Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Rafael Nadal e Wimbledon: “Dipende molto da come le mie ginocchia reggeranno l’impatto con la superficie”

13/06/2017 08:00 33 commenti
Rafael Nadal classe 1986, n.2 del mondo
Rafael Nadal classe 1986, n.2 del mondo

Soltanto domencia, Rafa Nadal si laureava campione del Roland Garros per la decima volta in carriera: già da oggi, le sue attenzioni sono interamente rivolte verso Wimbledon, torneo che lo spagnolo ha vinto nel 2008 e nel 2010 ma che, negli ultimi anni, non è stato per lui associato ai ricordi più felici. E’ dal 2011, infatti, che Rafa non superi gli ottavi di finale sull’erba londinese.

Ad ogni modo, ha assicurto il diretto interessato, la condizione necessaria affinché lui possa rendere al meglio sull’erba è chiara e semplice. “Dipende molto da come le mie ginocchia reggeranno l’impatto con la superficie. Se dovessero iniziare a far male, come molte volte accade, le mie chance di vittoria a Wimbledon sarebbero molto poche…”, ha detto l’ex-numero uno del mondo.

Nadal si concederà adesso una settimana di riposo e disputerà successivamente l’ATP500 che si svolge al Queen’s Club, prima di rimettersi in viaggio per pochissimi chilometri e raggiungere l’All England Club di Wimbledon.


Edoardo Gamacchio


TAG: , ,

33 commenti. Lasciane uno!

Maxia (Guest) 13-06-2017 20:06

@ l Occhio di Sauron (#1870727)

Si scherza ragazzi, via…un po’ di leggerezza. Ė vero non sono una fandi Nadal,ma cito:”A Parigi ha fatto una cosa giantesca”.

33
Luca Martin (Guest) 13-06-2017 19:23

Scritto da Marcomp
Wimbledon è cambiato, qui un link esplicativo http ://it.eurosport.com/tennis/wimbledon/2015/l-erba-di-wimbledon-come-si-fa-e-come-e-cambiata_sto4794038/story.shtml

Interessante questo dato tecnico.
Prima Loietto perenne 70% e Festuca perenne 30%
Ora solo Loietto inglese.
Nel primo caso manto più morbido ma rimbalzi più irregolari e schizzati. Nel secondo rimbalzi più alti e regolari.
Questo in una sintesi un po’ approssimativa.

32
Haas78 (Guest) 13-06-2017 19:21

@ gamesetmax (#1870643)

Esatto, non mi pare che al RG ci fosse lo svizzero 😛

31
l Occhio di Sauron 13-06-2017 15:20

Scritto da gamesetmax

Scritto da Maxia
Arriva Federer e le ginocchia fanno giacomo giacomo

Almeno lui a Wimbledon ha intenzione di andarci.

e quando gioca ci prova sempre..
Di Rafa si può dire quello che volete ma non certo che si tira indietro

30
Marcomp (Guest) 13-06-2017 15:18

Wimbledon è cambiato, qui un link esplicativo http ://it.eurosport.com/tennis/wimbledon/2015/l-erba-di-wimbledon-come-si-fa-e-come-e-cambiata_sto4794038/story.shtml

29
Luca Martin (Guest) 13-06-2017 14:55

@ makko (#1870538)

D’accordissimo sui tempi di reazione tra erba e cemento (simili), ma per le ginocchia…o ritiene di essere guarito totalmente oppure ha rischiato un po’.

28
A (Guest) 13-06-2017 14:34

Forza Federer@ cataflic (#1870434)

27
gamesetmax (Guest) 13-06-2017 13:45

Scritto da Maxia
Arriva Federer e le ginocchia fanno giacomo giacomo

Almeno lui a Wimbledon ha intenzione di andarci.

26
konte (Guest) 13-06-2017 13:38

è evidente che i discettanti di questo luogo abbiano giocato su tutte le superfici.
su PlayStation di sicuro!

25
Vitriol (Guest) 13-06-2017 13:17

Ora si ricorda delle ginocchia, che magari soffrono di piu a Miami o LA che non a Wimbledon.

24
alexalex 13-06-2017 13:09

Scritto da Raul Ramirez
Se parte gia col Libro delle cento scuse aperto…

E pure questa torna d’attualità!
Manca solo quella che a Wimbledon avrà i polpacci sgonfi e anche il libro delle cento fregnacce sarà completo!

23
alexalex 13-06-2017 13:06

Scritto da santuzzo
cominciamo a mettere le mani davanti..non si sa mai

Anche questa è tornata di moda!

22
Raul Ramirez (Guest) 13-06-2017 12:56

Se parte gia col Libro delle cento scuse aperto…

21
Luis (Guest) 13-06-2017 12:47

@ Maxia (#1870536)

Figurati! La storia purtroppo ci dice il contrario…

20
makko (Guest) 13-06-2017 12:46

Scritto da Luca Martin

Scritto da makko

Scritto da alexalex

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Il problema e di natura tecnica e di resistenza fisica! Sull’erba la palla rimbalza bassa e schizza, quindi è fondamentale essere sempre piegati sulle ginocchia. Inoltre ci si deve muovere a passettini. Da qui le difficoltà di Nadal ad essere competitivo a Wimbledon dal 2012, l’anno in cui ha subito l’ultimo lungo stop per problemi alle ginocchia.
Federer, al contrario, non teme di piegarsi sulle ginocchia, ma di rincorrere la palla a fondo campo, che lo allontana dalla linea di fondo e gli impedisce di verticalizzare gli scambi e chiudere rapidamente i punti, per questo ha saltato la terra battuta!

È esatto, tutto dipende dai rimbalzi più bassi e dal conseguente sovraccarico rispetto al solito sugli arti inferiori. ciò non toglie il vantaggio dell’erba (e terra) sul duro che non ti duplica la sollecitazione ad ogni passo che fai

Però Federer si sta allenando proprio sul duro per preparare la stagione erbivora e ‘americana’. Quindi qualcosa non torna.

Rimanendo a casa con la sua famiglia si poteva allenare sul duro o sulla terra: è ovvio che temendo l’effetto delle torsione tipiche della terra ha optato per il duro soprattutto perché? Parole sue, propedeutico per l’erba sopratutto per richiamare i giusti tempi di reazione necessari per affrontare una palla che viaggia più veloce…

19
Maxia (Guest) 13-06-2017 12:38

Arriva Federer e le ginocchia fanno giacomo giacomo

18
Luca Martin (Guest) 13-06-2017 12:22

Scritto da Anselmo
per ALEXALEX
Condivido abbastanza ciò che hai detto sulle differenze tra le due superfici, ma vorrei anche dire che hanno molto uniformato le superfici, quindi non vi sono più la differenze che c’erano una volta.
Inoltre, penso che ci sia anche tra i due un’attitudine differente sul tipo di tennis da adottare.

Guarda che quelli che giocano su erba sembra che camminino sulle uova…non si parla di rimbalzi, si parla di equilibrio, di tenuta dei due appoggi podalici…

17
Luca Martin (Guest) 13-06-2017 12:20

Scritto da makko

Scritto da alexalex

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Il problema e di natura tecnica e di resistenza fisica! Sull’erba la palla rimbalza bassa e schizza, quindi è fondamentale essere sempre piegati sulle ginocchia. Inoltre ci si deve muovere a passettini. Da qui le difficoltà di Nadal ad essere competitivo a Wimbledon dal 2012, l’anno in cui ha subito l’ultimo lungo stop per problemi alle ginocchia.
Federer, al contrario, non teme di piegarsi sulle ginocchia, ma di rincorrere la palla a fondo campo, che lo allontana dalla linea di fondo e gli impedisce di verticalizzare gli scambi e chiudere rapidamente i punti, per questo ha saltato la terra battuta!

È esatto, tutto dipende dai rimbalzi più bassi e dal conseguente sovraccarico rispetto al solito sugli arti inferiori. ciò non toglie il vantaggio dell’erba (e terra) sul duro che non ti duplica la sollecitazione ad ogni passo che fai

Però Federer si sta allenando proprio sul duro per preparare la stagione erbivora e ‘americana’. Quindi qualcosa non torna.

16
santuzzo (Guest) 13-06-2017 12:06

cominciamo a mettere le mani davanti..non si sa mai 😎

15
tinapica (Guest) 13-06-2017 11:33

Scritto da francesco.giacomelli@virgilio.it
Rafa, nel dubbio salta la stagione su erba, non rischiare!!! Vogliamo vedervi giocare, tu e Roger, il più a lungo possibile!!!!!!!! SIETE IL TOP!!!!

14
Losvizzero 13-06-2017 11:27

Stiamo parlando di passare un turno e lui parla di chance di vittoria lol ma deve passare da Rosol! Se lo passa dopo 4 giorni l’erba diventa terra

13
Anselmo (Guest) 13-06-2017 11:27

per ALEXALEX
Condivido abbastanza ciò che hai detto sulle differenze tra le due superfici, ma vorrei anche dire che hanno molto uniformato le superfici, quindi non vi sono più la differenze che c’erano una volta.
Inoltre, penso che ci sia anche tra i due un’attitudine differente sul tipo di tennis da adottare.

12
Mario (Guest) 13-06-2017 11:06

Tra terra e erba ce una differenza enorme, Federer non ama la terra, Nadal l’erba, comunque se la giocheranno fino in fondo ,
ma Murray e’pericoloso su questa superficie.

11
makko (Guest) 13-06-2017 11:00

Scritto da makko

Scritto da alexalex

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Il problema e di natura tecnica e di resistenza fisica! Sull’erba la palla rimbalza bassa e schizza, quindi è fondamentale essere sempre piegati sulle ginocchia. Inoltre ci si deve muovere a passettini. Da qui le difficoltà di Nadal ad essere competitivo a Wimbledon dal 2012, l’anno in cui ha subito l’ultimo lungo stop per problemi alle ginocchia.
Federer, al contrario, non teme di piegarsi sulle ginocchia, ma di rincorrere la palla a fondo campo, che lo allontana dalla linea di fondo e gli impedisce di verticalizzare gli scambi e chiudere rapidamente i punti, per questo ha saltato la terra battuta!

È esatto, tutto dipende dai rimbalzi più bassi e dal conseguente sovraccarico rispetto al solito sugli arti inferiori. ciò non toglie il vantaggio dell’erba (e terra) sul duro che non ti duplica la sollecitazione ad ogni passo che fai

P.s. chiaramente il sovraccarico è più accentuato per chi fa un gioco”difensivo” come Nadal rispetto a chi esprime un gioco”offensivo” come Federer, senza contare la già minore incidenza a vantaggio di Federer per il fatto di giocare ad ogni scambio un minor numero di colpi.

10
makko (Guest) 13-06-2017 10:53

Scritto da alexalex

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Il problema e di natura tecnica e di resistenza fisica! Sull’erba la palla rimbalza bassa e schizza, quindi è fondamentale essere sempre piegati sulle ginocchia. Inoltre ci si deve muovere a passettini. Da qui le difficoltà di Nadal ad essere competitivo a Wimbledon dal 2012, l’anno in cui ha subito l’ultimo lungo stop per problemi alle ginocchia.
Federer, al contrario, non teme di piegarsi sulle ginocchia, ma di rincorrere la palla a fondo campo, che lo allontana dalla linea di fondo e gli impedisce di verticalizzare gli scambi e chiudere rapidamente i punti, per questo ha saltato la terra battuta!

È esatto, tutto dipende dai rimbalzi più bassi e dal conseguente sovraccarico rispetto al solito sugli arti inferiori. ciò non toglie il vantaggio dell’erba (e terra) sul duro che non ti duplica la sollecitazione ad ogni passo che fai

9
didiu (Guest) 13-06-2017 10:45

Ho guardato le ultime 10 partecipazioni al torneo di Wimbledon di Federer, Djokovic, Nadal e Murray e ho visto un notevole equilibrio:
Federer 3 vittorie, 3 finali, 1 semifinale 2 quarti, 1 secondo turno
Djokovic 3 vittorie, 1 finale, 2 semifinali, 1 quarto, 1 ottavo, 1 terzo turno e 1 secondo turno
Nadal 2 vittorie, 3 finali, 1 quarto, 3 secondo turno, 1 primo turno
Murray 2 vittorie,1 finale, 4 semifinali, 2 quarti, 1 ottavo.

8
Luca Martin (Guest) 13-06-2017 10:19

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Dipende da quale problema hanno avuto alle ginocchia Rafa e Roger.
Credo che sia molto diverso a seconda se sia il crociato, il menisco o invece sia un problema ai collaterali.
Comunque Roger mi pare che accentuò l’infortunio proprio sull’erba (non ricordo se ad Halle o dove).
Quindi, come avevo previsto, Nadal a WB non credo proprio andrà per vincere.

7
francesco.giacomelli@virgilio.it (Guest) 13-06-2017 09:14

Rafa, nel dubbio salta la stagione su erba, non rischiare!!! Vogliamo vedervi giocare, tu e Roger, il più a lungo possibile!!!!!!!! SIETE IL TOP!!!!

6
alexalex 13-06-2017 08:45

@ cataflic (#1870434)

Ps: in ogni caso, a livello di impatto articolare, erba e terra sono meno traumatiche del cemento perché ammortizzano maggiormente gli appoggi, al contrario del fondo duro che restituisce gli urti a caviglie e ginocchia.

5
alexalex 13-06-2017 08:42

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Il problema e di natura tecnica e di resistenza fisica! Sull’erba la palla rimbalza bassa e schizza, quindi è fondamentale essere sempre piegati sulle ginocchia. Inoltre ci si deve muovere a passettini. Da qui le difficoltà di Nadal ad essere competitivo a Wimbledon dal 2012, l’anno in cui ha subito l’ultimo lungo stop per problemi alle ginocchia.
Federer, al contrario, non teme di piegarsi sulle ginocchia, ma di rincorrere la palla a fondo campo, che lo allontana dalla linea di fondo e gli impedisce di verticalizzare gli scambi e chiudere rapidamente i punti, per questo ha saltato la terra battuta!

4
carlitos (Guest) 13-06-2017 08:36

non e’ questione di ginocchia….il fatto e’ che a uno non piace la terra,a l altro l erba

3
tinapica (Guest) 13-06-2017 08:24

Scritto da cataflic
Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

Eheheh…ginocchia psicologiche! Spero arrivino ancora una volta loro due in finale ma so che è altamente improbabile.

2
cataflic (Guest) 13-06-2017 08:10

Non capisco bene come possano Nadal e Federer avere due interpretazioni così diametralmente opposte sulle sollecitazioni delle ginocchia.
Nadal ha dei dubbi sull’erba e Roger sulla terra…ma non erano le due superfici più confortevoli??

1