Italiane Copertina, WTA

Classifica WTA Italiane: Perdono un posto Errani e Pennetta. +1 per Camila Giorgi che eguaglia il Best Ranking

13/07/2015 09:18 13 commenti
Camila Giorgi classe 1991, n.31 del mondo
Camila Giorgi classe 1991, n.31 del mondo

Questa la classifica WTA italiane di questa settimana.

Classifica Wta Entry System Singolo (13-07-2015)

20
Best: 5
-1
Sara Errani
ITA, 29-04-1987
2145
Punti
22
Tornei
27
Best: 10
-1
Flavia Pennetta
ITA, 25-02-1982
1787
Punti
20
Tornei
31
Best: 31
1
Camila Giorgi
ITA, 30-12-1991
1510
Punti
23
Tornei
43
Best: 35
--
0
Karin Knapp
ITA, 28-06-1987
1175
Punti
26
Tornei
45
Best: 11
-10
Roberta Vinci
ITA, 18-02-1983
1112
Punti
24
Tornei
77
Best: 4
3
Francesca Schiavone
ITA, 23-06-1980
762
Punti
27
Tornei
192
Best: 55
-7
Alberta Brianti
ITA, 05-04-1980
257
Punti
21
Tornei
238
Best: 214
30
Giulia Gatto-Monticone
ITA, 18-11-1987
186
Punti
23
Tornei
278
Best: 170
2
Gioia Barbieri
ITA, 09-07-1991
147
Punti
25
Tornei
337
Best: 309
-3
Jasmine Paolini
ITA, 04-01-1996
111
Punti
16
Tornei
344
Best: 314
-15
Martina Caregaro
ITA, 19-05-1992
109
Punti
17
Tornei
408
Best: 257
12
Claudia Giovine
ITA, 18-07-1990
75
Punti
16
Tornei
423
Best: 391
10
Alice Matteucci
ITA, 29-09-1995
72
Punti
18
Tornei
432
Best: 432
12
Georgia Brescia
ITA, 08-02-1996
70
Punti
17
Tornei
433
Best: 219
34
Anna Remondina
ITA, 01-06-1989
70
Punti
17
Tornei
435
Best: 294
-76
Gaia Sanesi
ITA, 01-04-1992
69
Punti
17
Tornei
443
Best: 443
63
Cristiana Ferrando
ITA, 10-08-1995
67
Punti
21
Tornei
447
Best: 447
30
Valeria Prosperi
ITA, 13-04-1995
66
Punti
18
Tornei
450
Best: 405
-31
Alice Savoretti
ITA, 17-06-1992
65
Punti
18
Tornei
455
Best: 213
-7
Anastasia Grymalska
ITA, 12-07-1990
63
Punti
19
Tornei
462
Best: 132
2
Corinna Dentoni
ITA, 30-07-1989
61
Punti
17
Tornei
463
Best: 459
8
Martina Trevisan
ITA, 03-11-1993
61
Punti
10
Tornei
488
Best: 484
8
Stefania Rubini
ITA, 05-12-1992
53
Punti
18
Tornei
498
Best: 498
30
Bianca Turati
ITA, 17-06-1997
50
Punti
9
Tornei
545
Best: 545
33
Martina Spigarelli
ITA, 12-05-1992
42
Punti
17
Tornei
546
Best: 361
13
Alice Balducci
ITA, 11-09-1986
42
Punti
21
Tornei
596
Best: 121
-7
Nastassja Burnett
ITA, 20-02-1992
36
Punti
6
Tornei
626
Best: 41
7
Maria Elena Camerin
ITA, 21-03-1982
32
Punti
7
Tornei
704
Best: 637
35
Francesca Palmigiano
ITA, 27-10-1994
23
Punti
13
Tornei
740
Best: 381
77
Martina Di Giuseppe
ITA, 10-02-1991
20
Punti
9
Tornei
772
Best: 694
-49
Deborah Chiesa
ITA, 13-06-1996
18
Punti
11
Tornei
774
Best: 456
-16
Camilla Rosatello
ITA, 28-05-1995
18
Punti
13
Tornei
814
Best: 696
-60
Giorgia Pinto
ITA, 24-02-1992
16
Punti
9
Tornei
856
Best: 808
-33
Beatrice Lombardo
ITA, 15-02-1996
14
Punti
8
Tornei
890
Best: 885
15
Federica Bilardo
ITA, 06-07-1999
12
Punti
3
Tornei
919
Best: 439
-37
Giulia Bruzzone
ITA, 12-03-1991
11
Punti
5
Tornei
928
Best: 893
74
Verena Hofer
ITA, 02-09-1997
11
Punti
8
Tornei
958
Best: 882
-39
Federica Arcidiacono
ITA, 14-04-1993
10
Punti
8
Tornei
993
Best: 993
89
Jasmin Ladurner
ITA, 14-06-1991
9
Punti
8
Tornei
1004
Best: 869
-16
Claudia Coppola
ITA, 04-12-1994
8
Punti
7
Tornei
1010
Best: 999
17
Jessica Pieri
ITA, 24-04-1997
8
Punti
4
Tornei
1019
Best: 1008
17
Federica Prati
ITA, 03-01-1996
8
Punti
6
Tornei
1023
Best: 364
16
Carolina Pillot
ITA, 28-03-1992
8
Punti
7
Tornei
1028
Best: 909
54
Giorgia Marchetti
ITA, 21-01-1995
8
Punti
8
Tornei
1082
Best: 1082
53
Nicole Fossa Huergo
ITA, 26-05-1995
6
Punti
5
Tornei
1082
Best: 1082
112
Lucrezia Stefanini
ITA, 15-05-1998
6
Punti
5
Tornei
1095
Best: 1095
58
Lisa Bastianello
ITA, 09-02-1993
6
Punti
6
Tornei
1116
Best: 318
19
Angelica Moratelli
ITA, 17-08-1994
5
Punti
4
Tornei
1116
Best: 1107
19
Costanza Pera
ITA, 28-06-1998
5
Punti
4
Tornei
1116
Best: 1116
56
Miriana Tona
ITA, 09-01-1995
5
Punti
4
Tornei
1133
Best: 1133
61
Anna Turati
ITA, 17-06-1997
5
Punti
5
Tornei
1151
Best: 1151
21
Giada Clerici
ITA, 07-05-1994
4
Punti
3
Tornei
1151
Best: 1151
21
Marianna Natali
ITA, 20-06-1991
4
Punti
3
Tornei
1151
Best: 1081
-16
Camilla Scala
ITA, 09-07-1994
4
Punti
3
Tornei
1178
Best: 1178
50
Deborah Cruciani
ITA, 04-11-1995
4
Punti
4
Tornei
1211
Best: 1164
17
Vincenza Ciraolo
ITA, 16-09-1992
3
Punti
3
Tornei
1211
Best: 1203
17
Verena Meliss
ITA, 21-07-1997
3
Punti
3
Tornei
1211
Best: 917
17
Alessia Piran
ITA, 14-05-1992
3
Punti
3
Tornei
1211
Best: 1166
17
Carlotta Sartori
ITA, 16-05-1991
3
Punti
3
Tornei
1211
Best: 1211
17
Dalila Spiteri
ITA, 24-04-1997
3
Punti
3
Tornei

TAG: , , , , , ,

13 commenti. Lasciane uno!

fabio (Guest) 14-07-2015 11:48

Mi dispiace per Sara Errani e Flavia Pennetta ma complimenti a Camila Giorgi e a Karin Knapp e purtroppo Roberta Vinci è scalata molto

13
fabio (Guest) 14-07-2015 11:48

Mi dispiace per Sara Errani e Flavia Pennetta ma complimenti a Camila Giorgi e a Karin Knapp e purtroppo Roberta Vinci è scalata molto

12
fabio (Guest) 14-07-2015 11:48

Mi dispiace per Sara Errani e Flavia Pennetta ma complimenti a Camila Giorgi e a Karin Knapp e purtroppo Roberta Vinci è scalata molto

11
tommaso (Guest) 13-07-2015 13:46

Scritto da Il TennistaItaliano
Qualcuno sa dirmi le posizioni delle Italiane top 100 di questo inizio settimana? Grazie a chi mi risponderà

Tutto invariato direi. Sara può diventare 18 se vince il torneo o scendere fino a 21. Camila può scendere 32.

10
Koko (Guest) 13-07-2015 13:44

Vi sconsiglio di usare misurini ragioneristici con Camila! Lei (o meglio il padre) punta solo al colpo gobbo e non a difendere punticini sparsi. D’altra parte se una Muguruza fa finale a Wimbledon perchè non dovrebbero essere ambiziosi i Giorgi? Nella WTA molto è possibile attualmente.

9
Il TennistaItaliano 13-07-2015 13:19

Qualcuno sa dirmi le posizioni delle Italiane top 100 di questo inizio settimana? Grazie a chi mi risponderà :mrgreen:

8
tommaso (Guest) 13-07-2015 12:18

Scritto da MDeg

Scritto da tommaso

Scritto da Carlo

Scritto da MDeg
Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

Concordo su questa considerazione più che giusta.
Aggiungo solo che per me si dà troppa importanza al ranking come numero ordinale, mentre quelli che realmente contano sono i punti.
Tra il 30mo ed il 50mo posto ci sono circa 500 punti, con gli stessi 20 posti di differenza tra il 60mo e l’80mo ci sono solo 140 punti.
La Giorgi per fare un salto di qualità dovrebbe arrivare almeno al 24mo posto come ranking, 7 in più degli attuali, che non sembrerebbe difficile, ma sono più di 400 punti da recuperare, che è invece molto difficile.

Dipende. È certamente vero che tra la posizione 80 e 60 e tra la 40 e la 20 c’è una bella differenza. Tuttavia, parlando della Giorgi, i 400 punti da aggiungere al netto degli scarti sono sì tanti, ma va considerato il fatto che (vado a memoria, nel caso correggetemi) nei due premier americani e negli US Open non ha punti da difendere. Come vista a Wimbledon, dovesse arrivare all’ultimo slam da tds passare due turni non sarebbe impresa impossibile e due turni Slam sono tanti punti. I Premier sono più difficili per il cut molto alto, ma anche lì passare un turno a torneo, per dire, sarebbero più di 100 punti. Poi ci sono i ricchi tornei asiatici prima delle cambiali un po’ più impegnative di Linz e Mosca. Insomma Cami potrebbe finire l’anno in calo, ma prima degli ultimi due tornei ha tutto il tempo per salire in classifica e poi farsi i suoi conti.

La Giorgi ha solo 3 cambiali pesanti fino a fine stagione:
– semifinale New Haven 2014: 185 punti
– finale Linz 2014: 180 punti
– quarti a Mosca 2014: 100 punti
ma ha solo primi turni negli obbligatori degli US Open e Pechino e negli altri tornei disputati nel 2014 dopo luglio.

Ecco perfetto, meglio ancora per lei 😉

7
MDeg (Guest) 13-07-2015 11:54

Scritto da tommaso

Scritto da Carlo

Scritto da MDeg
Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

Concordo su questa considerazione più che giusta.
Aggiungo solo che per me si dà troppa importanza al ranking come numero ordinale, mentre quelli che realmente contano sono i punti.
Tra il 30mo ed il 50mo posto ci sono circa 500 punti, con gli stessi 20 posti di differenza tra il 60mo e l’80mo ci sono solo 140 punti.
La Giorgi per fare un salto di qualità dovrebbe arrivare almeno al 24mo posto come ranking, 7 in più degli attuali, che non sembrerebbe difficile, ma sono più di 400 punti da recuperare, che è invece molto difficile.

Dipende. È certamente vero che tra la posizione 80 e 60 e tra la 40 e la 20 c’è una bella differenza. Tuttavia, parlando della Giorgi, i 400 punti da aggiungere al netto degli scarti sono sì tanti, ma va considerato il fatto che (vado a memoria, nel caso correggetemi) nei due premier americani e negli US Open non ha punti da difendere. Come vista a Wimbledon, dovesse arrivare all’ultimo slam da tds passare due turni non sarebbe impresa impossibile e due turni Slam sono tanti punti. I Premier sono più difficili per il cut molto alto, ma anche lì passare un turno a torneo, per dire, sarebbero più di 100 punti. Poi ci sono i ricchi tornei asiatici prima delle cambiali un po’ più impegnative di Linz e Mosca. Insomma Cami potrebbe finire l’anno in calo, ma prima degli ultimi due tornei ha tutto il tempo per salire in classifica e poi farsi i suoi conti.

La Giorgi ha solo 3 cambiali pesanti fino a fine stagione:
– semifinale New Haven 2014: 185 punti
– finale Linz 2014: 180 punti
– quarti a Mosca 2014: 100 punti
ma ha solo primi turni negli obbligatori degli US Open e Pechino e negli altri tornei disputati nel 2014 dopo luglio.

6
Maxi (Guest) 13-07-2015 11:51

Scritto da Carlo

Scritto da MDeg
Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

Concordo su questa considerazione più che giusta.
Aggiungo solo che per me si dà troppa importanza al ranking come numero ordinale, mentre quelli che realmente contano sono i punti.
Tra il 30mo ed il 50mo posto ci sono circa 500 punti, con gli stessi 20 posti di differenza tra il 60mo e l’80mo ci sono solo 140 punti.
La Giorgi per fare un salto di qualità dovrebbe arrivare almeno al 24mo posto come ranking, 7 in più degli attuali, che non sembrerebbe difficile, ma sono più di 400 punti da recuperare, che è invece molto difficile.

Basterebbe arrivare al 3°/4° quarto turno agli US Open (il che potrebbe essere possibile, visto che quest’anno contro le peggio piazzate ha un rendimento migliore) + qualche altro exploit (Linz?)

5
tommaso (Guest) 13-07-2015 11:46

Scritto da Carlo

Scritto da MDeg
Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

Concordo su questa considerazione più che giusta.
Aggiungo solo che per me si dà troppa importanza al ranking come numero ordinale, mentre quelli che realmente contano sono i punti.
Tra il 30mo ed il 50mo posto ci sono circa 500 punti, con gli stessi 20 posti di differenza tra il 60mo e l’80mo ci sono solo 140 punti.
La Giorgi per fare un salto di qualità dovrebbe arrivare almeno al 24mo posto come ranking, 7 in più degli attuali, che non sembrerebbe difficile, ma sono più di 400 punti da recuperare, che è invece molto difficile.

Dipende. È certamente vero che tra la posizione 80 e 60 e tra la 40 e la 20 c’è una bella differenza. Tuttavia, parlando della Giorgi, i 400 punti da aggiungere al netto degli scarti sono sì tanti, ma va considerato il fatto che (vado a memoria, nel caso correggetemi) nei due premier americani e negli US Open non ha punti da difendere. Come vista a Wimbledon, dovesse arrivare all’ultimo slam da tds passare due turni non sarebbe impresa impossibile e due turni Slam sono tanti punti. I Premier sono più difficili per il cut molto alto, ma anche lì passare un turno a torneo, per dire, sarebbero più di 100 punti. Poi ci sono i ricchi tornei asiatici prima delle cambiali un po’ più impegnative di Linz e Mosca. Insomma Cami potrebbe finire l’anno in calo, ma prima degli ultimi due tornei ha tutto il tempo per salire in classifica e poi farsi i suoi conti.

4
Fantumazz 13-07-2015 11:22

Vai Camila! 🙂

3
Carlo (Guest) 13-07-2015 10:36

Scritto da MDeg
Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

Concordo su questa considerazione più che giusta.
Aggiungo solo che per me si dà troppa importanza al ranking come numero ordinale, mentre quelli che realmente contano sono i punti.
Tra il 30mo ed il 50mo posto ci sono circa 500 punti, con gli stessi 20 posti di differenza tra il 60mo e l’80mo ci sono solo 140 punti.
La Giorgi per fare un salto di qualità dovrebbe arrivare almeno al 24mo posto come ranking, 7 in più degli attuali, che non sembrerebbe difficile, ma sono più di 400 punti da recuperare, che è invece molto difficile.

2
MDeg (Guest) 13-07-2015 09:51

Dal confronto del ranking e della race delle italiane a quasi 2/3 della stagione WTA alcune considerazioni:
– Sara Errani (17 race e 20 ranking) e Camila Giorgi (30 race e 31 ranking) sono messe meglio nella race che nel ranking dato che hanno rispettivamente il 75% e il 68 % dei punti attuali conquistati già nel 2015. Hanno entrambe punti importanti da difendere fino a fine anno ma le avversarie prossime ne hanno più di loro.
– le altre nostre migliori sono invece messe peggio nella race: Pennetta (38 race e 27 ranking), Knapp (58 race e 43 ranking), Vinci (60 race e 45 ranking), Schiavone (95 race e 77 ranking), ed hanno tutte più o meno solo il 50% dei punti attuali conquistati nel 2015 e questo è segno di importanti punti da dover difendere fino a fine anno (ciascuna al suo livello) e in generale in misura maggiore delle altre che le attorniano nel ranking. Il solo confermare i punti del 2014 le porterebbe verso le attuali posizioni della race e quindi a scendere posizioni importanti dall’attuale ranking.

1