Australian Open 2017 - Italiani ATP, Copertina, WTA

Australian Open 2017: le pagelle del tennis italiano

30/01/2017 08:00 28 commenti
Andreas Seppi classe 1984
Andreas Seppi classe 1984

Bilancio agrodolce nel tennis maschile, decisamente negativo in quello femminile: questi Australian Open appena terminati evidenziano ancora una volta lo stato di salute del tennis italiano, aggrappato agli exploit dei soliti noti fra i maschietti e decisamente in crisi di risultati in quello femminile, davvero ai minimi storici del proprio movimento da vent’anni a questa parte. Partiamo con gli uomini, coloro che hanno fatto non solo i loro “compitini” ma che in un caso sono andati ben oltre le aspettative. Un’ulteriore analisi va fatta ed è una piacevole considerazione: la pattuglia di tennisti presenti alle qualificazioni è stata ben nutrita e alquanto giovane, segno che, seppur a rilento e con tempi tutti italiani, qualcosa si muove.

Andreas Seppi: voto 8.5. Una vittoria d’esperienza contro il coetaneo francese Mathieu, l’impresa contro la testa calda nonché talento di casa Nick Kyrgios, la classica prova del 9 contro il belga Darcis superata in maniera brillante, con una seconda settimana difficilmente pronosticabile che è divenuta nuovamente realtà e che lo rende ancora una volta il migliore della truppa a livello Slam. Contro lo svizzero Wawrinka ha perso lottando come un leone in tre tie break, recriminando anche per non aver sfruttato le poche chances a disposizione. Un grande esempio di dedizione al lavoro, alla fatica, all’allenamento, che si conferma tennista con la T maiuscola e che andrebbe sempre preso ad esempio. Senza se e senza ma. Chapeau Andreas!

Paolo Lorenzi: voto 6,5. Peccato non avercela fatta con il serbo Troicki al secondo turno, un giocatore che sta diventando la sua bestia nera e che in questi Australian Open è quasi riuscito a battere. Compitino portato a casa con la vittoria al primo turno contro l’australiano Duckworth, resta però l’amaro in bocca per la sconfitta al 2T: affidabile, serio, unico, Paolino Lorenzi sembra crescere anche a livello Major, fino a poco tempo un vero e proprio tabù. Certo, aver raggiunto tale maturità in passato…altro che 6.5.

Fabio Fognini. Voto 7-. Fabio non era stato fortunato nel sorteggio, pescando un giocatore difficile e contro cui aveva perso malamente in passato, fra polemiche e insulti. Lo spagnolo Feliciano Lopez questa volta è stato invece regolato con autorità, senza alcuna possibilità regalata per rientrare nel match. Le sensazioni positive dell’esordio sono state però in parte smentite dal turno successivo, quando i fantasmi del passato sono tornati prepotentemente e Fognini è apparso nuovamente nervoso e poco concentrato, finendo per perdere in 5 set contro il francese Paire. L’avversario ha si giocato bene e l’incontro sarebbe potuto tranquillamente finire in 4 set ma quando ti viene data la possibilità di rientrare nel match, e Paire ne ha concesse eccome, devi essere bravo a sfruttarla e non rincorrere per tutta la durata della partita, perché poi a un certo punto il tuo avversario il risultato pieno lo porta a casa. La strada con Davin è ancora lunga.

Luca Vanni: voto 6. Bravissimo a passare le quali, sfortunato a doversi ritirare nel primo turno del main draw contro il ceco Berdych. Lucone raggiunge un bel traguardo e di questo gli va dato atto, buon viatico per quella che si spera sia una stagione di ottimi risultati conseguiti all’insegna della costanza, suo reale problema nel 2016. Spiace non aver potuto godere del vero Vanni nella partita contro il ceco: speriamo che le occasioni per rifarsi non manchino.

Thomas Fabbiano: voto 6-. Come Vanni bravissimo a superare le insidiose quali ma il primo turno contro Donald Young poteva e doveva essere approcciato a mio modo di vedere le cose, in maniera differente. Fabbiano ha perso troppo nettamente contro un avversario che di certo non è un campione: resta la sensazione che al ragazzo manchi un piccolo step per credere pienamente nei propri mezzi. Forza Fabs, puoi raggiungere vette più alte. Devi crederci anche tu.

Passiamo alle donne, vera Caporetto di questi Australian Open tinti d’azzurro.

Roberta Vinci: voto 4,5. Come può una giocatrice esperta come la Vinci affermare di non capire nulla del gioco della propria avversaria (la futura semifinalista Vandeweghe) per buona parte di una partita? È vero che ci ha abituati bene, benissimo e per questo motivo il voto australiano non può che essere altamente negativo. La speranza è che questa sia non solo (probabilmente..) la sua ultima stagione da professionista ma anche un anno ricco di soddisfazioni, magari exploit sparsi qua e là ma comunque degni del talento di cui Roberta può fregiarsi.

Sara Errani: voto 6. Primo turno superato contro la giapponese Ozaki, ritiro e tanta malasorte contro la Makarova al 2T. Gli Australian Open 2017 di Sara Errani dovevano andare diversamente invece è arrivato un infortunio che ha bloccato i suoi piani di rilancio. La stagione è ancora lunga, speriamo che Sarita sappia rialzarsi e riprendere la rincorsa. Sempre sperando che lo stop non sia deleterio e che vada per le lunghe.

Karin Knapp: senza voto. Spiace, vedere l’ennesimo ritiro di una Knapp non ancora pronta per rientrare a pieno regime nel circuito. In Australia ha sfruttato il ranking protetto ma contro la Hsieh è arrivato un ritiro che fa male e che non si capisce fino in fondo: il giorno dopo Karin è scesa in campo per il suo match di doppio con la Minnella, peraltro superando il turno…tutto ciò com’è possibile? Peccato, la voglia di rivederla ad alti livelli in singolare è davvero tanta…

Camila Giorgi: voto 5.5. Ancora una volta una prestazione convincente a sprazzi ma anche una sconfitta contro una giocatrice di ranking molto più alto e sul filo di lana per Camila Giorgi. Peccato, perché contro la svizzera Bacsinszky, Camila è andata davvero vicina al regalarsi una vittoria che sarebbe stata non solo di prestigio ma anche un incredibile incentivo per il prosieguo della stagione appena cominciata. Certe partite, questo tipo di partite, se vuoi salire in classifica ogni tanto (non dico sempre!) devi portarle a casa. E adesso arriva anche un infortunio che la fa ritirare dalle quali di San Pietroburgo che non fa per nulla ben sperare…

Francesca Schiavone: voto 4. Uscire al primo turno contro l’americana Boserup per una che ha vinto il Roland Garros non deve essere proprio fonte di gioia, se in più ci metti l’assenza del lottare su ogni singola pallina come in passato, in un passato recente che ti ha visto alzare al cielo trofei importantissimi, si fa spazio in maniera decisa una singola domanda: ha ancora senso continuare e non ritirarsi subito? Va bene continuare ma almeno che ci si diverta…perché ho la sensazione che a Melbourne la Schiavo si sia divertita davvero poco…


Alessandro Orecchio


TAG: ,

28 commenti. Lasciane uno!

Luca Martin (Guest) 30-01-2017 17:27

Seppi molto bene se lo ‘parametriamo’ con il livello italico, altrimenti non va oltre il 6.5-7
Fognini bene per la vittoria al primo turno, ma la sconfitta al V° set con Paire è veramente dura da digerire, max 6+.
Lorenzi 6.
Roberta Vinci 5/6. Ha perso al 1T, ma mica da una qualsiasi, dalla semifinalista!! Come si fa a darle 4.5?

28
proio 30-01-2017 16:10

Alcuni utenti cercano di dare lezioni di tennis a una finalista slam e al suo allenatore.
Ragazzi quanto mi fate ridere

27
Carl 30-01-2017 15:52

In effetti abbastanza assurdo il commento post-partita della Vinci, ma non tanto per la partita in sé, quanto per il fatto che con la Vandweghe ci ha già giocato due volte recentemente, ed è stata sconfitta entrambe le volte.
Non conosceva il gioco dell’avversaria? Non se l’aspettava?
Non ha senso, figuriamoci se lei, e Cinà, non sapevano più che bene che partita sarebbe stata.
Lo sapevamo perfino noi, e nessuno si è meravigliato più di tento vedendo la partita.

Probabilmente si è solo espressa male, ritengo che non volesse dire che “non capiva”, ma che non riusciva a farci niente, a volte si usa quell’espressione con questo senso.

26
Sottile 30-01-2017 15:29

Pagelle di Orecchio piuttosto larghe come al solito.
A Fognini non darei più di 6-, un 5,5 a Fabiano che ha sempre sofferto nelle qualifiche e al primo turno ha perso senza lottare, un bell S.v. a Vanni che di fatto ha giocato solo le qualifiche e un 5 pieno alla Giorgi che comunque é uscita con una classificata molto meglio di lei
E comunque ha dimenticato il voto più importante: un bell’1 alla FIT e al suo duce Binaghi

25
Il Violinista del Titanic (Guest) 30-01-2017 15:03

Scritto da Reax
@ Fedex (#1759536)
Si dice coetaneo anche di persone appartenenti a una stessa epoca…

Quello è ‘coevo’, non ‘coetaneo’.

24
Paolo (Guest) 30-01-2017 14:05

Seppi 9
Lorenzi 6,5
Fabbiano 6
Vanni 6
Fognini 6-
Errani 6
Vinci 5
Knapp 5
Schiavone 4
Giorgi 5

23
Giuseppespartano (Guest) 30-01-2017 13:36

Per me, Lorenzi un 7- , non un 7 pieno quindi. Comunque sempre un buonissimo voto.
Fognini è eccessivo il 7-. Il 6 probabilmente è troppo poco. Un 6+ diciamo che sarebbe forse il voto più giusto 🙂
Seppi come ho scritto più volte è stato bravissimo!
Io darei un bel 8, al massimo un 8+

22
MarcoVE (Guest) 30-01-2017 12:44

Le pagelle sono fatte per far discutere.
Queste pagelle sono fatte per far ridere: Fognini che ha buttato via l’ennesima occasione, dando l’ennesima dimostrazione di immaturità ha preso 7- mentre il vecchio Lorenzi, umile operaio del tennis, che ottiene il medesimo risultato del ligure 6.5.
Suvvia, caro Orecchio, dicci che hai voluto farci scompisciare dalle risate…

21
Gabriele da Firenze 30-01-2017 12:41

A mio parere si può salvare solo Seppi. Tutto il resto è la chiara manifestazione del totale buio attuale del tennis italiano, sia maschile che femminile. Buio che diventerà terribilmente fitto nei prossimi anni, senza quei ricambi che ci dovrebbero essere e di cui, purtroppo, non se ne vede traccia all’orizzonte.

20
Reax (Guest) 30-01-2017 12:32

@ Giuli (#1759593)

Quelli che ripropongono messaggi altrui senza aggiungere altro non li capisco…cosa vorreste dire???

19
Koko (Guest) 30-01-2017 12:09

Scritto da Fighter 90
@ Koko (#1759598)
Gli avversari di Fognini, per tipologia di gioco, erano i peggiori che gli potessero capitare.
I tennisti estrosi, dalla gran battuta, che tirano forte e non amano il palleggio da fondo, saranno sempre un grosso scoglio per Fognini.

Ma batti un Lopez dal mal di schiena che serve con meno efficacia e con pause.

18
Fighter 90 30-01-2017 12:04

@ Koko (#1759598)

Gli avversari di Fognini, per tipologia di gioco, erano i peggiori che gli potessero capitare.
I tennisti estrosi, dalla gran battuta, che tirano forte e non amano il palleggio da fondo, saranno sempre un grosso scoglio per Fognini.

17
Koko (Guest) 30-01-2017 11:52

@ laver (#1759592)
Sul piano delle potenzialità superate Lorenzi meglio anche di Seppi che ha semplicemente fatto il Seppi in palla sfruttando un Kyrgios sciupione e forse non molto allenato sulla lunga distanza. Fognini da 6 perché migliora qualcosa ma si dimentica il servizio mentre i miglioramenti veri si fanno se si mantengono alti livelli in ogni fondamentale.

16
Koko (Guest) 30-01-2017 11:43

L’Americana attualmente vale molto più della nostra brava rappresentante di un tennis forse non più efficacissimo per quanto tecnico. Con il bekketto tieni a bada una potente e precisa fino ad un certo punto e solo se lei sbaglia. Dipende più da come si sveglia la ben più atletica ed efficace rivale. I tempi anche nel tennis cambiano.

15
Giuli (Guest) 30-01-2017 11:35

Scritto da Fede-rer
Come spesso mi è successo non concordo affatto con i giudizi del Sig. Orecchio. I voti sono soggettivi ed è normale che vi siano delle divergenzr di opinione ma in certi casi trovo che ci siano degli errori concettuali.
Il 7- a Fognini secondo me è eccessivo. Secondo me il fatto di aver sconfitto, seppur nettamente, un Lopez con il mal di schiena gli vale una sufficienza piena (6+). Il fatto di aver perso al fotofinish con Paire rappresenta l’ennesiama occasione sprecata dal talentuoso ligure.
I voti devono sempre essere commisurati al talento ed alle potenzialità. E’ come a scuola: da chi ha più doto i professori pretendono giustamente di più.
Proprio per questo discorso Lorenzi merita invece un bel 7! Non capisco: sia Lorenzi che Fognino hanno superato un turno. Lorenzi, meno forte e talentuoso di Gogna, prende un voto più basso nonostante abbia portato al quinto un ottimo giocatore come Troicki che, non per niente, al turno successivo ha impegnato severamente Wawrinka! Suvvia. Lorenzi il 7 se lo merita tutto!
6- a Fabbiano mi sembra un voto troppo risicato: il suo torneo l’aveva vinto superando le qualificazioni abbastanza brillantemente. Criticarlo per una sconfitta con Young significherebbe ipotizzare un potenziale da Top 50 per Fabbiano: potenziale che secondo me, purtroppo non ha. Non vedo niente di strano nella sua sconfitta. Young non è un fenomeno, ma le carriere dei due mostrano significative differenze.
4,5 alla Vinci mi sembra una follia! Ma poi 4,5 perchè in conferenza stampa è stata onesta ed ha detto che nel primo set non ci ha capito niente? Mi sembra sacrosanto! Mi sembra che anche la numero uno del mondo (la Kerber) ed un’altra Top 10 (la Muguruza) non ci abbiano evidentemente capito molto! Sono stati prese a pallate da una Vandeweghe deluxe! Ergo, voto 6 alla Vinci e vedremo la sua reale forma nei prossimi tornei!
A Seppi avrei dato anche un 9 per le emozioni che ci ha dato… Su tutti gli altri voti sono più o meno d’accordo. Anche se un 4 alla Schiavone non cambia la sostanza delle cose: diventa difficile valutarla come tennista attualmente. Sta girando per il mondo con la racchetta in mano…

14
laver 30-01-2017 11:33

Vanni e fabbiano 7 per aver vinto 3 partite di quali.
fognini 6 e 1/2 in ogni caso paire è un giocatore da cui ha quasi sempre perso
seppi per me è 8, mathieu è un buon giocatore per allenarsi, alla fine perde sempre, kirgios ha regalato 2 set, e darcis gli è comunque inferiore.
lorenzi 7, troicki non è una bestia nera, perchè è sempre stato più forte di lorenzi…..

13
Danbar (Guest) 30-01-2017 11:20

6.5 a Fabbiano ha perso con un giocatore cmq più forte ma bravo a superare le qualificazioni
6.5 a Vanni come sopra
Fognini 7 con Lopez 5 con paire media 6.5 con gli altri concordo

12
Luigi44 (Guest) 30-01-2017 10:22

Avrei dato un 9 a Seppi e un 6,5 a Fognini, perché ha sprecato nuovamente un’ottima occasione di andare avanti in uno slam.
Sul femminile, totalmente d’accordo con Orecchio. Purtroppo questa è oggi la situazione e dovremo abituarci a non essere più protagonisti in questo settore per alcuni anni

11
Gaz (Guest) 30-01-2017 10:21

Scritto da Gaz
Più che pagelle personali farei considerazione generali sul momento del tennis femminile in questo momento,dopo le prove negative del Main draw,la mancanza di presenza nelle qualifiche e i risultati nel torneo juniores che vedono le nostre sempre emarginate da chi a breve sarà nel tennis che conta.

10
Gaz (Guest) 30-01-2017 10:20

Più che pagelle personali farei considerazione generali sul momento del tennis femminile in questo momento,dopo le prove negative del Main draw,la mancanza di presenza nelle qualifiche e i risultati nel torneo juniores che vedono le nostre sempre emarginate da chi a

9
Elio 30-01-2017 10:07

Fognini merita un 6, non 7 ! 4,5 a Roberta non esiste ! xchè non potrebbe affermare che non ha capito il gioco di Vandeweghe ??? Voto scandaloso secondo me. 💡 🙄

8
massimo4 (Guest) 30-01-2017 09:46

Concordo con Orecchio…

7
Fede-rer 30-01-2017 09:38

Come spesso mi è successo non concordo affatto con i giudizi del Sig. Orecchio. I voti sono soggettivi ed è normale che vi siano delle divergenzr di opinione ma in certi casi trovo che ci siano degli errori concettuali.

Il 7- a Fognini secondo me è eccessivo. Secondo me il fatto di aver sconfitto, seppur nettamente, un Lopez con il mal di schiena gli vale una sufficienza piena (6+). Il fatto di aver perso al fotofinish con Paire rappresenta l’ennesiama occasione sprecata dal talentuoso ligure.
I voti devono sempre essere commisurati al talento ed alle potenzialità. E’ come a scuola: da chi ha più doto i professori pretendono giustamente di più.
Proprio per questo discorso Lorenzi merita invece un bel 7! Non capisco: sia Lorenzi che Fognino hanno superato un turno. Lorenzi, meno forte e talentuoso di Gogna, prende un voto più basso nonostante abbia portato al quinto un ottimo giocatore come Troicki che, non per niente, al turno successivo ha impegnato severamente Wawrinka! Suvvia. Lorenzi il 7 se lo merita tutto!

6- a Fabbiano mi sembra un voto troppo risicato: il suo torneo l’aveva vinto superando le qualificazioni abbastanza brillantemente. Criticarlo per una sconfitta con Young significherebbe ipotizzare un potenziale da Top 50 per Fabbiano: potenziale che secondo me, purtroppo non ha. Non vedo niente di strano nella sua sconfitta. Young non è un fenomeno, ma le carriere dei due mostrano significative differenze.

4,5 alla Vinci mi sembra una follia! Ma poi 4,5 perchè in conferenza stampa è stata onesta ed ha detto che nel primo set non ci ha capito niente? Mi sembra sacrosanto! Mi sembra che anche la numero uno del mondo (la Kerber) ed un’altra Top 10 (la Muguruza) non ci abbiano evidentemente capito molto! Sono stati prese a pallate da una Vandeweghe deluxe! Ergo, voto 6 alla Vinci e vedremo la sua reale forma nei prossimi tornei!

A Seppi avrei dato anche un 9 per le emozioni che ci ha dato… Su tutti gli altri voti sono più o meno d’accordo. Anche se un 4 alla Schiavone non cambia la sostanza delle cose: diventa difficile valutarla come tennista attualmente. Sta girando per il mondo con la racchetta in mano…

6
Reax (Guest) 30-01-2017 09:32

@ Fedex (#1759536)
Si dice coetaneo anche di persone appartenenti a una stessa epoca…sempre faziosi!!! Io i voti li trovo giustissimi, magari sarei stato anche più severo!

5
mclain (Guest) 30-01-2017 09:06

Io un mezzo voto in più a chi ha superato le qualifiche lo darei

4
Fedex (Guest) 30-01-2017 09:04

Seppi non ha la stessa età di Mathieu..

3
Gabriele da Ragusa 30-01-2017 08:53

Fognini 7- e’, cn rispetto parlando, piu fazioso di Belpietro…. 😆

2
Giuseppespartano (Guest) 30-01-2017 08:37

Seppi è stato il migliore, senza se e senza ma. Bravo caro 🙂

1