Roland Garros 2017 Copertina, WTA

Roland Garros 2017 Day12: sarà Halep contro Ostapenko, una sfida da al

08/06/2017 22:27 19 commenti
Simona Halep classe 1991
Simona Halep classe 1991

Simona Halep è a una sola partita dalla gloria: nella sfida fratricida fra pretendenti alla corona, la rumena alla ricerca del primo alloro Slam supera in 2 set la ceca Karolina Pliskova conquistando la finale sulla terra parigina.

I dubbi della vigilia sulla probabile stanchezza di Simona dopo la battaglia con la Svitolina, il disagio della ceca sulla superficie a lei meno congeniale: tutte congetture spazzate via nella partita odierna, una partita che spalanca a Simona le porte della gloria sempre più vicina con una finale che potrebbe regalarle un doppio, incredibile, successo.
Tre set dall’andamento equilibrato (6/4 – 3/6 – 6/3) in un match in cui la Pliskova ha si sbagliato tanto ma ha pur sempre tirato (invano) 45 vincenti e 7 aces: un incontro in cui la tensione era il terzo incomodo, protagonista importante in un vero e proprio spareggio con lo spettro della prima posizione mondiale ad aleggiare sullo sfondo. Ha vinto la giocatrice che sulla terra battuta merita di più, anche se la Pliskova si è rivelata avversaria indomita, al di là della superficie più o meno favorevole. Per la Halep adesso si diceva un doppio obiettivo: il primo, desiderato, successo Slam e la prima posizione mondiale. Sarebbe il coronamento non solo di una stagione su terra battuta giocata da dominatrice ma anche di una carriera cui uno Slam manca per diventare da vera top player.

In finale la Halep si giocherà il tutto per tutto contro l’assoluta sorpresa di questo Roland Garros 2017, la lettone Jelena Ostapenko. La giovane tennista che proprio oggi ha compiuto 20 anni e si è regalata la sua prima finale Slam, ha sconfitto in semifinale la svizzera Timea Bacsinszky, ancora una volta vicina alla prima finale Major ma ancora una volta battuta. Tre set di dura lotta per una battaglia di 2h24m: ha vinto la freschezza della teenager, una giocatrice senza mezze misure che tira sempre a tutto braccio e che anche quest’oggi ha messo in campo ben 50 vincenti. Peccato per la svizzera talentuosa ma la lettone rappresenta al meglio quel ricambio generazionale tanto invocato e di cui si temeva l’assenza. Surreale la storia della Ostapenko: dopo 3 finali perse su 3 superfici diversi (sintetico indoor, cemento e terra battuta) la giocatrice di Riga che nel 2014 ha vinto il torneo juniores di Wimbledon, potrebbe a Parigi rifarsi con gli interessi, vincendo un torneo che in molte inseguono tutta la vita e che in poche predestinate si giocano a 20 anni, per un esordio bagnato dalla gloria.
Tifo a parte, chiunque vincerà fra le due scriverà una pagina di tennis femminile decisamente significativa.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

19 commenti. Lasciane uno!

Hair49 (Guest) 09-06-2017 10:39

@ pinkfloyd (#1866873)

A completamento ma di diverso avviso farò di tutto per vedere la finale e vorrei che la Halep vincesse perchè penso la sbloccherebbe e potrebbe vincere anche altri slam completi di partecipanti di grido e di palmres

19
pinkfloyd 09-06-2017 10:22

La Halep era favorita in questo Slam e ha confermato, in qualche modo, questo suo status. Favorita per la superficie, per il livellamento in atto in questo momento, perché le altre erano ancora meno favorite di lei (la Muguruza, tra le altre, non ha retto soprattutto psicologicamente e la Kuz è competitiva fino ad un certo punto).
Sopravvissuta in maniera surreale all’ostacolo Svitolina (che non penso guarderà più una partita di tennis in vita sua) ora è ancora più naturalmente favorita.

Ostapenko non lo so, come fai a decifrare una giocatrice così?
Sembra che giochi come stesse ancora giocando il torneo juniores, sembra ancora una bambina anche negli atteggiamenti…eppure tira, quello sa fare e tira, senza soste, e vince pure, ed è questo il bello.
Ha quell’incoscienza e quella baldanza disinvolta ed “ignorante” che, chiunque le capiti davanti, vorrebbe abbatterla seduta stante.
Vedremo se è un’incoscienza limitata e a termine o se la porterà a superare anche quest’ultimo “storico” ostacolo.

Non ho preferenze, non faccio pronostici, non so nemmeno se guarderò questa partita, però (se proprio devo dire qualcosa) se questo doveva essere lo Slam dell’imprevedibilità e delle sorprese, spero lo sia fino in fondo.
Alla Halep augurerò di vincere uno Slam con tutte le effettive in campo, magari sarà ancora più bello.

18
Thomisu 09-06-2017 09:52

Secondo me la rumena non se la fa scappare. La Ostapenko mi ha impressionato positivamente e non me lo speravo.
Ovviamente cambierá la programmazione visto che sará tds praticamente in qualsiasi torneo.
Io voto Simona.

17
Gaz (Guest) 09-06-2017 09:48

Scritto da Gaz

Scritto da lesser
se l’ostatenko gioca bene chiude in 2 altrimenti perde in tre

Dipende dalla Halep se l’ avversarie giocano bene o male , è una delle poche in grado di fare il suo tennis e allo stesso tempo disinnescare quello opponente.

Aggiungo dicendo che nel tennis si è in due, non è che se fai il tuo esercizio per bene vinci, come nella ginnastica artistica per esempio ma anche nella maggior parte degli sport.
Tra le abilita’ uniche riconosciute alla Halep in questi anni è propio quello di non permettere alla sua avversaria di fare il propio gioco.

16
Gaz (Guest) 09-06-2017 09:41

Scritto da lesser
se l’ostatenko gioca bene chiude in 2 altrimenti perde in tre

Dipende dalla Halep se l’ avversarie giocano bene o male , è una delle poche in grado di fare il suo tennis e allo stesso tempo disinnescare quello opponente.

15
lallo (Guest) 09-06-2017 09:41

Scritto da yuja’s smile
La cosa incredibile di Jelena è che non sembra conoscere la parola PAURA, non è mai neppure sfiorata dal famoso braccino che colpisce anche tante tenniste più blasonate (per il momento) di lei. La Halep invece la paura la conosce eccome … per questo penso che la neo ventenne abbia tutte le possibilità di vincere. Lei giocherà la finale di Parigi come il torneo di Canicattì (con tutto il rispetto). Pressione pari a zero. Halep: pressione pari a 1000!

Analisi impeccabile. Ostapenko ha la forza della spensieratezza. si presenta in finale su una nuvola avendo però un attitudine vincente che non le permetterà di rilassarsi. Halep dovrà fare un partitone per addomesticarla.

14
Hair49 (Guest) 09-06-2017 09:20

@ yuja’s smile (#1866841)

Più che coraggio ritengo sia una profonda incoscienza anche ieri in certi momenti dove sarebbe stato più opportuno un colpo in più lei andava con “o la va o la spacca”questo può anche fare comodo nella finale con Halep ma in futuro dovrà correggerlo.
Halep non credo abbia paura ma viene attanagliata da ansia appena le cose si mettono diciamo non bene più che paura sente la pressione che le mettono coloro che le stanno intorno fans compresi, la ricordo nel 2013 quando ha vinto 6 tornei che era molto come Ostapenko inoltre penso lei soffra e quindi ulteriore ansia le giocatrici di nome basta vedere da chi sono venute le 9 sconfitte, nel 2013 le avrebbe sconfitte.
Augurio per Ostapenko che non perda del tutto questa incoscienza sicuramente vincerà di più magari già da sabato, sulla carta è favorita Simona

Da ultimo a me è sembrato e non solo in questo torneo che Ostapenko abbia il gioco molto simile a quello di Pliskova in particolare nei semi contropiedi da fondo al centro della linea con questo le auguro di non seguire le orme della ceka nel bilancio vittorie e sconfitte.

13
yuja’s smile (Guest) 09-06-2017 08:52

La cosa incredibile di Jelena è che non sembra conoscere la parola PAURA, non è mai neppure sfiorata dal famoso braccino che colpisce anche tante tenniste più blasonate (per il momento) di lei. La Halep invece la paura la conosce eccome … per questo penso che la neo ventenne abbia tutte le possibilità di vincere. Lei giocherà la finale di Parigi come il torneo di Canicattì (con tutto il rispetto). Pressione pari a zero. Halep: pressione pari a 1000!

12
Giuli (Guest) 09-06-2017 08:43

@ leopoldo-eugenio (#1866795)

Non scommetterci!L’Halep telecomandava le risposte alla Pliskova!

11
Beps 09-06-2017 08:29

Scritto da Cips
Una sfida da al?

ALL IN??? 😮

10
Vincenzo (Guest) 09-06-2017 08:25

@ Cips (#1866804)

Appunto

9
vaidanihantu 09-06-2017 08:18

Ovviamente Halep strafavorita, sia per esperienza che per tipo di gioco e superficie. Vi è però un aspetto da non sottovalutare, ovvero la sfacciataggine di Jelena; lei si sente già da tempo una grande e quando trova le top players nella sua testa è semplicemente giusto che sia li e se perde se la prende pure. Giocherà dunque in modo cattivo come al solito, e se dovesse alzare con il piede giusto potrebbe rendere questa finale molto molto divertente. Altra cosa da ricordare è che jelena ha già giocato finali slam junior, e questo aiuta molto. Una Errani in finale Slam (per dirne una) sente molto la pressione e sicuramente non è abituata a nulla del genere. Per Jelena sarà tutto normale, anzi, finalmente le cose sono tornate com’erano e soprattutto come devono essere. A prescindere dalla finale, la vera sfida per Jelena sarà rimanere costante e presente mentalmente nei prossimi mesi, perchè giocando così e in assenza di Serena (con Masha, Vika e Petra non al top suppongo) potrebbe finire almeno nelle prime 8 anche a Wimbledon. Se troverà quel pizzico di continuità a fine anno sarà top10 e probabilmente anche alle Finals. Non credo accadrà onestamente, ma qualche altro exploit potrebbe regalarcelo prima di novembre

8
pablox 09-06-2017 06:48

La Halep ha battuto Svitolina e Pliskova, numero 1 e 2 della Race.
La Ostapenko ha battuto la Wozniacki, numero 3 della Race,
Però senza le varie interruzioni per pioggia non so come sarebbe andata a finire,
Voto Halep.

7
lesser 09-06-2017 06:36

se l’ostatenko gioca bene chiude in 2 altrimenti perde in tre

6
radar 09-06-2017 00:37

Jelena perderà la quarta finale su 4 superfici diverse (visto che la terra di Charleston è terra verde): non glielo auguro, ma credo che finirà così.

5
Cips (Guest) 09-06-2017 00:32

Una sfida da al?

4
Reax (Guest) 09-06-2017 00:31

Deve vincere Halep

3
leopoldo-eugenio (Guest) 08-06-2017 23:42

Mi spiace per Halep ma il suo tipo di gioco favorisce ancor di più del “normale” Ostapenko!

2
Gaz (Guest) 08-06-2017 23:32

Unica cosa in comune tra le due il fatto che sono state vincitrici juniores di uno slam.
Ovviamente sarò di parte in quanto seguo Simona da 4 anni ,ma la Ostapenko anche in caso di sconfitta meriterebbe una pagina speciale sotto il titolo È NATA UNA STELLA.
Sono trascorsi solo qualche anno da quando evidenziavo la sua presenza a Santa Margherita di Pula e dove invitavo a chi si trovava nei paraggi di farsi una foto ricordo con questa (allora 17enne) .

1