Davis Cup e Fed Cup Copertina, Davis/FedCup

L’ITF annuncia ufficialmente i cambiamenti per Davis Cup e Fed Cup. Dal 2018 i singolari non saranno più al meglio dei cinque set

06/06/2017 16:37 50 commenti
L'ITF annuncia ufficialmente i cambiamenti per Davis Cup e Fed Cup. Dal 2018 i singolari non saranno più al meglio dei cinque set
L'ITF annuncia ufficialmente i cambiamenti per Davis Cup e Fed Cup. Dal 2018 i singolari non saranno più al meglio dei cinque set

L’ITF ha confermato i cambiamenti per l’edizione 2018 di Davis Cup e Fed Cup.
La Davis non sarà più la stessa. La Federazione Internazionale di Tennis ha annunciato una serie di cambiamenti che promettono di cambiare il formato per attrarre i migliori giocatori all’evento.

L’ITF ora chiederà l’approvazione formale nel meeting del prossimo agosto a Ho Chi Minh City (Vietnam).

I match di Coppa Davis di singolare saranno al meglio dei tre set e non più al meglio dei cinque set. Il format resterà sempre lo stesso, con la tre giorni dal venerdì alla domenica, solamente il doppio del sabato sarà al meglio dei cinque set.

I costi per le nazionali verranno sensibilmente ridotti

Ci saranno delle modifiche al regolamento per ridurre il numero di singolari a punteggio acquisito dopo le prime due giornate di competizione.
Le finali in campo neutro verrà comunque discussa e potrebbe anche essere approvata.


TAG: , , ,

50 commenti. Lasciane uno!

enzo680 (Guest) 07-06-2017 13:23

uno scandalo,ma
se approvano pure quelle regole schifose che proveranno a novembre a Milano,giuro che non vedrò più una partita di tennis.

50
Marcus91 07-06-2017 12:38

Che terribile notizie, ovviamente spero che in massa disertino questa nuova formula

49
massimo (Guest) 07-06-2017 11:29

La sacra fame dell’oro… E Binaghi trionfa.

48
il pallettaro (Guest) 07-06-2017 06:15

Ragazzi diventa un altro sport.. Camporese a Pesaro da Moya invece dell impresa al 5 set avrebbe perso 67 – 67

47
tinapica (Guest) 07-06-2017 05:05

Scritto da Tennisaddicted

Scritto da Giorgio il mitico
Per diventare giocatori professionisti si debbono investire almeno 500-600 mila euro cadauno, per attrarre i pro , specie i più forti, occorre che l’ITF faccia un accordo con WTA e ATP affinchè anche nella Davis e Fed Cup vengano attribuiti punti validi per le classifiche professionistiche, non si può pretendere l’autolesionismo da parte dei giocatori pro forti.
Oggi non beccano un soldo e non beccano un punto che sia un punto !
Dico a LuchinoVisconti in che mondo viva, una famiglia ha investito cifre grosse sulla carriera professionista e deve stare appresso all’ITF e le nazionali troppo spesso gestite da veri dilettanti ?
Vedi LuchinoVisconti i professionisti, quale sia la competizione vanno gestiti dai professionisti, i dilettanti invece devono guidare i dilettanti, elementare !
Poi per penalizzare gli atleti che non partecipassero (addirittura 2000 punti) OCCORRE , altrimenti non se ne fa niente, che la penalizzazione la facciano ATP e WTA !!!!!
L’ITF non c’entra nulla di nulla !!!!!
Se tu avessi spesso 600 mila euro per portare tuo figlio al professionismo e dovesse rinunciare ad un torneo in cui magari è pure tra i favoriti per giocare in Nazionale contro il Perù, rimettendoci quattrini e non prendendo punti ATP cosa diresti ?????
Continuersti a fare certi discorsi da eroe alla De Coubertin sulle gioie e la soddisfazione morale del mito della partecipazione ?
Non dico pure i quattrini ma perlomeno, punti validi per le classifiche ATP e WTA dovrebbero essere attribuiti agli atleti di Davis e Fed Cup.
D’accordo che bisogna essere buoni , ma pure fessi mi pare troppo.

L’ITF potrebbe fare eccome. Chi non gioca la Davis salta uno Slam. Vedi poi come la giocano tutti!

Tutti proprio no: Federer si permette di saltare di sua iniziativa il Roland Garros in una stagione in cui avrebbe potuto teoricamente infilare il filotto dei 4 tornei maggiori…sai cosa gliene importa a lui della Insalatiera?

46
GIALAPPA SBANDY REMIX 07-06-2017 01:46

se andiamo avanti di questo passo giocheranno i tornei del Grande Slam al meglio dei tre game, mi sa …
Rivoglio i 5 set e senza tie break ! Una partita inizia nel 2017 e finisce nel 3028 ! 🙂 Mica un’oretta e mezza ! 🙂

45
aralgallo 07-06-2017 01:07

Secondo me andrebbe sfruttato il format dei mondiali di calcio anche nel tennis. Esattamente le stesse modalità. Con partite 2su 3 e semifinale e finale 3/5

44
danielevv 06-06-2017 23:32

Tristezza assoluta….sempre peggio…tanto vale non giocarlo se è diventata un peso. Voglio tornare indietro nel tempo, ormai è uno schifo ovunque.

43
bYE (Guest) 06-06-2017 22:39

Scritto da frankie
@ Claudio (#1865284)
intervento illuminato
hanno distrutto la pallavolo , ora tocca al tennis

Ma cosa dici, la pallavolo è rinata cin quel cambiamento

42
LuchinoVisconti (Guest) 06-06-2017 22:28

Scritto da ilpallettaro

I grandi tornei sono tutti trasmessi da televisioni a pagamento (Sky o Eurosport) che evidentemente vogliono il prodotto tennis, il tennis a livello di circuito maggiore non mi pare soffra per ora di crisi (tanto che i montepremi degli Slam di anno in anno crescono mediamente di un 10%), in fondo se ci sono 5 set di una Nadal Federer passano milionate di spot televisi ogni cambio campo…io ad esempio ho l’abbonamento a Eurosport, e salvo il ciclismo che però è trasmesso anche in ‘chiaro’, è lo sport di ‘punta’ della rete…ma che interesse c’è a tagliare il tempo televisivo del tuo programma di punta e che probabilmente ti fa girare il contatore degli abbonamenti ?

il tennis è pochissimo televisivo, troppo poco gioco effettivo. il cambiamento sarà in quella direzione.

E’ esattamente il contrario: il tennis è uno sport altamente televisivo, con un minuto di tempo ogni 4-5 per poter fare della pubblicità.

41
ilpallettaro (Guest) 06-06-2017 21:31

I grandi tornei sono tutti trasmessi da televisioni a pagamento (Sky o Eurosport) che evidentemente vogliono il prodotto tennis, il tennis a livello di circuito maggiore non mi pare soffra per ora di crisi (tanto che i montepremi degli Slam di anno in anno crescono mediamente di un 10%), in fondo se ci sono 5 set di una Nadal Federer passano milionate di spot televisi ogni cambio campo…io ad esempio ho l’abbonamento a Eurosport, e salvo il ciclismo che però è trasmesso anche in ‘chiaro’, è lo sport di ‘punta’ della rete…ma che interesse c’è a tagliare il tempo televisivo del tuo programma di punta e che probabilmente ti fa girare il contatore degli abbonamenti ?

il tennis è pochissimo televisivo, troppo poco gioco effettivo. il cambiamento sarà in quella direzione.

40
ilpallettaro (Guest) 06-06-2017 21:29

i match ai 5 set sono anacronistici. giusto così.

39
borg (Guest) 06-06-2017 21:23

Scritto da makko

Scritto da borg
bene

È bene che ci sia un confronto e non la sopraffazione delle idee ma ti invito a riflettere sulla coerenza fra il tuo Nick e la preferenza del 2 su 3 rispetto al 3 su 5…

Per me va bene 2/3 pero senza tie al 3 oppure tie a 15 punti. 3/5 è troppo, il rischio infortuni aumenta e la c.Davis la giocano spesso tennisti di fascia 2. Poi io la farei ogni 4 anni come i mondiali di calcio dedicando un periodo dell anno solo a questo evento(10gg.?). Allora avrebbe fascino. Mie personali opinioni.

38
superpeppe (Guest) 06-06-2017 20:56

Scritto da sasuzzo
Sempre ad accontentare i capricci dei big, con la speranza, dubbia, di attirarli i a parteciparvi.

Ora voglio proprio vedere quanti Big parteciperanno

37
Tennisaddicted (Guest) 06-06-2017 20:51

Scritto da Giorgio il mitico
Per diventare giocatori professionisti si debbono investire almeno 500-600 mila euro cadauno, per attrarre i pro , specie i più forti, occorre che l’ITF faccia un accordo con WTA e ATP affinchè anche nella Davis e Fed Cup vengano attribuiti punti validi per le classifiche professionistiche, non si può pretendere l’autolesionismo da parte dei giocatori pro forti.
Oggi non beccano un soldo e non beccano un punto che sia un punto !
Dico a LuchinoVisconti in che mondo viva, una famiglia ha investito cifre grosse sulla carriera professionista e deve stare appresso all’ITF e le nazionali troppo spesso gestite da veri dilettanti ?
Vedi LuchinoVisconti i professionisti, quale sia la competizione vanno gestiti dai professionisti, i dilettanti invece devono guidare i dilettanti, elementare !
Poi per penalizzare gli atleti che non partecipassero (addirittura 2000 punti) OCCORRE , altrimenti non se ne fa niente, che la penalizzazione la facciano ATP e WTA !!!!!
L’ITF non c’entra nulla di nulla !!!!!
Se tu avessi spesso 600 mila euro per portare tuo figlio al professionismo e dovesse rinunciare ad un torneo in cui magari è pure tra i favoriti per giocare in Nazionale contro il Perù, rimettendoci quattrini e non prendendo punti ATP cosa diresti ?????
Continuersti a fare certi discorsi da eroe alla De Coubertin sulle gioie e la soddisfazione morale del mito della partecipazione ?
Non dico pure i quattrini ma perlomeno, punti validi per le classifiche ATP e WTA dovrebbero essere attribuiti agli atleti di Davis e Fed Cup.
D’accordo che bisogna essere buoni , ma pure fessi mi pare troppo.

L’ITF potrebbe fare eccome. Chi non gioca la Davis salta uno Slam. Vedi poi come la giocano tutti!

36
becu rules (Guest) 06-06-2017 20:06

Scritto da Claudio
Che schifo!
Man mano il dio denaro sta ammazzando tutti gli sport.
Vogliono sempre più soldi e sempre meno sudore.
Vogliono tutto veloce ma i soldi ne vogliono sempre di più.
Il tennis sta seguendo le orme della Pallavolo dove prima c’erano 5 set e prima di conquistare un punto dovevi conquistare la battuta. Ora o sei al servizio o in risposta è sempre punto e poichè non bastava il 5° set l’hanno accorciato.
Il tennis sta seguendo la stessa strada.
A questo punto propongo 5 Set/point secchi.
Vuoi mettere? Se ti va male in 5 minuti la partita è finita. In questo modo si possono fare anche tabelloni da 248. Sai quante partite in una giornata si possono fare e quante scommesse si possono fare!!!
(Avanza anche il tempo per andare poi al centro commerciale dove nessuno si lamenta di starci 4-5 ore. Non vuoi dare una mano all’economia comprando cose superflue)

Io non capisco una cosa, onestamente, prorpio dal punto di vista economico.
Mentre la pallavolo (che parere personale, ne ha tutto sommato guadagnato) è uno sport ‘povero’, che a parte Olimpiadi o Mondiali, ha interesse televisivo basso, generalmente gira sui palinsesti di terza fascia delle Tv di Stato e si può capire – non dico giustificare ma almeno capire – il tentativo di renderlo più televisivo, così da garantirgli un minimo di incassi per i diritti TV, per il tennis non capisco davvero. I grandi tornei sono tutti trasmessi da televisioni a pagamento (Sky o Eurosport) che evidentemente vogliono il prodotto tennis, il tennis a livello di circuito maggiore non mi pare soffra per ora di crisi (tanto che i montepremi degli Slam di anno in anno crescono mediamente di un 10%), in fondo se ci sono 5 set di una Nadal Federer passano milionate di spot televisi ogni cambio campo…io ad esempio ho l’abbonamento a Eurosport, e salvo il ciclismo che però è trasmesso anche in ‘chiaro’, è lo sport di ‘punta’ della rete…ma che interesse c’è a tagliare il tempo televisivo del tuo programma di punta e che probabilmente ti fa girare il contatore degli abbonamenti ? E’ come se il Superbowl che dura 20 volte il tempo effettivo giocato, venisse ridotto ad un un’ora e mezza tutto compreso con 5 minuti di spot….ci sarebbe la Seconda rivoluzione Americana….

35
Giorgio il mitico (Guest) 06-06-2017 20:01

Per diventare giocatori professionisti si debbono investire almeno 500-600 mila euro cadauno, per attrarre i pro , specie i più forti, occorre che l’ITF faccia un accordo con WTA e ATP affinchè anche nella Davis e Fed Cup vengano attribuiti punti validi per le classifiche professionistiche, non si può pretendere l’autolesionismo da parte dei giocatori pro forti.
Oggi non beccano un soldo e non beccano un punto che sia un punto !

Dico a LuchinoVisconti in che mondo viva, una famiglia ha investito cifre grosse sulla carriera professionista e deve stare appresso all’ITF e le nazionali troppo spesso gestite da veri dilettanti ?

Vedi LuchinoVisconti i professionisti, quale sia la competizione vanno gestiti dai professionisti, i dilettanti invece devono guidare i dilettanti, elementare !

Poi per penalizzare gli atleti che non partecipassero (addirittura 2000 punti) OCCORRE , altrimenti non se ne fa niente, che la penalizzazione la facciano ATP e WTA !!!!!

L’ITF non c’entra nulla di nulla !!!!!

Se tu avessi spesso 600 mila euro per portare tuo figlio al professionismo e dovesse rinunciare ad un torneo in cui magari è pure tra i favoriti per giocare in Nazionale contro il Perù, rimettendoci quattrini e non prendendo punti ATP cosa diresti ?????

Continuersti a fare certi discorsi da eroe alla De Coubertin sulle gioie e la soddisfazione morale del mito della partecipazione ?

Non dico pure i quattrini ma perlomeno, punti validi per le classifiche ATP e WTA dovrebbero essere attribuiti agli atleti di Davis e Fed Cup.

D’accordo che bisogna essere buoni , ma pure fessi mi pare troppo.

34
frankie (Guest) 06-06-2017 19:50

@ Claudio (#1865284)

intervento illuminato
hanno distrutto la pallavolo , ora tocca al tennis

33
Alby73 (Guest) 06-06-2017 19:50

Nel titolo si fa riferimento anche alla Fedcup, ma nell’articolo non se ne parla. Cosa si fa di bello lì? Il world group a 16?

32
bYE (Guest) 06-06-2017 19:38

Il doppio 3 su 5 invece resta..che senso ha?
L’unica cosa da fare se si vuole ridurre la durata dei match è fare il tb sul 5-5, e mi andrebbe bene

31
Manuel (Guest) 06-06-2017 19:28

È vero, la fine del prestigio, della classe, e di un tennis che ha sempre percorso sentieri molto lontani dal mero business. Un altra bella ,lunga storia da poter solamente ricotdare con nostalgia.

30
LuchinoVisconti (Guest) 06-06-2017 19:10

Scritto da Alex11
Hanno ammazzato la Coppa Davis.
Spero che i big la giochino ancora meno di prima, giusto per metterla in quel posto a questi cialtroni che non hanno alcun rispetto per il tennis.

Purtroppo sono proprio i big che hanno voluto questo cambiamento. Non vogliono stancarsi troppo senza adeguata contropartita, poverini.
Comandassi io agirei diversamente, con obbligo di giocare per i migliori, salvo penalizzazioni di punti (parecchi, tipo 2000) in classifica.

29
sasuzzo 06-06-2017 19:08

Sempre ad accontentare i capricci dei big, con la speranza, dubbia, di attirarli i a parteciparvi.

28
Cucagnagna (Guest) 06-06-2017 18:58

e il risparmio dove sarebbe ? 1 gatorade in meno a partita !?!

27
Claudio (Guest) 06-06-2017 18:53

Che schifo!
Man mano il dio denaro sta ammazzando tutti gli sport.
Vogliono sempre più soldi e sempre meno sudore.
Vogliono tutto veloce ma i soldi ne vogliono sempre di più.
Il tennis sta seguendo le orme della Pallavolo dove prima c’erano 5 set e prima di conquistare un punto dovevi conquistare la battuta. Ora o sei al servizio o in risposta è sempre punto e poichè non bastava il 5° set l’hanno accorciato.
Il tennis sta seguendo la stessa strada.
A questo punto propongo 5 Set/point secchi.
Vuoi mettere? Se ti va male in 5 minuti la partita è finita. In questo modo si possono fare anche tabelloni da 248. Sai quante partite in una giornata si possono fare e quante scommesse si possono fare!!!
(Avanza anche il tempo per andare poi al centro commerciale dove nessuno si lamenta di starci 4-5 ore. Non vuoi dare una mano all’economia comprando cose superflue)

26
superpeppe (Guest) 06-06-2017 18:32

Hanno ucciso il torneo più bello e affascinante del mondo. Ora approveranno anche la finale a campo neutro. Che schifo

25
Salvo (Guest) 06-06-2017 18:32

Scritto da Alex11
Hanno ammazzato la Coppa Davis.
Spero che i big la giochino ancora meno di prima, giusto per metterla in quel posto a questi cialtroni che non hanno alcun rispetto per il tennis.

24
Alex11 (Guest) 06-06-2017 18:08

Hanno ammazzato la Coppa Davis.

Spero che i big la giochino ancora meno di prima, giusto per metterla in quel posto a questi cialtroni che non hanno alcun rispetto per il tennis.

23
tinapica (Guest) 06-06-2017 18:04

Scritto da winter18
@ marco mazzoni (#1865178)
cosa possono fare gli appassionati innamorati della storia e della tradizione di questo sport contro questa gentaglia interessata solo a fare soldi, soldi, soldi a fronte del minor lavoro possibile?

Poco si può fare, ma qualcosa sì: disertare in massa gli incontri dal vivo e boicottare completamente le visioni in TV. Se chi organizza è veramente “sensibile” alle ragioni del portafoglio tornerà sui suoi passi.
Ma il punto è un altro: quale percentuale tra noi che, chi più, chi meno, seguiamo con passione questo gioco, è veramente dalla parte della storia e della tradizione? A giudicare dai commenti che posso leggere, una cospicua fetta pensa che gli incontri al meglio delle 5 partite siano da abolire ovunque, perché altrimenti poi non si può uscire per andare al cinema od al ristorante….come se fosse un sacrificio e non un piacere assistere ad una competizione combattuta fino allo stremo.

22
winter18 (Guest) 06-06-2017 17:50

@ marco mazzoni (#1865178)

cosa possono fare gli appassionati innamorati della storia e della tradizione di questo sport contro questa gentaglia interessata solo a fare soldi, soldi, soldi a fronte del minor lavoro possibile?

21
Tennisaddicted (Guest) 06-06-2017 17:49

Scritto da marco mazzoni
Giù le mani dalla Davis.

Marco, c’è poco da fare con questi business men… Il mondo gira proprio male, tutto sui soldi e nulla sulle passioni vere. Nessun rispetto per gli appassionati veri ma solo caccia ai contatti televisivi.

20
intrepid 06-06-2017 17:45

che obbrobbrio 🙁

19
didiu (Guest) 06-06-2017 17:39

È un gran peccato, io credo che il vero tennis sia il 3 su 5 senza tie-break. La volonta nello sport in genere di ridurre la durata delle competizioni non la capisco. Nel ciclismo hanno ridotto le tappe ormai a 100km, nella pallanuoto hanno sostituito i supplementari con i rigori, nella pallavolo hanno modificato i punteggi… Adesso mi aspetto che riducano la maratona a 800 m. In uno sport è importante anche la capacità di un atleta nel mantenere un determinato livello di prestazione per un tempo elevato.

18
Ara Kiri 06-06-2017 17:36

Dopo lo scempio del supertiebreak,il killer point, l’introduzione del tiebreak al quinto e l’insulso regolamento delle atp finals di Milano, un altro obbrobrio.

17
luigi (Guest) 06-06-2017 17:36

Abolire la Davis sarebbe la soluzione più logica

16
lallo (Guest) 06-06-2017 17:28

CIALTRONI. spero che il tennis affondi…..

15
alc 06-06-2017 17:28

è la fine
già fare il tie brak al quinto è stato uno scempio
che schifo !

14
Serra (Guest) 06-06-2017 17:22

Noooooooooo

13
Ken_Rosewall 06-06-2017 17:19

Domanda: le decisioni dell’ITF sono insindacabili, ovvero le federazioni nazionali sono già d’accordo? 😕

12
franzino60 (Guest) 06-06-2017 17:08

bleah!!

11
miele67 06-06-2017 17:07

@ marco mazzoni (#1865178)

Ormai hanno messo mani e piedi purtroppo….

10
FabIo Fichera (Guest) 06-06-2017 17:05

La fine del prestigio.
Che schifo. Il fascino infranto.
Ridotta a torneuccio la coppa più bella del mondo.

9
makko (Guest) 06-06-2017 17:01

Scritto da borg
bene

È bene che ci sia un confronto e non la sopraffazione delle idee ma ti invito a riflettere sulla coerenza fra il tuo Nick e la preferenza del 2 su 3 rispetto al 3 su 5…

8
marco mazzoni (Guest) 06-06-2017 17:00

Giù le mani dalla Davis.

7
Palmeria (Guest) 06-06-2017 16:56

Che schifo

6
borg (Guest) 06-06-2017 16:55

bene

5
michewoz25 (Guest) 06-06-2017 16:49

ecco e te pareva che sto qua non facesse qualche schifezza.Gia con il tiebreak al quinto si era capito che non avrebbe portato niente di nuovo

4
ang1968 06-06-2017 16:44

Gia’ nn ero d’accordo che i doppi nei tornei ATP si giocano senza i vantaggi e col tiebreak finale. Ma che schifo, sfalza tutto 😡

3
Roberto (Guest) 06-06-2017 16:43

X Fognini nn è una buona notizia

2
makko (Guest) 06-06-2017 16:40

Suonano le campane a morto…

1