Circuito WTA Copertina, WTA

WTA Dubai e Budapest: I risultati della terza giornata con il Live dettagliato

22/02/2017 15:32 84 commenti
Angelique Kerber n.2 del mondo
Angelique Kerber n.2 del mondo

ARE WTA Dubai Premier 5 | Cemento | $2.666.000 – Ottavi di Finale


Centre Court – Ora italiana: 08:00 (ora locale: 11:00 am)
1. Ekaterina Makarova RUS vs Lauren Davis USA

WTA Dubai
Ekaterina Makarova
6
1
3
Lauren Davis
4
6
6
Vincitore: L. DAVIS

2. Qiang Wang CHN vs Kristina Mladenovic FRA

WTA Dubai
Qiang Wang
6
6
Kristina Mladenovic
1
4
Vincitore: Q. WANG

3. Christina Mchale USA vs [7] Elina Svitolina UKR (non prima ore: 11:00)

WTA Dubai
Christina Mchale
6
4
3
Elina Svitolina [7]
4
6
6
Vincitore: E. SVITOLINA

4. [1] Angelique Kerber GER vs Monica Puig PUR

WTA Dubai
Angelique Kerber [1]
6
6
Monica Puig
2
3
Vincitore: A. KERBER

5. Catherine Bellis USA vs [4] Agnieszka Radwanska POL (non prima ore: 16:00)

WTA Dubai
Catherine Bellis
6
2
6
Agnieszka Radwanska [4]
4
6
2
Vincitore: C. BELLIS

6. Kateryna Bondarenko UKR vs [10] Caroline Wozniacki DEN

WTA Dubai
Kateryna Bondarenko
6
2
3
Caroline Wozniacki [10]
3
6
6
Vincitore: C. WOZNIACKI





Court 1 – Ora italiana: 09:00 (ora locale: 12:00 pm)
1. Ana Konjuh CRO vs [8] Elena Vesnina RUS

WTA Dubai
Ana Konjuh
3
6
7
Elena Vesnina [8]
6
4
6
Vincitore: A. KONJUH

2. [WC] Shuai Peng CHN vs Anastasija Sevastova LAT

WTA Dubai
Shuai Peng
4
3
Anastasija Sevastova
6
6
Vincitore: A. SEVASTOVA

3. [7] Abigail Spears USA / Katarina Srebotnik SLO vs Raluca Olaru ROU / Olga Savchuk UKR

WTA Dubai
Abigail Spears / Katarina Srebotnik [7]
6
6
Raluca Olaru / Olga Savchuk
4
3
Vincitori: SPEARS / SREBOTNIK

4. Kiki Bertens NED / Johanna Larsson SWE vs [3] Sania Mirza IND / Barbora Strycova CZE

WTA Dubai
Kiki Bertens / Johanna Larsson
3
5
Sania Mirza / Barbora Strycova [3]
6
7
Vincitori: MIRZA / STRYCOVA





Court 3 – Ora italiana: 10:00 (ora locale: 1:00 pm)
1. Irina-Camelia Begu ROU / Daria Kasatkina RUS vs [5/G] Hao-Ching Chan TPE / Yaroslava Shvedova KAZ

WTA Dubai
Irina-Camelia Begu / Daria Kasatkina
3
3
Hao-Ching Chan / Yaroslava Shvedova [5]
6
6
Vincitori: CHAN / SHVEDOVA

2. [1] Caroline Garcia FRA / Kristina Mladenovic FRA vs [O] Viktorija Golubic SUI / Kristyna Pliskova CZE

WTA Dubai
Caroline Garcia / Kristina Mladenovic [1]
7
4
10
Viktorija Golubic / Kristyna Pliskova
5
6
5
Vincitori: GARCIA / MLADENOVIC

3. [O] Mandy Minella LUX / Anastasija Sevastova LAT vs [6] Andrea Hlavackova CZE / Shuai Peng CHN

WTA Dubai
Mandy Minella / Anastasija Sevastova
5
2
Andrea Hlavackova / Shuai Peng [6]
7
6
Vincitori: HLAVACKOVA / PENG





HUN WTA Budapest International | Indoor | $250.000 – 2° Turno


Körmöczy Court – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00 am)
1. [Q] Isabella Shinikova BUL vs [5] Yanina Wickmayer BEL

WTA Budapest
Isabella Shinikova
3
6
5
Yanina Wickmayer [5]
6
4
7
Vincitore: Y. WICKMAYER

2. [3] Julia Goerges GER vs Donna Vekic CRO

WTA Budapest
Julia Goerges [3]
6
6
Donna Vekic
2
2
Vincitore: J. GOERGES

3. Su-Wei Hsieh TPE vs [2] Lucie Safarova CZE

WTA Budapest
Su-Wei Hsieh
2
1
Lucie Safarova [2]
6
6
Vincitore: L. SAFAROVA

4. [8] Annika Beck GER vs [WC] Fanny Stollar HUN

WTA Budapest
Annika Beck [8]
6
6
Fanny Stollar
2
0
Vincitore: A. BECK

5. [WC] Dalma Galfi HUN vs [7] Oceane Dodin FRA (non prima ore: 17:00)

WTA Budapest
Dalma Galfi
4
4
Oceane Dodin [7]
6
6
Vincitore: O. DODIN

6. [1] Timea Babos HUN vs [WC] Ipek Soylu TUR

WTA Budapest
Timea Babos [1]
6
6
Ipek Soylu
3
2
Vincitore: T. BABOS





Temesvári Court – Ora italiana: 11:00 (ora locale: 11:00 am)
1. Denisa Allertova CZE vs Irina Khromacheva RUS

WTA Budapest
Denisa Allertova
7
3
4
Irina Khromacheva
6
6
6
Vincitore: I. KHROMACHEVA

2. [Q] Barbora Stefkova CZE vs Irina Falconi USA

WTA Budapest
Barbora Stefkova
6
5
4
Irina Falconi
4
7
6
Vincitore: I. FALCONI

3. Carina Witthoeft GER vs [4] Sorana Cirstea ROU

WTA Budapest
Carina Witthoeft
6
6
Sorana Cirstea [4]
3
2
Vincitore: C. WITTHOEFT

4. [6] Pauline Parmentier FRA vs [Q] Aliaksandra Sasnovich BLR

WTA Budapest
Pauline Parmentier [6]
6
4
Aliaksandra Sasnovich
7
6
Vincitore: A. SASNOVICH

5. Jocelyn Rae GBR / Anna Smith GBR vs Aleksandra Krunic SRB / Nina Stojanovic SRB (non prima ore: 15:00)

WTA Budapest
Jocelyn Rae / Anna Smith
6
1
9
Aleksandra Krunic / Nina Stojanovic
1
6
11
Vincitori: KRUNIC / STOJANOVIC

6. Irina Khromacheva RUS / Maryna Zanevska BEL vs [2/G] María Irigoyen ARG / Xenia Knoll SUI

WTA Budapest
Irina Khromacheva / Maryna Zanevska
6
6
María Irigoyen / Xenia Knoll [2]
0
4
Vincitori: KHROMACHEVA / ZANEVSKA

7. [WC] Anna Blinkova RUS / Panna Udvardy HUN vs [4] Su-Wei Hsieh TPE / Oksana Kalashnikova GEO

WTA Budapest
Anna Blinkova / Panna Udvardy
1
6
Su-Wei Hsieh / Oksana Kalashnikova [4]
6
7
Vincitori: HSIEH / KALASHNIKOVA


TAG: , , ,

84 commenti. Lasciane uno!

Fede-rer 23-02-2017 09:41

Scritto da gilles15
La Bellis è una brava giocatorina, tutta pugnettini e c’mon, che come tante altre giocatorine di cui si è vaticinato un radioso futuro da n° 1, remeranno tra le prime 20 al mondo… Capisco l’ansia di novità e la febbre di gioventù, ma per essere ai vertici occorre altro…

Non sono totalmente d’accordo… Non sono tra coloro che sparano sentenze e dicono dove arriverà ciascun giocatore in classifica, ma ti ricordo che Cici Bellis è una classe 99… Ha 17 anni. Fino a pochi mesi fa sembrava una bambina rachitica, eppure vinceva. Ora stanno lavorando molto bene sul suo fisico. Tra un annetto, quando sarà “fatta e finita”, aumenterà anche il suo “peso di palla” e farà un ulteriore salto di qualità. Intanto oggi la “giocatorina tutti pugnetti e c’mon” ha battuto una Top ten affrontandola con le sue stesse armi ed uscendone vincitrice. Senza braccini o paure. La testa per eccellere direi che c’è, vediamo come si svilupperà il resto… 😉

84
Luis (Guest) 23-02-2017 09:24

@ Il Biscottone spagnolo (#1777984)

Finalmente un commento sensato…

83
Luis (Guest) 23-02-2017 09:21

@ ffedee (#1778100)

Infatti lo credo anch’io.

82
Giuli (Guest) 23-02-2017 06:59

Scritto da gilles15
La Bellis è una brava giocatorina, tutta pugnettini e c’mon, che come tante altre giocatorine di cui si è vaticinato un radioso futuro da n° 1, remeranno tra le prime 20 al mondo… Capisco l’ansia di novità e la febbre di gioventù, ma per essere ai vertici occorre altro…

Esatto,dipenderà dal suo sviluppo fisico e mentale,dallo staff che la contornerà!A me il suo tipo di gioco non entusiasma(pallettara,ma aspettiamo la sua evoluzione,non ha ancora 18 anni).

81
Giuli (Guest) 23-02-2017 06:45

@ lallo (#1778063)

Non prevedere,commenta solo l’accaduto! :mrgreen:

80
gilles15 (Guest) 23-02-2017 00:20

La Bellis è una brava giocatorina, tutta pugnettini e c’mon, che come tante altre giocatorine di cui si è vaticinato un radioso futuro da n° 1, remeranno tra le prime 20 al mondo… Capisco l’ansia di novità e la febbre di gioventù, ma per essere ai vertici occorre altro…

79
ffedee 22-02-2017 22:41

@ pablox (#1778064)

mi sa che sono state le uniche volee consecutive in campo della Wozniacki

78
Nico (Guest) 22-02-2017 20:58

Se la keber vince torna numero 1,mi sa che non se lo augura neanche lei

77
Slice97 (Guest) 22-02-2017 20:44

Woz a questo punto stra-favorita per la finale nella parte bassa,anche se tutte potrebbero dire la loro;anche la Sevastova ad esempio sta disputando un ottimo torneo.

76
pablox 22-02-2017 20:43

Ottima vittoria di Caro contro la regina dei nastri (e delle righe prese random) Bondarenko. Male al servizio, ma se giochi così così e porti a casa il turno il più delle volte vinci il torneo.
PEr quello che ha scritto WOzniacki superpippa a rete, non parlare più di tennis non ci capisci nulla, ricordati le tre voleè di seguito contro Serena al masters 2014 👿

75
lallo (Guest) 22-02-2017 20:40

Vince una Woz impresentabile (infortunata? mah!) che anche a fine partita sfoggia un sorriso tirato. Domani prevedo verrà asfaltata da CiCi, che a questi ritmi è già letale.

74
Slice97 (Guest) 22-02-2017 20:29

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Fede-rer

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonio
@ Fede-rer (#1777700)
Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.
Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

Se la Osaka non migliora la mobilità la vedo dura vincere Slam…Al momento penso che sia più probabile lo vinca una tra Gavrilova e Bellis piuttosto che la nipponica

La Gavrilova che vince uno slam proprio non me lo immagino minimamente! Ripeto, piuttosto la Putinseva, ma non penso neanche lei lontanamente!

Dico solo che piuttosto che Osaka una Gavrilova su terra, con qualche colpo di fortuna. La Osaka deve migliorare ancora moltissimo… davvero moltissimo. Invece la Vekic non la vedo emergere nel prossimo futuro, si è spenta, chissà quanto sono colpevoli le distrazioni extra-sportive…

Tra le giovani (anche se già hanno 23-24 anni) vanno anche considerate Muguruza e Pliskova;secondo me la maggior parte degli slam saranno appannaggio di queste due!

73
_Carlo 22-02-2017 20:15

Scritto da lallo
CiCi è una superpippa a rete (mode Wozniacki) ma è una jena di quelle di primissima categoria nel resto del campo. Ho notato con grande interesse, la tranquillità nel suo angolo, impressionante considerando l’importanza del match e la desuetudine a questi livelli anche di chi le sta accanto.
e intanto è ai quarti e attende Woz per una partita non scontata.

“desuetudine”, che bella parola hai usato !!! 😀
Qualcuno acnora conosce la nostra bella lingua italiana allora… 😎

72
_Carlo 22-02-2017 20:13

Ancora un medical-timout molto discutibile, stavolta della Wozniacki….

71
_Carlo 22-02-2017 19:43

Che giocatrice fantastica la Bondarenko !!! La adoro… 😎

70
manuel (Guest) 22-02-2017 19:20

ragazzi avete visto la bellis.fantastica

69
Hector (Guest) 22-02-2017 19:13

Scritto da daria’s smile

Scritto da Fede-rer

Scritto da daria’s smile

Scritto da Fede-rer
@ daria’s smile (#1777634)
@ vaidanihantu (#1777657)
Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

Grazie per i complimenti. Una sola precisazione: non nominare il nome Wang invano. Esiste solo un genio con quel nome, è una piccola donna di trenta anni che si veste in maniera molto sexy, suona in modo divino, ma non gioca a tennis.

Confesso la mia ignoranza relaticamente alla Wang-musicista, e mi hai a tal punto incuriosito che stasera mi documenterò…
Quanto alla omonima tennista, per i miei gusti non merita di essere ricordata o tifata…

Grande Fede-rer, in un mondo in cui siamo tutti tuttologi, è bello sentire ancora qualcuno dire “sono ignorante in materia” ma ho la curiosità di scoprire qualcosa che qualcuno dice essere bello e interessante. Questo ti fa onore. Fino ad un anno fa, neppure io conoscevo Yuja Wang. Poi ho letto un articolo in cui parlavano di questa grande pianista cino-statunitense che suonava con tacchi a spillo e minigonna, e allora sono andato a guardarla su Youtube e mi sono innamorato della sua musica. Fino a quel momento sapevo poco della musica classica e niente dei concerti per pianoforte (sono quelli in cui un’orchestra intera accompagna un/una pianista). Bè, sai cosa ti dico, che lei può permettersi di suonare anche in accappatoio per quanto è brava. E non lo dico io, lo dice gente che è cinquantanni che sente i più bravi pianisti del mondo. Visto che dici di non conoscere questo mondo, incomincia a sentire la Turkish March di Mozart, o Flight of the Bumble-Bee. Poi, se crescerà dentro di te la passione, come è successo a me, e come ti auguro, potrai sentire Rapsody in Blue di Gershwin e il concerto n.2 e 3 di Rachmaninov.

Ma Gershwin e Rachmaninov non giocarono la semifinale di Wimbledon 1973?

68
Hector (Guest) 22-02-2017 19:08

Tutte quelle che hanno preso lezioni di tennis da Camila nel 2017 le stanno mettendo a frutto.

67
lallo (Guest) 22-02-2017 18:55

Primi games Wozniacki in versione pliskova (con Mladenovic). svaccata. gioca palle centrali e poco spinte quasi in attesa di un errore dell’avversaria (che a quel ritmo non è così probabile). O ste ragazze giocano troppo o non mi spiego questi sbalzi d’intensità.

66
radar 22-02-2017 18:16

CiCi sale al n.56.
Dovrebbe trovare la Woz nei quarti: se la batterà sarà top50 al n.48.

65
lallo (Guest) 22-02-2017 18:14

CiCi è una superpippa a rete (mode Wozniacki) ma è una jena di quelle di primissima categoria nel resto del campo. Ho notato con grande interesse, la tranquillità nel suo angolo, impressionante considerando l’importanza del match e la desuetudine a questi livelli anche di chi le sta accanto.
e intanto è ai quarti e attende Woz per una partita non scontata.

64
Patoschi (Guest) 22-02-2017 18:13

Fantastica Cici!!!!!

63
Giuli (Guest) 22-02-2017 18:11

La “maga”sta perdendo sempre più le forze e non potrà più dare lezioni di tennis!

62
Lollo99 22-02-2017 18:09

Radwanska non in giornata ma grande Cici!! Veramente un piacere vederla giocare.
È veramente migliorata tanto da quando l’ho vista al Bonfiglio per la prima volta nel 2014!

61
GUEST (Guest) 22-02-2017 18:06

CONTRO UNA GIOCATRICE DAL GIOCO SPECULARE AL SUO LA RADWANSKA E’ ALLE CORDE.
LA COSA SINGOLARE E’ CHE LA BELLIS GIOCA COME SE AVESSE 30 ANNI.
CERVELLO E GAMBE.

60
pinkfloyd 22-02-2017 18:06

Bellis spinge e rischia di più. E fa bene.

59
Fede-rer 22-02-2017 18:02

Promesso Daria’s smile! Non so dove e come ma ti farò sapere!

58
Il Biscottone spagnolo (Guest) 22-02-2017 17:58

Quante tenniste predestinate a diventare n°1, ho perso il conto. Poi scende in campo Serena limitandosi a giocare solo gli SLAM e tutte le altre si perdono come lacrime nella pioggia.

57
pinkfloyd 22-02-2017 17:53

Partita comunque non esaltante, pallettarismo da fondo campo esasperato per molti tratti.
Radwanska e le sue proverbiali mille soluzioni tattiche la vuol vincere così.
Vediamo se la C.C. Bellis sarà d’accordo.

56
daria’s smile (Guest) 22-02-2017 17:49

Scritto da Fede-rer

Scritto da alef
@ Fede-rer (#1777960)
Certo che si esagera ed è giusto: è anche un gioco, che gusto c’è a fare gli umili (a volte falsi) e i contriti come che si parlasse di cose serie. E’ divertente darsi ai pronostici anche spericolati e semmai beccarci, mica ho fatto un articolo che vuol essere serio, altrimenti facevo il giornalista e m’iscrivevo all’albo. Ed è pacifico che le può capitare di tutto, le potrebbe venire un infortunio e fa la fine di una Cirstea.
Ecco adesso nel secondo set ha sbarellato, come può capitare alla sua età .

Ma infatti ho messo anche il faccino che ride e ci stavo scherzando su! Bello il paragone con la Cirstea, tra l’altro! E bella pure la Cirstea! Gambe in primis!

Sì, belle le gambe della Cirstea: stasera puoi paragonarle a quelle di Yuja e dirmi quali sono le migliori 😀

55
Fede-rer 22-02-2017 17:48

I rovesci di Bellis e Radwanska si assomigliano davvero molto in tutto secondo me! Movimento, profondità, incisività… Invece il dritto della Bellis mi piace molto di più di quello di Aga.
La polacca, per ovvi motivi di esperienza, ha molto più “mestiere” e soluzioni a disposizione, ma da questo lato per la Bellis è solo questione di tempo.
Oggi se dovessi scommettere 10€ lo farei ancora su Aga, però tanto di cappello alla Bellis. Se la Ostapenko avesse la testa e l’attitudine della Bellis sarebbe una macchina da guerra!

54
radar 22-02-2017 17:44

Bellis, Bencic, Kasatkina, Konjuh: han tutte fatto faville da junior.
Faranno faville anche da grandi.
Vedremo chi di loro sarà migliore.

p.s. tra le 2 B e le 2 K, le 2 O (Ostapenko e Osaka) non staranno certo a guardare..

53
Milo (Guest) 22-02-2017 17:41

Praticamente a Budapest di mercoledì pomeriggio c’è gente che non ha ancora esordito ed altra già ai quarti di finale, lo so che non è la prima volta che capita in un torneo però cavolo…

52
Fede-rer 22-02-2017 17:38

Scritto da alef
@ Fede-rer (#1777960)
Certo che si esagera ed è giusto: è anche un gioco, che gusto c’è a fare gli umili (a volte falsi) e i contriti come che si parlasse di cose serie. E’ divertente darsi ai pronostici anche spericolati e semmai beccarci, mica ho fatto un articolo che vuol essere serio, altrimenti facevo il giornalista e m’iscrivevo all’albo. Ed è pacifico che le può capitare di tutto, le potrebbe venire un infortunio e fa la fine di una Cirstea.
Ecco adesso nel secondo set ha sbarellato, come può capitare alla sua età .

Ma infatti ho messo anche il faccino che ride e ci stavo scherzando su! Bello il paragone con la Cirstea, tra l’altro! E bella pure la Cirstea! Gambe in primis! 😮 😉

51
alef (Guest) 22-02-2017 17:31

@ Fede-rer (#1777960)

Certo che si esagera ed è giusto: è anche un gioco, che gusto c’è a fare gli umili (a volte falsi) e i contriti come che si parlasse di cose serie. E’ divertente darsi ai pronostici anche spericolati e semmai beccarci, mica ho fatto un articolo che vuol essere serio, altrimenti facevo il giornalista e m’iscrivevo all’albo. Ed è pacifico che le può capitare di tutto, le potrebbe venire un infortunio e fa la fine di una Cirstea.

Ecco adesso nel secondo set ha sbarellato, come può capitare alla sua età 😆 .

50
Lollo99 22-02-2017 17:31

Dai Cici!

49
Fede-rer 22-02-2017 17:18

Scritto da alef
Che tennista Cici, a 23-25 anni sarà lei la n 1. Anche perché quelle volte che l’ho vista non mi è mai sembrato che avesse paura nei confronti di chi avesse di fronte (e forse poteva già essere un indizio di questo quando si fece conoscere battendo la top 10 Cibulkova nell’US Open del 2014). Quando perde i motivi possono essere tanti ma non la paura.

Eccola la prima sentenza di giornata! La stavo avidamente aspettando! 😆
Scherzi a parte… Il talento della Bellis è evidente ed anche a me piace di più della maggior parte delle tenniste citate oggi in questo articolo. Detto questo arrivare addirittura al n° 1 del mondo dipende da talmente tanti fattori che mi sembra davvero impossibile ed esagerato allo stato attuale pronosticare con tanta certezza un simile evento! Chi avrebbe mai detto 2 anni fa che la Kerber sarebbe diventata n°1? Quanti avrebbero invece scommesso su altre atlete apparentemente superiori? Quanti pensavano che invece la Radwanska avrebbe agevolmente vinto uno slam? Ecc ecc ecc… Quanti talenti cristallini, maschi e femmine si son persi per strada? Sono convinto che se il fisico e la salute assisteranno la Bellis arriverà molto in alto. Dove è impossibile dirlo. Vale per lei come per chiunque altra!
Sono d’accordissimo con te, invece, sul carattere di Cici: davvero notevole! Da campionessa.

48
alef (Guest) 22-02-2017 17:05

Che tennista Cici, a 23-25 anni sarà lei la n 1. Anche perché quelle volte che l’ho vista non mi è mai sembrato che avesse paura nei confronti di chi avesse di fronte (e forse poteva già essere un indizio di questo quando si fece conoscere battendo la top 10 Cibulkova nell’US Open del 2014). Quando perde i motivi possono essere tanti ma non la paura.

47
vaidanihantu 22-02-2017 17:02

Scritto da pinkfloyd
Bellis, per esempio, che dire? Sembra una predestinata (sembra, perlomeno, anche a livello caratteriale).

Beh, a vederla oggi sembra proprio così. è veramente una gioia per gli occhi… molto intelligente e già matura nonostante la giovanissima età. Si sta rafforzando fisicamente, e sta mettendo anche tu forme, c’entra poco ma fa sempre piacere 😉 Ora vediamo se mantiene il livello, intanto credo che prima del RG sarà nelle prime 50 almeno.

46
pinkfloyd 22-02-2017 16:55

Bellis, per esempio, che dire? Sembra una predestinata (sembra, perlomeno, anche a livello caratteriale).

45
vaidanihantu 22-02-2017 16:54

Scritto da Antonio
Comunque bilancio 2017
Kerber 6w 4l
Konjuh 9w 3l
Lascia ben sperare

Sicuramente è indicativa come cosa, ma fino ad un certo punto… sappiamo tutti che la Kerber ha avuto una partenza complicata… inoltre la Kasatkina è responsabile di due delle sconfitte della Kerber… c’entra poco, ma forse la tedesca non ha inquadrato la giusta tattica con la russa. Ana domani avrà le sue possibilità, la Kerber non è quella dell’anno scorso.

44
maxi2 (Guest) 22-02-2017 16:51

Era da un po’ che non vedevo giocare Cici Bellis, e mi ricordavo una ragazzetta pelle e ossa…invece vedo che ha messo su un bel fisichetto… 🙂
Certo a quell’età i cambiamenti fisici sono rapidi, è ancora nello sviluppo.
Spero solo che non faccia la fine della Bencic, ma sembrerebbe avere una costituzione diversa.
Il talento non le manca, sono curioso di vedere come andrà questa stagione, la prima per lei interamente dedicata al tennis.

43
vaidanihantu 22-02-2017 16:48

Scritto da Fede-rer

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonio
@ Fede-rer (#1777700)
Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.
Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

Se la Osaka non migliora la mobilità la vedo dura vincere Slam…Al momento penso che sia più probabile lo vinca una tra Gavrilova e Bellis piuttosto che la nipponica

La Gavrilova che vince uno slam proprio non me lo immagino minimamente! Ripeto, piuttosto la Putinseva, ma non penso neanche lei lontanamente!

Dico solo che piuttosto che Osaka una Gavrilova su terra, con qualche colpo di fortuna. La Osaka deve migliorare ancora moltissimo… davvero moltissimo. Invece la Vekic non la vedo emergere nel prossimo futuro, si è spenta, chissà quanto sono colpevoli le distrazioni extra-sportive…

42
Antonio (Guest) 22-02-2017 16:26

Comunque bilancio 2017
Kerber 6w 4l
Konjuh 9w 3l
Lascia ben sperare

41
cataflic (Guest) 22-02-2017 16:16

Konjuh ha un tennis più vario di molte colleghe tira e spara, a me piace di più, però bisogna vedere come gestirà la parte infortuni, perchè quando cominci a dare segni di “rottura” così giovane, è difficile che le cose migliorino col tempo.
Credo che molte di queste baby prodigio una volta fatto il primo salto, dopo quasi 15 anni di tennis, tennis, tennis e ancora tennis, abbiano un momento di assestamento mentale che può girare bene o male…o capiscono che gli piace davvero o sono destinate a vivacchiare tra voglie di fare altro e constatazione che probabilmente il tennis è quello che sanno fare meglio e che le fa guadagnare di più.

40
Antonio (Guest) 22-02-2017 16:08

E domani tra Ana e Kerber chi vince? Certo dopo il risultato di oggi sono soddisfatto è comunque un QF di un premier 5 ma non mi sorprenderei se non si fermasse qui d altronde ha già battuto top10 in carriera e se c è riuscita la Kasatkina asia battere la Kerber una settimana fa perché non può riuscirci la, croata? Poi beh le si aprirebbe un tabellone Svitolina(gia battuta una volta) o Davis…vabbe basta sognare

39
pisco (Guest) 22-02-2017 15:59

Kerberona sta cominciando a carburare…

38
pinkfloyd 22-02-2017 15:57

Secondo me non contano solo le caratteristiche delle giocatrici, non è quella la condizione necessaria per diventare campionesse e arrivare in alto e vincere Slam ecc
Conta “solo” essere campionesse o meno. E basta.

La Henin, per esempio, giocava in un certo modo e non aveva un gran fisico, ma era una campionessa. Tante, con il fisico della Henin, non arrivano a tanto, nemmeno lontanamente…ma solo perché non hanno quello status.
Così come non basta essere alte e picchiare per diventare campionesse.
Se non lo si è.
Magari fosse tutto così automatico.
La differenza è tutta qui…e fa tutta la differenza del mondo.

Per non parlare di altri aspetti del tennis, a iniziare dalla qualità mentale che diventa forza mentale…ed è indispensabile o perlomeno fondamentale.

37
Fede-rer 22-02-2017 15:57

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Antonio
@ Fede-rer (#1777700)
Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.
Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

Se la Osaka non migliora la mobilità la vedo dura vincere Slam…Al momento penso che sia più probabile lo vinca una tra Gavrilova e Bellis piuttosto che la nipponica

La Gavrilova che vince uno slam proprio non me lo immagino minimamente! Ripeto, piuttosto la Putinseva, ma non penso neanche lei lontanamente!

36
vaidanihantu 22-02-2017 15:42

Scritto da Antonio
@ Fede-rer (#1777700)
Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.
Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

Se la Osaka non migliora la mobilità la vedo dura vincere Slam…Al momento penso che sia più probabile lo vinca una tra Gavrilova e Bellis piuttosto che la nipponica

35
vaidanihantu 22-02-2017 15:37

Scritto da Fede-rer

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

Non è un risultato che deve sorprendere quello di oggi. A differenza della Ostapenko l’anno scorso che nel primo premier5 dell anno ottene il suo primo e finora unico risultato di rilievo la numero 1 croata ha vinto il primo torneo wta a soli 17 anni cosa che non accadeva da tantissimo tempo e non accade tutt ora. Se ci pensi l unica minorenne della top100 è la Bellis che deve la sua posizione di classifica per di più alle vittorie in ITF (Masha a 17 anni vinceva Wimbledon). Ma comunque dicevo non deve sorprendere questo risultato perché già l anno scorso era arrivata ai QF degli Us Open battendo agli ottavi la Radwanska in 2 set. Ha un buonissimo diritto un buon rovescio a due mani e a mio avviso un buon gioco di volo con ampi margini di miglioramento. Avrebbe potuto ottenere di piu se fosse stata seguita da competenti ma è ancora giovane e determinata e sopratutto ambiziosa (ha cambiato allenatore subito dopo una precoce eliminazione nell ultimo slam). Secondo me ha tutti I requisiti per chiudere l anno in top10 soprattutto dopo questo risultato che le fa scalare parecchie posizioni ed essere testa di serie non più solo negli international.

Ottima analisi… Più che quella sui risultati (buoni ma non eccezionali), mi interessava quella tecnica… Ed ora ti chiedo quindi: come vedi la Konjuh rispetto ad altri prospetti che sembrano molto seguiti ed apprezzati (giovani ma non giovanissime) come Kasatkina, Ostapenko, Svitolina… Vedi la Konjuh con maggiori potenzialità in prospettiva rispetto ad esse?
Hai citato Cici Bellis… E’ vero, ha ottenuto molti punti in ITF ma ha anche due anni in meno della Konjuh. La Bellis l’ho seguita di più e penso che abbia delle enormi potenzialità tennistiche anche se non sorretta da un fisico particolarmente prestante…

Se posso intromettermi, trovo l’argomento molto interessante. Sono state citate molte delle tenniste più promettenti del circuito a mio parere. Innanzitutto partirei dalla Ostapenko, che effettivamente ha raggiunto un grande risultato in carriera ma poco altro… Jelena è devastante da fondo campo, potrebbe veramente fare benissimo, stiamo a vedere come procede la stagione. La mia preferita tra le giovani è sempre stata la Bencic, ma sembra veramente l’ombra di se stessa. SOno piuttosto sicuro che si riprenderà, ha il tennis per salire di nuovo. Indubbiamente in questo momento le attenzioni sono tutte su Kasatkina e Konjuh, le due partite meglio dai blocchi. Kasatkina meno potente ma molto molto forte di testa, Konjuh devastante da fondo campo. Oltre a loro ci sono poi la Bellis, classe 99 un po’ leggera ma veramente forte, e Naomi Osaka, speranza del giappone con una potenza con pochi uguali nel circuito. Bellis sicuramente colpisce per la giovane età, ovviamente deve ancora dimostrare molto. Dietro a queste però ci sono veramente una quantità incredibile di giocatrici fortissime (soprattutto dell’est Europa) che invaderanno il circuito. Prima su tutte la mia preferita, Sofya Zhuk; l’ho vista giocare a 13 anni, quando vinse l’Avvenire di Milano, e da lì ho capito dove sarebbe arrivata. Sta prendendo con calma la cosa, si è fatta le ossa nello junior e ora sale nei pro. Oltre a lei le varie russe e ucraine (non sto nemmeno a citarle tutte, sicuramente Potapova, Sabalenka, Kostyuk, Lapko, Blinkova e potrei continuare per ore) hanno potenzialità fisiche devastanti che devono ovviamente ancora fare il salto di qualità. Che dire, il futuro è ricco di novità in arrivo!

Oh… Oggi finalmente, anzichè futili polemiche leggo disamine interessanti! Si spazia tra tennis e musica!
Allora, il discorso è molto articolato e complesso… Ieri commentavo, a proposito dei giovani italiani, che è difficile fare previsioni, che molti cercano di fare, circa il futuro Best ranking o la carriera che ciascuno avrà… Subentrano troppi fattori…
La Ostapenko, come dici giustamente tu, ha dei colpi da fondo impressionanti. Ho ancora in mente la partita persa sul filo di lana con la Pliskova a Melbourne… Pazzesca. Il suo limite mi sembra assolutamente la testa. Peccato che la testa sia una delle componenti fondamentali per una tennista. La Ostapenko è eccessivamente “focosa”, ha un “braccino” particolarmente evidente. Ed inoltre ha una condizione fisico/atletica molto ma molto perfettibile. Mentalmente si può sempre migliorare (Federer da giovane era una testa caldissima), ma la Ostapenko mi sembra un caratteraccio congenito, sarà dura raddrizzarla.
La Bencic era, come nel tuo caso, anche la mia prediletta. Aveva tutto gli ingredienti per stare al vertice a lungo… Ma ora non so cosa le sia successo. Di certo ora ha un fisico ben distante da quello di un’atleta professionista. La prima cosa che deve fare è ritrovare una forma almeno sufficiente, di conseguenza tornerà la mobilità e poi la fiducia. Ma non sono così ottimista, ci dev’essere qualche motivo per il quale si è ridotta così…
Kasatkina e Svitolina sono sicuramente forti, solide e continue. Potranno stare stabilmente nella Top 15 e fare puntate anche ben più in alto ma mi sembra manchi loro qualcosa per arrivare alle massime vette… Grandi geometrie, ottima intelligenza tennistica (la stessa, per esempio, di Halep e Cibulkova), ma palla troppo leggera… Se però ce l’ha fatta la Kerber ad arrivare al numero 1 ce la possono fare pure loro, con le giuste congiunture astrali. Ho l’impressione che siamo in una fase di interregno, nessuna delle sopra-citate sarà una dominatrice… Devono ancora affacciarsi sul circuito gli eventuali fenomeni del futuro…
Ai nomi che hai citato, aggiungerei la russa Vikhlyantseva che mi ha davvero impressionato!

Si guarda la Vikhlyantseva merita attenzioni, ma anche la Kalinskaya, e ho lasciato fuori Sramkova e Siniakova, per non parlare della Jorovic e tante tante altre. Per quanto riguarda la Bencic il motivo della perdita della forma in realtà c’è, ed è il periodo di infortuni dello scorso anno. O meglio, quello è stato il problema iniziale; qualsiasi professionista si sarebbe poi rimessa in forma, lei invece non ha trovato la forma nè la fiducia che aveva prima. Però è felice, sorridente e positiva, questo è fondamentale. Se penso a Sara Errani (è un esempio, non voglio tirarla eccessivamente in ballo) da quando è calata di rendimento (anche a causa di diversi infortuni) è sembrata nervosa e negativa, lo stesso vale per altre che sono scese in classifica. Lei la sta vivendo bene, credo che abbia già preso le misure al circuito e alla fama, ora deve smaltire la sbornia degli ultimi due anni e capire che il bello deve ancora arrivare, senza perdere serenità.
Poi dissento un minimo sul paragone Kasatkina Svitolina e Cibulkova Halep. Penso che la Cibulkova innanzitutto abbia grande peso di palla, che unito al gioco di gambe la rende pericolosissima, ma la testa va a tratti. Sulle altre ci sto, ma attenzione perchè sia Svitolina che Kasatkina possono salire ancora molto, soprattutto la russa. Difficile capire chi potrà dominare in futuro, e non riesco proprio ad escludere il nome della Ostapenko… la ragazza ha talento, molto molto…

34
Fabblack 22-02-2017 15:33

@ daria’s smile (#1777747)

Ad aprile sarà a Roma,puoi andarla a sentire dal vivo.

33
Fede-rer 22-02-2017 15:31

Scritto da Antonio
@ Fede-rer (#1777700)
Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.
Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

Sono d’accordo quasi su tutto eccetto:

– Pur non essendo un fan della Kasatkina non sono d’accordo sul fatto che “non ha un tennis vario”… Secondo me è piùttosto varia da dondo campo, ha grandi geometrie, trova angoli molto efficaci ed ha ottimi cambi di ritmo… Quello che le manca è il peso di palla, l’accelerazione improvvisa…
– Gavrilova: la Gavrilova è una grande agonista, il classico esempio di tennis difensivo e di abilità di appoggiarsi ai colpi avversari… Ma rientra in una categoria inferiore ai nomi che stiamo facendo. Può ricordare il gioco della Errani, ma non credo riuscirà ad arrivare così in alto… Piuttosto vedo leggermente superiore alla Gavrilova una giocatrice con caratteristiche molti simili, ovvero la Putinseva.
Ad entrambe però mancano centimetri e servizio. Nel tennis di oggi è sempre più dura per giocatrici con simili caratteristiche.

32
vaidanihantu 22-02-2017 15:28

Scritto da pablox
@ vaidanihantu (#1777757)
La konjhu non ha solo “potenza da fondo campo”. Mi ricordo qualche commentatrice sky (non so se Reggi o chi altra) che, durante l’incontro della corata con la Maga, interpetò il m atch in questo modo,ma in realtà Ana giocò e mise in difficoltà la più esperta avversaria, proprio con il tocco e la volé, come ha fatto spesso anche oggi. E’ una giocatrice varia nei colpi, anche se certo, la pesantezza di quel dritto da fondo campo (e che gioca con molta disinvoltura, ha un modo di colpire la palla particolare, come se non le costasse fatica alcuna…) fa, spesso, la differenza. Ma oggi non credo sia proponibile qualcuno che gioca solo di tocco e fa volé, ci vogliono basi solide, poi può venire anche il resto.

Concordo in pieno, Ana ha un tennis molto interessante! la potenza da fondo campo però è la cosa fondamentale nel tennis del momento, ma saper fare anche altro è sempre quel qualcosa in più che fa vincere partite importanti. La storia è tutta da scrivere comunque, Ana ha tutto per conquistare lo scettro, ma ci sono tante tante partite da vincere!

31
Fede-rer 22-02-2017 15:08

Scritto da vaidanihantu

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

Non è un risultato che deve sorprendere quello di oggi. A differenza della Ostapenko l’anno scorso che nel primo premier5 dell anno ottene il suo primo e finora unico risultato di rilievo la numero 1 croata ha vinto il primo torneo wta a soli 17 anni cosa che non accadeva da tantissimo tempo e non accade tutt ora. Se ci pensi l unica minorenne della top100 è la Bellis che deve la sua posizione di classifica per di più alle vittorie in ITF (Masha a 17 anni vinceva Wimbledon). Ma comunque dicevo non deve sorprendere questo risultato perché già l anno scorso era arrivata ai QF degli Us Open battendo agli ottavi la Radwanska in 2 set. Ha un buonissimo diritto un buon rovescio a due mani e a mio avviso un buon gioco di volo con ampi margini di miglioramento. Avrebbe potuto ottenere di piu se fosse stata seguita da competenti ma è ancora giovane e determinata e sopratutto ambiziosa (ha cambiato allenatore subito dopo una precoce eliminazione nell ultimo slam). Secondo me ha tutti I requisiti per chiudere l anno in top10 soprattutto dopo questo risultato che le fa scalare parecchie posizioni ed essere testa di serie non più solo negli international.

Ottima analisi… Più che quella sui risultati (buoni ma non eccezionali), mi interessava quella tecnica… Ed ora ti chiedo quindi: come vedi la Konjuh rispetto ad altri prospetti che sembrano molto seguiti ed apprezzati (giovani ma non giovanissime) come Kasatkina, Ostapenko, Svitolina… Vedi la Konjuh con maggiori potenzialità in prospettiva rispetto ad esse?
Hai citato Cici Bellis… E’ vero, ha ottenuto molti punti in ITF ma ha anche due anni in meno della Konjuh. La Bellis l’ho seguita di più e penso che abbia delle enormi potenzialità tennistiche anche se non sorretta da un fisico particolarmente prestante…

Se posso intromettermi, trovo l’argomento molto interessante. Sono state citate molte delle tenniste più promettenti del circuito a mio parere. Innanzitutto partirei dalla Ostapenko, che effettivamente ha raggiunto un grande risultato in carriera ma poco altro… Jelena è devastante da fondo campo, potrebbe veramente fare benissimo, stiamo a vedere come procede la stagione. La mia preferita tra le giovani è sempre stata la Bencic, ma sembra veramente l’ombra di se stessa. SOno piuttosto sicuro che si riprenderà, ha il tennis per salire di nuovo. Indubbiamente in questo momento le attenzioni sono tutte su Kasatkina e Konjuh, le due partite meglio dai blocchi. Kasatkina meno potente ma molto molto forte di testa, Konjuh devastante da fondo campo. Oltre a loro ci sono poi la Bellis, classe 99 un po’ leggera ma veramente forte, e Naomi Osaka, speranza del giappone con una potenza con pochi uguali nel circuito. Bellis sicuramente colpisce per la giovane età, ovviamente deve ancora dimostrare molto. Dietro a queste però ci sono veramente una quantità incredibile di giocatrici fortissime (soprattutto dell’est Europa) che invaderanno il circuito. Prima su tutte la mia preferita, Sofya Zhuk; l’ho vista giocare a 13 anni, quando vinse l’Avvenire di Milano, e da lì ho capito dove sarebbe arrivata. Sta prendendo con calma la cosa, si è fatta le ossa nello junior e ora sale nei pro. Oltre a lei le varie russe e ucraine (non sto nemmeno a citarle tutte, sicuramente Potapova, Sabalenka, Kostyuk, Lapko, Blinkova e potrei continuare per ore) hanno potenzialità fisiche devastanti che devono ovviamente ancora fare il salto di qualità. Che dire, il futuro è ricco di novità in arrivo!

Oh… Oggi finalmente, anzichè futili polemiche leggo disamine interessanti! Si spazia tra tennis e musica!

Allora, il discorso è molto articolato e complesso… Ieri commentavo, a proposito dei giovani italiani, che è difficile fare previsioni, che molti cercano di fare, circa il futuro Best ranking o la carriera che ciascuno avrà… Subentrano troppi fattori…

La Ostapenko, come dici giustamente tu, ha dei colpi da fondo impressionanti. Ho ancora in mente la partita persa sul filo di lana con la Pliskova a Melbourne… Pazzesca. Il suo limite mi sembra assolutamente la testa. Peccato che la testa sia una delle componenti fondamentali per una tennista. La Ostapenko è eccessivamente “focosa”, ha un “braccino” particolarmente evidente. Ed inoltre ha una condizione fisico/atletica molto ma molto perfettibile. Mentalmente si può sempre migliorare (Federer da giovane era una testa caldissima), ma la Ostapenko mi sembra un caratteraccio congenito, sarà dura raddrizzarla.
La Bencic era, come nel tuo caso, anche la mia prediletta. Aveva tutto gli ingredienti per stare al vertice a lungo… Ma ora non so cosa le sia successo. Di certo ora ha un fisico ben distante da quello di un’atleta professionista. La prima cosa che deve fare è ritrovare una forma almeno sufficiente, di conseguenza tornerà la mobilità e poi la fiducia. Ma non sono così ottimista, ci dev’essere qualche motivo per il quale si è ridotta così…
Kasatkina e Svitolina sono sicuramente forti, solide e continue. Potranno stare stabilmente nella Top 15 e fare puntate anche ben più in alto ma mi sembra manchi loro qualcosa per arrivare alle massime vette… Grandi geometrie, ottima intelligenza tennistica (la stessa, per esempio, di Halep e Cibulkova), ma palla troppo leggera… Se però ce l’ha fatta la Kerber ad arrivare al numero 1 ce la possono fare pure loro, con le giuste congiunture astrali. Ho l’impressione che siamo in una fase di interregno, nessuna delle sopra-citate sarà una dominatrice… Devono ancora affacciarsi sul circuito gli eventuali fenomeni del futuro…
Ai nomi che hai citato, aggiungerei la russa Vikhlyantseva che mi ha davvero impressionato!

30
pablox (Guest) 22-02-2017 14:42

@ vaidanihantu (#1777757)

La konjhu non ha solo “potenza da fondo campo”. Mi ricordo qualche commentatrice sky (non so se Reggi o chi altra) che, durante l’incontro della corata con la Maga, interpetò il m atch in questo modo,ma in realtà Ana giocò e mise in difficoltà la più esperta avversaria, proprio con il tocco e la volé, come ha fatto spesso anche oggi. E’ una giocatrice varia nei colpi, anche se certo, la pesantezza di quel dritto da fondo campo (e che gioca con molta disinvoltura, ha un modo di colpire la palla particolare, come se non le costasse fatica alcuna…) fa, spesso, la differenza. Ma oggi non credo sia proponibile qualcuno che gioca solo di tocco e fa volé, ci vogliono basi solide, poi può venire anche il resto.

29
Maxia (Guest) 22-02-2017 14:40

Tutti a inveire contro il tennis monocorde e invocare tenniste che sappiano ‘suonare tante note, accordi’ e via dicendo, ma quando c’è qualcuno che lo fa viene sprezzantemente denominata la TOCCHETTINA…

28
Fabblack 22-02-2017 14:19

@ vaidanihantu (#1777757)

Più che “l’ombra di sé stessa”, la Bencic sembra “il doppio di sé stessa”!

27
LuchinoVisconti (Guest) 22-02-2017 14:10

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Solo per la precisione, non è ancora Top30 (è attualmente 32) ma ovviamente non è questa la cosa fondamentale. Ragazzina con un grande tennis e con un grande avvenire (potenziale).

26
Antonio (Guest) 22-02-2017 13:46

@ Fede-rer (#1777700)

Penso che la Kasatkina sia un po troppo sopravvalutata soprattutto su questo forum. Certo giovane e promettente ma che risultati eclatanti ha ottenuto? Bazzica da un anno intorno alla posizione 30 che non è poco ma onestamente non credo ci siano I requisiti per ritenerla futura numero 1 non ha un tennis vario e la trovo piu forte a livello mentale che tecnico. Bellis sicuramente sorprendente l ho vista la prima volta a 14 anni a IW e già allora si vedeva il talento purtroppo il fisico non l aiuta non penso arrivera’ mai in vetta ma può fare una carriera alla Radwanska. Gavrilova la metto sullo stesso piano della omonima russa con molta piu spocchia e arroganza. In sostanza vedo idonee a contendersi la più alta posizione del ranking Konjuh(talento puro) e Osaka(potenza devastante da fondo) già citata da un altro utente hanno le caratteristiche per.conquistare diversi slam.

Ps ci sarebbe anche la Vekic se si da una svegliata in fondo ha soli 20 anni.

25
Antonio (Guest) 22-02-2017 13:35

Scritto da Giuli
@ Fede-rer (#1777665)
Concordo con te sulla Konjuh,farà come la Bertens o la Siegemund!

Eh? Ma che dici? Dov erano a 17 anni quelle che hai citato?

24
vaidanihantu 22-02-2017 13:13

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

Non è un risultato che deve sorprendere quello di oggi. A differenza della Ostapenko l’anno scorso che nel primo premier5 dell anno ottene il suo primo e finora unico risultato di rilievo la numero 1 croata ha vinto il primo torneo wta a soli 17 anni cosa che non accadeva da tantissimo tempo e non accade tutt ora. Se ci pensi l unica minorenne della top100 è la Bellis che deve la sua posizione di classifica per di più alle vittorie in ITF (Masha a 17 anni vinceva Wimbledon). Ma comunque dicevo non deve sorprendere questo risultato perché già l anno scorso era arrivata ai QF degli Us Open battendo agli ottavi la Radwanska in 2 set. Ha un buonissimo diritto un buon rovescio a due mani e a mio avviso un buon gioco di volo con ampi margini di miglioramento. Avrebbe potuto ottenere di piu se fosse stata seguita da competenti ma è ancora giovane e determinata e sopratutto ambiziosa (ha cambiato allenatore subito dopo una precoce eliminazione nell ultimo slam). Secondo me ha tutti I requisiti per chiudere l anno in top10 soprattutto dopo questo risultato che le fa scalare parecchie posizioni ed essere testa di serie non più solo negli international.

Ottima analisi… Più che quella sui risultati (buoni ma non eccezionali), mi interessava quella tecnica… Ed ora ti chiedo quindi: come vedi la Konjuh rispetto ad altri prospetti che sembrano molto seguiti ed apprezzati (giovani ma non giovanissime) come Kasatkina, Ostapenko, Svitolina… Vedi la Konjuh con maggiori potenzialità in prospettiva rispetto ad esse?
Hai citato Cici Bellis… E’ vero, ha ottenuto molti punti in ITF ma ha anche due anni in meno della Konjuh. La Bellis l’ho seguita di più e penso che abbia delle enormi potenzialità tennistiche anche se non sorretta da un fisico particolarmente prestante…

Se posso intromettermi, trovo l’argomento molto interessante. Sono state citate molte delle tenniste più promettenti del circuito a mio parere. Innanzitutto partirei dalla Ostapenko, che effettivamente ha raggiunto un grande risultato in carriera ma poco altro… Jelena è devastante da fondo campo, potrebbe veramente fare benissimo, stiamo a vedere come procede la stagione. La mia preferita tra le giovani è sempre stata la Bencic, ma sembra veramente l’ombra di se stessa. SOno piuttosto sicuro che si riprenderà, ha il tennis per salire di nuovo. Indubbiamente in questo momento le attenzioni sono tutte su Kasatkina e Konjuh, le due partite meglio dai blocchi. Kasatkina meno potente ma molto molto forte di testa, Konjuh devastante da fondo campo. Oltre a loro ci sono poi la Bellis, classe 99 un po’ leggera ma veramente forte, e Naomi Osaka, speranza del giappone con una potenza con pochi uguali nel circuito. Bellis sicuramente colpisce per la giovane età, ovviamente deve ancora dimostrare molto. Dietro a queste però ci sono veramente una quantità incredibile di giocatrici fortissime (soprattutto dell’est Europa) che invaderanno il circuito. Prima su tutte la mia preferita, Sofya Zhuk; l’ho vista giocare a 13 anni, quando vinse l’Avvenire di Milano, e da lì ho capito dove sarebbe arrivata. Sta prendendo con calma la cosa, si è fatta le ossa nello junior e ora sale nei pro. Oltre a lei le varie russe e ucraine (non sto nemmeno a citarle tutte, sicuramente Potapova, Sabalenka, Kostyuk, Lapko, Blinkova e potrei continuare per ore) hanno potenzialità fisiche devastanti che devono ovviamente ancora fare il salto di qualità. Che dire, il futuro è ricco di novità in arrivo!

23
daria’s smile (Guest) 22-02-2017 13:02

Scritto da Fede-rer

Scritto da daria’s smile

Scritto da Fede-rer
@ daria’s smile (#1777634)
@ vaidanihantu (#1777657)
Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

Grazie per i complimenti. Una sola precisazione: non nominare il nome Wang invano. Esiste solo un genio con quel nome, è una piccola donna di trenta anni che si veste in maniera molto sexy, suona in modo divino, ma non gioca a tennis.

Confesso la mia ignoranza relaticamente alla Wang-musicista, e mi hai a tal punto incuriosito che stasera mi documenterò…
Quanto alla omonima tennista, per i miei gusti non merita di essere ricordata o tifata…

Grande Fede-rer, in un mondo in cui siamo tutti tuttologi, è bello sentire ancora qualcuno dire “sono ignorante in materia” ma ho la curiosità di scoprire qualcosa che qualcuno dice essere bello e interessante. Questo ti fa onore. Fino ad un anno fa, neppure io conoscevo Yuja Wang. Poi ho letto un articolo in cui parlavano di questa grande pianista cino-statunitense che suonava con tacchi a spillo e minigonna, e allora sono andato a guardarla su Youtube e mi sono innamorato della sua musica. Fino a quel momento sapevo poco della musica classica e niente dei concerti per pianoforte (sono quelli in cui un’orchestra intera accompagna un/una pianista). Bè, sai cosa ti dico, che lei può permettersi di suonare anche in accappatoio per quanto è brava. E non lo dico io, lo dice gente che è cinquantanni che sente i più bravi pianisti del mondo. Visto che dici di non conoscere questo mondo, incomincia a sentire la Turkish March di Mozart, o Flight of the Bumble-Bee. Poi, se crescerà dentro di te la passione, come è successo a me, e come ti auguro, potrai sentire Rapsody in Blue di Gershwin e il concerto n.2 e 3 di Rachmaninov.

22
vaidanihantu 22-02-2017 12:54

Scritto da Fede-rer

Scritto da daria’s smile

Scritto da Fede-rer
@ daria’s smile (#1777634)
@ vaidanihantu (#1777657)
Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

Grazie per i complimenti. Una sola precisazione: non nominare il nome Wang invano. Esiste solo un genio con quel nome, è una piccola donna di trenta anni che si veste in maniera molto sexy, suona in modo divino, ma non gioca a tennis.

Confesso la mia ignoranza relaticamente alla Wang-musicista, e mi hai a tal punto incuriosito che stasera mi documenterò…
Quanto alla omonima tennista, per i miei gusti non merita di essere ricordata o tifata…

La Wang tennista non sarà una campionessa ma sta facendo un’ottima annata e non mi pare assolutamente giusto sminuirla dicendo di non nominare il nome invano… ben venga la musicista, ma applausi a questa giocatrice, ha una velocità di spostamento impressionante e nel complesso un tennis discreto (è tra le migliori 60/70 giocatrici al mondo, non dimentichiamo mai questo numero). Per il discorso fatto in precedenza, verissimo che è dagli scontri di stile che si hanno belle sfide, ma non so quanti ce ne saranno in futuro. Però il tennis di Kasatkina, Bellis, Zhuk, Aiava, Konjuh, Bencic e le tante altre giovani non è solo potenza… se la Sharapova ha imparato dopo i 25 anni a fare le smorzate, diamo tempo a queste ragazze di crescere, e non dimenticate che le doppiste che giocano anche il singolo sono buone giocatrici di volo, quindi non sparirà del tutto il gioco di rete. Abbiate fede, il tennis femminile è veramente in un peiodo delicato ma si stabilizzerà presto, con una nuova numero uno, al momento poco prevedibile

21
Fabblack 22-02-2017 12:36

@ gbuttit (#1777668)

Eccomi.
Sono appena rientrato, non ho visto niente finora e sono pure allibito leggendo i risultati.
Qui non vale più il solito luogo comune sulla proprietà transitiva;
qui vale la frase famosa “domani è un altro giorno”, o l’altra “dipende come si alza dal letto” (Mladenovic) 😀
p.s.: hai notato che non ho parlato della Davis?
😳 (non avevo, ora l’ho fatto).

20
Giuli (Guest) 22-02-2017 12:33

@ Fede-rer (#1777665)

Concordo con te sulla Konjuh,farà come la Bertens o la Siegemund!

19
Fede-rer 22-02-2017 12:29

Scritto da daria’s smile

Scritto da Fede-rer
@ daria’s smile (#1777634)
@ vaidanihantu (#1777657)
Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

Grazie per i complimenti. Una sola precisazione: non nominare il nome Wang invano. Esiste solo un genio con quel nome, è una piccola donna di trenta anni che si veste in maniera molto sexy, suona in modo divino, ma non gioca a tennis.

Confesso la mia ignoranza relaticamente alla Wang-musicista, e mi hai a tal punto incuriosito che stasera mi documenterò…
Quanto alla omonima tennista, per i miei gusti non merita di essere ricordata o tifata…

18
Fede-rer 22-02-2017 12:28

Scritto da Antonio

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

Non è un risultato che deve sorprendere quello di oggi. A differenza della Ostapenko l’anno scorso che nel primo premier5 dell anno ottene il suo primo e finora unico risultato di rilievo la numero 1 croata ha vinto il primo torneo wta a soli 17 anni cosa che non accadeva da tantissimo tempo e non accade tutt ora. Se ci pensi l unica minorenne della top100 è la Bellis che deve la sua posizione di classifica per di più alle vittorie in ITF (Masha a 17 anni vinceva Wimbledon). Ma comunque dicevo non deve sorprendere questo risultato perché già l anno scorso era arrivata ai QF degli Us Open battendo agli ottavi la Radwanska in 2 set. Ha un buonissimo diritto un buon rovescio a due mani e a mio avviso un buon gioco di volo con ampi margini di miglioramento. Avrebbe potuto ottenere di piu se fosse stata seguita da competenti ma è ancora giovane e determinata e sopratutto ambiziosa (ha cambiato allenatore subito dopo una precoce eliminazione nell ultimo slam). Secondo me ha tutti I requisiti per chiudere l anno in top10 soprattutto dopo questo risultato che le fa scalare parecchie posizioni ed essere testa di serie non più solo negli international.

Ottima analisi… Più che quella sui risultati (buoni ma non eccezionali), mi interessava quella tecnica… Ed ora ti chiedo quindi: come vedi la Konjuh rispetto ad altri prospetti che sembrano molto seguiti ed apprezzati (giovani ma non giovanissime) come Kasatkina, Ostapenko, Svitolina… Vedi la Konjuh con maggiori potenzialità in prospettiva rispetto ad esse?
Hai citato Cici Bellis… E’ vero, ha ottenuto molti punti in ITF ma ha anche due anni in meno della Konjuh. La Bellis l’ho seguita di più e penso che abbia delle enormi potenzialità tennistiche anche se non sorretta da un fisico particolarmente prestante…

17
Giuli (Guest) 22-02-2017 12:27

Anche oggi si è dimostrato che chi vince un torneo non è fisicamente (e psicologicamente)in grado di affrontarne subito un altro.

16
Antonio (Guest) 22-02-2017 12:15

Scritto da Fede-rer

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

Non è un risultato che deve sorprendere quello di oggi. A differenza della Ostapenko l’anno scorso che nel primo premier5 dell anno ottene il suo primo e finora unico risultato di rilievo la numero 1 croata ha vinto il primo torneo wta a soli 17 anni cosa che non accadeva da tantissimo tempo e non accade tutt ora. Se ci pensi l unica minorenne della top100 è la Bellis che deve la sua posizione di classifica per di più alle vittorie in ITF (Masha a 17 anni vinceva Wimbledon). Ma comunque dicevo non deve sorprendere questo risultato perché già l anno scorso era arrivata ai QF degli Us Open battendo agli ottavi la Radwanska in 2 set. Ha un buonissimo diritto un buon rovescio a due mani e a mio avviso un buon gioco di volo con ampi margini di miglioramento. Avrebbe potuto ottenere di piu se fosse stata seguita da competenti ma è ancora giovane e determinata e sopratutto ambiziosa (ha cambiato allenatore subito dopo una precoce eliminazione nell ultimo slam). Secondo me ha tutti I requisiti per chiudere l anno in top10 soprattutto dopo questo risultato che le fa scalare parecchie posizioni ed essere testa di serie non più solo negli international.

15
daria’s smile (Guest) 22-02-2017 12:14

Scritto da Fede-rer
@ daria’s smile (#1777634)
@ vaidanihantu (#1777657)
Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

Grazie per i complimenti. Una sola precisazione: non nominare il nome Wang invano. Esiste solo un genio con quel nome, è una piccola donna di trenta anni che si veste in maniera molto sexy, suona in modo divino, ma non gioca a tennis.

14
pisco (Guest) 22-02-2017 12:06

@ pablox (#1777625)

La serba le ha buscate !!

13
Fede-rer 22-02-2017 12:01

@ daria’s smile (#1777634)

@ vaidanihantu (#1777657)

Due bellissimi commenti, bravi! Meritano di essere letti. Concordo in buona parte con entrambi e proverei a sintetizzarli.
Sono d’accorso con Daria’s smile che sostiene che il tennis si sia molto “appiattito” a livello di stili di gioco, in particolare al femminile. Non solo in termini di discese a rete bensì di ampiezza del repertorio. Poche sanno giocare un back di rovescio (che contro tanti rovesci bimani di lungagnone legnose sarebbe un’arma tattica fenomenale), poche giocano una decende seconda di servizio in kick ecc ecc.
Per esempio, fino a poc’anzi la Wang ha giocato una partita intera a sollevare topponi da fondocampo che Kiki Mladenovi faceva una fatica tremenda ad interpretare, non riusciva ad appoggiarsi, ad accelerare. Perdeva campo… Quando queste giocatrici moderne vedono intaccati i loro schemi vanno in crisi e non hanno un piano B. Kiki è una gran doppista ed ha davvero un ottimo gioco di volo. Contro la Wang avrebbe dovuto venire molto di più a rete. Ma la tattica e la vastità del repertorio nel tennis femminile sono state un po’ messe in secondo piano…
Concordo con Vaidanihantu, invece, quando dice che non tutti (per fortuna, aggiungerei) amano lo stesso stile di gioco. Io amo molto chi scende spesso a rete. Lui ama di più gli attaccanti da fondo. Entrambe son scelte rispettabili. Mi limito a sottolineare che lo spettacolo, nel tennis, generalmente nasce dal contrasto di stili. Se restano solo più picchiatori da fondo e diminuiscono i “volleatori” ed anche, in misura minore, i difensori da fondo lo spettacolo ne risente.
Pliskova-Mladenovic ieri è stata una partita di picchiatrici ed ha vinto colei che ha semplicemnte servito meglio e sbagliato meno accelerazioni… Non avrei altro notazioni tattiche da fare su tale match, per esempio. La Pliskova era nettamente sotto nel punteggio. Avrebbe dovuto cercare qualche variante tattica per spostare l’inerzia del match. Avrebbe dovuto, ma non lo ha fatto in quanto non ha varianti nel proprio bagagli. La Mladenovic, come detto prima, ne avrebbe di più, ma non le applica. Ed infatti ha perso con la Wang…

12
akgul num.1 22-02-2017 11:58

Questa è la KiKi ke konosko! 😛

11
gbuttit 22-02-2017 11:53

Ed ora resstiamo in attesa del solito commento di Fabblack sulla Wang, in cui ovviamente parla della Wang per parlare di qualcun’altra…

10
Fede-rer 22-02-2017 11:50

Scritto da Antonio
Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

Dato che mi pare tu sia un suo Fan, mi descrivi un po’ questa Konjuh? Vedo che ha molti simpatizzanti e molti la profetizzano ai vertici. Io l’ho vista giocare solo un paio di volte a spezzoni all’inizio di questa stagione e, onestamente, non mi aveva particolarmente impressionato!

9
pablox (Guest) 22-02-2017 11:48

Annuccia batte pure la Vesnina con una partita notevole…
Intanto la Mlad chiama l’MTO :mrgreen:
Per quanto riguarda le considerazioni filosofiche sparse…forse al posto di perdere tempo con la Jabeur dovreste vedere la Konjhu, potenza e tocco allo stesso tempo, ed anche risultati.
Vero che in questo momento ci sono molte assenze nel tennis femminile di vertice, ma questo era vero anche agli AO, però la finale è stata fra le Williams, e allora nessuno ha avuto il coraggio e l’onestà intellettuale, diciamolo pure, di notarlo.
Il livello però qui è decisamente buono.
IMHO 😎

8
Antonio (Guest) 22-02-2017 11:44

Evvai!! Benvenuta nella top30! Da adesso preparati a scalare il ranking giovando di tabelloni piu agevoli in quanto tds

7
vaidanihantu 22-02-2017 11:39

Scritto da daria’s smile
Ragazzi, guardando chi è rimasto nel tabellone di Dubai mi è subentrata una tristezza … Dei cloni che si sfidano a lanciarsi la pallina oltre la rete, con qualche rara eccezione. Chi sbaglierà dopo vincerà la partita.A questo si è ridotto il tennis femminile? Almeno tra i maschi qualcuno che prende la rete ancora c’é … Queste qua sembrano delle pianiste a cui hanno insegnato soltanto tre note e le suonano di continuo fino a terminare il noioso concerto. Nessuno ha spiegato loro che esistono altre note, esistono gli accordi. E quando nasce un talento, una giocatrice con estro(Ons),tanti di noi neppure riescono a riconoscerla, a divertirsi sentendo una miriade di note mai ascoltate in precedenza, perché assuefatti alle stesse immancabili tre note da troppi anni. Ons Jabeur non è ancora omologata e gioca contro i cloni che la battono quasi sempre. Ons è una pianista che conosce ogni nota, e il suo concerto perdente può far commuovere se avete la sensibilità per ascoltarlo. Ons è come Yuja Wang, un genio la cui musica ti spinge a contatto con l’Universo. Se non la conoscete ascoltatela su Youtube, e se avete cuore, questo sarà il più bel regalo che riceverete in questa giornata.

Io amo Ons, penso sia davvero fantastica e vederla giocare è sempre uno spettacolo. Detto questo, a tennis il più forte vince. Saper suonare tante note è bello, ma devi saperle suonare bene, altrimenti finisce che risulta più armoniosa una composizione di sole tre note. Quando Ons mette insieme i suoi pezzi riesce a dare grandi prestazioni, ma quando i pezzi rimangono scollegati ne risulta un tennis falloso e assolutamente poco efficace. Bruttissima però la frase sui cloni che giocano a lanciarsi di là la palla… ma che sport guardi? Al massimo puoi dire che sono cloni che giocano a chi tira più forte, perchè in questo momento gran parte delle giocatrici del circuito sono di potenza. In particolare la cosa riguarda le più giovani, dunque fra qualche anno la cosa sarà ancora più rimarcata. Il prendere la rete poi è uno schema di gioco, ma ce ne sono tanti. Ad esmepio a me non piace chi scende a rete spesso, soprattutto dopo il servizio. Preferisco vedere grandi colpi di potenza da fondocampo, mi lasciano decisamente senza fiato. Il tennis femminile sta vivendo un momento molto particolare, ma decisamente interessante: tante nuove ragazze stanno arrivando, e questo scombina molto i tabelloni. Ad alcuni non piace, ad altri si. Spero che ora vinca la Konjuh con la Vesnina (pensi che queste due giochino a buttare di là la palla?) e che tante giovani facciano ottimi risultati, come fece la Ostapenko qui un anno fa.

6
daria’s smile (Guest) 22-02-2017 11:00

Ragazzi, guardando chi è rimasto nel tabellone di Dubai mi è subentrata una tristezza … Dei cloni che si sfidano a lanciarsi la pallina oltre la rete, con qualche rara eccezione. Chi sbaglierà dopo vincerà la partita.A questo si è ridotto il tennis femminile? Almeno tra i maschi qualcuno che prende la rete ancora c’é … Queste qua sembrano delle pianiste a cui hanno insegnato soltanto tre note e le suonano di continuo fino a terminare il noioso concerto. Nessuno ha spiegato loro che esistono altre note, esistono gli accordi. E quando nasce un talento, una giocatrice con estro(Ons),tanti di noi neppure riescono a riconoscerla, a divertirsi sentendo una miriade di note mai ascoltate in precedenza, perché assuefatti alle stesse immancabili tre note da troppi anni. Ons Jabeur non è ancora omologata e gioca contro i cloni che la battono quasi sempre. Ons è una pianista che conosce ogni nota, e il suo concerto perdente può far commuovere se avete la sensibilità per ascoltarlo. Ons è come Yuja Wang, un genio la cui musica ti spinge a contatto con l’Universo. Se non la conoscete ascoltatela su Youtube, e se avete cuore, questo sarà il più bel regalo che riceverete in questa giornata.

5
ci provo 22-02-2017 10:58

Sono allibito di fronte alla povertà tecnica del torneo di Dubai, che è pur sempre un Premier Five e assegna una valanga di punti: delle attuali prime 20 del ranking, 10 non ci sono proprio andate e 5 sono uscite al primo turno. Così, agli ottavi le superstiti di vertice sono appena 5: Kerber, Radwanska, Svitolina, Wozniacki e Vesnina. Non mi sembra davvero un buon spot per la salute globale del tennis femminile!

4
pablox (Guest) 22-02-2017 10:52

Quella scarsona della Wang sta pigliando a pallate pure la fortissima Mladenovic.. :mrgreen:

3
Fede-rer 22-02-2017 10:45

Ma mi sapete dire perchè Supertennis, dopo aver regolarmente trasmesso Makarova-Davis, anzichè trasmettere Wang-Mladenovic sta trasmettendo la replica di Fognini ieri sera?

2
Antonio (Guest) 22-02-2017 10:40

Ana sfrutta appena 5pb su 17 ma se la sta giocando comunque alla pari con una top15. Vai col terzo set…forza!!

1