Challenger di Biella Challenger, Copertina

Challenger Biella: Resoconto di giornata. Subito out Basilashvili e Ghem. Bene Naso, Caruso, Bellotti, Giannessi e Fabbiano

28/07/2015 21:32 4 commenti
Alessandro Giannessi vincente su Marton Fucsovics. Foto Fabio Lesca.
Alessandro Giannessi vincente su Marton Fucsovics. Foto Fabio Lesca.

Non sono mancate le sorprese nel primo turno del Pulcra Lachiter Challenger (terra, montepremi di 42.500 euro) di Biella. Fresco numero 90 al mondo Nikoloz Basilashvili (secondo georgiano ad entrare nella top 100 dopo Labadze, a segno ai Faggi nel 2005) la tds numero uno del torneo non ha potuto festeggiare all’Accademia del Tennis i Faggi, finendo sconfitto dal portoghese Pedro Sousa con il punteggio di 3-6, 6-4, 7-6 (4). Il ventitreenne di Tiblisi, che domenica a Scheveningen, in Olanda, aveva vinto il suo terzo titolo stagionale, annullando ben tre match point a Andrey Kuznetsov (6-7(3), 7-6(4), 6-3 lo score) inizia bene la partita, ma finisce con il perdere lucidità, lasciando il tie-break decisivo al rivale.

Dei nove italiani in corsa cinque passano al secondo turno. Convincente l’esordio di Gianluca Naso, in vantaggio 6-4, 1-0 al momento del ritiro dello spagnolo Oriol Roca Batalla. «Stavo giocando bene, soprattutto i game di servizio. Mi dava fastidio la sua battuta, senza peso, per questo è arrivato nel primo set un solo break, nel nono gioco. Sono contento: mi fa piacere dare continuità ai buoni risultati raccolti quest’anno. Negli ultimi mesi ho fatto delle scelte importanti, cambiando allenatore, ora sono con Andrea Meli e preparatore atletico. Devo essere sincero: ho più stimoli e sto lavorando in maniera completamente diversa. Sono positivo e fiducioso per il futuro. Questo sport sa creare sorprese: a volte positive, altre volte sono incubi. Ma se guardo Luca Vanni, arrivato al suo top a trent’anni, dico di avere ancora tempo per costruirmi il miglior ranking. L’età dei tennisti si è allungata».

Prova di valore anche quella sciorinata da Alessandro Giannessi: lo spezzino in poco più di due mesi ha raccolto 146 punti, passando dal 457° al 254° posto nel ranking mondiale. Ieri il 25enne mancino si è sbarazzato di un cliente difficile come Marton Fucsovics (202 Atp), superato per 7-6 (1), 6-4.
Nel derby azzurro tra Marco Bortolotti e Riccardo Bellotti è quest’ultimo a prevalere, al termine di una partita ricca di pathos e di capovolgimenti. Per due ore Bortolotti ha dato del filo da torcere al rivale, che alla fina ha portato a casa il match con il punteggio di 4-6, 7-6 (7), 6-0.
Ai danni dell’ottava testa di serie e 186 Atp Jozef Kovalik, Salvatore Caruso timbra gli ottavi imponendosi per 6-4, 6-4. Dopo tante eliminazioni al primo turno Caruso (22 anni, salito al numero 336 del ranking) ha di recente infilato la settimana giusta a San Benedetto del Tronto dove, partendo dalle qualificazioni, ha centrato cinque successi (con lo scampo di Matteo Donati), prima di arrendersi in semi a Giannessi per 6-4, 6-2. Anche a Biella la sua corsa è iniziata con il piede giusto e ora affronterà nel derby azzurro Riccardo Bellotti.

Lotta per quasi due ore, ma alla fine Gianluigi Quinzi cede al bosniaco Tomislav Brkic per 2-6, 6-1, 6-4. E dire che la partita si era incanalata sui binari più congeniali al diciannovenne marchigiano, che in 37 minuti si era portato avanti di un set. Poi il lungo stop per farsi medicare un piede, che gli creava problemi a causa delle vesciche. Così nella seconda frazione Quinzi rivede i fantasmi del recente passato, sbaglia troppo e rimette in partita l’avversario. L’inizio della frazione decisiva è nuovamente favorevole a Quinzi che vola 2-0, ma non coglie l’occasione di salire 4-1 e poi si fa raggiungere sul 3 pari. A quel punto diventa una lotta di nervi e in questo momento Gianluigi non ha la tranquillità per giocare al meglio: sul 5-4 arriva il sesto break dell’incontro, quello che manda il numero 229 del ranking al secondo turno.

Si arrende anche il beniamino di casa Stefano Napolitano, sconfitto dall’austriaco Dennis Novak per 6-4, 6-2. Nel primo set Napolitano subisce i break decisivi nel terzo e nel settimo gioco, quando si trova sotto 5-2. In quel momento è bravo a non demordere, ci crede quando toglie per la prima volta la battuta al rivale, e sul 5-4, complici due doppi falli dell’austriaco, avrebbe l’occasione di riportare il match in parità, ma il rovescio non impossibile finisce fuori.
Chiusa la prima frazione dopo 38 minuti Napolitano, sorretto dal pubblico, cerca di cambiare registro, ma è di nuovo in chiara difficoltà e dopo aver annullato tre palle break, subisce ancora. La reazione è veemente per l’immediato contro break, ma è un fuoco di paglia. Più incisivo con il diritto Novak non si lascia scappare l’occasione e quando nel terzo gioco, dopo aver sprecato cinque occasioni, toglie di nuovo la battuta all’azzurro è il segnale che la partita ha il suo dominatore.

Roberto Marcora aveva aperto la giornata sul centrale finendo sconfitto dal dominicano Jose Hernandez-Fernandez (7 del seeding, 182 Atp, 25 anni) per 6-3, 6-3

Ufficio stampa – Marco Perazzi

RISULTATI PRIMO TURNO – MARTEDI’ 28 LUGLIO 2015
[7] J. Hernandez-Fernandez (DOM) b. R. Marcora (ITA) 6,3, 6-3
G. Naso (ITA) b. O. Roca Batalla (ESP) 6-4, 1-0 ritiro
T. Brkic (BIH) b. [WC] G. Quinzi (ITA) 2-6, 6-1, 6-4
D. Novak (AUT) b. [WC] S. Napolitano (ITA) 6-4, 6-2
L. Ouahab (MAR) b. R. Ramirez Hidalgo (ESP) 6-4, 6-4
[LL] A. Velotti (ARG) b. G. Gigounon (BEL) 7-5, 6-2
[WC] A. Giannessi (ITA) b. M. Fucsovics (HUN) 7-6 (1), 6-4
[WC] S. Caruso (ITA) b. [8] J. Kovalik (SVK) 6-4, 6-4
T. Fabbiano (ITA) B. [2] A. Ghem (BRA) 4-6, 6-3, 6-2
J. Samper-Montana (ESP) b. G. Panfil (POL) 3-0 ritiro
[PR] P. Sousa (POR) b. [1] N. Basilashvili (GEO) 3-6, 6-4, 7-6 (4)
[5] N. Kicker (ARG) b. [Q] J. Menezes (BRA) 6-3, 5-7, 6-3
[4] H. Podlipnik-Castillo (CHI) b. [Q] B. Malla (CHI) 7-5, 7-6 (2)
[6] A. Martin (SVK) b. P. Krstin (SRB) 4-6, 6-4, 7-6 (6)
[3] T. de Bakker (NED) b. [Q] F. Neis (BRA) 6-1, 6-0
R. Bellotti (ITA) b. [Q] M. Bortolotti (ITA) 4-6, 7-6 (7), 6-0

ORDINE DI GIOCO – MERCOLEDI’ 29 LUGLIO 2015
CENTER COURT start 11:00 am
[PR] P. Sousa (POR) vs G. Naso (ITA)
J. Samper-Montana (ESP) vs [5] N. Kicker (ARG)
L. Ouahab (MAR) vs [7] J. Hernandez-Fernandez (DOM)
Not Before 6:00 pm
I. Bozoljac (SRB) / S. Napolitano (ITA) vs [PR] F. Neis (BRA) / P. Sousa (POR)

COURT 5 start 11:00 am
[4] H. Podlipnik-Castillo (CHI) vs [LL] A. Velotti (ARG)
R. Bellotti (ITA) / D. Novak (AUT) vs [4] A. Carpen (ROU) / D. Marcan (CRO)
[3] A. Martin (SVK) / H. Podlipnik-Castillo (CHI) vs [WC] M. Bortolotti (ITA) / G. Quinzi (ITA)
G. Naso (ITA) / M. Volante (ITA) vs [2] J. Cerretani (USA) / C. Paval (ROU)


TAG: ,

4 commenti

Anni80 29-07-2015 09:53

Dai Giallo…

4
gianky pa (Guest) 29-07-2015 09:33

Mi spiace dirlo ma credo che Quinzi abbia “fallito” i sogni che riponevamo su di lui…

3
Fede-rer (Guest) 28-07-2015 22:38

Caruso ha raccolto lo “scampo di Donati”? Non sapevo che Matteo allevasse crostacei! 😛 ScaLpo cmq!
Caruso, Naso e, soprattutto Giannessi confermano l’ottimo periodo attuale. Quinzi e Napolitano quand’è che inizieranno a tenersi lontani dall’infausta terra (rossa) italica? Possibile che non si impari mai dagli errori passati?

2
Zed (Guest) 28-07-2015 21:55

Per un appassionato di tennis italico, belle le parole di Naso :mrgreen:

1