Lorenzi batte Quinzi dopo un match maratona ATP, Copertina

Lorenzi vince il derby italiano con Quinzi al secondo turno del torneo Atp250 di Marrakech

13/04/2017 17:13 55 commenti
Paolo Lorenzi classe 1981
Paolo Lorenzi classe 1981

Finisce con una vittoria per Paolo Lorenzi, 35 anni, Nr. 37 del mondo, il derby italiano al secondo turno dell’Atp 250 di Marrakech (€ 482.060, terra).

Il senese ha superato Gianluigi Quinzi, 21 anni, Nr. 304 del mondo, con il punteggio di 7-6(5) 2-6 6-4 in due ore e 52 minuti di gioco.

Al prossimo turno trova il ceco Vesely, giocatore alla portata di Paolo anche se ostico su questa superficie.

Bicchiere mezzo pieno per entrambi. Paolino prosegue la sua corsa nel torneo di Marrakech, venendo a capo di un match non facile, dando ottime risposte fisiche dopo il weekend di coppa Davis; Quinzi dimostra di potersela giocare alla pari contro un avversario di spessore sulla terra, più abituato a questo tipo di tornei e confermando gli ottimi prorgessi fatti nei giorni precedenti.

Di seguito il dettaglio dell’incontro.

Primo set: parte meglio l’esperto Lorenzi che, alla prima opportunità, passa.
E’ bravo a tenere ai vantaggi il terzo gioco e a brekkare nel game successivo. Quinzi risale da 0-40 ma nulla può sulla quarta palla a disposizione di Paolini. E’ 3-1 per Lorenzi dopo 20 minuti di gioco.
Con il passare dei minuti Gianluigi prende confidenza, combatte alla pari e riporta in equilibrio l’incontro. Dapprima annulla un’insidiosa palla break nel sesto gioco, successivamente opera il controbreak, dopo un game vinto agevolmente a 15.
I due tennisti continuano la lotta sino al dodicesimo gioco, dove Lorenzi cerca di piazzare la zampata vincente. Sale 15-40 ma trova la pronta reazione del 21enne che, infilando quattro punti consecutivi, porta così il parziale al tiebreak.
Il tiebreak viene giocato sull’orlo dell’equilibrio ma la spunta l’esperienza. Sul 6-5 Paolino piazza la zampata vincente e fa suo il parziale.
E’ 7-6(5) in un’ora e nove minuti di gioco.

Secondo set: l’equilibrio nel parziale dura solo tre giochi.
Il tempo per Gianluigi di annullare una palla break nel primo gioco, di brekkare facilmente nel secondo a 15 e di vedere l’immediato controbreak avversario nel gioco successivo.
Poi è solo Quinzi. La svolta avviene nel quarto game, game duro, lottatissimo e deciso da pochi punti. E’ ancora break per il giovane azzurro ed è l’inizio di un predominio.
Quinzi, sull’onda dell’entusiasmo, opera un nuovo break a zero nel sesto gioco (il terzo del parziale) e si porta a servire per il set.
Qui il 21enne si perde, dando chance di break a Paolino, abile a portarsi sul 2-5; Lorenzi non è però altrettanto abile a tenere il turno di battuta nel gioco successivo, consegnando il parziale nelle mani dell’avversario.
E’ 6-2 Quinzi in 49 minuti di gioco.

Terzo set: partenza sprint di Lorenzi, subito avanti di un break nel primo gioco.
Quinzi prova a rientrare, controbrekkando subito ma le due palle break a disposizione nel secondo gioco non vengono sfruttate, dando il via libera a Paolino.
Lorenzi, infatti, brekka nuovamente nel terzo game a 15 e tiene agevolmente il suo turno di battuta nel game successivo.
Dopo una manciata di minuti è già 4-0 per il 35enne di Roma.
Il set scorre veloce sino al settimo game, dove Gianluigi deve dare il meglio di sè per annullare due match point a un Lorenzi sempre più vicino al successo.
Quinzi lotta ed è ammirevole come si batte per non soccombere. Si riprende uno dei due break di svantaggio nel gioco successivo e annulla un altro match point a Lorenzi sul suo servizio, nel nono game.
L’esperienza di Paolino esce al momento giusto; al servizio per chiudere la contesa, non trema e fa il suo dovere.
E’ 6-4 per Lorenzi in 54 minuti di gioco.

La partita punto per punto

ATP Marrakech
Paolo Lorenzi [5]
7
2
6
Gianluigi Quinzi
6
6
4
Vincitore: P. LORENZI

P. Lorenzi ITA – G. Quinzi ITA
02:51:37

4 Aces 4
1 Double Faults 3
58% 1st Serve % 54%
34/54 (63%) 1st Serve Points Won 36/63 (57%)
19/39 (49%) 2nd Serve Points Won 27/53 (51%)
4/10 (40%) Break Points Saved 10/15 (67%)
15 Service Games Played 15
27/63 (43%) 1st Return Points Won 20/54 (37%)
26/53 (49%) 2nd Return Points Won 20/39 (51%)
5/15 (33%) Break Points Won 6/10 (60%)
15 Return Games Played 15
53/93 (57%) Total Service Points Won 63/116 (54%)
53/116 (46%) Total Return Points Won 40/93 (43%)
106/209 (51%) Total Points Won 103/209 (49%)

37 Ranking 304
35 Age 21
Rome, Italy Birthplace Cittadella, Italy
Siena, Italy Residence Bradenton Florida, USA
6’0″ (182 cm) Height 6’3″ (190 cm)
169 lbs (76 kg) Weight 185 lbs (84 kg)
Right-Handed Plays Left-Handed
2003 Turned Pro N/A
8/12 Year to Date Win/Loss 0/0
0 Year to Date Titles 0
1 Career Titles 0
$3,135,638 Career Prize Money $86,333


Davide Sala


TAG: , , , , ,

55 commenti. Lasciane uno!

Patoschi (Guest) 14-04-2017 13:41

Scritto da Roooss

Scritto da Marco

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

Ma come Luchino, adesso capisci anche tu che per Quinzi il passaggio cruciale sono i colpi di chiusura?
Anche koko da parecchi mesi lo ha più volte rimarcato.
Ma ripeto ancora una volta, dire colpi di chiusura è fin troppo vago,
ciò che era ed è cruciale per un’impostazione tennistica come quella di Quinzi è sviluppare il colpo di chiusura con il dritto lungolinea.
Questo colpo, per la meccanica del suo dritto, gli è sempre stato difficile, indigesto, lo si vedeva fin da ragazzo durante gli allenamenti sui campi marchigiani (per esempio nel periodo pasquale, quando tornava a casa).
L’anno scorso si è visto qualcosa, sia al challenger del Maggioni sia al torneo successivo (in Piemonte, mi pare, quando battè Leonardo Mayer).
La capacità di chiusura secca del dritto lungolinea gli porterebbe sù il ritmo generale, la potenza media dei colpi..!
Naturalmente occorre lavorare anche sul resto, come dici tu (servizio, rovescio ancora “scandalosamente” troppo piatto)

Il rovescio “scandalosamente piatto” gli ha consentito di vincere Wimbledon. Quel rovescio sull’erba Non rimbalza e spero non glielo cambieranno mai. Secondo ne Gorietti sta cercando do valorizzare le sue caratteristiche.

Ineccepibile.

55
Marco (Guest) 14-04-2017 13:11

Scritto da ale98
@ Marco (#1814370)
Vero, il lungolinea di dritto non è mai stato e probabilmente non sarà mai il suo colpo, ma inviterei a riguardare le partite che fece al challenger di Napoli di un paio di anni fa, dove ebbe match point con Cecchinato e in cui Donati arrivò in finale perdendo con Munoz.. Beh se qualcuno avesse visto Quinzi per la prima volta in quel torneo avrebbe detto che il suo miglior colpo era proprio il diritto; infatti con questo colpo riusciva a trovare ottimi angoli e soprattutto a “concludere” molti punti.. Poi purtroppo non ho più rivisto quel Quinzi così sciolto su quel colpo, però sicuramente nel secondo set con Mathieu l’ha lasciato andare maggiormente.. La sensazione è che abbia quasi timore nel tirarlo però nelle situazioni “disperate” lo fa e si vede che il colpo è tutt’altro che scarso. Per il resto ho visto un Quinzi molto migliorato, sicuramente sulla prima di servizio ma sopratutto a livello mentale: ha salvato tantissime palle break e ha lottato fino all’ultimo punto anche nel terzo con Paolo, quando ormai sembrava finita.. Insomma si può migliorare tanto ma questi sono sicuramente segnali positivi.

Giudizi del tipo “scarso” o “tutt’altro che scarso” li lascerei ai tifosi da bar, io faccio un discorso di tecnica pura.
L’esecuzione del dritto di Quinzi è da sempre molto meccanica, poco duttile, e il tipo di impugnatura che lui adotta e il movimento del braccio non rendono facile l’esecuzione lungolinea con palla radente-rete, che necessità di apertura del polso un po’ più accompagnata nella direzione del lungolinea, con un “disegno” della testa della racchetta che all’improvviso (dopo una serie di colpi incrociati) deve diventare più lineare.
Sono le medesime difficoltà che ha sempre incontrato Donald Young, stessa impostazione del dritto!
Un altro dritto molto meccanico, dunque poco duttile e che quindi trova difficiltà sul cambio lungolinea, sulla la soluzione di chiusura lungolinea o anche inside-out, è, come detto tante volte, quello di Camila Giorgi (ieri ho notato che è riuscita a chiuderne uno, di dritto in cambio lungolinea, però su una palla alta, che ha potuto quasi schiacciare, e non è la stessa cosa che tirare da altezza fianco).

54
Marco (Guest) 14-04-2017 12:43

Scritto da Marco

Scritto da Roooss

Scritto da Marco

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

Ma come Luchino, adesso capisci anche tu che per Quinzi il passaggio cruciale sono i colpi di chiusura?
Anche koko da parecchi mesi lo ha più volte rimarcato.
Ma ripeto ancora una volta, dire colpi di chiusura è fin troppo vago,
ciò che era ed è cruciale per un’impostazione tennistica come quella di Quinzi è sviluppare il colpo di chiusura con il dritto lungolinea.
Questo colpo, per la meccanica del suo dritto, gli è sempre stato difficile, indigesto, lo si vedeva fin da ragazzo durante gli allenamenti sui campi marchigiani (per esempio nel periodo pasquale, quando tornava a casa).
L’anno scorso si è visto qualcosa, sia al challenger del Maggioni sia al torneo successivo (in Piemonte, mi pare, quando battè Leonardo Mayer).
La capacità di chiusura secca del dritto lungolinea gli porterebbe sù il ritmo generale, la potenza media dei colpi..!
Naturalmente occorre lavorare anche sul resto, come dici tu (servizio, rovescio ancora “scandalosamente” troppo piatto)

Il rovescio “scandalosamente piatto” gli ha consentito di vincere Wimbledon. Quel rovescio sull’erba Non rimbalza e spero non glielo cambieranno mai. Secondo ne Gorietti sta cercando do valorizzare le sue caratteristiche.

sull’erba non rimbalza e risulta efficace, ma sulla terra purtroppo è un limite.
Che gli altri tennisti pro invece non hanno
Non hanno perché è un limite che dal punto di vista tecnico non si può avere!
Per curiosità e tanto per chiacchierare, tempo fa ho avuto contatto col team di Giorgia Brescia (si allenavano in Svizzera in una località poco oltre il confine italiano), e facevo loro i complimenti perchè mi aveva impressionato quanto girasse la sua palla di rovescio e quella di Greta (la compagna di allenamento), una palla pesante perché girava davvero tanto (anche se poi ho vinto il settino contro Greta, classificata 2.8 :mrgreen: )
E ridendo mi diceva Nando (il padre di Greta), “sai quanti soldi ho dovuto spendere negli anni per farle diventare un rovescio così arrotato?” :mrgreen:

53
Marco (Guest) 14-04-2017 12:23

Scritto da Roooss

Scritto da Marco

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

Ma come Luchino, adesso capisci anche tu che per Quinzi il passaggio cruciale sono i colpi di chiusura?
Anche koko da parecchi mesi lo ha più volte rimarcato.
Ma ripeto ancora una volta, dire colpi di chiusura è fin troppo vago,
ciò che era ed è cruciale per un’impostazione tennistica come quella di Quinzi è sviluppare il colpo di chiusura con il dritto lungolinea.
Questo colpo, per la meccanica del suo dritto, gli è sempre stato difficile, indigesto, lo si vedeva fin da ragazzo durante gli allenamenti sui campi marchigiani (per esempio nel periodo pasquale, quando tornava a casa).
L’anno scorso si è visto qualcosa, sia al challenger del Maggioni sia al torneo successivo (in Piemonte, mi pare, quando battè Leonardo Mayer).
La capacità di chiusura secca del dritto lungolinea gli porterebbe sù il ritmo generale, la potenza media dei colpi..!
Naturalmente occorre lavorare anche sul resto, come dici tu (servizio, rovescio ancora “scandalosamente” troppo piatto)

Il rovescio “scandalosamente piatto” gli ha consentito di vincere Wimbledon. Quel rovescio sull’erba Non rimbalza e spero non glielo cambieranno mai. Secondo ne Gorietti sta cercando do valorizzare le sue caratteristiche.

sull’erba non rimbalza e risulta efficace, ma sulla terra purtroppo è un limite.
Che gli altri tennisti pro invece non hanno

52
e-team (Guest) 14-04-2017 10:41

@ faslevin (#1814190)

sono d’accordo con te, ha battuto giocatori veri ma per dire che sia veramente migliorato bisogna vederlo giocare così con continuità….Quinzi sulla terra è competitivo da 3-4 anni contro giocatori di buon livello, fece semifinale in un challenger in colombia a 17 anni, ora bisogna sperare che la sua mentalità sia cambiata e faccia, passi avanti….

51
Giambi. (Guest) 14-04-2017 10:10

@ Luca Martin (#1814113)
No è 258 suo best.

50
ale98 (Guest) 14-04-2017 09:50

@ Marco (#1814370)

Vero, il lungolinea di dritto non è mai stato e probabilmente non sarà mai il suo colpo, ma inviterei a riguardare le partite che fece al challenger di Napoli di un paio di anni fa, dove ebbe match point con Cecchinato e in cui Donati arrivò in finale perdendo con Munoz.. Beh se qualcuno avesse visto Quinzi per la prima volta in quel torneo avrebbe detto che il suo miglior colpo era proprio il diritto; infatti con questo colpo riusciva a trovare ottimi angoli e soprattutto a “concludere” molti punti.. Poi purtroppo non ho più rivisto quel Quinzi così sciolto su quel colpo, però sicuramente nel secondo set con Mathieu l’ha lasciato andare maggiormente.. La sensazione è che abbia quasi timore nel tirarlo però nelle situazioni “disperate” lo fa e si vede che il colpo è tutt’altro che scarso. Per il resto ho visto un Quinzi molto migliorato, sicuramente sulla prima di servizio ma sopratutto a livello mentale: ha salvato tantissime palle break e ha lottato fino all’ultimo punto anche nel terzo con Paolo, quando ormai sembrava finita.. Insomma si può migliorare tanto ma questi sono sicuramente segnali positivi.

49
Roooss (Guest) 14-04-2017 09:43

Scritto da Spero in Quinzi

Scritto da frittella

Scritto da Gianfry
Ho letto un articolo in cui dice che GQ è crollato fisicamente nel terzo set e ne avesse molto di meno di lorenzi inciappando ad errori grossolani anche a causa della partita massacrante di ieri in cui GQ a fine partita era in ginocchio,ma un tennista professionistico giovane non dovrebbe reggere almeno 3 ore di partita al giorno perché GQ non riesce ad reggere forse è il suo gioco che lo comporta ad consumare troppo energie vorrei una spiegazione da un esperto grazie

un giocatore esperto sa anche dosare meglio le energie.

È pur vero che era alla sua quarta partita di un certo rilievo, non è che gli sia capitato così spesso

Ha avuto problemi al piede nelle settimane scorse. Magari non ha potuto allenarsi al massimo.

48
Roooss (Guest) 14-04-2017 09:39

Scritto da Marco

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

Ma come Luchino, adesso capisci anche tu che per Quinzi il passaggio cruciale sono i colpi di chiusura?
Anche koko da parecchi mesi lo ha più volte rimarcato.
Ma ripeto ancora una volta, dire colpi di chiusura è fin troppo vago,
ciò che era ed è cruciale per un’impostazione tennistica come quella di Quinzi è sviluppare il colpo di chiusura con il dritto lungolinea.
Questo colpo, per la meccanica del suo dritto, gli è sempre stato difficile, indigesto, lo si vedeva fin da ragazzo durante gli allenamenti sui campi marchigiani (per esempio nel periodo pasquale, quando tornava a casa).
L’anno scorso si è visto qualcosa, sia al challenger del Maggioni sia al torneo successivo (in Piemonte, mi pare, quando battè Leonardo Mayer).
La capacità di chiusura secca del dritto lungolinea gli porterebbe sù il ritmo generale, la potenza media dei colpi..!
Naturalmente occorre lavorare anche sul resto, come dici tu (servizio, rovescio ancora “scandalosamente” troppo piatto)

Il rovescio “scandalosamente piatto” gli ha consentito di vincere Wimbledon. Quel rovescio sull’erba Non rimbalza e spero non glielo cambieranno mai. Secondo ne Gorietti sta cercando do valorizzare le sue caratteristiche.

47
Marco (Guest) 14-04-2017 09:17

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

Ma come Luchino, adesso capisci anche tu che per Quinzi il passaggio cruciale sono i colpi di chiusura? :mrgreen:
Anche koko da parecchi mesi lo ha più volte rimarcato.
Ma ripeto ancora una volta, dire colpi di chiusura è fin troppo vago,
ciò che era ed è cruciale per un’impostazione tennistica come quella di Quinzi è sviluppare il colpo di chiusura con il dritto lungolinea.
Questo colpo, per la meccanica del suo dritto, gli è sempre stato difficile, indigesto, lo si vedeva fin da ragazzo durante gli allenamenti sui campi marchigiani (per esempio nel periodo pasquale, quando tornava a casa).
L’anno scorso si è visto qualcosa, sia al challenger del Maggioni sia al torneo successivo (in Piemonte, mi pare, quando battè Leonardo Mayer).
La capacità di chiusura secca del dritto lungolinea gli porterebbe sù il ritmo generale, la potenza media dei colpi..!
Naturalmente occorre lavorare anche sul resto, come dici tu (servizio, rovescio ancora “scandalosamente” troppo piatto)

46
Marcello (Guest) 14-04-2017 09:14

Speriamo riesca a migliorare il dritto, che oggettivamente oggi non è da top 100.
Il resto non è da top 10, ma mi piace la naturalezza e solidità dello scambio.
In fondo la cultura tennistica italiana è prevalentemente fatta di belle accelerazioni di dritto ma poca solidità. Quinzi avrebbe un valore aggiunto da questo punto di vista.

45
Gian50 14-04-2017 08:53

non sono per nulla insoddisfatto del torneo di Quinzi,anzi sono molto soddisfatto.Ha battuto tutti i gicatori intorno i 100 incontrati ed ha giocato alla pari con un 35 o 37 che sia del mondo.Magari sempre!!

44
Alberto (Guest) 13-04-2017 23:50

@ Radames (#1814119)

Ahahahahah
D’altra parte è il vostro messia , giusto ?
Ahahahahahah

43
Michele Schiavoni (Guest) 13-04-2017 23:34

Nel giorno in cui torniamo ad emozionarci per Quinzi, cosa che ci riporta indietro di qualche anno, quando ancora era juniors, esplode definitivamente nel circuito giovanile Musetti, il quale sembra ripercorrere proprio la carriera da dominatore di Quinzi, a livello juniors. MusettI è un 2002 ed è proprio da Quinzi che non abbiamo un giovanissimo così forte. Speriamo che con lui non si facciano gli errori fatti con il marchigiano, tenendo sempre in considerazione che Quinzi ha solo 21 anni e puo’ tranquillamente fare, insieme a Matteo Berrettini, una carriera nei top 100 o 50, dando il cambio a Seppi, Bolelli e Lorenzi. Per il resto speriamo che Fognini ne abbia ancora per tre o quattro anni ancora.

42
Spero in Quinzi (Guest) 13-04-2017 22:48

Scritto da frittella

Scritto da Gianfry
Ho letto un articolo in cui dice che GQ è crollato fisicamente nel terzo set e ne avesse molto di meno di lorenzi inciappando ad errori grossolani anche a causa della partita massacrante di ieri in cui GQ a fine partita era in ginocchio,ma un tennista professionistico giovane non dovrebbe reggere almeno 3 ore di partita al giorno perché GQ non riesce ad reggere forse è il suo gioco che lo comporta ad consumare troppo energie vorrei una spiegazione da un esperto grazie

un giocatore esperto sa anche dosare meglio le energie.

È pur vero che era alla sua quarta partita di un certo rilievo, non è che gli sia capitato così spesso

41
faslevin (Guest) 13-04-2017 22:41

Quinzi ha lottato per tre set con un top 40 dopo aver battuto tre giocatori veri. Lo seguo da quando aveva 16 anni e posso dire che non era mai successo.come fate a dire che non è migliorato.!! Negate l’evidenza…. ha annullato in questa settimana decine di palme break e fine a ieri ha collezionato tantissimi ace.

40
Il Notaio del Titanic (Guest) 13-04-2017 22:17

Scritto da Cataflic
Solito GQ quando è lì con testa e cuore.
L’unico miglioramento reale è la prima di servizio.
Secondo me questo livello lo aveva già nell’estate 2013, solo che oggi fatica un punto in meno a game di servizio…non poco ma non abbastanza per impensierire gente con palla pesante e poco fallosa.
Quando apparirà un dritto degno di nota, farà un altro passo.
Non esaltiamoci perchè potrebbe tranquillamente prenderle per 4 tornei di fila a questi livelli.

Io, Notaio del Titanic, in data odierna alle ore 22e15, sottoscrivo e certifico che quanto espresso dall’utente Cataflic corrisponde a pura, semplice e cristallina verità.
Il Notaio del Titanic

39
PingPong 13-04-2017 22:02

Scritto da zanetti (ex panuccio ex nadalito BANNATO DA infobetting)

Scritto da robibini
Quanti scommettitori che avevano pronosticato che non avrebbe fatto piu’ di 5 game. Anche se ha perso mi sembra che con questo allenatore
Quinzi ha cambiato marcia, peccato e’ arrivato a poco dall’ impresa.
Sicuramente non diventera’ mai un top ten pero’ se va avanti cosi’ nei primi 100 ci arriva a breve.

Esatto, uno di questi è PingPong

Ma che cazzo dici che l’ho bettato vincente in recupero al terzo??

38
frittella (Guest) 13-04-2017 21:51

Scritto da Gianfry
Ho letto un articolo in cui dice che GQ è crollato fisicamente nel terzo set e ne avesse molto di meno di lorenzi inciappando ad errori grossolani anche a causa della partita massacrante di ieri in cui GQ a fine partita era in ginocchio,ma un tennista professionistico giovane non dovrebbe reggere almeno 3 ore di partita al giorno perché GQ non riesce ad reggere forse è il suo gioco che lo comporta ad consumare troppo energie vorrei una spiegazione da un esperto grazie

un giocatore esperto sa anche dosare meglio le energie.

37
W il campa (Guest) 13-04-2017 21:44

Scritto da Gianfry
Ho letto un articolo in cui dice che GQ è crollato fisicamente nel terzo set e ne avesse molto di meno di lorenzi inciappando ad errori grossolani anche a causa della partita massacrante di ieri in cui GQ a fine partita era in ginocchio,ma un tennista professionistico giovane non dovrebbe reggere almeno 3 ore di partita al giorno perché GQ non riesce ad reggere forse è il suo gioco che lo comporta ad consumare troppo energie vorrei una spiegazione da un esperto grazie

Il fatto è ancora peggiore: ha giocato lunedi e non ieri quindi ha pure avuto il giorno di riposo

36
Cataflic (Guest) 13-04-2017 21:40

Solito GQ quando è lì con testa e cuore.
L’unico miglioramento reale è la prima di servizio.
Secondo me questo livello lo aveva già nell’estate 2013, solo che oggi fatica un punto in meno a game di servizio…non poco ma non abbastanza per impensierire gente con palla pesante e poco fallosa.
Quando apparirà un dritto degno di nota, farà un altro passo.
Non esaltiamoci perchè potrebbe tranquillamente prenderle per 4 tornei di fila a questi livelli.

35
Gianfry (Guest) 13-04-2017 21:28

Ho letto un articolo in cui dice che GQ è crollato fisicamente nel terzo set e ne avesse molto di meno di lorenzi inciappando ad errori grossolani anche a causa della partita massacrante di ieri in cui GQ a fine partita era in ginocchio,ma un tennista professionistico giovane non dovrebbe reggere almeno 3 ore di partita al giorno perché GQ non riesce ad reggere forse è il suo gioco che lo comporta ad consumare troppo energie vorrei una spiegazione da un esperto grazie

34
Nic (Guest) 13-04-2017 21:22

Mah avrà giocato pure bene ma adesso si deve confermare nei challenger asiatici…le quali RG sono alla sua portata…qualcuno sa quando uscirá l’entry list delle quali?

33
il pallettaro (Guest) 13-04-2017 20:57

Che dire.. Lorenzi troppo solido lo avevo detto .. non si e’ n. 37 atp per caso .. e in terra Lorenzi oggi vale almeno i primi 25 al mondo

32
RF87 13-04-2017 20:54

Mi manda ai matti GQ.Se la gioca con Lorenzi e ripenso al dritto e alla seconda di servizio esibiti nella partita con Mathieu…Incredibile.
La seconda si può sistemare,il dritto mi preoccupa assai.Dovesse riuscire in questo e aggiungere qualche variazione scalerebbe in fretta la classifica.Con questi difettucci purtroppo si fatica parecchio a livello challenger.E’ questo il limite e il pregio allo stesso tempo di Quinzi,può dare del filo da torcere al 37 e faticare col 900.Riuscirà nell’impresa il nostro eroe?
Non mollare GQ.FORZA

31
dancas (Guest) 13-04-2017 20:42

gran bel risultato. ora sa di valere molto più della sua classifica attuale.

30
Luciano.N94 13-04-2017 20:38

Scritto da Massy

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

secondo me non è migliorato molto come dici tu ..di diritto e molto scarso

Permettimi di fare un battuta .”Il suo diritto è scarso come la tua grammatica in questo post”, dai io ho visto dei miglioramenti contro Mathieu, ora è un po’ più incisivo.

29
adecor 13-04-2017 20:36

Scritto da Spero in Quinzi
Per consolarmi un po’ (ormai ci credevo) mi aggrappo al fatto che Quinzi, pur perdendo, ha vinto un game in più

Succede spesso in una partita di tennis di tre set.

28
Radames 13-04-2017 20:27

Scritto da Alberto
@ LuchinoVisconti (#1814061)
Ma dove lo hai visto , eri a Marrakech ?

noi Quinzi anche se non lo vediamo, lo “sentiamo”

27
Koko (Guest) 13-04-2017 20:25

Scritto da Quinzidelluporto
Non sapevo di vivere a Bradenton. Cos’è un quartiere di PSG ?

Ecco questa cosa della sede prestigiosa e lontana Quinzi dovrebbe evitarla: è un retaggio del fenomeno juniores internazionalista e Bollettieriano che ormai non macina più. Ora deve all’Umbria agreste la sua rinascita parziale!

26
Luca Martin (Guest) 13-04-2017 20:16

Bravo Quinzi!
Purtroppo vedo che è ancora in posizioni marginali: 304 al Mondo!!

25
Massy (Guest) 13-04-2017 20:15

Scritto da LuchinoVisconti
Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

secondo me non è migliorato molto come dici tu ..di diritto e molto scarso

24
W il campa (Guest) 13-04-2017 20:05

La notizia oggi la fa musetti cmq

23
Alberto (Guest) 13-04-2017 20:03

@ LuchinoVisconti (#1814061)

Ma dove lo hai visto , eri a Marrakech ?

22
pippo (Guest) 13-04-2017 19:36

Ottimo torneo per Quinzi. Speriamo sia un buon punto di partenza!

21
Spero in Quinzi (Guest) 13-04-2017 19:29

Per consolarmi un po’ (ormai ci credevo) mi aggrappo al fatto che Quinzi, pur perdendo, ha vinto un game in più

20
LuchinoVisconti (Guest) 13-04-2017 18:34

Da molto non vedevo Quinzi, e sono lieto di notarlo molto migliorato. Molto più solido e combattivo con un discreto dritto oltre al solito rovescio più naturale, e una buona prima quando entra. La voglia di lottare non manca e fisicamente è molto meglio, meno incurvato e più reattivo.
Ha ancora parecchi margini di miglioramento, a cominciare dalla seconda di servizio ancora troppo debole e con poco kick e dovrebbe ancora migliorare i colpi che dovrebbero essere conclusivi o quasi.
Ancora poche volte a rete, ma il tempo non manca e se dimentica il latte versato può ancora arrivare parecchio in alto.
Bravo ragazzo!

19
aper (Guest) 13-04-2017 18:26

L’andamento particolare dell’incontro ha dato luogo a commenti quasi
tutti contraddetti dalla dinamica della partita. Al di là di ogni enfasi “quinziana” sembra però che Quinzi stia finalmente intraprendendo la strada giusta.

18
Quinzidelluporto (Guest) 13-04-2017 18:18

Non sapevo di vivere a Bradenton. Cos’è un quartiere di PSG ?

17
Giambi. (Guest) 13-04-2017 18:17

@ robibini (#1813974)
Sono d’accordo con te.
Con un po’ di fortuna poteva portarsi a casa il tie break e battere un tosto come Lorenzi in 2 set!! Impensabile fino a ieri. Vedo enormi progressi è da top 100.

16
Luca96 13-04-2017 18:03

Ottima partita da parte di Gianluigi e bravo Paolo per questa vittoria lottata…Vesely è un avversario ostico e credo che Paolo sia anche stanco,credo che domani non abbia molte chance purtroppo. Spero di essere smentito 😉

15
e-team (Guest) 13-04-2017 17:58

Quinzi ha giocato alla pari ed è un ottimo segnale….penso che questo livello sulla terra ce l’abbia già

14
Elio 13-04-2017 17:54

Tifavo GQ ❗ Peccato 😥 Bravi entrambi cmq ❗ 😀

13
Luciano.N94 13-04-2017 17:51

Che dire, bravissimo Quinzi, ha fatto giocare 3 set tiratissimi ad un top40 che alla fine l’ha vinta solo grazie all’esperienza. Sono molto felice di questo torneo, ha battuto grandi giocatori e se l’è giocata con un cagnaccio da terra rossa come Paolino. Spero vivamente che questo sia solamente l’inizo di una bella carriera, ora bisogna tornare a lavorare e giocare con costanza sfruttando questo momento di fiducia. Spero che faccia bene in Cina, entrando almeno in top230. Bravo ancora,ora forza Paolino che si deve vincere il torneo.

12
Davide V (Guest) 13-04-2017 17:49

Bravo Quinzi, non mi aspettavo più di due onorevoli set persi con un break di differenza. Invece ha lottato fino all’ultima palla del terzo set. Onore al merito e chissà che si possa confermare. Su Lorenzi non c’è da tempo nulla da dire, tranne bravo!

11
Alessandro Sartorighxxi (Guest) 13-04-2017 17:37

@ robibini (#1813974)

Chi aveva scommesso “bomboloni per tutti” ? Posso passare all’incasso?

10
zanetti (ex panuccio ex nadalito BANNATO DA infobetting) (Guest) 13-04-2017 17:34

Scritto da robibini
Quanti scommettitori che avevano pronosticato che non avrebbe fatto piu’ di 5 game. Anche se ha perso mi sembra che con questo allenatore
Quinzi ha cambiato marcia, peccato e’ arrivato a poco dall’ impresa.
Sicuramente non diventera’ mai un top ten pero’ se va avanti cosi’ nei primi 100 ci arriva a breve.

Esatto, uno di questi è PingPong

9
Lupen (Guest) 13-04-2017 17:31

Scritto da robibini
Quanti scommettitori che avevano pronosticato che non avrebbe fatto piu’ di 5 game. Anche se ha perso mi sembra che con questo allenatore
Quinzi ha cambiato marcia, peccato e’ arrivato a poco dall’ impresa.
Sicuramente non diventera’ mai un top ten pero’ se va avanti cosi’ nei primi 100 ci arriva a breve.

il solito pessimista !!!!

8
Coccia (Guest) 13-04-2017 17:31

Quinze presto nei 100… se lo si lascia un po’ in pace.

7
Davide22 (Guest) 13-04-2017 17:27

Lorenzi è nato a Roma, anche se poi è vissuto in Toscana e risiede a Siena.

6
robibini (Guest) 13-04-2017 17:25

Quanti scommettitori che avevano pronosticato che non avrebbe fatto piu’ di 5 game. Anche se ha perso mi sembra che con questo allenatore
Quinzi ha cambiato marcia, peccato e’ arrivato a poco dall’ impresa.
Sicuramente non diventera’ mai un top ten pero’ se va avanti cosi’ nei primi 100 ci arriva a breve.

5
Fabiofogna 13-04-2017 17:22

Bravo Paolino…e bravo anche GQ

4
Tennisaddicted (Guest) 13-04-2017 17:22

Quinzi ha tenuto, un buon segnale per il prosieguo della sua carriera, possibilmente a distanza dai clamori dei social network

3
Cogito ergo sum; gli uomini hanno incominciato a filosofare a causa della meraviglia; io so di non sapere; l’uomo è una corda tesa fra la bestia e il superuomo (Guest) 13-04-2017 17:22

Adesso spero che Paolino possa vincere… perchè è nelle condizioni per farlo!
Comunque ottima settimana per l’Italia: QF ATP per Lorenzi, QF WTA per Errani, Schiavone e Giorgi e QF Challenger per Giustino, Cecchinato e Giannessi… e magari pure per Arna… what a week

2
B.Naghi (Guest) 13-04-2017 17:18

Chi sarebbe il “35 di Roma”? Lorenzi è di Siena.

1