Il torneo di Milano Challenger, Copertina

Challenger Milano: Quanti campioni all’Harbour Club di Milano!

13/06/2017 07:49 5 commenti
Tommy Robredo nella foto
Tommy Robredo nella foto

La dodicesima edizione dell’ATP Challenger di Milano – Trofeo BCS vanta un’entry list di primissimo livello. In campo l’ex top-10 Tommy Robredo, l’ex top-20 Marcel Granollers e due eroi della Coppa Davis argentina. Per l’Italia ci saranno il campione in carica Marco Cecchinato e il nostro miglior giovane, Matteo Berrettini. Si gioca nell’incantevole Aspria Harbour Club dal 24 giugno al 2 luglio.

Il 2017 è un anno importante per il tennis milanese. Dal 7 all’11 novembre, infatti, la Fiera di Milano-Rho ospiterà la prima edizione delle Next Gen ATP Finals, il Masters dedicato agli under 21. Tuttavia, il grande tennis non ha mai abbandonato il capoluogo lombardo: dopo la scomparsa dello storico torneo ATP, una brillante iniziativa dell’Aspria Harbour Club ha regalato alla città un ATP Challenger che dal 24 giugno al 2 luglio vivrà la sua dodicesima edizione. Con l’entusiasmo e la credibilità costruiti in undici edizioni, l’Aspria Tennis Cup – Trofeo BCS (43.000 euro di montepremi più ospitalità) riparte alla grande, con un campo di partecipazione di primissimo piano. Nonostante la concorrenza delle qualificazioni di Wimbledon, l’evento organizzato da Makers ha raccolto l’adesione di tanti ottimi giocatori, soprattutto specialisti della terra battuta. L’entry list è guidata da Marcel Granollers (n.77 ATP), ottimo giocatore spagnolo con un palmares impressionante: non solo ha vinto 4 titoli ATP (Houston 2008, Gstaad e Valencia 2011, Kitzbuhel 2013), ma è stato anche tra i primi 20 al mondo e ha raggiunto per ben nove volte la seconda settimana in un torneo del Grande Slam. Senza contare le imprese in doppio, dove è tra i più forti del circuito e vanta addirittura un successo al Masters ATP nel 2012. Restando in Spagna, sarà della partita Tommy Robredo. Il 35enne di Hostalric sarà il giocatore con il miglior palmares in campo a Milano. E’ stato numero 5 del mondo, ha vinto 12 titoli ATP (spicca il Masters 1000 di Amburgo, colto nel 2006) ed è un esempio di abnegazione e professionalità. Nel 2011 si è sottoposto a un delicato intervento a una gamba, poi l’anno scorso si è bloccato per problemi al gomito, ma è tornato sempre competitivo. Tra l’altro, nel 2012 si aggiudicò proprio il torneo milanese, tappa importante nel suo ritorno verso l’eccellenza.

DUE ARGENTINI A MILANO
Il Trofeo BCS, diretto da Massimo Lacarbonara, ospiterà anche due eroi della Coppa Davis conquistata dall’Argentina nel 2016. Senza l’apporto di Federico Delbonis e Guido Pella, sarebbe stato molto complicato per l’”albiceleste” aggiudicarsi la prima Insalatiera della sua storia. Delbonis ha vinto il singolare decisivo nella finale di Zagabria, contro la Croazia, un match passato alla storia. Ma nei turni precedenti, entrambi avevano raccolto punti importanti. Saranno entrambi a Milano per riconquistare vittorie e fiducia dopo un inizio di stagione non semplicissimo. Tra l’altro, Pella ha vinto a Milano il Torneo dell’Avvenire nel 2006 e il Trofeo Bonfiglio nel 2008, mentre Delbonis si è già aggiudicato il Challenger milanese nel 2015. Non mancano altri giocatori di rilievo: il secondo top-100 in gara è il brasiliano Thiago Monteiro (n.95 ATP, autore di una buona performance al Roland Garros), mentre va segnalata la presenza di altri giocatori di ottimo livello come il portoghese Gastao Elias, l’ex top-30 ATP Guillermo Garcia Lopez (reduce dal terzo turno a Parigi), il bielorusso Uladzimir Ignatik (numero 1 del mondo junior nel 2007) e – curiosità – Federico Coria, fratello minore di quel Guillermo che nei primi anni 2000 era uno dei più forti terraioli al mondo, arrampicandosi addirittura al numero 3 del mondo.

ITALIANI E WILD CARD
Ci sarà spazio anche per gli italiani. In questo momento, ci sono tre azzurri già sicuri di un posto in tabellone: Marco Cecchinato, Andrea Arnaboldi e Matteo Berrettini. Il primo è campione in carica proprio a Milano: l’anno scorso centrò il terzo titolo azzurro (dopo quelli di Di Mauro e Volandri), battendo in finale il serbo Laslo Djere. Oggi è numero 104 ATP, motivato e in gran forma. Andrea Arnaboldi è uno dei tennisti più piacevoli da veder giocare, con il suo tennis elegante e talentuoso. Inoltre è nato a Cantù, non troppo distante da Milano, e avrà il tifo del pubblico. Grande attesa per Matteo Berrettini: ad oggi, il romano è la punta di diamante della Next Gen italiana. Classe 1996, sta crescendo costantemente e si è già distinto in diversi tornei Challenger. Alto, potente, già maturo, spera che il torneo dell’Harbour Club sia un gioioso trampolino di lancio per una carriera molto brillante. In fondo, il trofeo BCS ha spesso portato fortuna ai giocatori che sono transitati dal club milanese nelle passate edizioni. Da non dimenticare le wild card: dei quattro inviti a disposizione, tre sono di pertinenza della Federazione Italiana Tennis, che li destinerà ad alcuni dei nostri migliori giovani, mentre la quarta wild card sarà gestita direttamente dagli organizzatori, già al lavoro per portare a Milano un altro nome di rilievo. Insomma, ci sono tutti gli ingredienti per assistere a uno splendido torneo, peraltro in una cornice incantevole: non è azzardato definire l’Aspria Harbour Club una specie di paradiso terrestre. E ben pochi tornei, anche del circuito maggiore, possono vantare una location così gradevole. L’evento godrà di un’importante copertura mediatica: la finale di domenica 2 luglio sarà trasmessa in diretta da SuperTennis TV, visibile sia con il digitale terrestre che via satellite, sulla piattaforma Sky. La radio ufficiale dell’evento sarà RDS – Radio Dimensione Suono. Altre aziende di prestigio hanno legato il loro nome al torneo: oltre al title-sponsor BCS, tra gli altri, accompagnano l’evento marchi come Bayer, Levissima e Motta.

L’ALBO D’ORO DELL’ASPRIA TENNIS CUP

2006 – Wayne Odesnik (Stati Uniti)

2007 – Santiago Ventura (Spagna)

2008 – Teymuraz Gabashvili (Russia)

2009 – Alessio Di Mauro (Italia)

2010 – Frederico Gil (Portogallo)

2011 – Albert Ramos (Spagna)

2012 – Tommy Robredo (Spagna)

2013 – Filippo Volandri (Italia)

2014 – Albert Ramos (Spagna)

2015 – Federico Delbonis (Argentina)

2016 – Marco Cecchinato (Italia)

ASPRIA Harbour Club
Nel 2009 l’Harbour Club è entrato a far parte dell’Aspria Collection che, con i suoi club, Spa e hotel, è oggi al servizio di oltre 35.000 soci. Aspria è un gruppo prestigioso e pluripremiato che riunisce i migliori club privati di sport, di benessere e per la famiglia, hotel e centri Spa in tutta Europa. L’ampia “collezione” si estende tra Bruxelles, Berlino, Amburgo e Hannover fino, appunto, a Milano; è caratterizzata da un’offerta di grande qualità, con servizi personalizzati per rispondere alle esigenze di ciascun socio. Tra il 2001 e il 2012 Aspria è cresciuta passando da un club (l’apertura del club Aspria di Bruxelles risale a giugno 2001) a otto (Aspria Uhlenhorst ad Amburgo è stato inaugurato a Marzo 2012), incorporando, inoltre, l’offerta alberghiera ad Amburgo, Hannover, Berlino e ad Aspria Royal La Rasante a Bruxelles. ww.aspria.com

(Clicca per vedere l'entry list)
Milan Inizio torneo: 26/06/2017 | Ultimo agg.: 24/06/2017 08:40

Main Draw (cut off: 267 - Data entry list: 29/05/17 - Special Exempts: 0/0)

  • 77. Granollers
  • 95. Monteiro
  • 104. Cecchinato
  • 108. Elias
  • 115. Pella
  • 127. De Greef
  • 139. Delbonis
  • 149. Ignatik
  • 153. Garcia-Lopez
  • 190. Popko
  • 214. Rola
  • 235. Arnaboldi
  • 238. Jahn
  • 242. Michnev
  • 244. Coria
  • 255. Berrettini
  • 257. O\'Connell
  • 259. Lestienne
  • 262. Kolar
  • 263. Hernandez-Fernandez
  • 265. Grigelis
  • 267. Clezar
  •  
  •  

Alternates

  • 1. Janvier (271)
  • 2. Robredo (274)
  • 3. Eysseric (276)
  • 4. Martinez (280)
  • 5. Safwat (282)
  • 6. Doumbia (284)
  • 7. Lokoli (285)
  • 8. Krstin (286)
  • 9. Hamou (287)
  • 10. Maamoun (288)
  • 11. Ghem (292)
  • 12. Bangoura (293)
  • 13. Griekspoor (294)
  • 14. Taberner (296)
  • 15. Gomez (297)
  • 16. Marti (298)*pr
  • 17. Sorgi (300)
  • 18. Skugor (301)
  • 19. Michon (303)
  • 20. Collarini (304)
  • 21. Fayziev (306)
  • 22. Balaji (310)
  • 23. King (315)
  • 24. Roca Batalla (319)
  • 25. Bega (322)
  • 26. Cachin (324)
  • 27. Marcora (325)*pr
  • 28. Gakhov (327)
  • 29. Novak (328)
  • 30. Sonego (331)
  • 31. Moraing (332)
  • 32. Langer (333)
  • 33. Giner (335)
  • 34. Cipolla (336)*pr
  • 35. Auger-Aliassi (339)
  • 36. Jankovic (342)*pr
  • 37. Nedelko (343)
  • 38. Puetz (344)*pr
  • 39. Vilella Marti (347)
  • 40. Viola (349)
  • 41. Miedler (351)
  • 42. Mina (353)
  • 43. Koepfer (354)
  • 44. Trusendi (361)
  • 45. Sarmiento (371)
  • 46. Mertl (374)
  • 47. Oliveira (376)
  • 48. Barrere (379)
  • 49. Mager (381)
  • 50. Galan (384)
  • 51. Marti (385)
  • 52. Golubev (386)
  • 53. Mena (388)
  • 54. Bachinger (394)
  • 55. Zapata Mirall (396)
  • 56. Ferreira Silv (407)
  • 57. Safiullin (409)
  • 58. Pavic (416)
  • 59. Dustov (418)*pr
  • 60. Mukund (420)
  • 61. Kapas (426)
  • 62. Horansky (430)
  • 63. Torebko (442)
  • 64. Kopriva (454)
  • 65. Puetz (465)
  • 66. Pospisil (468)
  • 67. Pichler (478)
  • 68. Marti (488)
  • 69. Toledo Bague (490)
  • 70. Luz (493)
  • 71. Basso (494)
  • 72. Granollers (511)
  • 73. Galovic (531)
  • 74. Cacic (538)
  • 75. Rodriguez (557)
  • 76. Zhurbin (579)
  • 77. Jankovic (580)
  • 78. Echargui (602)
  • 79. Meis (619)
  • 80. Zormann (629)
  • 81. Negritu (665)
  • 82. Ghedin (681)
  • 83. Petrone (696)
  • 84. Marcora (710)
  • 85. Leite (724)
  • 86. Pasha (742)
  • 87. Farren (871)
  • 88. Dustov (882)
  • 89. Moroni (897)
  • 90. Slobodchikov (930)
  • 91. Ferrari (974)
  • 92. Maiga (1002)
  • 93. Cordonnier (1465)
  • 94. Yakovlev (1865)
  • 95. Chirala (1865)
  •  

TAG: ,

5 commenti

ilpallettaro (Guest) 13-06-2017 15:55

nessuna sorpresa a vedere certi nomi in un challenger durante le quali di wimbledon: si rinuncia a qualche soldo – il montepremi di milano è davvero bassissimo – puntando a fare punti

5
ilpallettaro (Guest) 13-06-2017 15:54

agli organizzatori, ditegli di mettere in piedi una pagina facebook e un sito internet indicizzato su google.

4
ilpallettaro (Guest) 13-06-2017 15:53

ditegli di mettere in piedi una pagina facebook e un sito internet indicizzato su google.

3
FognaFabio (Guest) 13-06-2017 11:40

Ceck !

2
Perugino doc (Guest) 13-06-2017 09:06

Pubblicità progresso..

1