Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Yoshihito Nishioka e la sua risposta per rispondere ai servizi dei giganti

15/03/2017 11:27 22 commenti
Yoshihito Nishioka classe 1995 e n.70 ATP
Yoshihito Nishioka classe 1995 e n.70 ATP

Yoshihito Nishioka, ventun anni, rappresenta sicuramente uno dei nomi che finiranno nella storia dell’edizione 2017 di Indian Wells.

Il giapponese, che forte dei propri 170 cm di altezza condivide con Diego Schwartzmann il record di tennista più basso a far parte del tabellone principale del primo Masters1000 della stagione, aveva inizialmente guadagnato l’accesso alla fase finale dell’evento in qualità di Lucky Loser.

Dopo aver sconfitto il giocatore che lo aveva battuto nelle qualificazioni (ovvero lo svedese Elias Ymer), il nipponico è riuscito ad eliminare Ivo Karlovic e Tomas Berdych in successione e guadagnare così l’accesso agli ottavi di finale della manifestazione.

In parecchi si sono interessati, a quel punto, a quale metodo di allenamento fosse stato adottato da Nishioka per mettere al tappeto due giganti come il croato ed il ceco. Precisamente, con l’obiettivo di abituarsi ai potentissimi servizi dei due avversari, il giapponese ha fatto sì che il suo allenatore lo mettesse alla prova battendo da sopra una panchina.

Un metodo senza dubbio singolare che, per giunta, ha finora garantito risultati sopra le più rosee aspettative. Tanto, da permettere a Nishioka di trovarsi per la prima volta in carriera tra i migliori sedici in un torneo di livello Masters1000 ed aprirsi le porte ad un’emozionante sfida con Stan Wawrinka.


Edoardo Gamacchio


TAG: ,

22 commenti. Lasciane uno!

Nostradamus (Guest) 16-03-2017 17:53

@ guidoyouth (#1792046)

Ma è normale che non possano emergere tutti, dai è pacifico questo. Io mi riferivo principalmente alle promesse di quel periodo (tipo 3-4 anni fa). E penso che rappresenti una fotografia della nostra situazione: gli altri ciclicamente uno buono lo beccano molto ma molto piu’ spesso di noi. La nostra situazione fa piangere…! E comunque, preciso: il mio non è un “j’accuse” ristretto a Quinzi…pure gli altri non sono esenti. Napolitano, Donati…e quando emergono?

22
guidoyouth (Guest) 16-03-2017 10:47

Scritto da Luca Martin
D’accordo con @Nostradamus
Il fatto non e’ se ci siano anche giovani tennisti di altri paesi che si smarriscono, ma come mai che in Italia questa cosa accada sistematicamente, cosi come sorge e tramonta il Sole, ogni santo giorno.

lui diceva che a parte garin solo i nostri si sono persi.
beh mi sembra che le cose non stiano proprio così.

21
Luca Martin (Guest) 16-03-2017 10:04

D’accordo con @Nostradamus
Il fatto non e’ se ci siano anche giovani tennisti di altri paesi che si smarriscono, ma come mai che in Italia questa cosa accada sistematicamente, cosi come sorge e tramonta il Sole, ogni santo giorno.

20
cataflic (Guest) 15-03-2017 17:40

Scritto da guidoyouth

Scritto da Nostradamus
Io, anni fa scrivevo piu’ spesso su questo forum (tra l’altro mi dispiace molto, perche’ mi trovavo bene…ma il tempo è tiranno ultimamente, ahimè!!!) e si diceva che fossero tutte pippe, tranne i nostri. Questo era basso e costruito, Zvereev precoce perche’ aiutato dal fratello ma nulla di piu’, Kyrgios solo servizio, Coric un pallettaro, Edmund uno normale e timido e potrei continuare con altri. E bene, a distanza di anni, oltre ai nostri solo Garin ha probabilmente deluso fin’ora, gli altri sono diventati tutti dei top 100. Ci sono sicuramente delle lacune evidenti nel nostro sistema e nel nostro movimento, pero’ l’arroganza che abbiamo noi italiani nel valutare le cose è allarmante. E poi prendiamo gli schiaffoni.

non sono d’accordo sai…
quando parliamo delle promesse mancate facciamo spesso l’errore di ricordarci solo dei tennisti italiani, in questo caso di quinzi. in realtà se da una parte abbiamo chi è emerso come zverev, kyrgios, coric, edmund, nishioka…ne abbiamo molti di più che promettevano bene ma hanno fallito (al momento) l’appuntamento con il grande tennis: quinzi, peliwo, saville, coppejans, ferreira silva, djere, milojevic, uchida, broady eccetera eccetera.

Applausi a scena aperta!

19
erebus (Guest) 15-03-2017 17:00

Scritto da cataflic

Scritto da erebus
Questo Giapponese corre come una lepre e ha grande resilienza. Tutti i suoi colpi, diritto,rovescio,servizio, sono di livello inferiore a quelli dell’Innominabile, ma la mentalità e l’approccio positivo alla competizione fanno una GRANDE differenza.

Tutti i suoi colpi? sicuro? proprio sicuro?

Sicuro.

18
Losvizzero 15-03-2017 16:24

Rochus approva

17
guidoyouth (Guest) 15-03-2017 15:57

Scritto da Nostradamus
Io, anni fa scrivevo piu’ spesso su questo forum (tra l’altro mi dispiace molto, perche’ mi trovavo bene…ma il tempo è tiranno ultimamente, ahimè!!!) e si diceva che fossero tutte pippe, tranne i nostri. Questo era basso e costruito, Zvereev precoce perche’ aiutato dal fratello ma nulla di piu’, Kyrgios solo servizio, Coric un pallettaro, Edmund uno normale e timido e potrei continuare con altri. E bene, a distanza di anni, oltre ai nostri solo Garin ha probabilmente deluso fin’ora, gli altri sono diventati tutti dei top 100. Ci sono sicuramente delle lacune evidenti nel nostro sistema e nel nostro movimento, pero’ l’arroganza che abbiamo noi italiani nel valutare le cose è allarmante. E poi prendiamo gli schiaffoni.

non sono d’accordo sai…
quando parliamo delle promesse mancate facciamo spesso l’errore di ricordarci solo dei tennisti italiani, in questo caso di quinzi. in realtà se da una parte abbiamo chi è emerso come zverev, kyrgios, coric, edmund, nishioka…ne abbiamo molti di più che promettevano bene ma hanno fallito (al momento) l’appuntamento con il grande tennis: quinzi, peliwo, saville, coppejans, ferreira silva, djere, milojevic, uchida, broady eccetera eccetera.

16
alef (Guest) 15-03-2017 15:55

Comunque il sistema giapponese ha superato il nostro. Tra gli uomini Nishioka e ovviamente Nishikori, noi siamo nelle mani di Lorenzi che ha una certa età e Fognini vicino ai 30. Tra le donne neanche a parlarne: Doi, Ozaki, Nara, l’unica che ha la loro età ed è in top 100 è per ora la Giorgi. Gli manca la punta di diamante, quello sì.

15
il tennista sul tubo (Guest) 15-03-2017 14:53

@ christian (#1791373)

si ma karlovic ha fatto molti torneo e ha sempre perso,,ricordiamoci.berdych puo perdere con tutti ( anche con fratangelo )..bravo lui ma wawr lo batterà.

14
Koko (Guest) 15-03-2017 14:20

Non vorrei che i nostri piccoletti non usino nessuna panchina e nessun allenamento specifico. Spesso il prodromo ai nostri insuccessi si chiama allenamento tradizionalista e arretrato non abbastanza mirato e furbo. Allenare la risposta anche a bombe è possibile e anche allenare un servizio efficace da bassotti. Se non ti ci dedichi piangerai quando incontrerai i giganti. Fabbiano con quel drittuccio di risposta ha pianto contro quel Russo che non era nemmeno un bombardiere classico alla battuta (servizietto esterno da destra molto prevedibile ma mai ribattuto bene).

13
christian (Guest) 15-03-2017 13:41

ma perchè voi credete che abbia vinto contro questi due per gli allenamenti che ha fatto? karlovic ha vinto solo 4 partite in 3 mesi, berdych è in caduta libera da buoni 2 anni…avrebbe vinto lo stesso senza questi allenamenti ridicoli….

12
Ken_Rosewall 15-03-2017 13:08

@ Gio’ (#1791342)

è un metodo abbastanza diffuso… 😉

11
isa (Guest) 15-03-2017 13:05

Lo vidi giocare qualche anno fa a Vicenza e rimasi molto colpito dall’incredibile velocità di gambe e dal timing perfetto…non pensavo però che con questi limiti fisici sarebbe riuscito a raggiungere livelli di eccellenza mondiale.

10
Gio’ (Guest) 15-03-2017 13:02

Anche Chung, per allenare Nishikori alla risposta, serviva salendo su una panchina….

9
cataflic (Guest) 15-03-2017 12:39

Scritto da erebus
Questo Giapponese corre come una lepre e ha grande resilienza. Tutti i suoi colpi, diritto,rovescio,servizio, sono di livello inferiore a quelli dell’Innominabile, ma la mentalità e l’approccio positivo alla competizione fanno una GRANDE differenza.

Tutti i suoi colpi? sicuro? proprio sicuro? 😉

8
Roberto (Guest) 15-03-2017 12:34

@ Antonio (#1791319)

Intanto Garin è nei primi 200…E da quando c’è Fernando Gonzalez è migliorato molto…
Potenzialmente è meglio dei nostri

7
erebus (Guest) 15-03-2017 12:23

Questo Giapponese corre come una lepre e ha grande resilienza. Tutti i suoi colpi, diritto,rovescio,servizio, sono di livello inferiore a quelli dell’Innominabile, ma la mentalità e l’approccio positivo alla competizione fanno una GRANDE differenza.

6
Antonio (Guest) 15-03-2017 12:23

@ Nostradamus (#1791310)
Garin ancora non me lo spiego,pensavo diventasse un animale sulla terra rossa

5
Nostradamus (Guest) 15-03-2017 12:01

Io, anni fa scrivevo piu’ spesso su questo forum (tra l’altro mi dispiace molto, perche’ mi trovavo bene…ma il tempo è tiranno ultimamente, ahimè!!!) e si diceva che fossero tutte pippe, tranne i nostri. Questo era basso e costruito, Zvereev precoce perche’ aiutato dal fratello ma nulla di piu’, Kyrgios solo servizio, Coric un pallettaro, Edmund uno normale e timido e potrei continuare con altri. E bene, a distanza di anni, oltre ai nostri solo Garin ha probabilmente deluso fin’ora, gli altri sono diventati tutti dei top 100. Ci sono sicuramente delle lacune evidenti nel nostro sistema e nel nostro movimento, pero’ l’arroganza che abbiamo noi italiani nel valutare le cose è allarmante. E poi prendiamo gli schiaffoni.

4
barbaat (Guest) 15-03-2017 11:52

Gioia pura vedere un nanerottolo battere i giganti del tennis!!

3
akgul num.1 15-03-2017 11:49

servire qualche passo dentro il campo no è?!?!?!

2
Andi (Guest) 15-03-2017 11:44

Mitico

1