fine anno.
Tabellone finale a 8 squadre.
Formula tipo Master Finals : Gruppi da 4.
E qui la formula sarebbe ok, tanto perdere una o due partite e vincere il torneo … non è una competizione singolare ma a squadre. Non sarebbe uno scandalo.
Non solo : ridurrei la squadra a 3 giocatori addirittura.
Difficile avere due giocatori infortunati. In quel caso subentrerebbe la nazione alternate.
3 giocatori : due singolari ed un doppio. Il doppio nei gironi eliminatori varrebbe anche per il bilancio in caso di parità.
Quindi … anche vinti i due singolari si giocherebbe il doppio.
Al meglio dei 5 set, ovvio.
Solo le semifinali e la finale, caso mai, 4 singolari ed un doppio. Con tre giocatori ce la si fa.
Un mese … inizio la settimana dopo le finali ATP.
Non solo : le nazioni come Spagna, Francia ed altre, se avessero più top 100, potrebbero anche schierare una Spagna 2 ed una Francia 2. Potrebbe esserci una finale tra due squadre della stessa nazione. Perchè no ? NADAL – FERRER non si è mai visto al Roland Garros ?
Esempio :
SPAGNA, SERBIA, SVIZZERA, GERMANIA, USA, FRANCIA, ARGENTINA, SPAGNA 2. ALT. o FRANCIA 2 o ITALIA.
Formula come le finali ATP, solo che al posto degli incontri ci sarebbero le 3 sfide tra le nazioni. Primo giorno due singolari, secondo giorno il doppio.
In tre settimane si fa fuori tutto il tabellone ad 8 di Coppa Davis.
E risparmi una settimana, visto che il primo turno – quarti di finale, sarebbe sostituito dalle ” qualificazioni ” ovvero dal nuovo Gruppo Mondiale Alias serie B.
Da li uscirebbero due nazioni che si qualificanto per le FINALI DI COPPA DAVIS ad 8.
Così difficile da pensare ? Da realizzare è ancora più facile che da pensare ! Un anno in Spagna, un anno in Italia, un anno in Qatar, un anno in Cina, un anno in Sud Africa, un anno in Russia, un anno sulla Luna … dai … facile !

24
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:55

Scritto da Zxtu

Scritto da Berto
Ha vinto la nazione col n.2 al mondo nel singolo e il n.7 del doppio.

Il problema erano gli altri… se devo pensare ad una finale di Davis, Edmund e Bemelmans non mi verrebbero in mente neppure come ultima opzione

Se poi Edmund, che è giovanissimo, fra 15 anni avrà vinto 10 Slam o 15, cosa mi dici ?
Fai così … metti che Sampras avesse vinto la Coppa Davis quando gli USA avevano solo McEnroe, oppure più facile : Edberg che vince la Davis in una Svezia con il solo Borg. Poi gli sconosciuti Edberg e Sampras fanno quel che fanno.
Becker vince il primo Wimbledon.
Allora cambiamo il regolamento del Grande Slam. Com’è possibile che un 17enne sconosciuto vinca Wimbledon ? O che uno come Voltchkov parte dalle quali ed arriva in semi ?

23
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:50

Scritto da Carlo
Coppa Davis e Fed Cup (ed Olimpiadi) sono le uniche competizioni del tennis dove conta la nazionalità, dove ci sono bandiere ed inni.
Tutte le altre sono esclusivamente personali e lo stesso concetto di nazionalità è irrilevante.
Temo che ci si debba rassegnare e considerle superate, che vorrebbe però automaticamente dire di escludere il tennis dalle Olimpiadi.
A meno di non fare come nel calcio, riservando queste competizioni esclusivamente ai giovani, ad esempio sotto i 21/23 anni.

Lo dici tu. Lo dice anche Rino Tommasi, in una delle poche cose che non condivido.
Infatti : prova a dirlo agli spagnoli se non conta la nazionalità nel tennis, o agli svizzeri …
certo … non conta per gli italiani esterofili, che non hanno mai visto un Nadal o Federer italiano.
Petrangeli e Panatta sono lontani anni luce pure loro dai Nadal o Federer.
Come nell’automobilismo. Io non ho mai tifato per la scuderia, alias casa costruttrice delle vetture. Ho sempre tifato per gli italiani ( Fisichella e Briatore alla Renault, ed anche J Villeneuve visto che io guidavo la Renault, e non la Ferrari. Regalatemi una Ferrari e tifo per la Ferrari ).
Sarebbe come dire che nel tennis dovremmo tifare per chi veste Sergio Tacchini. Dai … sta storia del tifare Ferrari è una presa in giro del business.
Provate a vedere gli spagnoli, se loro tiferebbero per una Ferrari spagnola, o per un Alonso … o i tedeschi … se tifavano Schumacher sulla Ferrari o Topo Gigio sulla Mercedes !!!
Sta storia che non esiste la nazionalità ne tennis l’abbiamo inventata noi italiani perchè ci rifiutiamo di considerarci perdenti.
Sempre forza racchette azzurre ! Se sono femminili e non sono belle anche sempre forza racchiette azzurre !

22
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:42

Scritto da Ktulu
Ma quale finale di challenger, potrebbe essere il primo turno!

Certe volte nei challenger la vera finale è proprio al primo turno.

21
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:41

Scritto da Michele
ha ragione. la Davis è ancora importante per tutti i giocatori MA conta vincerla una volta in carriera, infatti ora Nadal, Federer, Djokovic, Berdych, ecc se ne fregano e dall’anno prossimo pure Murray.
di questo passo, l’Italia ha buone chance

Eh si, loro hanno Nadal Federer Djokovic Berdych Murray … anche l’Italia, no ? :shock:

20
GIALAPPA SBANDY REMIX 29-11-2015 20:40

Ha ragione, però anche nei tornei del Grande Slam vediamo una finale tra Cilic e Nishikori … che ci fanno in mezzo ai Federer, Nadal, Djokovic, Murray, Wawrinka ?
Senza contare che Malivaj Washington è arrivato in finale a Wimbledon !

19
ciao1897 Ciao (Guest) 29-11-2015 19:33

@ Zxtu (#1495090)

Ma scusa la mia ignoranza ma secondo te e secondo voi i due paesi oltre a Goffin(buon giocatore) e Murrey avevano di meglio????? No perché oltre loro due non ci sono altri di chi sa quale posizionamento in classifica. Non tutti possono permettersi Stan e Roger. Saluti :wink:

18
Giovanni 29-11-2015 19:28

Ragazzi, Edmund è un giovane ai suoi primissimi anni in carriera, capisco che critichiate un Bemelmans che bazzica attorno alla centesima posizione da una carriera ma l’inglese ha ancora ottime possibilità di scalare la classifica, non capisco queste critiche nei confronti di un ragazzo di 20 anni che ha ancora tutto da dimostrare.
Detto ciò qualcuno dica a Moya che Nadal l’ha vinta più di una volta e Nole ha perso una finale nel 2013… vero che tutti i big vogliano vincerla almeno una volta, ma alcuni non è che sdegnino di vincerla in altre occasioni, semplicemente a volte ce la fanno e a volte no, poi se la vincessero sempre Spagna, Svizzera o Serbia si farebbe riferimento alla “noia” nel trovare un team dominatore?
Io penso semplicemente che non è mai contenti e che ogni occasione sia buona per gettare fango su questa manifestazione che a differenza dei tornei riempie sempre stadi e palazzetti, per non parlare del fattore emotivo; se vogliono darle lo stesso valore degli slam allora saranno sempre scontenti, ma fin quando la Davis verrà sempre vinta da un team che contiene un giocatore con un B.R di n°4 non ci si dovrebbe proprio lamentare della mediocrità tecnica nelle finali.

17
Alex81 29-11-2015 19:25

Ragazzi Moya HA RAGIONE!!! La Davis è snobbata, bisognerebbe imporla ai giocatori, non che vanno l’anno delle Olimpiadi o perché serve per completare l’albo d’oro. I GRANDI DEL PASSATO LA GIOCAVANO E AVEVANO GLI STESSI CALENDARI. RIORGANIZZIAMO LA COMPETIZIONE PIù BELLA DEL MONDO.
#iostoconlaDavis

16
Gabriele da Firenze 29-11-2015 19:06

Ha ragione da vendere, infatti la Davis l’ha vinta Murray da solo…tanto erano scarsi gli avversari…

15
bibi (Guest) 29-11-2015 19:05

Sono con Moya.Così non va. È assurdo che vinca la Davis un solo giocatore. Fra qualche anno spunterà un campione in Burundi che potrà vincere la Davis.Ci vogliono quattro singolaristi diversi per rispettare di più il livello tennistico di una nazione

14
Zxtu (Guest) 29-11-2015 18:48

Scritto da Berto
Ha vinto la nazione col n.2 al mondo nel singolo e il n.7 del doppio.

Il problema erano gli altri… se devo pensare ad una finale di Davis, Edmund e Bemelmans non mi verrebbero in mente neppure come ultima opzione

13
Zxtu (Guest) 29-11-2015 18:46

Scritto da adecor
Si, il livello è talmente basso che si sono affrontati Murray e Goffin che potrebbe essere una finale 500 tranquillamente oppure anche una finale 1000 o un quarto Slam.

Si infatti… chissà come mai allora Goffin non ha mai vinto un 500, mai un 1000 e non è mai andato oltre gli ottavi in un torneo Slam… definire Murray-Goffin una finale di alto livello mi sembra un tantinello esagerato. Ma, trattandosi di Davis, ci può stare un incontro di finale con questi interpreti. Ma come dice Moya, è assurdo un incontro Edmund-Bebelmans per l’assegnazione di un titolo prestigioso come la Coppa Davis

12
Berto 29-11-2015 18:42

Ha vinto la nazione col n.2 al mondo nel singolo e il n.7 del doppio.

11
Carlo (Guest) 29-11-2015 18:37

Coppa Davis e Fed Cup (ed Olimpiadi) sono le uniche competizioni del tennis dove conta la nazionalità, dove ci sono bandiere ed inni.
Tutte le altre sono esclusivamente personali e lo stesso concetto di nazionalità è irrilevante.

Temo che ci si debba rassegnare e considerle superate, che vorrebbe però automaticamente dire di escludere il tennis dalle Olimpiadi.

A meno di non fare come nel calcio, riservando queste competizioni esclusivamente ai giovani, ad esempio sotto i 21/23 anni.

10
Ktulu 29-11-2015 18:14

@ adecor (#1495080)

Sì ma erano gli unici due di livello!

9
Gaz (Guest) 29-11-2015 18:11

Finalmente qualcuno che dice quello che molti pensano come il sottoscritto a sua volta da una vita,Aboliamo queste inutili,stucchevoli e insensate competizioni a squadre anche se capisco vorrebbe dire interrompere una tradizione e far insorgere i conservatori.

8
adecor 29-11-2015 18:06

Si, il livello è talmente basso che si sono affrontati Murray e Goffin che potrebbe essere una finale 500 tranquillamente oppure anche una finale 1000 o un quarto Slam.

7
SilvioL (Guest) 29-11-2015 18:03

Ho seguito su Supertennis la finale di Davis. E’ stata bellissima, intensa e di grande valore tecnico. Mi sono divertito moltissimo. E non credo che siano queste quattro frasi sconclusionate di Moya a farmi cambiare idea sulla bellezza della Davis così com’è. Bravo a chi c’era e chi non c’era… peggio per lui!

6
Ktulu 29-11-2015 18:02

Ma quale finale di challenger, potrebbe essere il primo turno!

5
Gaz (Guest) 29-11-2015 17:59

Finalmente qualcuno che dice cose che molti pensano tra cui il sottoscritto da una vita ABOLIAMO QUESTA INUTILE COMPETIZIONE anche se provocorebbe un taglio alla tradizione e un fastidio a chi ne e’ fedele seguitore.

4
Michele (Guest) 29-11-2015 17:48

ha ragione. la Davis è ancora importante per tutti i giocatori MA conta vincerla una volta in carriera, infatti ora Nadal, Federer, Djokovic, Berdych, ecc se ne fregano e dall’anno prossimo pure Murray.
di questo passo, l’Italia ha buone chance

3
Manuel (Guest) 29-11-2015 17:46

Potrebbe fare la Davis sui 3 set,ma senza tie-break finale .
Inoltre essa dovrebbe essere obbligatoria per i top 30,e dovrebbe dare per vittoria 150 punti atp

2
Gabriele da Ragusa 29-11-2015 17:43

Nn capisco sinceramente cosa voglia dire? Sn stanco morto quindi sicuramente e’ uno svarione mio. Magari e’stato riportato male qualcosa ma nn capisco esattamente contro chi ce l’abbia e quale sia la soluzione

1

Lascia un commento