Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Dominika Cibulkova ancora dura su Maria Sharapova: “Secondo me non è nemmeno giusto che le diano wild card, tutti i dopati dovrebbero ricominciare da zero”

23/03/2017 10:18 138 commenti
Dominika Cibulkova nella foto
Dominika Cibulkova nella foto

Dominika Cibulkova ancora dura verso Maria Sharapova e le wild card che sta ricevendo ai tornei.

“Non penso sia giusto ma cosa possiamo farci? E’ ancora squalificata ma può arrivare al torneo di Stoccarda soltanto il mercoledì, è una cosa molto strana. Per me questa cosa non va per niente bene, ne ho parlato con altre giocatrici e sono d’accordo con me, ma non dipende da noi.”

“Le persone addette alla questione dovrebbero conoscere le regole e fare le cose nella maniera giusta.
Secondo me non è nemmeno giusto che le diano wild card, tutti i dopati dovrebbero ricominciare da zero”
.


TAG: ,

138 commenti. Lasciane uno!

grandeflavia (Guest) 25-03-2017 01:24

Non c’é nessun privilegio nei confronti della Sharapova. C’é stata l’applicazione delle regole prima, e non si capisce perché non ci debba essere tale applicazione dopo che ha scontato la squalifica. Come ha dichiarato Sergio Palmieri é tutta qui la questione. Ci sono delle regole e chi vuole le applica. Chi non la vuole in certi tornei non le darà la wc. E’ tutto molto lineare.

138
Max72 (Guest) 24-03-2017 22:51

Scritto da radar
Bisognerebbe riuscire a distinguere le parole dette dal tifo.
Se ci si riuscisse non si potrebbe andare contro queste dichiarazioni di Dominika.
Sarà anche invidiosa della siberiana, ma non credo che abbia paura ad affrontarla in campo.
Secondo me, le dà più fastidio, a lei e a tutte quelle che han sempre lavorato sodo e non hanno mai ricevuto “regali”, il fatto di vedere tante agevolazioni e tanti favoritismi verso Masha, che probabilissimamente non ci sarebbero stati verso nessun’altra, Serena a parte.
La vera gelosia e la vera invidia nasce da qui, nella disparità di trattamento.
Per il resto, chi si espone ha sempre il mio rispetto, rispetto che non merita chi le cose le manda a dire oppure bisbiglia maliziosamente dietro le quinte e dietro le schiene.

Non c’entra il tifo, non c’è disparità di trattamento, le wild card sono sempre state assegnate alle giocatrici con il migliore palmares

137
Max72 (Guest) 24-03-2017 22:48

Scritto da Luis
@ jolly (#1796799)
Io penso che abbia sbagliato e pagato punto. Il resto sono chiacchiere.Naturalmente ognuno è libero di pensarla come meglio crede. Tu magari l’avresti radiata ma la giustizia sportiva le ha dato 15 mesi. Resto dell’idea che siano in poche le colleghe che non invidiano e quindi odiano Masha.

Infatti le dichiarazioni della cibulkova sono dettate dall’antipatia e non certo dalla morale e dall’etica sportiva

136
grandeflavia (Guest) 24-03-2017 16:33

@ Nico (#1797125)

E’ proprio questa partita che dimostra che non si dopava. Se un atleta vuole vincere ad ogni costo un evento come questo contro l’avversaria che la batte sempre e prende un farmaco per barare non si limita a prendere una pasticchetta ma per essere sicura di vincere prende tre scatole di pasticchette (vedi cosa hanno fatto in passato atleti che si dopavano e non si limitavano alla vittoria ma stravincevano le loro gare: Ben Johnson, Lance Armstrong ecc.). Questa partita e le cinque finali dello Slam perse prendendo lezioni di tennis dimostrano che il farmaco non lo prendeva per barare.

135
Luis (Guest) 24-03-2017 14:14

@ Max72 (#1797417)

Quoto in toto

134
Max72 (Guest) 24-03-2017 13:40

Scritto da tiz
Le regole dicono che Maria può usufruire di tutte le wild card che le danno. Giusto che rientri dal giorno dopo che scade la squalifica, altrimenti sarebbe una ulteriore squalifica non dovuta. La Cibulkova pensi a giocare….come altre ha solo paura di perdere….

Straquoto

133
Max72 (Guest) 24-03-2017 13:38

Scritto da francesco
Boh… io sinceramente non capisco come si possa parteggiare per la russa. Già prima non lo capivo: gioco monocorde, attegiamenti poco simpatici, urla orgasmiche per infastidire le avversarie. ma ora… La Cibulkova ha detto quello che pensa; e, per inciso, penserei anch’ io se fossi al suo posto. Sta a vedere che adesso è più facile il rientro al vertice di una scorretta, rispetto a una che si infortuna. il mondo va proprio alla rovescia.
PS: ma a Troicki e Cilic avevano dato tutte queste WC?

Ma Troicki e Cilic hanno vinto gli stessi slam di Masha?

132
Max72 (Guest) 24-03-2017 12:27

Scritto da Varco74
Perche` Maria Sharapova e` stata squalificata? Chi ne ha tratto vantaggio? Chi aveva la possibilita` (meglio, il potere) di montare un “caso” come questo e pilotarlo verso esiti predefiniti? Queste le vere domande, curiosamente le stesse che si poneva O.Stone in un suo film di qualche decennio fa (JFK – Un caso ancora aperto, 1991) relativo ad un caso, sicuramente ben piu` tragico, ma con significative analogie rispetto a quello di cui parliamo.
Se l’obiettivo era quello del contrasto al doping c’e` da dire che, al netto della squalifica di Maria, l’impatto della proibizione del meldonium e` stato prossimo allo zero; questo lo sa bene anche la Wada che appena e` stato chiaro che Maria sarebbe incorsa in una lunga squalifica ha prontamente messo la sordina ad una dinamica che rischiava di divenire ingestibile (i casi di positivita`stavano scoppiando a centinaia); l’insabbiamento ha talora prodotto effetti paradossali: Maria, senza precedenti per doping e` rimasta fuori dai giochi mentre (tanto per fare un nome abbastanza noto) la nuotatrice Efimova, recidiva, e` stata ammessa a partecipare e, a parte qualche fischio e qualche sceneggiata di atleti americani, si e` pure portata a casa non ricordo se una o due medaglie (ma questo in fondo contava poco considerato che il coefficiente di esposizione mediatica della ranista russa e`infinitesimale rispetto a quello di Maria).
Passate le Olimpiadi il caso meldonium si e` sgonfiato da solo ed e` scomparso dalle cronache; il cerino e` rimasto in mano solo a Maria che, ancora alle prese con la sua squalifica, deve fare i conti con problemi di riacquisto della condizione agonistica e di rapporti con ITF; in aggiunta deve sorbirsi, pressoche` quotidianamente, il chiacchiericcio di colleghe (con importanti eccezioni, questo va riconosciuto) che atteggiandosi a “verginelle nel casino” con il loro starnazzare alimentano un can can che ha il solo effetto di evitare che la gente si ponga le vere domande riguardo a questo caso

Quoto al 100 per cento, soprattutto per quanto riguarda la efimova

131
Max72 (Guest) 24-03-2017 11:58

Scritto da Luciano.N94

Scritto da Luana
Dopata x che cosa? Un farmaco che fino a due mesi prima non era proibito. Ha pagato la sua pena. E basta. Purtroppo x la cibulkova che non riuscirà mai ad intaccare la carriera della tigre siberiana. Grande masha fatti valere.

Si è intaccata la carriera da sola dopandosi. Io la penso come la Cibulkova, chi sbaglia deve rialzarsi da solo, senza avere privilegi che giocatrici che sono rientrate da infortuni non hanno avuto. Brava alla Cibulkova che mostrando gli attributi ha detto cioò che pensa, cosa che varie giocatrici non hanno fatto. Meglio vedere una come Domnika, che può essere anche antipatica, che una che ha infranto le regole.

Ricevere delle wild card non vuol dire non rialzarsi da sola ma utilizzare uno strumento lecito che gli organizzatori decidono di dare a chi vogliono

130
Max72 (Guest) 24-03-2017 11:55

Scritto da Radames
Chi come me segue, oltre al tennis, molti altri sport conosce bene la situazione che si è venuta a creare ai mondiali di Biathlon, dove Martin Fourcade (il più forte biathleta al mondo in questo momento) ha molto contestato l’inserimento nella squadra russa del forte biathleta Aleksandr Loginov, appena rientrato da due anni di squalifica. La situazione ha caratterizzato tutto il mondiale con ripicche e piccole vendette tra Fourcade e la squadra russa. Per Sharapova vale lo stesso che per Loginov: c’è il doping. C’è la condanna. Si può contestare la durata della condanna (che però dipende dalle federazioni internazionali e dal comitato olimpico), si può chiedere che tutti gli squalificati per doping siano squalificati a vita, come anche che tutti i truffatori e ladri prendano l’ergastolo, ma, una volta terminata la condanna, non ci può essere una pena aggiuntiva! Tipo due anni di squalifica e poi due anni ti guardiamo storto e ti facciamo pulire i pavimenti dello spogliatoio: quando lo sportivo rientra, ha tutti i dritti e i doveri degli altri tennisti. Se un torneo vuole assegnare la WC a Sharapova, lo faccia. Se la nazionale di biathlon russa vuole inserire Loginov in staffetta – lo faccia.

Quoto

129
Max72 (Guest) 24-03-2017 11:55

Scritto da alexalex

Scritto da Carl

Scritto da alexalex

Scritto da Biberon
Difendere i giocatori puliti dai dopati sta diventando una cosa alquanto impopolare tra i commentatori di questo sito…

Magari sbaglio, ma se fosse una racchia avrebbe meno difensori!

Sicuramente meno detrattori.

Non credo! Ci fosse la suarez navarro al suo posto (con tutto il rispetto, cito lei solo perché la ritengo una delle meno attraenti dal punto di vista esclusivamente estetico) io la pensarei allo stesso modo, mentre molti di quelli che fremono per il rientro della russa, affosserebbero volentieri la navarro!

Non è vero, quando sono stati squalificati hingis, cilic, puerta, eccetera, non c’è stato questo accanimento

128
Max72 (Guest) 24-03-2017 11:52

Scritto da Nico
Si è perso le decine di altri russi squalificati, tutti con casi di infarto e diabete in famiglia, e la casella email intasata!
Togliere la Sharapova di mezzo per le olimpiadi?
Forse non vi ricordate com’era finta a Londra 2012, io mi ricordo un 60 61 e una bionda in lacrime in campo

Quella bionda però aveva vinto la medaglia d’argento, mica una cosa da niente

127
Max72 (Guest) 24-03-2017 11:49

Scritto da francesco 62
@ Prue (#1796862)
Chi merita lo dicono i risultati… Quindi, a parte Azarenka e Kvitova ovviamente, non doparsi e dosare gli impegni per non sfiancarsi fanno parte del gioco. Se la Williams, al momento, non è in grado di giocare quanto le altre perchè il suo fisico non lo consente, è giusto che non sia la numero uno. Peraltro (esclusa SW), nessuna delle tre citate era ne N1 ne 2 prima delle pause più o meno forzate. Per esempio, Kvitova incostante come poche. Se Wawrinka giocasse sempre come a RG15 sarebbe N1 incontrastato; ma non lo fa.
PS. siamo in tanti ad aspettare il rientro della Sharapova: una bella serie di batoste, così si chiude il discorso!

Vedremo se subirà una serie di batoste, secondo me non andrà così,anzi Masha batterà tante di quelle che per invidia non fanno altro che sbraitare contro di lei

126
francesco 62 (Guest) 24-03-2017 11:49

@ Prue (#1797341)

Vedi, il problema è che lo sport è più grande e sopravvive ai suoi protagonisti. La Sharapova ha ben poca importanza rispetto alla grandezza del tennis in se: corretezza, eleganza, tasso tecnico elevatissimo, psicologia, ecc ecc. Queste sono le caratteristiche che rendono il tennis unico. Non certo il divismo. Io, che sicuramente ho molti anni più di te, ho visto in azione generazioni di grandi giocatori. Da Borg in avanti. loro non ci sono più; sono stati semplicemente sostituiti, come è nell’ ordine delle cose.La Sharapova, a mio parere scorretta, finirà negli annali; così come accadra alle Williams e alle altre. E arriveranno nuovi grandi giocatori PIU CHE DEGNI di essere al top.

125
Varco74 (Guest) 24-03-2017 11:14

Perche` Maria Sharapova e` stata squalificata? Chi ne ha tratto vantaggio? Chi aveva la possibilita` (meglio, il potere) di montare un “caso” come questo e pilotarlo verso esiti predefiniti? Queste le vere domande, curiosamente le stesse che si poneva O.Stone in un suo film di qualche decennio fa (JFK – Un caso ancora aperto, 1991) relativo ad un caso, sicuramente ben piu` tragico, ma con significative analogie rispetto a quello di cui parliamo.
Se l’obiettivo era quello del contrasto al doping c’e` da dire che, al netto della squalifica di Maria, l’impatto della proibizione del meldonium e` stato prossimo allo zero; questo lo sa bene anche la Wada che appena e` stato chiaro che Maria sarebbe incorsa in una lunga squalifica ha prontamente messo la sordina ad una dinamica che rischiava di divenire ingestibile (i casi di positivita`stavano scoppiando a centinaia); l’insabbiamento ha talora prodotto effetti paradossali: Maria, senza precedenti per doping e` rimasta fuori dai giochi mentre (tanto per fare un nome abbastanza noto) la nuotatrice Efimova, recidiva, e` stata ammessa a partecipare e, a parte qualche fischio e qualche sceneggiata di atleti americani, si e` pure portata a casa non ricordo se una o due medaglie (ma questo in fondo contava poco considerato che il coefficiente di esposizione mediatica della ranista russa e`infinitesimale rispetto a quello di Maria).
Passate le Olimpiadi il caso meldonium si e` sgonfiato da solo ed e` scomparso dalle cronache; il cerino e` rimasto in mano solo a Maria che, ancora alle prese con la sua squalifica, deve fare i conti con problemi di riacquisto della condizione agonistica e di rapporti con ITF; in aggiunta deve sorbirsi, pressoche` quotidianamente, il chiacchiericcio di colleghe (con importanti eccezioni, questo va riconosciuto) che atteggiandosi a “verginelle nel casino” con il loro starnazzare alimentano un can can che ha il solo effetto di evitare che la gente si ponga le vere domande riguardo a questo caso

124
Prue (Guest) 24-03-2017 10:47

Scritto da francesco 62
@ Prue (#1796862)
Chi merita lo dicono i risultati… Quindi, a parte Azarenka e Kvitova ovviamente, non doparsi e dosare gli impegni per non sfiancarsi fanno parte del gioco. Se la Williams, al momento, non è in grado di giocare quanto le altre perchè il suo fisico non lo consente, è giusto che non sia la numero uno. Peraltro (esclusa SW), nessuna delle tre citate era ne N1 ne 2 prima delle pause più o meno forzate. Per esempio, Kvitova incostante come poche. Se Wawrinka giocasse sempre come a RG15 sarebbe N1 incontrastato; ma non lo fa.
PS. siamo in tanti ad aspettare il rientro della Sharapova: una bella serie di batoste, così si chiude il discorso!

Si,chi merita lo dicono i risulati ma anche come vengono ottenuti secondo me…. Una Cibulkova che vince il Masters solo perchè la metà della Top 10 non è in condizione di giocare o non si presenta penso conti molto di meno di una Wimbledon vinto da una Kvitova su una che era numero 1 o 2 del mondo a suo tempo…. Sembra che almeno su una cosa siamo concordi,tutti e due vogliamo rivedere Masha in campo… Io personalmente non vedo l’ora di ammirarla mentre fregandosene di tutto quello che diranno su di lei si farà di nuovo strada verso le posizioni che le competono…. Perchè cito “No matter how many people didn’t believe in me. Didn’t think I could get to this point. I didn’t listen I didn’t care”. A dispetto di tutto e tutti lei continuerà a per la sua strada, e io sono sicura che per fine anno (se non prima anche) ci sarà lei in Top 10 al posto di tutte le varie detrattrici….

123
pinkfloyd 24-03-2017 10:18

Scritto da Varco74
Se il meldonium non fosse stato assunto dalla Sharapova non sarebbe stato mai proibito …

Mah, Sharapova ha detto di averlo preso per 10 anni il meldonium, mica da gennaio 2016.
Sa avessero voluto “incastrarla” e fermare l’assunzione di questo farmaco, l’avrebbero bannato ben prima.
Ma evidentemente lo hanno lasciato lì, legale, anche quando 10 anni fa ha iniziato ad assumerlo la Sharapova, e fino a gennaio 2016.

In realtà può essere anche il contrario e cioè che l’hanno mantenuto legale proprio perché lo prendeva lei (sempre ragionando per assurdo e in modo grottesco e facilone, lo posso fare anch’io, perché no?).
Poi quando hanno visto che era ormai diffuso e “sputtanato” in maniera incontrollabile (e sospetta) non hanno proprio potuto evitare il ban del prodotto, Sharapova o non Sharapova, immaginando giustamente che lei si fosse fermata, visto che era stata avvisata e bla bla.

122
francesco 62 (Guest) 24-03-2017 10:12

@ Prue (#1796862)

Chi merita lo dicono i risultati… Quindi, a parte Azarenka e Kvitova ovviamente, non doparsi e dosare gli impegni per non sfiancarsi fanno parte del gioco. Se la Williams, al momento, non è in grado di giocare quanto le altre perchè il suo fisico non lo consente, è giusto che non sia la numero uno. Peraltro (esclusa SW), nessuna delle tre citate era ne N1 ne 2 prima delle pause più o meno forzate. Per esempio, Kvitova incostante come poche. Se Wawrinka giocasse sempre come a RG15 sarebbe N1 incontrastato; ma non lo fa.
PS. siamo in tanti ad aspettare il rientro della Sharapova: una bella serie di batoste, così si chiude il discorso!

121
Cristian Corna (Guest) 24-03-2017 09:07

Scritto da grandeflavia
La Sharapova e la Cibulkova vengono dallo stesso mondo e vivono ciascuna in una bolla dorata che nulla ha a che vedere con la realtà quotidiana. Sono troppo distratte dal glamour, da servizi fotografici e non si occupano di ciò che accade su questo pianeta. La Sharapova di sicuro non sapeva della polemica della Wada con la Federazione russa dell’atletica altrimenti un sospetto le sarebbe certamente venuto. La Cibulkova parla del caso Sharapova senza essersi documentata, spara a zero solo per la ripulsione che ha verso di lei. La Sharapova non è stata squalificata per doping. Tant’é vero che la sentenza di primo grado riconosce che non prendeva il farmaco per barare. E’ stata squalificata per la negligenza mostrata nel non aver preso visione della lista dei nuovi farmaci inseriti. Il Cas ha ridotto la pena a 15 mesi riconoscendo che sia la Wada che l’Itf non hanno fatto ciò che era necessario per informare in maniera sufficiente gli atleti. D’altra parte la stessa Wada ha dichiarato (risulta dagli atti) di aver monitorato la Sharapova a luglio del 2015 (durante Wimbledon) e di aver constatato che aveva assunto il Meldonium (solo che quell’anno era perfettamente legale). Sul sito della Sharapova si possono trovare gli atti del processo, le dichiarazioni e le prove dell’accusa e della difesa, ma la cosa più interessante é la scheda delle analisi del 2015 sostenute dalla Sharapova dove la Wada ha sempre apposto il timbro “NEGATIVO” (comprese quelle di luglio). Cosa ci dice questo. Ci dice che la Wada era al corrente che la Sharapova prendeva il Meldonium e lo sapeva perché evidentemente la Sharapova lo aveva dichiarato. Altrimenti la Wada avrebbe dovuto squalificarla già dal 2015. Non vi pare?

Amen!

120
_Carlo 24-03-2017 01:50

Scritto da jolly
Ma infatti!! Tutti questi tifosi che infestano con giudizi dettati solo appunto dal tifo. Ma come si fa anche solo a pensare che la sharapova sia stata squalificata per ragioni politiche!! Scusate, ma visto che la sharapova è quella che fa “vendere” il prodotto wta più di tutte le altre insieme, come si può pensare che sia stata squalificata essendo innocente!! e comunque, qui in discussione non c’è la sharapova vittima o colpevole, visto che lei stessa ha ammesso eccome se ha ammesso, le sue colpe!! Qui in discussione c’è che una ragazza onesta, che cerca semplicmente di esprimere un giudizio su una questine che riguarda il suo lavoro, vieni ivitata a tacere perchè lei non è forte come l’altra, non è fi..ga come l’altra, non è vincente come l’altra, potrà liberamente dire la sua o deve star zitta!!
Quanto poi, a quelli che insultano la vesnina come indegna di vincere un grande torneo…non so che dire. VIVA LA VESNINA ALLORA!!

Superultramegastraquotone !!!!! 😀 😀 😀

119
Nico (Guest) 24-03-2017 01:25

Si è perso le decine di altri russi squalificati, tutti con casi di infarto e diabete in famiglia, e la casella email intasata!
Togliere la Sharapova di mezzo per le olimpiadi?
Forse non vi ricordate com’era finta a Londra 2012, io mi ricordo un 60 61 e una bionda in lacrime in campo

118
Thetis. 24-03-2017 00:37

Scritto da Varco74
Se il meldonium non fosse stato assunto dalla Sharapova non sarebbe stato mai proibito …

Sì vabbè ciao…e se mia nonna avesse avuto tre ruote era un carretto. te la canti e te la suoni da solo.

117
grandeflavia (Guest) 24-03-2017 00:29

La Sharapova e la Cibulkova vengono dallo stesso mondo e vivono ciascuna in una bolla dorata che nulla ha a che vedere con la realtà quotidiana. Sono troppo distratte dal glamour, da servizi fotografici e non si occupano di ciò che accade su questo pianeta. La Sharapova di sicuro non sapeva della polemica della Wada con la Federazione russa dell’atletica altrimenti un sospetto le sarebbe certamente venuto. La Cibulkova parla del caso Sharapova senza essersi documentata, spara a zero solo per la ripulsione che ha verso di lei. La Sharapova non è stata squalificata per doping. Tant’é vero che la sentenza di primo grado riconosce che non prendeva il farmaco per barare. E’ stata squalificata per la negligenza mostrata nel non aver preso visione della lista dei nuovi farmaci inseriti. Il Cas ha ridotto la pena a 15 mesi riconoscendo che sia la Wada che l’Itf non hanno fatto ciò che era necessario per informare in maniera sufficiente gli atleti. D’altra parte la stessa Wada ha dichiarato (risulta dagli atti) di aver monitorato la Sharapova a luglio del 2015 (durante Wimbledon) e di aver constatato che aveva assunto il Meldonium (solo che quell’anno era perfettamente legale). Sul sito della Sharapova si possono trovare gli atti del processo, le dichiarazioni e le prove dell’accusa e della difesa, ma la cosa più interessante é la scheda delle analisi del 2015 sostenute dalla Sharapova dove la Wada ha sempre apposto il timbro “NEGATIVO” (comprese quelle di luglio). Cosa ci dice questo. Ci dice che la Wada era al corrente che la Sharapova prendeva il Meldonium e lo sapeva perché evidentemente la Sharapova lo aveva dichiarato. Altrimenti la Wada avrebbe dovuto squalificarla già dal 2015. Non vi pare?

116
antonios 24-03-2017 00:12

Scritto da Radames

Scritto da emilio

Scritto da Radames
Chi come me segue, oltre al tennis, molti altri sport conosce bene la situazione che si è venuta a creare ai mondiali di Biathlon, dove Martin Fourcade (il più forte biathleta al mondo in questo momento) ha molto contestato l’inserimento nella squadra russa del forte biathleta Aleksandr Loginov, appena rientrato da due anni di squalifica. La situazione ha caratterizzato tutto il mondiale con ripicche e piccole vendette tra Fourcade e la squadra russa. Per Sharapova vale lo stesso che per Loginov: c’è il doping. C’è la condanna. Si può contestare la durata della condanna (che però dipende dalle federazioni internazionali e dal comitato olimpico), si può chiedere che tutti gli squalificati per doping siano squalificati a vita, come anche che tutti i truffatori e ladri prendano l’ergastolo, ma, una volta terminata la condanna, non ci può essere una pena aggiuntiva! Tipo due anni di squalifica e poi due anni ti guardiamo storto e ti facciamo pulire i pavimenti dello spogliatoio: quando lo sportivo rientra, ha tutti i dritti e i doveri degli altri tennisti. Se un torneo vuole assegnare la WC a Sharapova, lo faccia. Se la nazionale di biathlon russa vuole inserire Loginov in staffetta – lo faccia.

quindi se uno ruba i risparmi di una vita alla gente,si fa 3 anni agli domiciliari e poi va rimesso nello stesso posto?perche ha gia pagato?

Tre, dieci o trent’anni, lo decide la legge, basandosi su un codice. Dopo una pena giusta ed adeguata, per me è un cittadino come gli altri

Bravo!

115
alexalex 23-03-2017 23:56

Scritto da Varco74
Se il meldonium non fosse stato assunto dalla Sharapova non sarebbe stato mai proibito …

Se avesse bevuto magnesio avrebbero vietato i sali minerali?

114
alexalex 23-03-2017 23:38

Scritto da Carl

Scritto da alexalex

Scritto da Biberon
Difendere i giocatori puliti dai dopati sta diventando una cosa alquanto impopolare tra i commentatori di questo sito…

Magari sbaglio, ma se fosse una racchia avrebbe meno difensori!

Sicuramente meno detrattori.

Non credo! Ci fosse la suarez navarro al suo posto (con tutto il rispetto, cito lei solo perché la ritengo una delle meno attraenti dal punto di vista esclusivamente estetico) io la pensarei allo stesso modo, mentre molti di quelli che fremono per il rientro della russa, affosserebbero volentieri la navarro!

113
jolly (Guest) 23-03-2017 22:34

Scritto da pinkfloyd

Scritto da Varco74
Il meldonium e` stato proibito per il solo scopo di squalificare la Sharapova ed impedirle di andare a Rio; naturalmente prove non se ne troveranno mai ci sono pero` indizi molto significativi:
– dopo anni di monitoraggio il meldonium viene proibito proprio l’anno delle Olimpiadi;
– agli AUS Open 2016, pochi giorni dopo l’entrata in vigore del divieto si battono tutti i record nel numero dei controlli antidoping; quest’anno, nemmeno risultano pubblicati dati;
– pochi giorni dopo le ammissioni di Maria del 7Marzo 2016 la Wada “scopre” di avere dei dubbi sui tempi di smaltimento e vara, ipso facto, misure di ” raffreddamento” del caso.
A pensar male si fa` peccato, diceva uno che la sapeva lunga, ma spesso si indovina …

Perché tendere una trappola alla Sharapova? A che scopo?
Visto che WTA e ITF sicuramente ci perdono a tener fuori una Sharapova.
La WADA in combutta con Obama e l’Isis? E’ colpa loro?
Lo devi dire all’”addetto alle mail” della russa…la colpa è sua (dando per buona tutta la loro ricostruzione della vicenda e io la do per buona).

Ma infatti!! Tutti questi tifosi che infestano con giudizi dettati solo appunto dal tifo. Ma come si fa anche solo a pensare che la sharapova sia stata squalificata per ragioni politiche!! Scusate, ma visto che la sharapova è quella che fa “vendere” il prodotto wta più di tutte le altre insieme, come si può pensare che sia stata squalificata essendo innocente!! e comunque, qui in discussione non c’è la sharapova vittima o colpevole, visto che lei stessa ha ammesso eccome se ha ammesso, le sue colpe!! Qui in discussione c’è che una ragazza onesta, che cerca semplicmente di esprimere un giudizio su una questine che riguarda il suo lavoro, vieni ivitata a tacere perchè lei non è forte come l’altra, non è fi..ga come l’altra, non è vincente come l’altra, potrà liberamente dire la sua o deve star zitta!!
Quanto poi, a quelli che insultano la vesnina come indegna di vincere un grande torneo…non so che dire. VIVA LA VESNINA ALLORA!!

112
andrew (Guest) 23-03-2017 21:10

Che le giocatrici della Wta facciano sentire tutto il caloroso sostegno verso una Kvitova o una Azarenka, che, seppur per motivi diversissimi, sono fuori e corrette!

111
Varco74 (Guest) 23-03-2017 21:08

Se il meldonium non fosse stato assunto dalla Sharapova non sarebbe stato mai proibito …

110
Radames 23-03-2017 20:51

Scritto da emilio

Scritto da Radames
Chi come me segue, oltre al tennis, molti altri sport conosce bene la situazione che si è venuta a creare ai mondiali di Biathlon, dove Martin Fourcade (il più forte biathleta al mondo in questo momento) ha molto contestato l’inserimento nella squadra russa del forte biathleta Aleksandr Loginov, appena rientrato da due anni di squalifica. La situazione ha caratterizzato tutto il mondiale con ripicche e piccole vendette tra Fourcade e la squadra russa. Per Sharapova vale lo stesso che per Loginov: c’è il doping. C’è la condanna. Si può contestare la durata della condanna (che però dipende dalle federazioni internazionali e dal comitato olimpico), si può chiedere che tutti gli squalificati per doping siano squalificati a vita, come anche che tutti i truffatori e ladri prendano l’ergastolo, ma, una volta terminata la condanna, non ci può essere una pena aggiuntiva! Tipo due anni di squalifica e poi due anni ti guardiamo storto e ti facciamo pulire i pavimenti dello spogliatoio: quando lo sportivo rientra, ha tutti i dritti e i doveri degli altri tennisti. Se un torneo vuole assegnare la WC a Sharapova, lo faccia. Se la nazionale di biathlon russa vuole inserire Loginov in staffetta – lo faccia.

quindi se uno ruba i risparmi di una vita alla gente,si fa 3 anni agli domiciliari e poi va rimesso nello stesso posto?perche ha gia pagato?

Tre, dieci o trent’anni, lo decide la legge, basandosi su un codice. Dopo una pena giusta ed adeguata, per me è un cittadino come gli altri

109
emilio (Guest) 23-03-2017 20:09

Scritto da Radames
Chi come me segue, oltre al tennis, molti altri sport conosce bene la situazione che si è venuta a creare ai mondiali di Biathlon, dove Martin Fourcade (il più forte biathleta al mondo in questo momento) ha molto contestato l’inserimento nella squadra russa del forte biathleta Aleksandr Loginov, appena rientrato da due anni di squalifica. La situazione ha caratterizzato tutto il mondiale con ripicche e piccole vendette tra Fourcade e la squadra russa. Per Sharapova vale lo stesso che per Loginov: c’è il doping. C’è la condanna. Si può contestare la durata della condanna (che però dipende dalle federazioni internazionali e dal comitato olimpico), si può chiedere che tutti gli squalificati per doping siano squalificati a vita, come anche che tutti i truffatori e ladri prendano l’ergastolo, ma, una volta terminata la condanna, non ci può essere una pena aggiuntiva! Tipo due anni di squalifica e poi due anni ti guardiamo storto e ti facciamo pulire i pavimenti dello spogliatoio: quando lo sportivo rientra, ha tutti i dritti e i doveri degli altri tennisti. Se un torneo vuole assegnare la WC a Sharapova, lo faccia. Se la nazionale di biathlon russa vuole inserire Loginov in staffetta – lo faccia.

quindi se uno ruba i risparmi di una vita alla gente,si fa 3 anni agli domiciliari e poi va rimesso nello stesso posto?perche ha gia pagato?

108
pinkfloyd 23-03-2017 20:07

Scritto da Varco74
Il meldonium e` stato proibito per il solo scopo di squalificare la Sharapova ed impedirle di andare a Rio; naturalmente prove non se ne troveranno mai ci sono pero` indizi molto significativi:
– dopo anni di monitoraggio il meldonium viene proibito proprio l’anno delle Olimpiadi;
– agli AUS Open 2016, pochi giorni dopo l’entrata in vigore del divieto si battono tutti i record nel numero dei controlli antidoping; quest’anno, nemmeno risultano pubblicati dati;
– pochi giorni dopo le ammissioni di Maria del 7Marzo 2016 la Wada “scopre” di avere dei dubbi sui tempi di smaltimento e vara, ipso facto, misure di ” raffreddamento” del caso.
A pensar male si fa` peccato, diceva uno che la sapeva lunga, ma spesso si indovina …

Perché tendere una trappola alla Sharapova? A che scopo?
Visto che WTA e ITF sicuramente ci perdono a tener fuori una Sharapova.
La WADA in combutta con Obama e l’Isis? E’ colpa loro?

Lo devi dire all'”addetto alle mail” della russa…la colpa è sua (dando per buona tutta la loro ricostruzione della vicenda e io la do per buona).

107
Radames 23-03-2017 19:59

Chi come me segue, oltre al tennis, molti altri sport conosce bene la situazione che si è venuta a creare ai mondiali di Biathlon, dove Martin Fourcade (il più forte biathleta al mondo in questo momento) ha molto contestato l’inserimento nella squadra russa del forte biathleta Aleksandr Loginov, appena rientrato da due anni di squalifica. La situazione ha caratterizzato tutto il mondiale con ripicche e piccole vendette tra Fourcade e la squadra russa. Per Sharapova vale lo stesso che per Loginov: c’è il doping. C’è la condanna. Si può contestare la durata della condanna (che però dipende dalle federazioni internazionali e dal comitato olimpico), si può chiedere che tutti gli squalificati per doping siano squalificati a vita, come anche che tutti i truffatori e ladri prendano l’ergastolo, ma, una volta terminata la condanna, non ci può essere una pena aggiuntiva! Tipo due anni di squalifica e poi due anni ti guardiamo storto e ti facciamo pulire i pavimenti dello spogliatoio: quando lo sportivo rientra, ha tutti i dritti e i doveri degli altri tennisti. Se un torneo vuole assegnare la WC a Sharapova, lo faccia. Se la nazionale di biathlon russa vuole inserire Loginov in staffetta – lo faccia.

106
_Carlo 23-03-2017 19:05

Scritto da Thetis.

Scritto da _Carlo

Scritto da Luis
@ proio (#1796754)
La Vesnina è una tennista completa: servizio più che buono, diritto e rovescio buoni, colpi di volo più che buoni. Spiegami perché non avrebbe dovuto vincere.

Perchè non è una “big”, non è una “leader”, per certa gente se non sei così non devi osare mai vincere niente nella vita, hanno diritto a vincere solo i “vincenti”, i fighi, i belli, i famosi, gli altri stiano buoni nelle retrovie che gli spettano, e non osino neanche per sbaglio salire su podi e vincere trofei che spettano ad altri…

Hai proprio ragione Carlo. Il fatto che molti la pensano così fa venire però una grande tristrezza.

Grazie Thetis, a me invece fa venire una gran rabbia, ma mi conforta sapere che condividi questp mio pensiero… 😉

105
Varco74 (Guest) 23-03-2017 19:01

Il meldonium e` stato proibito per il solo scopo di squalificare la Sharapova ed impedirle di andare a Rio; naturalmente prove non se ne troveranno mai ci sono pero` indizi molto significativi:
– dopo anni di monitoraggio il meldonium viene proibito proprio l’anno delle Olimpiadi;
– agli AUS Open 2016, pochi giorni dopo l’entrata in vigore del divieto si battono tutti i record nel numero dei controlli antidoping; quest’anno, nemmeno risultano pubblicati dati;
– pochi giorni dopo le ammissioni di Maria del 7Marzo 2016 la Wada “scopre” di avere dei dubbi sui tempi di smaltimento e vara, ipso facto, misure di ” raffreddamento” del caso.
A pensar male si fa` peccato, diceva uno che la sapeva lunga, ma spesso si indovina …

104
gili.preda (Guest) 23-03-2017 17:49

@ Biberon (#1796756)
Non ha preso per anni “sostanze proibite” ma solo per alcuni giorni visto che fino al 31/12 era legale ! Se ancora non ci vedete un mezzo complotto significa che i paraocchi sono molti venduti e io non lo sapevo !

103
Prue (Guest) 23-03-2017 17:39

Scritto da francesco 62
@ LuchinoVisconti (#1796736)
hai ragione… proprio una mezza tacca. d’altra parte è solo N4 del mondo….

Ora come ora la più della metà delle Top 10 non merita la posizione che occupa quindi… Se Masha,Vika e Petra (e Serena in un certo senso) non fossero ai box,chi per un motivo chi per un altro,voglio proprio vedere che posizione occuperebbe la Cibulkova… Dubito anche che avrebbe vinto il Masters o anche che la Vesnina avrebbe vinto Indian Wells… Per fortuna manca solo un mese a Stoccarda….

102
Thetis. 23-03-2017 17:26

Scritto da _Carlo

Scritto da Luis
@ proio (#1796754)
La Vesnina è una tennista completa: servizio più che buono, diritto e rovescio buoni, colpi di volo più che buoni. Spiegami perché non avrebbe dovuto vincere.

Perchè non è una “big”, non è una “leader”, per certa gente se non sei così non devi osare mai vincere niente nella vita, hanno diritto a vincere solo i “vincenti”, i fighi, i belli, i famosi, gli altri stiano buoni nelle retrovie che gli spettano, e non osino neanche per sbaglio salire su podi e vincere trofei che spettano ad altri…

Hai proprio ragione Carlo. Il fatto che molti la pensano così fa venire però una grande tristrezza.

101