Australian Open 2017 ATP, Copertina, WTA

Australian Open 2017 Day7: bye bye numeri 1, il re Federer vuole di nuovo la corona, Tsonga ci fa un pensierino e Seppi saluta con onore.

22/01/2017 20:41 8 commenti
Andreas Seppi classe 1984, n.89 ATP
Andreas Seppi classe 1984, n.89 ATP

Numeri 1 dove siete? Incredibile, nessuno ci avrebbe scommesso un centesimo alla vigilia e invece dopo la clamorosa uscita di Novak Djokovic al secondo turno salutano il torneo agli ottavi anche i numeri 1 al mondo Murray e Kerber. Quello che doveva essere un incentivo in più per il britannico (il prematuro addio australiano del serbo) si è invece rivelato un autogol pesantissimo: Andy Murray è stato assolutamente bombardato dai tocchi eleganti e dalle continue discese a rete di Mischa Zverev, tedesco talentuoso e in passato smarritosi per gli infortuni che oggi non trema, getta fuori dal torneo il favorito principe e gioca per sua stessa ammissione la miglior partita della vita. Adesso sarà battaglia con Roger Federer, tennista dato per finito e che invece sembra essere tornato più forte di prima. La Kerber ha purtroppo confermato i dubbi dei primi due turni: contro la Vandeweghe che aveva giustiziato all’esordio Roberta Vinci, la tedesca non ne ha imbroccata una, con una resistenza molle di fronte alle bordate della statunitense, che adesso può giustamente sognare. Torneo apertissimo e come da tradizione il più sorprendente fra gli Slam.

Re Roger vuole la corona: Berdych al terzo doveva già rappresentare lo stop australiano per il rientrante Roger. Superato lo scoglio ceco in pochi però credevano che Federer potesse superare anche il giapponese Kei Nishikori: il talento però, quello purissimo, non sparisce improvvisamente e Roger in 5 set oggi ha dato una nuova dimostrazione di classe, eleganza, colpi sopraffini, il tutto unito a una sfavillante forma fisica che gli ha permesso di non accusare la fatica una volta giunto al quinto set. Momento chiave del match? Il recupero da 1-5 nel primo set (parziale poi perso dallo svizzero al tie break) ma che ha fatto capire fin da subito che Roger avrebbe lottato su qualsiasi punto. Un campionissimo che in molti davano mai più vincente in uno Slam e che adesso invece si candida a serissimo pretendente al titolo, forse il più serio fra i pochi eletti rimasti.

Tsonga e Muguruza, perché non provarci? In pochi li davano fra i favoriti alla vigilia e invece il francese Tsonga e la spagnola Muguruza approdano ai quarti di finale regolando gli avversari di giornata Evans e Cirstea. Accoppiamenti ottimi (sulla carta) si dirà ma i campioni sono proprio quei giocatori che non cambiano mai modo di giocare, indipendentemente dall’avversario e casomai approfittano della buona sorte occorsa. Adesso per il francese una sfida di stili con Wawrinka mentre Garbine già regina del Roland Garros dovrà battagliare con la sorpresa degli AO 2017, la statunitense Coco Vandeweghe. Dovesse spuntarcela sarebbe la favorita per agguantare la finale nella sua parte di tabellone: non male viste le premesse della vigilia.

Ciao Seppi, sei stato grande! 3 set tirati e 3 tie break con qualche rimpianto: Andreas Seppi saluta Melbourne con l’ennesima ottima prestazione, cedendo solo sul più bello al campione Stan the Man. Wawrinka vuole un nuovo trofeo Slam e già in molti pregustano una semifinale tutta svizzera con l’amico rivale Roger, oggi però è il momento di toglierci il cappello e ringraziare sentitamente il nostro Seppi: serio, preciso, talentuoso, amante della fatica e del duro lavoro, su Andreas si può sempre contare e questo primo Slam del 2017 giocato da protagonista è solo l’ennesima conferma…qualora ce ne fosse bisogno.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

8 commenti

jade (Guest) 23-01-2017 10:31

@ Fede-rer (#1755069)

Ottima gufata caro!!!!!!!!!!!

8
Match Point (Guest) 23-01-2017 09:01

Splendido articolo, bello carico. L’ho letto d’un fiato.
Anch’io sognavo da anni un ritorno al Signor Tennis.
Basta cannoniere corazzate. Bentornati velieri corsari.

7
Luis (Guest) 23-01-2017 01:13

@ Fede-rer (#1755069)

Temo sia così…

6
aralgallo 23-01-2017 00:49

Scritto da Fede-rer
Onestamente penso che il probabile vincitore, mi duole dirlo, sia Nadal…il suo tabellone è molto più semplice inoltre mi sembra chelp avvia ritrovato l’unica cosa che era venuta meno:la forma fisica… Monfils non penso possa impensierirlo e per me con Raonic 3 su 5 la spunta nuovamente. Se anche Federer compisse il MIRACOLO di arrivare in finale non penso avrebbe chances a livello fisico..

Secondo me invece è Dimitrov ad avere il migliore tabellone. Io dico finale Federer Dimitrov

5
Fede-rer 22-01-2017 23:27

Onestamente penso che il probabile vincitore, mi duole dirlo, sia Nadal…il suo tabellone è molto più semplice inoltre mi sembra chelp avvia ritrovato l’unica cosa che era venuta meno:la forma fisica… Monfils non penso possa impensierirlo e per me con Raonic 3 su 5 la spunta nuovamente. Se anche Federer compisse il MIRACOLO di arrivare in finale non penso avrebbe chances a livello fisico..

4
Reax (Guest) 22-01-2017 22:35

Mi ricordano le pagelle pungenti della domenica sportiva! Bella iniziativa!

3
Lazzu 22-01-2017 22:10

Penso che questa sia una delle più belle giornate da quando seguo il tennis.
Fuori due terribili numeri 1 che spero vengano presto detronizzati.
Roger che ritorna a spaccare c*li e che si candida a favorito principale per questi AO, soprattutto dopo l’uscita di Murray e Djokovic.
E infine Venus che finalmente torna a incantare con il suo tennis potente e che spero riesca a raggiungere una finale old style con la Sorella,

2
Giorgio69 (Guest) 22-01-2017 21:06

Quoto l’articolo. Ottimo.

1