Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Rod Laver: “Credo che adesso sia più facile giocare a tennis rispetto al passato”

23/05/2017 08:52 20 commenti
Rod Laver con Roger Federer
Rod Laver con Roger Federer

Rod Laver, che ha seguito da vicino il Masters 1000 di Roma, è stato intervistato su un argomento interessante, le differenza della sua epoca con il tennis moderno: “Dovrei imparare a giocare con le racchette attuali e capire cosa saprei fare. Oggi, per diventare un buon professionista, è necessario iniziare a giocare fin da piccoli, imparare a giocare smorzate o colpi in top spin. Credo che adesso sia più facile giocare a tennis rispetto al passato”, ha commentato l’australiano.

“Federer e Nadal giocano in modo diverso tra loro. Sulla terra battuta è più forte Rafa, mentre Roger sa come giocare bene sul cemento e sull’erba. Oggi, però, i giocatori si adattano rapidamente a qualsiasi superficie. Non so chi sia il miglior tennista di tutti i tempi. Roger e Rafa possono essere considerati due numeri uno della loro epoca, non di tutti i tempi”.


Lorenzo Carini


TAG:

20 commenti. Lasciane uno!

Marcomp (Guest) 23-05-2017 16:07

Scritto da Rovescius
Le racchette di allora eranodei ”pezzi di legno”

Scritto da quoth
è vero…oggi è più facile giocare a tennis, ma è molto più difficlie emergere e diventare un campione.

Esempio: dai la racchettina di legno a un Nadal col top esagerato, stecca, la palla non arriva neanche a rete….con le racchette attuali perfino io, che non ho minimamente la forza del braccio di Nadal, steccando la mando al di là della rete; ergo, ormai è un’altro sport… altri materiali 😉

20
Luca Martin (Guest) 23-05-2017 15:43

Scritto da Alecon
Non è chiaro quanto Laver voglia dire. Forse vuol dire che con le nuove racchette è più facile giocare certi colpi e questo è verissimo, nel senso che il toppone con le racchettine in legno dall’ovalino te lo scordavi di sicuro, ma per il resto oggi il tennis professionistico è uno sport in cui la concorrenza è feroce e dove per emergere occorre avere non solamente talento tennistico ma essere dei formidabili atleti a 360 gradi. Che poi fosse più bello il tennis alla Laver piuttosto che alla Rafa-Djoko può anche essere, ma emergere oggi è decisamente più difficile che in passato.

Guarda che era pieno di giocatori che lavoravano con il top spin o il lift. Borg, Clerc, Solomon, Dibbs, Higueras, Barazzutti, Vilas sono solo alcuni di quelli che ho visto all’epoca.
Il problema è che se non colpivi la pallina al centro dell’ovale la pallina non viaggiava e ti rimaneva attaccata alla racchetta.
La velocità di uscita anche, era molto diversa. Non potevi tirare a queste velocità.
In pratica era un altro Sport. Non ho mai capito perché non hanno mai provato a fare un tentativo REALE con quei vecchi attrezzi.
Così poi avremmo potuto parlare…

19
Luca Martin (Guest) 23-05-2017 15:38

Scritto da GameSetMax

Scritto da Roberto
Inoltre i vari nadal, wawrinka,djoko, Murray etc con le racchette di legno nn sarebbero​ tra i primi 10 a differenza di Federer

E questo lo deduci da…?

Infatti! Roger di rovescio avrebbe avuto problemi molto molto seri…

18
Rovescius 23-05-2017 14:34

Le racchette di allora eranodei ”pezzi di legno”

17
quoth (Guest) 23-05-2017 14:08

è vero…oggi è più facile giocare a tennis, ma è molto più difficlie emergere e diventare un campione.

16
Giucux (Guest) 23-05-2017 13:05

Propongo una partida tra Lever e Federer. La classe non ha età… Che vinca il migliore 😉

15
GameSetMax (Guest) 23-05-2017 12:55

Scritto da Roberto

Inoltre i vari nadal, wawrinka,djoko, Murray etc con le racchette di legno nn sarebbero​ tra i primi 10 a differenza di Federer

E questo lo deduci da…?

14
Luis (Guest) 23-05-2017 12:18

@ ma (#1853176)

Il tuo nick è Ma, io ti dico ma come ti permetti! Penso che Laver ti batterebbe a tennis anche adesso…

13
LuchinoVisconti (Guest) 23-05-2017 11:54

Una autorevole opinione, ma sempre opinione rimane.
In particolare, fatto salvo che secondo me è impossibile paragonare sportivi di generazioni diverse, non mi è chiaro cosa intende quando dice che è più facile ora giocare a tennis che nel passato (ed infatti lui stesso giustamente dice “credo”).
Sicuramente i materiali aiutano, ma è anche evidente che ora la concorrenza è maggiore, le tattiche sono state affinate e sezionate, la preparazione atletica deve essere infinitamente superiore, la componente mentale deve essere anch’essa allenata e migliorata.
Potrebbe avere ragione come no ma, diciamolo, il suo è un parere un po’ di parte.

12
Roberto (Guest) 23-05-2017 11:33

con il periodo saltato gli slam che avrebbe potuto vincere sarebbero stati non meno di 25..
Con altri 2 grandi slam almeno..
Inoltre i vari nadal, wawrinka,djoko, Murray etc con le racchette di legno nn sarebbero​ tra i primi 10 a differenza di Federer
Credo volesse dire questo. La preparazione atletica si allena, quella tecnica meno..

11
PingPong 23-05-2017 11:14

Scritto da Alecon
Non è chiaro quanto Laver voglia dire. Forse vuol dire che con le nuove racchette è più facile giocare certi colpi e questo

Infatti voleva dire solo quello. Di certo non ha detto che le competizioni di oggi siano + semplici.

10
Andy (Guest) 23-05-2017 11:03

Scritto da Luca
A proposito della faccenda (ovviamente un po’ oziosa) del più grande tennista di sempre, pregherei tutti, e in particolare i più giovani, di dare un’occhiata a questo link (bastano le statistiche in fondo alla voce): http://it.wikipedia.org/wiki/Rod_Laver .
Suggerirei di considerare attentamente anche la consistenza degli avversari battuti, approfondendone i curricula tennistici buttando un occhio ai rispettivi profili su wikipedia.
Pregherei infine di considerare che i due grandi slam completi di Laver datano 1962 e 1969 e che tra il 1963 e il 1968 Laver fece il salto fra i professionisti (come quasi tutti i giocatori più forti dell’epoca) non potendo quindi partecipare ai tornei dello slam: non so se mi spiego! Penso che questo signore sia abbastanza titolato per esprimere il proprio autorevole parere anche a 90 anni.

Bravo.

9
virescit (Guest) 23-05-2017 10:58

Non si tratta di epoche diverse ma proprio di sport diversi!

8
Luca (Guest) 23-05-2017 10:08

A proposito della faccenda (ovviamente un po’ oziosa) del più grande tennista di sempre, pregherei tutti, e in particolare i più giovani, di dare un’occhiata a questo link (bastano le statistiche in fondo alla voce): http://it.wikipedia.org/wiki/Rod_Laver .
Suggerirei di considerare attentamente anche la consistenza degli avversari battuti, approfondendone i curricula tennistici buttando un occhio ai rispettivi profili su wikipedia.
Pregherei infine di considerare che i due grandi slam completi di Laver datano 1962 e 1969 e che tra il 1963 e il 1968 Laver fece il salto fra i professionisti (come quasi tutti i giocatori più forti dell’epoca) non potendo quindi partecipare ai tornei dello slam: non so se mi spiego! Penso che questo signore sia abbastanza titolato per esprimere il proprio autorevole parere anche a 90 anni.

7
GameSetMax (Guest) 23-05-2017 10:05

È vero che lui è Rod Laver e io non sono nessuno, ma mi permetto di dissentire.

6
Alecon (Guest) 23-05-2017 09:52

Non è chiaro quanto Laver voglia dire. Forse vuol dire che con le nuove racchette è più facile giocare certi colpi e questo è verissimo, nel senso che il toppone con le racchettine in legno dall’ovalino te lo scordavi di sicuro, ma per il resto oggi il tennis professionistico è uno sport in cui la concorrenza è feroce e dove per emergere occorre avere non solamente talento tennistico ma essere dei formidabili atleti a 360 gradi. Che poi fosse più bello il tennis alla Laver piuttosto che alla Rafa-Djoko può anche essere, ma emergere oggi è decisamente più difficile che in passato.

5
braccino (Guest) 23-05-2017 09:51

Continuate a paragonare epoche, anzi ere diverse, che nello sport è spesso inutile e improbabile. Aria fritta, ma di qualcosa si deve pur parlare..

4
Andy (Guest) 23-05-2017 09:44

Scritto da ma
mamma mia –quando uno smette vive di ricordi! adesso è piu facile giocare?? hahahha una volta a tennis ci giocavano in tre in italia e la preparazione atletica era mezzora di corsa ed un bicchiere di vino!!! gente come lui e pietrangeli -campioni nelle loro epoche- dovrebbero rassegnarsi e stare a casa a 90 anni coi nipoti

Attento. Vero ciò che dici in parte ma qui parla Rod Laver uno che il tennis lo ha dominato vincendo 2 grandi slam pur non giocando 25 tornei dello Slam consecutivi in quanto professionista, poi rientrato nel circuito nel 69 e vinto ancora Slam. Si giocava con racchetta in legno piatto corde 70 inches2. Era un altro mondo ma non significa non sapessero giocare. Guardati qualche vecchio spezzone e rimarrai sorpreso.

3
mittler831 23-05-2017 09:37

@ ma (#1853176)

Se non ci fosse stato lui non ci sarebbero​ stati loro eh…il tennis, come la vita è un processo; rispetto ragazzo.

2
ma (Guest) 23-05-2017 09:12

mamma mia –quando uno smette vive di ricordi! adesso è piu facile giocare?? hahahha una volta a tennis ci giocavano in tre in italia e la preparazione atletica era mezzora di corsa ed un bicchiere di vino!!! gente come lui e pietrangeli -campioni nelle loro epoche- dovrebbero rassegnarsi e stare a casa a 90 anni coi nipoti

1