Notizie dal Mondo Challenger, Copertina

Challenger Milano, Joao Monteiro: “Non conosco Mager, ma so che sta giocando molto bene”

27/06/2018 12:32 8 commenti
Da Milano
Da Milano

In occasione della seconda giornata di tabellone principale all’ASPRIA Tennis Cup 2018, abbiamo raggiunto il portoghese Joao Monteiro, classe 1993 e n.288 del ranking mondiale, al termine dell’incontro vinto piuttosto agevolmente ai danni del nostro Andrea Pellegrino per 6-2 6-0.

Con questo successo, appena il secondo in stagione a livello Challenger, il ventiquattrenne si è garantito il duello con Gianluca Mager agli ottavi di finale.

Ciao Joao, come ti sei sentito in campo contro Andrea Pellegrino?
Devo dire di essermi sentito davvero a mio agio. Ho accusato un po’ di nervosismo nel primo set, ma poi non ho avuto problemi a contrastare il gioco del mio avversario“.

C’è stata davvero pochissima battaglia, tant’è che sei rimasto in campo appena 63 minuti. Ti saresti aspettato una partita così a senso unico?
No, assolutamente. La scorsa settimana, in quel dell’Aquila, Pellegrino ha trascinato al terzo set l’argentino Facundo Bagnis, che poi ha vinto il torneo: proprio per questo motivo pensavo mi desse del filo da torcere, ma così non è stato. Credo, inoltre, di aver espresso un buon tennis: ottimo lavoro, ora vedremo come andrà la prossima partita“.

Affronterai Gianluca Mager, che ha battuto lo spagnolo Nicola Kuhn in due set. Lo conosci?
Purtroppo no, ci siamo incontrati a Mestre qualche settimana fa ma non lo conosco. So che sta giocando molto bene da due anni a questa parte, vedremo come andrà a finire“.

Hai un obiettivo particolare per quanto riguarda il ranking?
Con le nuove regole dell’ITF sarà un disastro per tutti i giocatori della mia fascia di classifica. Perderò diversi punti e uscirò dai primi 300: sarà importante conquistare punti ATP per far fronte alle difficoltà che si incontreranno nel 2019“.

Ne approfittiamo, allora, per chiederti che cosa ne pensi di questa regola.
Non mi piace, ma per altri ragionamenti bisognerà aspettare almeno due anni. Ho iniziato la carriera professionistica nel 2016 e con questa regola è già tutto compromesso“.

Da Milano, l’inviato Lorenzo Carini


TAG: , ,

8 commenti

Slice97 (Guest) 27-06-2018 19:43

Scritto da mauro59

Scritto da nere
Alla riforma del sistema itf che creerà un doppio circuito di classiche itf appunto e atp. Gli itf 15000 daranno punti solo per la prima classifica mentre per gli atp se ho capito bene solo semifinali e finale itf 25000 e a salire Challenger . A dicembre chi ha punti itf lo perderà tutti per la classifica atp

Penso sia giusto. Vincere 10 futures e 10 challenge non vale una semifinale al Roland Garros, non si deve premiare chi si presenta da n. 300 come tds n. 1 in tornei e poi paradossalmente prende punti anche se perde in semifinale. La Paolini per un anno ha collezionato una marea di sconfitte anche contro avversarie molto più in basso di lei nel ranking eppure rimaneva sempre a ridosso delle prime 100, non lo reputo giusto, la classifica deve rispecchiare i valori reali di forza e deve premiare chi gioca “la Champions”.

Vabbè ma già il discorso è differente. La Paolini ha collezionato una miriade di eliminazioni al primo turno nelle quali e nei Md Wta, ma negli itf il minimo che ha giocato sono i 25K. Gli unici tornei che verranno “azzerati” nel femminile saranno i 15K.

8
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
mauro59 (Guest) 27-06-2018 16:50

Scritto da nere
Alla riforma del sistema itf che creerà un doppio circuito di classiche itf appunto e atp. Gli itf 15000 daranno punti solo per la prima classifica mentre per gli atp se ho capito bene solo semifinali e finale itf 25000 e a salire Challenger . A dicembre chi ha punti itf lo perderà tutti per la classifica atp

Penso sia giusto. Vincere 10 futures e 10 challenge non vale una semifinale al Roland Garros, non si deve premiare chi si presenta da n. 300 come tds n. 1 in tornei e poi paradossalmente prende punti anche se perde in semifinale. La Paolini per un anno ha collezionato una marea di sconfitte anche contro avversarie molto più in basso di lei nel ranking eppure rimaneva sempre a ridosso delle prime 100, non lo reputo giusto, la classifica deve rispecchiare i valori reali di forza e deve premiare chi gioca “la Champions”.

7
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Quinzidelluporto (Guest) 27-06-2018 14:43

Penso che neanche Mager ti conosca

6
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Psyco Fogna
Roberto (Guest) 27-06-2018 14:32

@ Daniele (#2143117)

Però Monteiro parla della fascia di classifica sui 300, ovvero un mix tra Challenger e futures..
Inoltre che senso ha avere due punteggi, qual’è quello che fa testo x le entry list?

5
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Daniele (Guest) 27-06-2018 14:20

@ Roberto (#2143025)

Solo futeres,ch rimane uguale

4
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Roberto (Guest) 27-06-2018 13:46

Cos’è questa storia???
Penalizza i giocatori che giocano solo Challenger e futures? Perché sarebbe un disastro x noi che siamo la nazione che ne organizza di più.

3
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
nere 27-06-2018 13:32

Alla riforma del sistema itf che creerà un doppio circuito di classiche itf appunto e atp. Gli itf 15000 daranno punti solo per la prima classifica mentre per gli atp se ho capito bene solo semifinali e finale itf 25000 e a salire Challenger . A dicembre chi ha punti itf lo perderà tutti per la classifica atp

2
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Bob (Guest) 27-06-2018 13:01

a quale nuove regole si riferisce?

1
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!