Us Open - Qualificazioni Italiani ATP, Copertina

Us Open – Qualificazioni Italiani. Sorrisi per Bolelli e Travaglia. Sconfitta al tiebreak del terzo set per Matteo Berrettini. Out Riccardo Bellotti

25/08/2017 02:43 342 commenti
Matteo Berrettini classe 1996
Matteo Berrettini classe 1996

Simone Bolelli e Stefano Travaglia sono approdati al turno decisivo delle qualificazioni maschili degli US Open.
Il 31enne bolognese ha lasciato sei game al norvegese Casper Ruud, 11esima testa di serie delle quali e uno dei Next Gen saliti alla ribalta in questa stagione, mentre il 25enne di Ascoli Piceno, 30esima testa di serie, ha sconfitto 63 61 lo statunitense Christian Harrison.

Stop al secondo turno invece per Riccardo Bellotti, mentre Matteo Berrettini, testa di serie numero 28, si è arreso al tiebreak del terzo set al greco Stefanos Tsitsipas, classe 1998.



USA Us Open – 2° Turno Qualificazione


Court 8 – 17:00
(11)Casper Ruud NOR vs Simone Bolelli ITA

GS Us Open
C. Ruud [11]
2
4
S. Bolelli
6
6
Vincitore: S. Bolelli

Ruud NOR – Bolelli ITA (0-0)
Dec 22, 1998 Birthday: Oct 08, 1985
18 years Age: 31 years
Norway Norway Country: Italy Italy
110 Current rank: 218
108 (Jun 19, 2017) Highest rank: 36 (Feb 23, 2009)
168 Total matches: 801
$37 356 Prize money: $4 463 912
505 Points: 241
Right-handed Plays: Right-handed



In caso di Vittoria sfiderà al turno decisivo:
Vincent Millot FRA vs Tatsuma Ito JPN

GS Us Open
V. Millot
6
6
0
T. Ito
0
4
0
Vincitore: V. Millot






Court 13 – 17:00
Christian Harrison USA vs (30)Stefano Travaglia ITA

GS Us Open
C. Harrison
3
1
0
S. Travaglia [30]
6
6
0
Vincitore: S. Travaglia

Harrison USA – Travaglia ITA (0-0)
May 29, 1994 Birthday: Dec 28, 1991
23 years Age: 25 years
United States United States Country: Italy Italy
247 Current rank: 143
240 (Aug 14, 2017) Highest rank: 139 (Aug 07, 2017)
178 Total matches: 459
$125 769 Prize money: $118 583
208 Points: 396
Right-handed Plays: Right-handed



In caso di Vittoria sfiderà al turno decisivo:
(8)Peter Gojowczyk GER vs Reilly Opelka USA

GS Us Open
P. Gojowczyk [8]
7
6
0
R. Opelka
6
2
0
Vincitore: P. Gojowczyk






Court 13 – 17:00
4INC. Stefanos Tsitsipas GRE vs (28)Matteo Berrettini ITA

GS Us Open
S. Tsitsipas
6
7
7
M. Berrettini [28]
7
6
6
Vincitore: S. Tsitsipas

Tsitsipas GRE – Berrettini ITA (0-0)
Aug 12, 1998 Birthday: Apr 12, 1996
19 years Age: 21 years
Greece Greece Country: Italy Italy
161 Current rank: 140
159 (Aug 14, 2017) Highest rank: 140 (Aug 21, 2017)
247 Total matches: 161
$44 429 Prize money: $21 375
356 Points: 405
Right-handed Plays: Right-handed



In caso di Vittoria sfiderà al turno decisivo:
(14)Nicolas Mahut FRA vs Ramkumar Ramanathan IND

GS Us Open
N. Mahut [14]
6
6
6
R. Ramanathan
3
7
2
Vincitore: N. Mahut






Court 7 – 17:00
2INC. JC Aragone USA vs Riccardo Bellotti ITA

GS Us Open
J. Aragone
3
7
6
R. Bellotti
6
5
3
Vincitore: J. Aragone

Aragone USA – Bellotti ITA (0-0)
Jun 28, 1995 Birthday: Aug 05, 1991
22 years Age: 26 years
United States United States Country: Italy Italy
536 Current rank: 256
534 (Aug 14, 2017) Highest rank: 199 (May 08, 2017)
87 Total matches: 532
$0 Prize money: $114 061
60 Points: 203
Right-handed Plays: Right-handed



In caso di Vittoria sfiderà al turno decisivo:
Uladzimir Ignatik BLR vs Akira Santillan AUS

GS Us Open
U. Ignatik
3
2
A. Santillan
6
6
Vincitore: A. Santillan


TAG: ,

342 commenti. Lasciane uno!

Effetto Roger 25-08-2017 16:32

Scritto da Marcus91

Scritto da sasuzzo

Scritto da Effetto Roger

Scritto da adriano
@ Effetto Roger (#1932852)
Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?
A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI
Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

Eccone un altro che non ha la minima idea di quello che si fa sul campo.
Sembra che per raggiungere l’obiettivo finale (che per gli utenti dei forum è sempre la classifica ) serve qualcuno che debba “portarci” il giocatore. Il quale giocatore, se “non fa il massimo”, potrà dare la colpa a chi lo ha seguito..
Grande rispetto per Flavio poi, ma evidentemente non per le sue scelte, avendo scelto santopadre come proprio allenatore. Chissà perché lo ha scelto.. sarà te un po’ grullo Flavio? Il quale santopadre da parte sua non è arrivato da nessuna parte, se ne stava e se ne sta sempre all’Aniene.. E rianna, che per esempio ha seguito Bolelli a iniziò carriera?
E il bravissimo massimo sartori, perché lui no?
Ah, capoccette..

Ho dato il giusto merito a Santopadre, senza il quale Berrettini non sarebbe arrivato a ridosso dei 100, ma in questo tennis ipercompetitivo (scordiamoci gli anni di Panatta), forse c è bisogno di coach (Sartori, Piatti ed anche e soprattutto stranieri), che gli diano una mano per l ultimo Step. Non abbiamo tempo da perdere.

Ma te che cosa ne sai se Santopadre è o no in grado di fargli fare questo “ultimo step”, quest’anno (per ora) Berrettini ha scalato 300 posizioni, come si può giudicare negativamente l’operato di un allenatore che ha fatto ciò!!

Non solo negativamente, ma questi utenti che esprimono opinioni sui coaches non hanno la minima idea su che cosa consista il loro lavoro, sasuzzo non ha la minima idea di quali siano questi meriti che lui riconosce fin qui a santopadre. Non sa di che parla quando dice “senza il quale non sarebbe arrivato”, né del contributo diverso che potrebbe dare un altro allenatore, “soprattutto straniero”.

342
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Kevin (Guest) 25-08-2017 15:51

Nello sport ci sono anche gli avversari.
Quando se ne trova uno più’ forte, più’ in forma o del tuo stesso valore (e magari a cui gira meglio) può’ succedere anche di perdere…
Sembra banale ma tanti se lo dimenticano….

341
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcus91 25-08-2017 15:44

Scritto da Sato

Scritto da Giammy84
Ma sn l unico parecchio deluso da questa sconfitta??no perche a leggervi sembra abbia fatto partita pari con Nadal.

Hai ragione, sono deluso anch’io, Berrettini ha perso un’occasione importante.

Giocava con un probabilissimo top del futuro e c’ha perso per un inezia, più che deluso direi rammaricato, penso che sia lo stato d’animo più giusto e ricordiamoci che era alla prima quali slam eh

340
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcus91 25-08-2017 15:43

Scritto da sasuzzo

Scritto da Effetto Roger

Scritto da adriano
@ Effetto Roger (#1932852)
Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?
A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI
Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

Eccone un altro che non ha la minima idea di quello che si fa sul campo.
Sembra che per raggiungere l’obiettivo finale (che per gli utenti dei forum è sempre la classifica ) serve qualcuno che debba “portarci” il giocatore. Il quale giocatore, se “non fa il massimo”, potrà dare la colpa a chi lo ha seguito..
Grande rispetto per Flavio poi, ma evidentemente non per le sue scelte, avendo scelto santopadre come proprio allenatore. Chissà perché lo ha scelto.. sarà te un po’ grullo Flavio? Il quale santopadre da parte sua non è arrivato da nessuna parte, se ne stava e se ne sta sempre all’Aniene.. E rianna, che per esempio ha seguito Bolelli a iniziò carriera?
E il bravissimo massimo sartori, perché lui no?
Ah, capoccette..

Ho dato il giusto merito a Santopadre, senza il quale Berrettini non sarebbe arrivato a ridosso dei 100, ma in questo tennis ipercompetitivo (scordiamoci gli anni di Panatta), forse c è bisogno di coach (Sartori, Piatti ed anche e soprattutto stranieri), che gli diano una mano per l ultimo Step. Non abbiamo tempo da perdere.

Ma te che cosa ne sai se Santopadre è o no in grado di fargli fare questo “ultimo step”, quest’anno (per ora) Berrettini ha scalato 300 posizioni, come si può giudicare negativamente l’operato di un allenatore che ha fatto ciò!!

339
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Effetto Roger 25-08-2017 15:10

Scritto da sasuzzo

Scritto da Effetto Roger

Scritto da adriano
@ Effetto Roger (#1932852)
Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?
A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI
Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

Eccone un altro che non ha la minima idea di quello che si fa sul campo.
Sembra che per raggiungere l’obiettivo finale (che per gli utenti dei forum è sempre la classifica ) serve qualcuno che debba “portarci” il giocatore. Il quale giocatore, se “non fa il massimo”, potrà dare la colpa a chi lo ha seguito..
Grande rispetto per Flavio poi, ma evidentemente non per le sue scelte, avendo scelto santopadre come proprio allenatore. Chissà perché lo ha scelto.. sarà te un po’ grullo Flavio? Il quale santopadre da parte sua non è arrivato da nessuna parte, se ne stava e se ne sta sempre all’Aniene.. E rianna, che per esempio ha seguito Bolelli a iniziò carriera?
E il bravissimo massimo sartori, perché lui no?
Ah, capoccette..

Ho dato il giusto merito a Santopadre, senza il quale Berrettini non sarebbe arrivato a ridosso dei 100, ma in questo tennis ipercompetitivo (scordiamoci gli anni di Panatta), forse c è bisogno di coach (Sartori, Piatti ed anche e soprattutto stranieri), che gli diano una mano per l ultimo Step. Non abbiamo tempo da perdere.

Ribadisco a te e ad Adriano, non sembra che abbiate un’idea di quello che fa un allenatore, di come interagisce, del tipo di contributo che può dare ad un giocatore, di come lavora sul campo con un giocatore e del perché lavora su di lui in un certo modo piuttosto che in altro, e tantomeno del tipo di accorgimenti tecnici opportuni che può suggerire al suo assistito.
Ricordate infine le parole di Tony Nadal, non sono i bravi allenatori che fanno i grandi giocatori ma esattamente il contrario.
A Toni Nadal e agli altri stranieri non invidiamo certo la conoscenza delle strade giuste per sviluppare un giocatore di tennis, semmai di aver avuto gli assistiti che hanno avuto.

338
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Mf 25-08-2017 15:06

Si é vista l’esperienza a livello atp che a Berretto manca…
Grave siccome ha 2 anni e mezzo di più, anche vero che ha avuto l’infortunio, ma dopo San Benedetto se fossi stato in lui avrei provato le quali atp… Troppo comodi i challenger…
Dal punteggio sembra Tsitsipas il 21enne non Berrettini…
A questi livelli non é pronto anche perché non ci gioca mai…
Alcuni si stanno montando la testa ha fatto partita pari con uno più giovane di lui che recentemente ha perso da Stako , De Bakker, Pospisil, Zekic… Mica con Nadal…
Lasciamolo crescere sto ragazzo e non gridiamo di impresa se batte Laslo Djere, anche perché questo era il primo ostacolo vera che affronta da un mese e mezzo a questa parte…

337
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: sasuzzo
adriano (Guest) 25-08-2017 14:50

@ Effetto Roger (#1932915)

Parla per te , visto che non ci conosciamo . Impara se vuoi a rispondere ai quesiti . Se qualcuno dice A devi rispondere al quesito A e non frittatando .

336
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sato (Guest) 25-08-2017 14:38

Scritto da Giammy84
Ma sn l unico parecchio deluso da questa sconfitta??no perche a leggervi sembra abbia fatto partita pari con Nadal.

Hai ragione, sono deluso anch’io, Berrettini ha perso un’occasione importante.

335
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sasuzzo 25-08-2017 14:31

Scritto da Effetto Roger

Scritto da adriano
@ Effetto Roger (#1932852)
Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?
A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI
Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

Eccone un altro che non ha la minima idea di quello che si fa sul campo.
Sembra che per raggiungere l’obiettivo finale (che per gli utenti dei forum è sempre la classifica ) serve qualcuno che debba “portarci” il giocatore. Il quale giocatore, se “non fa il massimo”, potrà dare la colpa a chi lo ha seguito..
Grande rispetto per Flavio poi, ma evidentemente non per le sue scelte, avendo scelto santopadre come proprio allenatore. Chissà perché lo ha scelto.. sarà te un po’ grullo Flavio? Il quale santopadre da parte sua non è arrivato da nessuna parte, se ne stava e se ne sta sempre all’Aniene.. E rianna, che per esempio ha seguito Bolelli a iniziò carriera?
E il bravissimo massimo sartori, perché lui no?
Ah, capoccette..

Ho dato il giusto merito a Santopadre, senza il quale Berrettini non sarebbe arrivato a ridosso dei 100, ma in questo tennis ipercompetitivo (scordiamoci gli anni di Panatta), forse c è bisogno di coach (Sartori, Piatti ed anche e soprattutto stranieri), che gli diano una mano per l ultimo Step. Non abbiamo tempo da perdere.

334
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sato (Guest) 25-08-2017 14:11

@ IlCera (#1932756)

È così, diventa una malattia…Quante volte al lavoro a gironzolare tra cesso e corridoi inchiodato a un game ai
vantaggi che non finisce mai, per non parlare delle peripezie alla guida( assolutamente sconsigliabili). Un calciofilo puro non potrà mai capire.

333
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
S.re10 25-08-2017 14:01

Scritto da robibini
Io invece sono andato a letto quando ha vinto il primo set, mi dispiace che non abbia tenuto.
Come il solito ci affidiamo al solito Bolelli e poco altro

Idem.. purtroppo il greco è stato più bravo del nostro..sarà per la prossima..forza Matteo

332
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giammy84 25-08-2017 13:26

Ma sn l unico parecchio deluso da questa sconfitta??no perche a leggervi sembra abbia fatto partita pari con Nadal.

331
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Effetto Roger 25-08-2017 13:15

Scritto da adriano
@ Effetto Roger (#1932852)
Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?
A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI
Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

Eccone un altro che non ha la minima idea di quello che si fa sul campo.
Sembra che per raggiungere l’obiettivo finale (che per gli utenti dei forum è sempre la classifica :mrgreen: ) serve qualcuno che debba “portarci” il giocatore. Il quale giocatore, se “non fa il massimo”, potrà dare la colpa a chi lo ha seguito.. :mrgreen:
Grande rispetto per Flavio poi, ma evidentemente non per le sue scelte, avendo scelto santopadre come proprio allenatore. Chissà perché lo ha scelto.. sarà te un po’ grullo Flavio? Il quale santopadre da parte sua non è arrivato da nessuna parte, se ne stava e se ne sta sempre all’Aniene.. E rianna, che per esempio ha seguito Bolelli a iniziò carriera?
E il bravissimo massimo sartori, perché lui no?
Ah, capoccette..

330
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcus91 25-08-2017 12:48

Comunque a rescindere dal risultato che lascia un po di amarezza, si può commentare la tenuta mentale di Berretto che nonostante avesse di là un ottimo talento, non si perde d’animo e dal 5/2 si porta 5/5 rimontando anche da 0/40. Questi sono segnali importanti, con un colpo come la risposta ancora deficitaria e su cui il romano può migliorare moltissimo.

329
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcus91 25-08-2017 12:45

Scritto da SuperMac
Resoconto dagli US Open – Secondo Turno di Qualificazione
Dopo aver fornito alcuni brevi aggiornamenti in contemporanea sulle partite di oggi 24.08 degli italiani e delle italiane a cui ho assistito di persona (ovviamente al terzo set di Berrettini la batteria si e’ scaricata con l’adrenalina al massimo…), ora provo a darvi un resoconto piu’ dettagliato della giornata:
– Travaglia – C. Harrison e Bolelli- Ruud: partite purtroppo giocate in contemporanea e su due campi quasi adiacenti che mi hanno costretto a scegliere il finale del primo set di Travaglia e tutto il secondo set di Bolelli. Comunque Travaglia l’ho visto molto carico e dopo il break si e’ solo un po’ complicato la vita nel proprio turno di servizio al momento di servire per il primo set sbagliando pure uno smash elementare ma rifacendosi alla successiva occasione. Da notare che nell’ultimo game si e’ prodotto in un paio di monologhi parlando a se’ stesso per provare a controllare un po’ la tensione. Nel secondo set a quanto pare ha faticato ancora meno ed ha chiuso appena prima di Bolelli. Simone dopo aver chiuso ben il primo set nel secondo ha controllato agevolmente il giovane norvegese a poco agio sull’ hard court specialmente con i suoi dritti in top spin che spesso andavano fuori misura per cercare di seguire le variazioni di Simone. Bolelli si e’ anche prodotto in alcune volee pregevoli cosi’ come in belle accelerazioni di rovescio lungolinea ed e’ sembrato anche a proprio agio fisicamente.
Purtroppo domani per l’ ultimo turno li daranno ancora in contemporanea su campi adiacenti e se ce la faro’ ad andare (impegni di lavoro permettendo) daro’ stavolta la precedenza a Travaglia visto anche l’ avversario piu’ ostico.
– Bellotti – Aragone (primi due set e finale del terzo set): Riccardo e’ partito bene comandando con lunghi scambi da fondocampo grazie soprattutto a colpi di dritto angolati e profondi che mettevano in difficolta’ l’americano che si rendeva raramente pericoloso col dritto colpito piu’ piatto senza avere un servizio trascendentale. Da segnalare un paio di splendidi scambi sotto rete vinti da Bellotti che riusciva a breakkare e a chiudere bene il primo set. Nel secondo set la partita si faceva piu’ equilibrata causa l’americano che reggeva maggiormente sugli scambi lunghi e serviva in maniera piu’ incisiva soprattutto per salvare le palle break sul 4-4. Invece Bellotti, dopo il break e contro-break immediato, diveniva a poco a poco piu’ impreciso e falloso innervosendosi abbastanza facilmente; il tutto si decideva nel finale quando Riccardo serviva poche prime e veniva breakkato sul 6-5. Nella parte finale del terzo set Bellotti appariva sempre piu’ sfiduciato mentre Aragone crescendo ulteriormente con le prime di servizio e alcuni diritti vincenti si motivava ulteriormente col maggior supporto del pubblico. Sul 5-2 Bellotti salvava pure due match-point ma sul 5-3 Aragone serviva bene e completava la rimonta da un set sotto (come con Cecchinato).
– Trevisan – Kerkhove (secondo set durante la partita di Bellotti): dopo la scoppola nel primo set Martina giocava alla pari con l’ olandese la quale, nonostante la maggior pesantezza di palla, non produceva molti vincenti. Purtroppo sul 4-4 Martina, nel tentare di muovere un po’ di piu’ l’ avversaria e di variare un po’ il gioco anche con qualche discesa a rete (con poco successo) ritornava ad alzare la percentuale di gratuiti e subiva il break decisivo. Da segnalare comunque l’atteggiamento troppo negativo tenuto durante la partita con continua ricerca di supporto dal proprio angolo (Garbin).
– Brescia – Voegele (secondo set – dopo pausa pranzo): nei pochi games visti prima dell’ MTO e del successivo ritiro della Voegele si e’ vista una Brescia piuttosto in palla con la solita grinta e determinazione , una discreta varieta’ di angoli e qualche lobbone che ha mandato fuori campo l’ avversaria. Vediamo se bastera’ domani contro la piu’ quotata Martincova.
– Paolini – Kato (intero incontro): partita piacevole e combattuta nel primo set tra due giocatrici minute che mostravano entrambe buone geometrie con Paolini piu’ in attacco con servizio (piuttosto efficace quando entrava la prima) e diritto in top spin da fondo mentre Kato si difendeva ottimamente. Purtroppo dopo il break recuperato bene sul 4-4 Jasmine aumentava il numero di gratuiti cercando di forare i tempi e la giapponese poteva breakkare e poi chiudere il primo set. Nel secondo set gli errori non forzati di Jasmine aumentavano vertiginosamente mentre Kato non sbagliava quasi piu’ nulla e la resa arrivava piuttosto veloce. Pur con meno nervosismo rispetto a Martina e curiosamente con un blando supporto della Garbin (“rifugiatasi” dal bordo campo alle tribunette ben piu’ distanti dal campo) Jasmine e’ sembrata solo verso la fine frustrata per i troppi errori commessi. Da segnalare che quasi tutto il primo set e’ stato disturbato non poco dalla torcida indiana (piu’ alcuni francesi) nell’incontro tra Mahut e Ramanathan che si disputava sull’affollato campo adiacente (spettacolare e tirato soprattutto il secondo set vinto dall’ indiano prima della resa nel terzo).
– Berrettini – Tsitsipas (intero incontro): senza dubbio, anche a detta di altri spettatori che hanno riempito nel terzo set il campo 13, l’ incontro piu’ intenso, equilibrato ed emozionante della giornata con buoni contenuti tecnici ed agonistici. Immagino la sofferenza di tanti a seguirlo sul livescore mentre sul campo la tensione saliva sempre di piu’. Primo set con sole due palle break annullate bene da Berrettini con buone prime ma scambi gia’ di notevole fattura da fondo e diversi vincenti soprattutto di dritto da parte di entrambi. Tie-break che si infiamma sul 5-4 e servizio Berrettini che serve solo seconde e Tsitsipas ne approfitta per portarsi avanti sul 6-5. Matteo risponde col servizio per il 6-6 e poi si inventa un drop shot che Tsitsipas recupera miracolosamente ma Matteo scende pure lui a rete ed e’ lucido nel chiudere con la volee. Secondo set dominato dai turni di servizio (solo una palla break ancora annullata bene da Matteo) ma ancora con begli scambi di 5-10 colpi. Tie-break deciso sul 4-4 quando Berrettini non chiude una volee piuttosto agevole e Tsitsipas lo infila col passante per il 5-4 poi va a servire solo prime e chiude 7-4. Terzo set da cardio palma on Tsitsipas che inizialmente sembra avere il sopravvento grazie alle sue maggiori variazioni col rovescio alternato a botte terrificanti di dritto nelle vicinanze delle righe e anche a causa del calo ulteriore delle prime di Berrettini. Sul 4-1 Matteo salva il game e due palle break del 5-1 un po’ col ritrovato servizio un po’ con coraggiose discese a rete poi Tsitsipas mette poche prime sul 5-3 e Matteo lo ribrekka attaccando bene col dritto. Sul 5-4 Matteo non mette tre prime sprofonda 0-40 ritrova solo prime e altri vincenti di dritto e salva 4 match point. Sul 5-5 Tsitsipas di nuovo trema col servizio ma si salva sulle due palle break anche giocando intelligentemente sul rovescio poco incisivo di Berrettini. Infine nel tie break Tsitsipas dimostra di aver “cancellato” i 4 match point “mancati”, serve meglio di Berrettini che alla fine si deve arrendere. Comunque onore a tutti e due i giocatori che oltre a dimostrare un carattere e una concentrazione da aspiranti campioni hanno entrambi confermato il buon livello raggiunto con servizio e dritto. Entrambi sono da migliorare sul rovescio (meglio Tsitsipas con colpi piatti pur con pochi vincenti, meglio Berrettini con lo slice) e sulla risposta sulle seconde dove Tsitsipas sembra gia’ un po’ piu’ avanti riuscendo a tirarla qualche volta nei piedi di Berrettini. Insomma speriamo di assistere nei prossimi anni ad altri incontri tra loro (con diretta televisiva….) e ci sara’ da divertirsi!
– Grazie e Alla prossima.

Ottimo resoconto, grazie!

328
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
valter (Guest) 25-08-2017 12:39

fine agosto 2016 , travaglia (483atp) e berrettini (684atp) sono a trieste a giocare un future da 10mila dollari
fine agosto 2017 , travaglia (143atp) e berrettini (140atp) sono agli US open a giocarsi le quali

327
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Marcus91
adriano (Guest) 25-08-2017 12:35

@ Effetto Roger (#1932852)

Solo tre coach , ma ci sono anche tre preparatori fisici e tre preparatori mentali e quattro fisio ?

A parte i coach di Roberta Vinci , e di Paolo Lorenzo entrambi super , gli altri e soprattutto quelli che lavorano per la FIT non hanno mai portato NESSUNO NEI primi 100 del mondo MAI MAI MAI

Pensate a Furlan dirttore di tirrenia per 10 anni e poi Infantino hanno avuto 500 giocatori a disposizione enon sono stati in grado di portarne uno nei prini 100 . Adesso sono arrivati i Santopadre o i Rianna che saltellano da un ragazzo all’altro in attesa che accaa qualcosa. Berettini arriva da solo perchè possiede grandi doti e grandi qualità ma se non dovesse fare il massimo la colpa è proprio di questi personaggi . Grande rispetto per Cipolla che è l’unico che LAVORA !!!!

326
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
robibini (Guest) 25-08-2017 12:06

Io invece sono andato a letto quando ha vinto il primo set, mi dispiace che non abbia tenuto.
Come il solito ci affidiamo al solito Bolelli e poco altro

325
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: S.re10
Effetto Roger 25-08-2017 12:02

Scritto da sasuzzo
Berrettini peggiorato in risposta ( non giocava contro karlovic). Sulle prime del greco non l ha proprio vista. Ace assenti dopo tre set ai tie break. Qui bisogna essere realisti altrimenti si ripete l errore fatto con Quinzi. Nel tennis da giovane non esiste che non si migliora di settimana in settimana ( qua i tifosi erroneamente aspettano mesi, che per un 21enne sono come anni). Lo ripeto: qui serve affidarsi a gente mooolto professionale ( con tutto il rispetto per il buon Santopadre, che l ha portato a ridosso dei 100, ma l attesa vana di uno Step successivo ci costerà caro). Berrettini unica speranza azzurra da non sprecare.

Matteo è seguito costantemente da Santopadre e Umberto rianna, oltre allo stesso Flavio Cipolla che lo allena anche con le palle dal cesto.
Gente che sa come si fa a battere top-player, mica come te!
Il mio parere è che non sai di che cosa parli, che non sai nemmeno tu cosa vuoi dire con “molto professionale”, e che, soprattutto, non hai passato neanche un’ora sul campo da tennis a seguire giocatori o giocatrici agonisti anche delle categorie più basse!

324
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lo Scriba (Guest) 25-08-2017 11:51

Scritto da sasuzzo
Berrettini peggiorato in risposta ( non giocava contro karlovic). Sulle prime del greco non l ha proprio vista. Ace assenti dopo tre set ai tie break. Qui bisogna essere realisti altrimenti si ripete l errore fatto con Quinzi. Nel tennis da giovane non esiste che non si migliora di settimana in settimana ( qua i tifosi erroneamente aspettano mesi, che per un 21enne sono come anni). Lo ripeto: qui serve affidarsi a gente mooolto professionale ( con tutto il rispetto per il buon Santopadre, che l ha portato a ridosso dei 100, ma l attesa vana di uno Step successivo ci costerà caro). Berrettini unica speranza azzurra da non sprecare.

Una curiosità: dove hai visto la partita? Hai trovato qualche streaming o eri a NY?

323
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
sasuzzo 25-08-2017 11:20

Berrettini peggiorato in risposta ( non giocava contro karlovic). Sulle prime del greco non l ha proprio vista. Ace assenti dopo tre set ai tie break. Qui bisogna essere realisti altrimenti si ripete l errore fatto con Quinzi. Nel tennis da giovane non esiste che non si migliora di settimana in settimana ( qua i tifosi erroneamente aspettano mesi, che per un 21enne sono come anni). Lo ripeto: qui serve affidarsi a gente mooolto professionale ( con tutto il rispetto per il buon Santopadre, che l ha portato a ridosso dei 100, ma l attesa vana di uno Step successivo ci costerà caro). Berrettini unica speranza azzurra da non sprecare.

322
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
IMPERIALISM 25-08-2017 10:55

@ SuperMac (#1932726)

Spacchi forte! Non penso che tarderà la proposta della redazione, per scrivere per loro! Si vede che hai una marcia in più.. competenza assoluta e italiano perfetto. Complimenti Mac

321
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Lo Scriba (Guest) 25-08-2017 10:44

Scritto da Becuzzi_style
Perso…ribadisco…meno esaltazione generale e lavorare…perché se si vuol entrare nel tennis che conta il Berrettini attuale non basta…ma questo prescinde dall’esito dell’incontro odierno.
L’esaltazione generale che incontro ogni volta dopo che un nostro ragazzo vince 3 partite non la capisco…ma forse sono io quello sbagliato…

Hai ragione è incredibile che ci sia gente alle 2.44 del mattino a guardare un livescore di un giocatore così grezzo…

320
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Shuzo 25-08-2017 10:34

Scritto da SuperMac
Resoconto dagli US Open – Secondo Turno di Qualificazione
Dopo aver fornito alcuni brevi aggiornamenti in contemporanea sulle partite di oggi 24.08 degli italiani e delle italiane a cui ho assistito di persona (ovviamente al terzo set di Berrettini la batteria si e’ scaricata con l’adrenalina al massimo…), ora provo a darvi un resoconto piu’ dettagliato della giornata:
– Travaglia – C. Harrison e Bolelli- Ruud: partite purtroppo giocate in contemporanea e su due campi quasi adiacenti che mi hanno costretto a scegliere il finale del primo set di Travaglia e tutto il secondo set di Bolelli. Comunque Travaglia l’ho visto molto carico e dopo il break si e’ solo un po’ complicato la vita nel proprio turno di servizio al momento di servire per il primo set sbagliando pure uno smash elementare ma rifacendosi alla successiva occasione. Da notare che nell’ultimo game si e’ prodotto in un paio di monologhi parlando a se’ stesso per provare a controllare un po’ la tensione. Nel secondo set a quanto pare ha faticato ancora meno ed ha chiuso appena prima di Bolelli. Simone dopo aver chiuso ben il primo set nel secondo ha controllato agevolmente il giovane norvegese a poco agio sull’ hard court specialmente con i suoi dritti in top spin che spesso andavano fuori misura per cercare di seguire le variazioni di Simone. Bolelli si e’ anche prodotto in alcune volee pregevoli cosi’ come in belle accelerazioni di rovescio lungolinea ed e’ sembrato anche a proprio agio fisicamente.
Purtroppo domani per l’ ultimo turno li daranno ancora in contemporanea su campi adiacenti e se ce la faro’ ad andare (impegni di lavoro permettendo) daro’ stavolta la precedenza a Travaglia visto anche l’ avversario piu’ ostico.
– Bellotti – Aragone (primi due set e finale del terzo set): Riccardo e’ partito bene comandando con lunghi scambi da fondocampo grazie soprattutto a colpi di dritto angolati e profondi che mettevano in difficolta’ l’americano che si rendeva raramente pericoloso col dritto colpito piu’ piatto senza avere un servizio trascendentale. Da segnalare un paio di splendidi scambi sotto rete vinti da Bellotti che riusciva a breakkare e a chiudere bene il primo set. Nel secondo set la partita si faceva piu’ equilibrata causa l’americano che reggeva maggiormente sugli scambi lunghi e serviva in maniera piu’ incisiva soprattutto per salvare le palle break sul 4-4. Invece Bellotti, dopo il break e contro-break immediato, diveniva a poco a poco piu’ impreciso e falloso innervosendosi abbastanza facilmente; il tutto si decideva nel finale quando Riccardo serviva poche prime e veniva breakkato sul 6-5. Nella parte finale del terzo set Bellotti appariva sempre piu’ sfiduciato mentre Aragone crescendo ulteriormente con le prime di servizio e alcuni diritti vincenti si motivava ulteriormente col maggior supporto del pubblico. Sul 5-2 Bellotti salvava pure due match-point ma sul 5-3 Aragone serviva bene e completava la rimonta da un set sotto (come con Cecchinato).
– Trevisan – Kerkhove (secondo set durante la partita di Bellotti): dopo la scoppola nel primo set Martina giocava alla pari con l’ olandese la quale, nonostante la maggior pesantezza di palla, non produceva molti vincenti. Purtroppo sul 4-4 Martina, nel tentare di muovere un po’ di piu’ l’ avversaria e di variare un po’ il gioco anche con qualche discesa a rete (con poco successo) ritornava ad alzare la percentuale di gratuiti e subiva il break decisivo. Da segnalare comunque l’atteggiamento troppo negativo tenuto durante la partita con continua ricerca di supporto dal proprio angolo (Garbin).
– Brescia – Voegele (secondo set – dopo pausa pranzo): nei pochi games visti prima dell’ MTO e del successivo ritiro della Voegele si e’ vista una Brescia piuttosto in palla con la solita grinta e determinazione , una discreta varieta’ di angoli e qualche lobbone che ha mandato fuori campo l’ avversaria. Vediamo se bastera’ domani contro la piu’ quotata Martincova.
– Paolini – Kato (intero incontro): partita piacevole e combattuta nel primo set tra due giocatrici minute che mostravano entrambe buone geometrie con Paolini piu’ in attacco con servizio (piuttosto efficace quando entrava la prima) e diritto in top spin da fondo mentre Kato si difendeva ottimamente. Purtroppo dopo il break recuperato bene sul 4-4 Jasmine aumentava il numero di gratuiti cercando di forare i tempi e la giapponese poteva breakkare e poi chiudere il primo set. Nel secondo set gli errori non forzati di Jasmine aumentavano vertiginosamente mentre Kato non sbagliava quasi piu’ nulla e la resa arrivava piuttosto veloce. Pur con meno nervosismo rispetto a Martina e curiosamente con un blando supporto della Garbin (“rifugiatasi” dal bordo campo alle tribunette ben piu’ distanti dal campo) Jasmine e’ sembrata solo verso la fine frustrata per i troppi errori commessi. Da segnalare che quasi tutto il primo set e’ stato disturbato non poco dalla torcida indiana (piu’ alcuni francesi) nell’incontro tra Mahut e Ramanathan che si disputava sull’affollato campo adiacente (spettacolare e tirato soprattutto il secondo set vinto dall’ indiano prima della resa nel terzo).
– Berrettini – Tsitsipas (intero incontro): senza dubbio, anche a detta di altri spettatori che hanno riempito nel terzo set il campo 13, l’ incontro piu’ intenso, equilibrato ed emozionante della giornata con buoni contenuti tecnici ed agonistici. Immagino la sofferenza di tanti a seguirlo sul livescore mentre sul campo la tensione saliva sempre di piu’. Primo set con sole due palle break annullate bene da Berrettini con buone prime ma scambi gia’ di notevole fattura da fondo e diversi vincenti soprattutto di dritto da parte di entrambi. Tie-break che si infiamma sul 5-4 e servizio Berrettini che serve solo seconde e Tsitsipas ne approfitta per portarsi avanti sul 6-5. Matteo risponde col servizio per il 6-6 e poi si inventa un drop shot che Tsitsipas recupera miracolosamente ma Matteo scende pure lui a rete ed e’ lucido nel chiudere con la volee. Secondo set dominato dai turni di servizio (solo una palla break ancora annullata bene da Matteo) ma ancora con begli scambi di 5-10 colpi. Tie-break deciso sul 4-4 quando Berrettini non chiude una volee piuttosto agevole e Tsitsipas lo infila col passante per il 5-4 poi va a servire solo prime e chiude 7-4. Terzo set da cardio palma on Tsitsipas che inizialmente sembra avere il sopravvento grazie alle sue maggiori variazioni col rovescio alternato a botte terrificanti di dritto nelle vicinanze delle righe e anche a causa del calo ulteriore delle prime di Berrettini. Sul 4-1 Matteo salva il game e due palle break del 5-1 un po’ col ritrovato servizio un po’ con coraggiose discese a rete poi Tsitsipas mette poche prime sul 5-3 e Matteo lo ribrekka attaccando bene col dritto. Sul 5-4 Matteo non mette tre prime sprofonda 0-40 ritrova solo prime e altri vincenti di dritto e salva 4 match point. Sul 5-5 Tsitsipas di nuovo trema col servizio ma si salva sulle due palle break anche giocando intelligentemente sul rovescio poco incisivo di Berrettini. Infine nel tie break Tsitsipas dimostra di aver “cancellato” i 4 match point “mancati”, serve meglio di Berrettini che alla fine si deve arrendere. Comunque onore a tutti e due i giocatori che oltre a dimostrare un carattere e una concentrazione da aspiranti campioni hanno entrambi confermato il buon livello raggiunto con servizio e dritto. Entrambi sono da migliorare sul rovescio (meglio Tsitsipas con colpi piatti pur con pochi vincenti, meglio Berrettini con lo slice) e sulla risposta sulle seconde dove Tsitsipas sembra gia’ un po’ piu’ avanti riuscendo a tirarla qualche volta nei piedi di Berrettini. Insomma speriamo di assistere nei prossimi anni ad altri incontri tra loro (con diretta televisiva….) e ci sara’ da divertirsi!
– Grazie e Alla prossima.

Anche io ti ringrazio e mi complimento per il bel resoconto. L’ho veramente apprezzato.
Tuttavia mi sento di aggiungere le mie impressioni. Innanzitutto quanto hai scritto mi conferma la sensazione che ho avuto sulle ragazze a partite concluse, ossia che non è un caso se proprio la Brescia sia stata l’unica azzurra a passare il secondo turno delle qualificazioni perché è colei che ha viaggiato di più, anche a livello intercontinentale e ha saputo confrontarsi con una maggiore varietà di situazioni. La Trevisan e la Paolini invece non hanno retto con la tensione nervosa (in particolare la Trevisan che cercava costantemente il supporto della Garbin sugli spalti). Avevano retto al turno precedente, ma evidentemente l’aumento della tensione è stata decisiva. D’altra parte soprattutto Martina è stata ferma tre anni. In ogni caso trovo che in prospettiva futura si possa essere ottimisti. Tathiana Garbin sta facendo un buon lavoro e anche se non abbiamo tre potenziali campionesse, abbiamo tre potenziali buone giocatrici in costante progresso.
Per quanto concerne i ragazzi, fanno piacere le vittorie di Bolelli e Travaglia, dispiace quella di Bellotti. Discorso diverso quello su Berrettini. Perdere così fa veramente male al morale, ne sa qualcosa Vanni che dopo un po’ di sconfitte di un soffio, in particolare una recente contro Basic con lo stesso identico punteggio di quella di Berrettini contro Tsitsipas, è di nuovo sfiduciato e non riesce più a vincere. Matteo deve lavorare assolutamente sul rovescio e nella risposta al servizio, se vuole salire ancora di livello e adesso ha bisogno anche di vincere un po’ di partite per far sì che questa sconfitta non intacchi il suo morale. Però, considerando che l’ellenico ha due anni di meno, non posso non pensare che avrebbe dovuto vincere Matteo!!!!!!

319
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Giambi. (Guest) 25-08-2017 10:06

Scritto da BennyLions
Che peccato per Berrettini.

Avevo pronosticato un incontro equilibrato che si sarebbe risolto sul filo di lana. Ci ho preso. Peccato ma i 2 sono pronti per la top 100.

318
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Shuzo 25-08-2017 09:55

Scritto da Alecon
L’ho lasciato un set sopra e purtroppo lo ritrovo sconfitto. Va scritto che con Berretto ci dovremmo abituare a questo tipo di score, perchè avendo un servizio di alto livello, ma anche una risposta non di primissimo livello, si ritroverà spesso a giocarsi tutto al tie. Comunque una sconfitta onorevole che non inficia il suo percorso di crescita lenta ma costante. Adesso vorrei vederlo più impegnati negli ATP di fine stagione, anche nelle quali, perchè per fare il grande salto bisogna iniziare a staccarsi da “mamma challenger”.

Anche io l’ho lasciato che era un set sopra per poi ritrovarlo sconfitto in tre tie-break. Sono d’accordissimo che Matteo deve migliorare la risposta al servizio (soprattutto di rovescio) e che farebbe meglio nel finale di stagione a giocare tornei ATP partendo dalle qualificazioni.
Matteo è un giocatore con un gran potenziale e può permettersi di non fare troppo il ragionatore. Considerando poi che è entrato tra i top 150, può anche evitare di programmarsi per fare punti e puntare a evolvere ancora il proprio gioco. In questo senso la cosa migliore è giocare i tornei che veramente contano, anche perché se vuole arrivare alle Next Gen Finals a Milano, deve provare a vincere a livello ATP Tour. Se poi non gli riuscisse, avrà comunque investito per il suo futuro.

317
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Elio 25-08-2017 09:08

@ Arnaldo2262 (#1932742)

se lo dici tu allora…

316
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall
Luca96 25-08-2017 09:08

@ SuperMac (#1932726)

Bel resoconto 😉 grazie.

315
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 25-08-2017 09:07

L’ho lasciato un set sopra e purtroppo lo ritrovo sconfitto. Va scritto che con Berretto ci dovremmo abituare a questo tipo di score, perchè avendo un servizio di alto livello, ma anche una risposta non di primissimo livello, si ritroverà spesso a giocarsi tutto al tie. Comunque una sconfitta onorevole che non inficia il suo percorso di crescita lenta ma costante. Adesso vorrei vederlo più impegnati negli ATP di fine stagione, anche nelle quali, perchè per fare il grande salto bisogna iniziare a staccarsi da “mamma challenger”.

314
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Shuzo
-1: Ken_Rosewall
Elio 25-08-2017 09:06

@ SuperMac (#1932726)

Grande ❗ Resoconto impeccabile. Complimenti. 😉

313
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall
BennyLions 25-08-2017 09:06

Che peccato per Berrettini.

312
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall
The Fab One (Guest) 25-08-2017 09:05

Scritto da V.D.
Il tennis è uno sport incredibile, nessuno si azzardi più a considerarlo uno sport di nicchia. Centinaia di persone riunite nel più bel sito di sport a seguire, commentare, imprecare, gioire e poi ancora imprecare per le gesta di un ragazzone che da poco s’è affacciato al tennis che conta. Chi domattina ha una sveglia presto, chi mi faccio due caffè perchè non me lo voglio perdere.. Si è trattato di un secondo turno di qualificazioni non di una finale di coppa davis o dei mondiali di calcio. A seguire un punteggio peraltro, un po’ come i nostri padri facevano la domenica pomeriggio trenta e passa anni fa con la radiolina all’orecchia per seguire la squadra del cuore. Provare a immaginare il lancio della pallina, la traiettoria di un dritto anomalo, con un occhio a quel che punteggio che dovrà modificarsi prima o poi, magari con una mano sopra il monitor per la paura e spillare il punto come in un giro di poker. E poi condividere le sensazioni con gli altri, chissà cos’avrà scritto Gabriele? E Koko? C’è anche NexGen a soffrire assieme a me…Dai che ce la possiamo fare poi a Mahut ci si pensa domani. Abbiamo fame di vittorie e di rivincita. Abbiamo voglia di un giocatore che ci faccia dire: non siamo più scarsi dei francesi che diamine! Grazie Matteo per averci riportato indietro nel tempo, alle notti di Tomba a Sierra Nevada per chi ha amato lo sci per poi ritrovarsi nella seconda manche con De Crignis a 3 secondi dal podio ma io sto sveglio lo stesso; alle notti di quel mondiale di ciclismo a Richmond o per rimanere nel tennis a quella Davis maledetta a Maceio, dove un ragazzo come me che amava il tennis in settimana bianca con la scuola…domattina chi se ne frega, dico che non sto bene ma io stanotte Pescosolido lo voglio vedere!
Grazie Matteo per questa notte comunque, belle emozioni da condividere con chi ama questo sport. Dopo ogni notte arriva il giorno.

Sono terrorizzato dopo aver letto il tuo commento. Redazione, potete aggiungere la faccina che trema?

311
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alecon (Guest) 25-08-2017 09:03

Scritto da V.D.
Il tennis è uno sport incredibile, nessuno si azzardi più a considerarlo uno sport di nicchia. Centinaia di persone riunite nel più bel sito di sport a seguire, commentare, imprecare, gioire e poi ancora imprecare per le gesta di un ragazzone che da poco s’è affacciato al tennis che conta. Chi domattina ha una sveglia presto, chi mi faccio due caffè perchè non me lo voglio perdere.. Si è trattato di un secondo turno di qualificazioni non di una finale di coppa davis o dei mondiali di calcio. A seguire un punteggio peraltro, un po’ come i nostri padri facevano la domenica pomeriggio trenta e passa anni fa con la radiolina all’orecchia per seguire la squadra del cuore. Provare a immaginare il lancio della pallina, la traiettoria di un dritto anomalo, con un occhio a quel che punteggio che dovrà modificarsi prima o poi, magari con una mano sopra il monitor per la paura e spillare il punto come in un giro di poker. E poi condividere le sensazioni con gli altri, chissà cos’avrà scritto Gabriele? E Koko? C’è anche NexGen a soffrire assieme a me…Dai che ce la possiamo fare poi a Mahut ci si pensa domani. Abbiamo fame di vittorie e di rivincita. Abbiamo voglia di un giocatore che ci faccia dire: non siamo più scarsi dei francesi che diamine! Grazie Matteo per averci riportato indietro nel tempo, alle notti di Tomba a Sierra Nevada per chi ha amato lo sci per poi ritrovarsi nella seconda manche con De Crignis a 3 secondi dal podio ma io sto sveglio lo stesso; alle notti di quel mondiale di ciclismo a Richmond o per rimanere nel tennis a quella Davis maledetta a Maceio, dove un ragazzo come me che amava il tennis in settimana bianca con la scuola…domattina chi se ne frega, dico che non sto bene ma io stanotte Pescosolido lo voglio vedere!
Grazie Matteo per questa notte comunque, belle emozioni da condividere con chi ama questo sport. Dopo ogni notte arriva il giorno.

Bello. C’e fame di successi, di provare emozioni per tanti italiani sconosciute,almeno a livello tennistico, ossia vincere ciò che è più prestigioso in questo sport, per questo si ripongono tante aspettative, forse troppe, in questo ragazzo. Ma è giusto appassionarsi e crederci. Mal che vada sarà un buon ricambio per i nostri veterani.

310
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
IlCera (Guest) 25-08-2017 09:01

Scritto da V.D.
Il tennis è uno sport incredibile, nessuno si azzardi più a considerarlo uno sport di nicchia. Centinaia di persone riunite nel più bel sito di sport a seguire, commentare, imprecare, gioire e poi ancora imprecare per le gesta di un ragazzone che da poco s’è affacciato al tennis che conta. Chi domattina ha una sveglia presto, chi mi faccio due caffè perchè non me lo voglio perdere.. Si è trattato di un secondo turno di qualificazioni non di una finale di coppa davis o dei mondiali di calcio. A seguire un punteggio peraltro, un po’ come i nostri padri facevano la domenica pomeriggio trenta e passa anni fa con la radiolina all’orecchia per seguire la squadra del cuore. Provare a immaginare il lancio della pallina, la traiettoria di un dritto anomalo, con un occhio a quel che punteggio che dovrà modificarsi prima o poi, magari con una mano sopra il monitor per la paura e spillare il punto come in un giro di poker. E poi condividere le sensazioni con gli altri, chissà cos’avrà scritto Gabriele? E Koko? C’è anche NexGen a soffrire assieme a me…Dai che ce la possiamo fare poi a Mahut ci si pensa domani. Abbiamo fame di vittorie e di rivincita. Abbiamo voglia di un giocatore che ci faccia dire: non siamo più scarsi dei francesi che diamine! Grazie Matteo per averci riportato indietro nel tempo, alle notti di Tomba a Sierra Nevada per chi ha amato lo sci per poi ritrovarsi nella seconda manche con De Crignis a 3 secondi dal podio ma io sto sveglio lo stesso; alle notti di quel mondiale di ciclismo a Richmond o per rimanere nel tennis a quella Davis maledetta a Maceio, dove un ragazzo come me che amava il tennis in settimana bianca con la scuola…domattina chi se ne frega, dico che non sto bene ma io stanotte Pescosolido lo voglio vedere!
Grazie Matteo per questa notte comunque, belle emozioni da condividere con chi ama questo sport. Dopo ogni notte arriva il giorno.

Bel post. Clerici ci definirebbe dei gran @ guardoni @

309
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall
S.re10 25-08-2017 08:55

Scritto da Alberto
Quali sono i programmi di berrettini nelle prossime settimane. Resterà fermo o ha già in programma altri tornei?

Pierre aveva detto che era iscritto in un Challenger in un Turchia penso..poi non so i tornei preciso che farà dopo..verso novembre invece fará Milano quello dei next gen, Brescia e andria

308
Replica | Quota | 1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall
IlCera (Guest) 25-08-2017 08:42

@ SuperMac (#1932726)

Grazie mille per il resoconto. Bravo per la precisione e sintesi del racconto.
Partita eccezionale come da aspettative. Si e’ risolta su pochi punti, il greco l’ha spuntata dimostrando di essere solido e gia’ maturo.
Pero’ Matteo c’e’, speriamo che continui a progredire.

307
Replica | Quota | 2
Bisogna essere registrati per votare un commento!
+1: Ken_Rosewall, Marcus91
Arnaldo2262 25-08-2017 08:35

Sconfitta che deve servire a Matteo…ancora troppo SERVIZIO dipendente. Deve imparare a ricavare piu’ punti dagli scambi…rischiare anxhe qualcosa in meno (ancora troppi gli errori facili..madornali..).bene cosi’….tutta esperienza.

306
Replica | Quota | -1
Bisogna essere registrati per votare un commento!
-1: Ken_Rosewall
Fabius (Guest) 25-08-2017 08:28

@ SuperMac (#1932726)

Grazie mille!! 🙂
Comunque la sconfitta di Jasmine è quella che meno va giù tra le ragazze. Peccato

305
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Alberto (Guest) 25-08-2017 08:20

Quali sono i programmi di berrettini nelle prossime settimane. Resterà fermo o ha già in programma altri tornei?

304
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Marcomp (Guest) 25-08-2017 08:08

@ SuperMac (#1932726)
Grazie, bello e dettagliato questo rescoconto, sembrava di essere in campo anche noi…. 😉

303
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Sato (Guest) 25-08-2017 08:08

@ SuperMac (#1932726)

Grazie a te per l’ottimo resoconto.

302
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!
Nevskij (Guest) 25-08-2017 08:07

Scritto da SuperMac
Resoconto dagli US Open – Secondo Turno di Qualificazione
Dopo aver fornito alcuni brevi aggiornamenti in contemporanea sulle partite di oggi 24.08 degli italiani e delle italiane a cui ho assistito di persona (ovviamente al terzo set di Berrettini la batteria si e’ scaricata con l’adrenalina al massimo…), ora provo a darvi un resoconto piu’ dettagliato della giornata:
– Travaglia – C. Harrison e Bolelli- Ruud: partite purtroppo giocate in contemporanea e su due campi quasi adiacenti che mi hanno costretto a scegliere il finale del primo set di Travaglia e tutto il secondo set di Bolelli. Comunque Travaglia l’ho visto molto carico e dopo il break si e’ solo un po’ complicato la vita nel proprio turno di servizio al momento di servire per il primo set sbagliando pure uno smash elementare ma rifacendosi alla successiva occasione. Da notare che nell’ultimo game si e’ prodotto in un paio di monologhi parlando a se’ stesso per provare a controllare un po’ la tensione. Nel secondo set a quanto pare ha faticato ancora meno ed ha chiuso appena prima di Bolelli. Simone dopo aver chiuso ben il primo set nel secondo ha controllato agevolmente il giovane norvegese a poco agio sull’ hard court specialmente con i suoi dritti in top spin che spesso andavano fuori misura per cercare di seguire le variazioni di Simone. Bolelli si e’ anche prodotto in alcune volee pregevoli cosi’ come in belle accelerazioni di rovescio lungolinea ed e’ sembrato anche a proprio agio fisicamente.
Purtroppo domani per l’ ultimo turno li daranno ancora in contemporanea su campi adiacenti e se ce la faro’ ad andare (impegni di lavoro permettendo) daro’ stavolta la precedenza a Travaglia visto anche l’ avversario piu’ ostico.
– Bellotti – Aragone (primi due set e finale del terzo set): Riccardo e’ partito bene comandando con lunghi scambi da fondocampo grazie soprattutto a colpi di dritto angolati e profondi che mettevano in difficolta’ l’americano che si rendeva raramente pericoloso col dritto colpito piu’ piatto senza avere un servizio trascendentale. Da segnalare un paio di splendidi scambi sotto rete vinti da Bellotti che riusciva a breakkare e a chiudere bene il primo set. Nel secondo set la partita si faceva piu’ equilibrata causa l’americano che reggeva maggiormente sugli scambi lunghi e serviva in maniera piu’ incisiva soprattutto per salvare le palle break sul 4-4. Invece Bellotti, dopo il break e contro-break immediato, diveniva a poco a poco piu’ impreciso e falloso innervosendosi abbastanza facilmente; il tutto si decideva nel finale quando Riccardo serviva poche prime e veniva breakkato sul 6-5. Nella parte finale del terzo set Bellotti appariva sempre piu’ sfiduciato mentre Aragone crescendo ulteriormente con le prime di servizio e alcuni diritti vincenti si motivava ulteriormente col maggior supporto del pubblico. Sul 5-2 Bellotti salvava pure due match-point ma sul 5-3 Aragone serviva bene e completava la rimonta da un set sotto (come con Cecchinato).
– Trevisan – Kerkhove (secondo set durante la partita di Bellotti): dopo la scoppola nel primo set Martina giocava alla pari con l’ olandese la quale, nonostante la maggior pesantezza di palla, non produceva molti vincenti. Purtroppo sul 4-4 Martina, nel tentare di muovere un po’ di piu’ l’ avversaria e di variare un po’ il gioco anche con qualche discesa a rete (con poco successo) ritornava ad alzare la percentuale di gratuiti e subiva il break decisivo. Da segnalare comunque l’atteggiamento troppo negativo tenuto durante la partita con continua ricerca di supporto dal proprio angolo (Garbin).
– Brescia – Voegele (secondo set – dopo pausa pranzo): nei pochi games visti prima dell’ MTO e del successivo ritiro della Voegele si e’ vista una Brescia piuttosto in palla con la solita grinta e determinazione , una discreta varieta’ di angoli e qualche lobbone che ha mandato fuori campo l’ avversaria. Vediamo se bastera’ domani contro la piu’ quotata Martincova.
– Paolini – Kato (intero incontro): partita piacevole e combattuta nel primo set tra due giocatrici minute che mostravano entrambe buone geometrie con Paolini piu’ in attacco con servizio (piuttosto efficace quando entrava la prima) e diritto in top spin da fondo mentre Kato si difendeva ottimamente. Purtroppo dopo il break recuperato bene sul 4-4 Jasmine aumentava il numero di gratuiti cercando di forare i tempi e la giapponese poteva breakkare e poi chiudere il primo set. Nel secondo set gli errori non forzati di Jasmine aumentavano vertiginosamente mentre Kato non sbagliava quasi piu’ nulla e la resa arrivava piuttosto veloce. Pur con meno nervosismo rispetto a Martina e curiosamente con un blando supporto della Garbin (“rifugiatasi” dal bordo campo alle tribunette ben piu’ distanti dal campo) Jasmine e’ sembrata solo verso la fine frustrata per i troppi errori commessi. Da segnalare che quasi tutto il primo set e’ stato disturbato non poco dalla torcida indiana (piu’ alcuni francesi) nell’incontro tra Mahut e Ramanathan che si disputava sull’affollato campo adiacente (spettacolare e tirato soprattutto il secondo set vinto dall’ indiano prima della resa nel terzo).
– Berrettini – Tsitsipas (intero incontro): senza dubbio, anche a detta di altri spettatori che hanno riempito nel terzo set il campo 13, l’ incontro piu’ intenso, equilibrato ed emozionante della giornata con buoni contenuti tecnici ed agonistici. Immagino la sofferenza di tanti a seguirlo sul livescore mentre sul campo la tensione saliva sempre di piu’. Primo set con sole due palle break annullate bene da Berrettini con buone prime ma scambi gia’ di notevole fattura da fondo e diversi vincenti soprattutto di dritto da parte di entrambi. Tie-break che si infiamma sul 5-4 e servizio Berrettini che serve solo seconde e Tsitsipas ne approfitta per portarsi avanti sul 6-5. Matteo risponde col servizio per il 6-6 e poi si inventa un drop shot che Tsitsipas recupera miracolosamente ma Matteo scende pure lui a rete ed e’ lucido nel chiudere con la volee. Secondo set dominato dai turni di servizio (solo una palla break ancora annullata bene da Matteo) ma ancora con begli scambi di 5-10 colpi. Tie-break deciso sul 4-4 quando Berrettini non chiude una volee piuttosto agevole e Tsitsipas lo infila col passante per il 5-4 poi va a servire solo prime e chiude 7-4. Terzo set da cardio palma on Tsitsipas che inizialmente sembra avere il sopravvento grazie alle sue maggiori variazioni col rovescio alternato a botte terrificanti di dritto nelle vicinanze delle righe e anche a causa del calo ulteriore delle prime di Berrettini. Sul 4-1 Matteo salva il game e due palle break del 5-1 un po’ col ritrovato servizio un po’ con coraggiose discese a rete poi Tsitsipas mette poche prime sul 5-3 e Matteo lo ribrekka attaccando bene col dritto. Sul 5-4 Matteo non mette tre prime sprofonda 0-40 ritrova solo prime e altri vincenti di dritto e salva 4 match point. Sul 5-5 Tsitsipas di nuovo trema col servizio ma si salva sulle due palle break anche giocando intelligentemente sul rovescio poco incisivo di Berrettini. Infine nel tie break Tsitsipas dimostra di aver “cancellato” i 4 match point “mancati”, serve meglio di Berrettini che alla fine si deve arrendere. Comunque onore a tutti e due i giocatori che oltre a dimostrare un carattere e una concentrazione da aspiranti campioni hanno entrambi confermato il buon livello raggiunto con servizio e dritto. Entrambi sono da migliorare sul rovescio (meglio Tsitsipas con colpi piatti pur con pochi vincenti, meglio Berrettini con lo slice) e sulla risposta sulle seconde dove Tsitsipas sembra gia’ un po’ piu’ avanti riuscendo a tirarla qualche volta nei piedi di Berrettini. Insomma speriamo di assistere nei prossimi anni ad altri incontri tra loro (con diretta televisiva….) e ci sara’ da divertirsi!
– Grazie e Alla prossima.

Ben scritto

301
Replica | Quota | 0
Bisogna essere registrati per votare un commento!