Fed Cup 2017 Copertina, Davis/FedCup

Fed Cup: Italia vs Taipei si giocherà a Barletta su terra rossa

15/03/2017 00:49 27 commenti
Italia vs Taipei si giocherà a Barletta su terra rossa
Italia vs Taipei si giocherà a Barletta su terra rossa

L’incontro di Federation Cup tra Italia e Cina Taipei, valido per i play-off per il World Group II in programma dal 22 al 23 aprile, si disputerà sulla terra rossa di Barletta.

Le azzurre in base al sorteggio avrebbero dovuto giocare in trasferta, ma l’ITF ha accettato la richiesta di inversione del campo avanzata da Cina Taipei per ragioni di natura economica.


TAG: , ,

27 commenti. Lasciane uno!

luca (Guest) 16-03-2017 19:26

mo basta con ste vecchie e zoppe… oramai hanno fatto il suo tempo. in fed cup e davis in 10 anni abbiamo fatto debuttare solo una nuova giocatrice, per poi squalificarla perche non e serva del potere. se i giovani bravi non li abbiamo, i poltrona d’ora facciano un piccolo esame di coscienza….. federazione ridicola

27
Antonios (Guest) 16-03-2017 00:58

@ Max72 (#1791792)

Ma perché questa animosità? Hai ragione sul fatto che avrei dovuto specificare che mi riferivo al 2016 anno in cui la terra rossa è stata la superficie su cui ha avuto un rendimento migliore. Questi sono i dati cui mi riferivo scrivendo il post. Credo che per tutte le tenniste che giocheranno Italia Taipei sia giusto guardare all’ultimo anno, altrimenti guardiamo per Sara al 2012 e siamo belli tranquilli. Peraltro ho anche scritto la frase ptincipale è “Su Wei ringrazia sentitamente”, pensando alle sue preferenze che certamente contano nell’approccio ad una competizione. Sulla sua partecipazione o meno, non ho “prove” per carità, la mia opinione è che a Barletta ci sarà. Sulle Olimpiadi il braccio di ferro fu sullo staff al seguito. È possibile che per i pochi giorni della Fed Cup la talentuosa taiwanese si accontenterà più facilmente.
Alla prossima 😉

http ://www.tennisprediction.com/index.php?a=player&p1_id=455147

26
Max72 (Guest) 15-03-2017 23:26

Scritto da Antonios

Scritto da Fede-rer

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Onestamente non trovo molto corretto ciò che dici… Ha un rendimento più alto su terra? Nel 2016 per la prima volta ha concluso l’anno con un bilancio positivo sul rosso dal 2007. Una giocatrice che per 8 anni ha bilanci negativi su terra (mentre spesso positivi sia su cemento che erba) dovrebbe essere felice della scelta? Nel 2016 bilancio W/L di 10/6 sul rosso, che è arrivato grazie a itf e international, più un turno vinto a Parigi. La Hsieh gioca molto piatto con buone variazioni… non è troppo adatta al lento. Detto ciò, se ci presentiamo con la squadra dell’ultima volta basta e avanza la hsieh per farci neri

Ma certo… E’ palese quello che dici. Chiunque dica che la Hsieh è una giocatrice da terra….. non ha mai visto un game della Hsieh in vita sua!

A me potete anche convincermi, scrivete però all’Itf ed anche a Su Wei, visto che le informazioni del sito sono raccolte dalla giocatrice o dal suo staff.
http://www.itftennis.com/procircuit/players/player/profile.aspx?playerid=35013557

Veramente hai affermato con sicurezza che ha un bilancio w/l nettamente migliore su terra che non su altre superfici.
vadanihantu ha citato dei dati che provano il contrario.
O puoi fornire dati verificabili che provano la tua affermazione, o è meglio non dire niente ed ammettere l’errore.
La dichiarazione di superficie preferita non c’entra nulla, tu hai parlato esplicitamente di rapporto vittorie/sconfitte.

25
Antonios (Guest) 15-03-2017 20:37

Scritto da Fede-rer

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Onestamente non trovo molto corretto ciò che dici… Ha un rendimento più alto su terra? Nel 2016 per la prima volta ha concluso l’anno con un bilancio positivo sul rosso dal 2007. Una giocatrice che per 8 anni ha bilanci negativi su terra (mentre spesso positivi sia su cemento che erba) dovrebbe essere felice della scelta? Nel 2016 bilancio W/L di 10/6 sul rosso, che è arrivato grazie a itf e international, più un turno vinto a Parigi. La Hsieh gioca molto piatto con buone variazioni… non è troppo adatta al lento. Detto ciò, se ci presentiamo con la squadra dell’ultima volta basta e avanza la hsieh per farci neri

Ma certo… E’ palese quello che dici. Chiunque dica che la Hsieh è una giocatrice da terra….. non ha mai visto un game della Hsieh in vita sua!

A me potete anche convincermi, scrivete però all’Itf ed anche a Su Wei, visto che le informazioni del sito sono raccolte dalla giocatrice o dal suo staff.
http://www.itftennis.com/procircuit/players/player/profile.aspx?playerid=35013557

24
Carl 15-03-2017 18:33

Sto guardando la compatibilità con i tornei WTA, cosa che coinvolge eventualmente Vinci ed Errani.
La settimana precedente è libera, mentre il giorno dopo la Fed iniziano i tornei di Stoccarda ed Istanbul.

Vinci è iscritta nel MD di Stoccarda, dove in pratica il primo turno inizia il martedì.
Se volesse potrebbe giocare domenica in Puglia, il viaggio non è lungo, non c’è jet lag, si gioca comunque sul rosso.

Di Errani non è nota la programmazione, comunque in entrambi i tornei dovrebbe fare, ben che vada, le qualificazioni, quindi si impone una scelta comunque dolorosa: o un ulteriore sacrificio della carriera di Sara, o una botta alle nostre possibilità di vittoria.

A buon senso, e vista la scelta della località, sarebbe la volta di vedere in campo Vinci e lasciare libera Errani, evitando tra l’altro anche la loro presenza contemporanea.

Se la scelta della precedente sfida in terra di Romagna era un omaggio ma anche un vincolo per Errani, e lei non si è sottratta, questa volta sembra un chiaro messaggio che è il turno della Vinci, e penso che abbiano già verificato la disponibilità e concordato così.

23
Luciano.N94 15-03-2017 17:46

Facciamoci valere!Forzaaaaa

22
Alex (Guest) 15-03-2017 15:09

@ no_comment (#1791276)

E la Pieri dove la lasci?

21
Groucho1971 (Guest) 15-03-2017 13:48

@ marypierce (#1791339)

Vero, basta la terra rossa ha annoiato sia qua che in davis

20
Fabblack 15-03-2017 13:46

@ Carl (#1791360)

E’ quello che ho sempre sostenuto io: se si parla di professionismo, ci DEVE essere una selezione all’inizio; i russi ed i paesi dell’Est in generale la fanno in tutti gli sport: se sei alto, con un certo fisico, puoi fare nuoto, tennis, pallavolo, se sei piccolo farai ginnastica artistica; gli “scarti” faranno calcio; ma alla prima dimostrazione di scarsa “dedizione”, vanno comunque in fabbrica.
Ma credo che anche Bollettieri o Saviano non seguano con particolare interesse chi non lo meriti.
E non parlo solo di “scuole” con serbatoi enormi: la Repubblica Ceca, per rimanere nel tennis, ha un sesto degli abitanti dell’Italia.
Qui parliamo di ragazze che, con tutta la buona volontà che innegabilmente ci metteranno, a 23/24 non riescono a vincere con regolarità non dico i 25/50.000, ma nemmeno i 10.000 (ora 15.000): a costo di restare sempre più odioso ai più, ripeto, parlo per ciò che conosco: tutte le attuali prime cinque sono arrivate nelle 100 prima dei 21 anni; hanno si iniziato dai 10.000 ma, ad esempio la Giorgi ne ha giocati 7, l’ultimo a sedici anni e mezzo.

19
Carl 15-03-2017 13:23

Scritto da Fabblack
@ Fede-rer (#1791257)
Stai pur sempre parlando di ragazze di 21, 24, 22, 20 e 22 fuori dalle 200 se non dalle 300 e peraltro quella di 20 stanotte ha perso 6-1 6-2 da una bielorussa un anno e mezzo più giovane di lei: quanto potranno crescere?
A questo proposito, affronterei un altro discorso: la migliore (214, più avanti in classifica) di queste negli ultimi dodici mesi ha un prize money di circa 26.000 Euro; le altre logicamente meno, anche la metà, chiaramente insufficienti anche solo per viaggi, soggiorni, allenatori e chi più ne ha più ne metta.

Una scuola (ammesso e non concesso che esista una “scuola” italiana di tennis) è tanto migliore quanto più è impietosamente selettiva.
LA scuola “permissiva”, che accetta allievi anche non particolarmente dotati, è una cattiva scuola che fa il suo interesse e non quello degli allievi.

Per restare nel femminile faccio l’esempio delle scuole di ballo.
La più famosa e stimata è quella russa del Mariinsky di S. Pietroburgo, prima noto come Kirov, diretta dalla Vaganova.

E’ difficilissimo entrare, ogni ambizione non supportata da un talento più che sicuro è inesorabilmente stroncata, ed i candidati respinti magari trovano ospitalità presso scuole meno prestigiose che, a pagamento, accettano di cullarne le illusioni.

Ma è dalla “cattivissima” accademia della Vaganova che escono poi i Nureyev, i Baryshnikov, le Makarova, Pavlova, Zakharova e così via.

Se devi preparare qualcuno ad una vita di professionismo devi essere capace di accrescerne il talento, ma anche responsabilmente di tagliarne sul nascere le ambizioni ingiustificate, ed invitarlo fermamente a rivolgere altrove le sue speranze professionali.

Se poi uno vuole invece coltivare la danza, come il tennis, per proprio piacere personale, per diletto (donde la qualifica di “dilettante”), allora è giusto frequentare scuole di minor livello ma permissive, dedicando a questa passione una parte secondaria della propria vita.

Ma è un problema di tutta la scuola italiana, della sua impostazione non selettiva e non meritocratica, che genera poi disadattati, laureati o tennisti non fa differenza, che non sono in grado di affermarsi nel mondo competitivo reale.

18
marypierce 15-03-2017 12:58

Scritto da Fede-rer
Io, più che altro, non capisco perchè tutti ritengano così fondamentale evitare la retrocessione. Se questo è il nostro livello attuale ben venga. Abbiamo vinto tante Fed cup, ora rischiamo la C. E’ fisiologico, mancano i ricambi e si sa. Quest’anno, se schierassimo Vinci ed Errani magari eviteremmo la retrocessione. E poi? Il prossimo anno? Naturalizziamo qualcuno pur di rimanere in B? Se la Vinci vuol venire ben venga, ma non farei pressioni su di lei. Se dobbiamo far cre3scere delle giovani ben venga la retrocessione, potremo puntare sulle varie Paolini, Trevisan, Rosatello, Ferrando, Pieri sperando che crescano di livello….

Esatto – che retrocessione sia, ma iniziamo a formare un nuovo gruppo coeso basato sulle giovani, con la Errani (e in futuro speriamo la Knapp) a fare da tramite con il vecchio.

E poi basta con questa terra rossa per TUTTE le partite dell’Italia, decisione sempre scontata e senza un minimo ragionamento tattico dietro…

17
Carl 15-03-2017 12:52

Peccato non aver organizzato qui l’ultimo incontro in casa con la Francia.

16
Fabblack 15-03-2017 11:55

@ Fede-rer (#1791257)

Stai pur sempre parlando di ragazze di 21, 24, 22, 20 e 22 fuori dalle 200 se non dalle 300 e peraltro quella di 20 stanotte ha perso 6-1 6-2 da una bielorussa un anno e mezzo più giovane di lei: quanto potranno crescere?
A questo proposito, affronterei un altro discorso: la migliore (214, più avanti in classifica) di queste negli ultimi dodici mesi ha un prize money di circa 26.000 Euro; le altre logicamente meno, anche la metà, chiaramente insufficienti anche solo per viaggi, soggiorni, allenatori e chi più ne ha più ne metta.

15
Slice97 (Guest) 15-03-2017 11:26

Scritto da Fede-rer
Io, più che altro, non capisco perchè tutti ritengano così fondamentale evitare la retrocessione. Se questo è il nostro livello attuale ben venga. Abbiamo vinto tante Fed cup, ora rischiamo la C. E’ fisiologico, mancano i ricambi e si sa. Quest’anno, se schierassimo Vinci ed Errani magari eviteremmo la retrocessione. E poi? Il prossimo anno? Naturalizziamo qualcuno pur di rimanere in B? Se la Vinci vuol venire ben venga, ma non farei pressioni su di lei. Se dobbiamo far cre3scere delle giovani ben venga la retrocessione, potremo puntare sulle varie Paolini, Trevisan, Rosatello, Ferrando, Pieri sperando che crescano di livello….

Completamente d’accordo;anche secondo me una retrocessione sarebbe salutare e permetterebbe di rifondare la squadra,costruendo un nuovo gruppo.

14
no_comment (Guest) 15-03-2017 11:18

@ Fede-rer (#1791257)

Vero! Basta puntare sulle vecchie leve, che sono in condizioni di salute del tutto precarie! Schiererei Paolini, Trevisan e Rosatello (con gli occhi spalancati anche sulla Rosatello e la Brescia), e poi, condizioni permettendo, una tra la Schiavone e la Errani (ammesso che la Vinci non entri in campo, altrimenti proprio Roberta)

13
Fede-rer 15-03-2017 10:52

Io, più che altro, non capisco perchè tutti ritengano così fondamentale evitare la retrocessione. Se questo è il nostro livello attuale ben venga. Abbiamo vinto tante Fed cup, ora rischiamo la C. E’ fisiologico, mancano i ricambi e si sa. Quest’anno, se schierassimo Vinci ed Errani magari eviteremmo la retrocessione. E poi? Il prossimo anno? Naturalizziamo qualcuno pur di rimanere in B? Se la Vinci vuol venire ben venga, ma non farei pressioni su di lei. Se dobbiamo far cre3scere delle giovani ben venga la retrocessione, potremo puntare sulle varie Paolini, Trevisan, Rosatello, Ferrando, Pieri sperando che crescano di livello….

12
Fede-rer 15-03-2017 10:49

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Onestamente non trovo molto corretto ciò che dici… Ha un rendimento più alto su terra? Nel 2016 per la prima volta ha concluso l’anno con un bilancio positivo sul rosso dal 2007. Una giocatrice che per 8 anni ha bilanci negativi su terra (mentre spesso positivi sia su cemento che erba) dovrebbe essere felice della scelta? Nel 2016 bilancio W/L di 10/6 sul rosso, che è arrivato grazie a itf e international, più un turno vinto a Parigi. La Hsieh gioca molto piatto con buone variazioni… non è troppo adatta al lento. Detto ciò, se ci presentiamo con la squadra dell’ultima volta basta e avanza la hsieh per farci neri

Ma certo… E’ palese quello che dici. Chiunque dica che la Hsieh è una giocatrice da terra….. non ha mai visto un game della Hsieh in vita sua! 😉

11
JQ (Guest) 15-03-2017 09:35

In casa optiamo sempre per la terra battuta e non mi sembra che ultimamente sia andata molto bene. La stessa Errani ormai con l’avanzare dell’età e con qualche acciacco fisico in più non la vedo così avvantagiata come un tempo dal giocare sulla terra, i lunghi scambi di rimessa e le rincorse difensive non paiono essere più il suo pane quotidiano, senza contare che un servizio molto lento come il suo viene ulteriormente rallentato dopo il rimbalzo consentendo all’avversaria tutto il tempo necessario per tirare una risposta che può far molto male.
L’anno scorso non è stata sicuramente la stagione sulla terra la parte più positiva dell’annata di Sara, quindi perchè insistere?

10
winter18 (Guest) 15-03-2017 09:11

….tanto per convincere la pugliese Robertina a darsi una mossa ed a salvare la Patria.

9
All day censored (Guest) 15-03-2017 08:43

Hanno già messo i biglietti in prevendita? Non vedo l’ora di assicurarmeli! Non sto letteralmente nella pelle!

8
Cips (Guest) 15-03-2017 08:29

Chiaro il messaggio della Fit di organizzare a “casa” delle più forti italiane,prima dalla Errani ora dalla Vinci per chiamarne la presenza di una delle due per volta,magari con pubblico a sostegno

7
Luigi44 (Guest) 15-03-2017 08:24

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Bisogna vedere se giocherà… Ha sempre avuto problemi con la Federazione, che l’ha bistrattata e mai aiutata…

6
lesser 15-03-2017 08:16

se gioca roberta e sara in forma abbiamo qualche possibiità,ma io metterei le giovani a giocare oramai è ora che crescano queste ragazze,non è possibile che aparte giorgi non c’è ne una che venga su sulle prime 100????????ma che allenatori abbiamo in italia??????????il giappone non è grande come l’italia?eppure n’hanno di giocatrici e parecchie anche,vedrete che con la cina se giorgi giocasse vince non ha mai perso dalle cinesi visto primo torneo di quest’anno,ma la giorgi non sta giocando bene anzi meglio nemmeno provare a toccarla.io giocherei sul veloce almeno chi serve è agevolato visto che le nostre col servizio come errani non sanno fare un eyes nemmeno senza giocatrici in campo.oramai la terra battuta che era nostra amica è diventata la zappa nei piedi

5
vaidanihantu 15-03-2017 07:16

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Onestamente non trovo molto corretto ciò che dici… Ha un rendimento più alto su terra? Nel 2016 per la prima volta ha concluso l’anno con un bilancio positivo sul rosso dal 2007. Una giocatrice che per 8 anni ha bilanci negativi su terra (mentre spesso positivi sia su cemento che erba) dovrebbe essere felice della scelta? Nel 2016 bilancio W/L di 10/6 sul rosso, che è arrivato grazie a itf e international, più un turno vinto a Parigi. La Hsieh gioca molto piatto con buone variazioni… non è troppo adatta al lento. Detto ciò, se ci presentiamo con la squadra dell’ultima volta basta e avanza la hsieh per farci neri

4
Sottile 15-03-2017 06:40

La Vinci giocherà in casa.
Speriamo che nel frattempo la Trevisan guarisca dalle vesciche ai piedi e la Paolini cominci a vincere qualche partita di quelle che contano….

3
Carl 15-03-2017 02:49

Scritto da Antonios
Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

Visti i suoi rapporti con la federazione una sua partecipazione è abbastanza improbabile.

2
Antonios (Guest) 15-03-2017 01:20

Hsieh Su Wei, che ha un rendimento su terra battuta con percentuale di vittorie nettamente più elevata rispetto alle altre superfici, ringrazia sentitamente.

1