Il torneo di Milano 3 Copertina, Future

Torna il torneo Future di Milano 3. Livello sempre più alto e…..una sorpresa

03/03/2017 18:01 12 commenti
L'olandese Antal Van Der Duim, vincitore della prima edizione dell'Excel Futures, torna allo Sporting Milano 3 per difendere il titolo - Foto Panunzio
L'olandese Antal Van Der Duim, vincitore della prima edizione dell'Excel Futures, torna allo Sporting Milano 3 per difendere il titolo - Foto Panunzio

Dopo il ritorno del tennis internazionale a Basiglio, un anno fa, ecco il raddoppio. Che si presenta addirittura più convincente dell’esordio. Lo Sporting Milano 3 rimette in pista il suo Futures, il torneo maschile del circuito Itf da 15 mila dollari che andrà in scena dal 4 all’11 marzo.

Otto giorni di fuoco sul veloce indoor della struttura milanese, a caccia del successore di Antal Van Der Duim, l’olandesone che fece sua la prima edizione. E la qualità della lista dei partecipanti annunciati va ben oltre la media degli appuntamenti di questo livello. Basta scorrere l’elenco dei protagonisti per rendersene conto. Fin dalla vetta, dove si trova un azzurro spesso avvezzo a frequentare i tornei Challenger del circuito Atp, vale a dire il siciliano Salvatore Caruso (n.249 nel ranking mondiale), con già tre titoli Itf nel palmarès. Ma attenzione anche al ceco Petr Michnev, reduce dalla migliore stagione in carriera con ben 5 titoli all’attivo, e proprio Van Der Duim, che dovrà difendere la doppietta della passata edizione (in doppio aveva vinto in coppia col connazionale David Pel).

Ovviamente, gli occhi saranno puntati soprattutto sugli italiani. E se le wild card saranno decise proprio alla vigilia dell’inizio del tabellone principale, ci sono già diversi nomi interessanti (oltre a quello di Caruso) che si metteranno in mostra di fronte al pubblico dello Sporting Milano 3. Su tutti, il 26enne milanese Alessandro Bega, sempre a suo agio sui campi veloci (i sette titoli in carriera sono stati vinti su questa superficie). Sempre in tema di azzurri, da seguire il toscano Walter Trusendi e il veneto Matteo Viola, senza dimenticare il lecchese Lorenzo Frigerio e i tanti giovani che daranno battaglia per ottenere punti importanti lungo il processo di crescita. Tornando agli stranieri, tra i più pericolosi c’è anche il francese Hugo Grenier, finalista nella scorsa edizione e reduce da un buon avvio di stagione con il successo in patria a Veigy-Foncenex. Insomma, è tempo di partire: da sabato il via al tabellone di qualificazione, poi da lunedì il main draw e il sabato successivo (11 marzo) la finalissima del singolare anticipata da una bella sorpresa che mischierà campioni del tennis e… del calcio. A dire il vero, però, l’Excel Futures è già cominciato: sì, perché nello scorso week-end attraverso il torneo dell’Openrace Series giocato sugli stessi campi che faranno da palcoscenico al torneo Itf, i “2a categoria” milanesi Emanuele Dorio e Maurizio Speziali hanno conquistato rispettivamente una wild card per il main draw e una per il tabellone cadetto. Lo spettacolo è già cominciato.

Daniel Degli Esposti, direttore Sporting Milano 3
“Quest’anno l’Excel Futures dello Sporting Milano 3 non si caratterizzerà soltanto per il livello tecnico dei giocatori e per lo spettacolo che vedremo sul campo. Quest’anno ci saranno un paio di sorprese importanti anche per quanto riguarda il calendario degli eventi collaterali. In primo luogo, venerdì 10 marzo si terrà una grande cena presso il ristorante dello Sporting e tra tutti gli intervenuti ci sarà un fortunato, estratto a sorte, che avrà il privilegio di partecipare a una Tennis Clinic con il grande coach internazionale Nick Bollettieri (a inizio maggio). E poi, il giorno della finale, vale a dire sabato 11 marzo, il match clou sarà preceduto da un’esibizione di doppio con protagonisti Stefano Pescosolido, l’amico ed pro Atp Marco Crugnola e due grandi nomi del mondo del calcio, ma non è ancora il momento di svelarne i nomi, creeremo l’adeguata suspance”.

Marco Crugnola, direttore dell’Excel Futures 2017
“In questi giorni sto ricevendo molti messaggi dei giocatori che sono stati qui lo scorso anno: mi dicono che non vedono l’ora di tornare perché hanno un ricordo positivissimo dell’edizione 2016 nonostante fosse la prima in assoluto. Quest’anno abbiamo un’entry list ancor più competitiva, con tanti giocatori attrezzatissimi per fare bene su una superficie rapida come questa. Ci sarà anche il vincitore dello scorso anno, pronto a difendere il titolo. Il mio grazie, in qualità di direttore del torneo, va a tutto lo Sporting Club Milano 3 per l’impegno profuso e per l’incondizionata ospitalità che ci offre durante tutto l’evento”.

Alex Stilo, presidente Sporting Milano 3
“In questo anno, tra la prima e la seconda edizione dell’Excel Futures, lo Sporting Milano 3 non si è fermato un secondo proseguendo nel suo percorso, un percorso segnato anche da un paio di importantissimi segnali positivi che certificano la qualità del lavoro fatto. In primo luogo la presenza nella lista delle candidate a ospitare un futuro match di Coppa Davis dell’Italia. Cosa che si sarebbe già potuta realizzare lo scorso anno se Italia e Serbia avessero superato le rispettive avversarie. E poi l’assegnazione del Centro Periferico di Allenamento da parte della Fit, segno che anche dal punto di vista tecnico, con il gruppo agonistico e la scuola tennis, stiamo facendo le cose per bene”.

Dino Scaggiante, sezione tennis Sporting Milano 3
“Il tennis è un elemento molto importante all’interno dell’offerta dello Sporting Milano 3 e il fatto di aver voluto fortemente confermare questa manifestazione non è altro che l’ennesima dimostrazione. Siamo in prima fila nel panorama cittadino e non solo, anche perché questo è l’anno della grande novità delle Atp Next Gen Finals e abbiamo già manifestato alla Federtennis tutta la nostra disponibilità per dare il nostro contributo alla realizzazione di un evento tanto importante per la città di Milano e non solo, visti gli sforzi che sia la Federazione Italiana Tennis sia l’ATP stanno mettendo in campo per realizzare un evento internazionale di primo piano”.

ENTRY LIST AL 1 MARZO 2017
I giocatori ammessi nel tabellone principale – Salvatore Caruso (ITA) 249, Petr Michnev (CZE) 288, Antal Van Der Duim (NED) 303, Alessandro Bega (ITA) 313, Cedrik-Marcel Stebe (GER) 346, Jan Mertl (CZE) 364, Walter Trusendi (ITA) 388, Botic Van De Zandschulp (NED) 391, Matteo Viola (ITA) 396, Hugo Grenier (FRA) 417, Niels Lootsma (NED) 437, Lorenzo Frigerio (ITA) 446, Dimitar Kuzmanov (BUL) 450, Egor Gerasimov (BLR) 468, Markus Eriksson (SWE) 472, Patrik Rosenholm (SWE) 535, Adelchi Virgili (ITA) 554, Francesco Vilardo (ITA) 569.


TAG:

12 commenti. Lasciane uno!

ilpallettaro (Guest) 04-03-2017 08:59

superficie molto veloce. a mio avviso troppo, sarebbe molto più divertente per il pubblico e probante per i giocatori se fosse un po’ più lenta.

12
jade (Guest) 04-03-2017 00:11

@ Santorini (#1783433)

Penso che per sorpresa si intenda il doppio prima della finale del singolo non tanto per quelli dichiarati ma per gli altri 2.

11
e-team (Guest) 03-03-2017 22:17

Torneo tosto….livello alto non solo per classifica di entrata ma per i giocatori….Oltre Caruso direi stebe e Gerasimov, Van den Zandschulp

10
Arturosuperduro 03-03-2017 22:00

Crugno numero 1

9
Figologo (Guest) 03-03-2017 21:43

Molto alto il livello.

8
gido 03-03-2017 20:49

una wc anche a Donati?

7
Russel 03-03-2017 19:56

Wc X Quinzi, Berrettini, Vavassori??

6
Tony71 (Guest) 03-03-2017 18:43

@ Santorini (#1783433)

La cena del venerdì

5
Gabriele da Firenze 03-03-2017 18:43

Scritto da Santorini
Pensavo Berrettini visto che non è entrato in Cina…

wild card?

4
Nico90 (Guest) 03-03-2017 18:32

@ Santorini (#1783435)

Berrettini non è che non è entrato, secondo me non si è iscritto, perchè cè dentro Pellegrino che è molto dietro di lui in classifica

3
Santorini (Guest) 03-03-2017 18:18

Pensavo Berrettini visto che non è entrato in Cina…

2
Santorini (Guest) 03-03-2017 18:15

Sorpresa quale sarebbe??

1