Circuito ATP ATP, Copertina

ATP Doha: Novak Djokovic batte Andy Murray e vince il 67 esimo titolo in carriera (Video)

07/01/2017 19:20 118 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.2 del mondo
Novak Djokovic classe 1987, n.2 del mondo

Novak Djokovic per il secondo anno consecutivo vince il torneo ATP 250 di Doha ($1.237.190, hard) .
Il campione serbo ha sconfitto in finale l’attuale n.1 del mondo Andy Murray con il risultato di 63 57 64 dopo 2 ore e 54 minuti di partita.

Per Djokovic si tratta del 67 esimo successo in carriera.

Novak dopo aver vinto il primo set per 6 a 3 si è trovato nella seconda frazione avanti per 5 a 3.
Sul 5 a 4 il serbo, sul 30 a 0 e servizio a disposizione, commetteva un doppio fallo e poi sprecava tre palle match, con Murray che alla seconda palla break a disposizione piazzava il controbreak e impattava sul 5 pari.
Il britannico poi sul 6 a 5 in suo favore, 30-40 e set point, piazzava una risposta vincente di rovescio, brekkava Novak, e riusciva a conquistare la seconda frazione per 7 a 5.

Nel terzo e decisivo set Djokovic sul 2 a 3, dallo 0-30, riusciva a tenere il turno di battuta ai vantaggi, annullando anche una palla break e poi nel game successivo brekkava a 0 il n.1 del mondo.
Novak avanti per 5 a 3, sul 5 a 4, 0-30 ed era alla battuta, conquistava quattro punti consecutivi chiudendo la partita per 6 a 4, mettendo a segno sulla palla match un bel diritto vincente dopo aver comandato lo scambio fin dall’inizio.


QAT ATP Doha 250 | Cemento | $1.237.190 – Finale


Centre Court – Ora italiana: 16:00 (ora locale: 6:00 pm)
1. [1] Andy Murray GBR vs [2] Novak Djokovic SRB

ATP Doha
Andy Murray [1]
3
7
4
Novak Djokovic [2]
6
5
6
Vincitore: N. DJOKOVIC

02:54:02
8 Aces 2
4 Double Faults 3
60% 1st Serve % 72%
39/50 (78%) 1st Serve Points Won 54/79 (68%)
16/34 (47%) 2nd Serve Points Won 19/31 (61%)
1/4 (25%) Break Points Saved 5/7 (71%)
15 Service Games Played 16
25/79 (32%) 1st Return Points Won 11/50 (22%)
12/31 (39%) 2nd Return Points Won 18/34 (53%)
2/7 (29%) Break Points Won 3/4 (75%)
16 Return Games Played 15
55/84 (65%) Total Service Points Won 73/110 (66%)
37/110 (34%) Total Return Points Won 29/84 (35%)
92/194 (47%) Total Points Won 102/194 (53%)

Djokovic SRB – Murray GBR
May 22, 1987 Birthday: May 15, 1987
29 years Age: 29 years
Serbia Serbia Country: Great Britain Great Britain
2 Current rank: 1
1 (Oct 31, 2016) Highest rank: 1 (Jan 02, 2017)
1 070 Total matches: 967
$107 688 878 Prize money: $58 715 019
11 780 Points: 12 410
Right-handed Plays: Right-handed


TAG: , , ,

118 commenti. Lasciane uno!

luigi (Guest) 08-01-2017 23:12

Scritto da Angelo

Scritto da luigi
@ Angelo (#1746595)
per cortesia, ok Nole a volte attacca, ma dire che fa il Federer, dai non scomodiamo I SANTI

Tranq io non scomodo nessun santo ma di controbalzo se la giocano solo loro due e il pressing da fondocampo che ha fatto Nole ieri contro il muro di gomma non era facile; la differenza è che Roger ha maggiori qualità al servizio cosa che non permette a Nole il serve and volley ma attaccare mostri sacri come Murray, Nadal e Nole non è mai stato facile nemmeno per colui che santo non è; finchè doveva attaccare Roddick allora son capace pure io.

Roger è un giocatore votato all’attacco, Nole è votato alla difesa, come murray nadal e la maggior parte dei giocatori.
poi che Nole ogni tanto si “adatti ” a fare l’ attaccante è un altro discorso.

118
Angelo 08-01-2017 18:16

Scritto da luigi
@ Angelo (#1746595)
per cortesia, ok Nole a volte attacca, ma dire che fa il Federer, dai non scomodiamo I SANTI

Tranq io non scomodo nessun santo ma di controbalzo se la giocano solo loro due e il pressing da fondocampo che ha fatto Nole ieri contro il muro di gomma non era facile; la differenza è che Roger ha maggiori qualità al servizio cosa che non permette a Nole il serve and volley ma attaccare mostri sacri come Murray, Nadal e Nole non è mai stato facile nemmeno per colui che santo non è; finchè doveva attaccare Roddick allora son capace pure io. 😆

117
luigi (Guest) 08-01-2017 17:10

Scritto da Phoedrus

Scritto da bad_player

Scritto da TheDude
Sotto 3-2 (nel terzo set, ovviamente), Djokovic è in difficoltà al servizio e sembra avere qualche problema, dopo ogni punto fa smorfie di dolore e sembra molto affaticato. Alla fine tiene il servizio e nel game successivo ogni segno di dolore sembra sparito. Djokovic risorge completamente, saltella tra un punto e l’altro, si muove bene, colpisce bene la palla, non sbaglia niente e ottiene il break a 0.
Ora, va bene che portare a casa un game difficile può darti la carica e risollevarti mentalmente, ma se avevi dei problemi fisici e/o sentivi dolore (al punto da fare smorfie evidentissime dopo ogni punto), mi sembra un po’ strano che quello sparisca completamente da un game all’altro (e, precisamente, appena finisce il game in cui eri in difficoltà e comincia quello in cui poi fai il break).
Sono l’unico a cui questo sembra un comportamento quantomeno un po’ sospetto?

Con un po’ di dispiacere devo dire che il tuo sentore equivale al mio.
Vedendolo fare certe smorfie e stretching ad ogni cambio turno mi veniva voglia di urlare “esci da quel c…o di campo!”.
Poi la resurrezione; ha ricominciato a far fare a Murray il tergicristallo e l’ha portata a casa.
E verò che i guai fisici possono anche essere passeggeri. Credo sia capitato a tutti noi di superare un dolore più o meno intenso sul campo però il sospetto (bada bene nessuna certezza) mi è venuto anche perché questo giochino era già stato fatto da entrambi; Murray agli US 2012 e Nole agli AO 2015.

Adesso e’ pure vietato fare stretching in campo.
Ci sono ritualita’ che aiutano a ritrovare l’equilibrio mentale perso.
Non mi sembra che l’arbitro lo abbia sanzionato (tanto per citare Boskov).

sono atteggiamenti che hanno a che fare più con la testa che con il fisico, cose che capitano

116
luigi (Guest) 08-01-2017 17:07

@ Angelo (#1746595)

per cortesia, ok Nole a volte attacca, ma dire che fa il Federer, dai non scomodiamo I SANTI 😉

115
Kaprof (Guest) 08-01-2017 15:40

Scritto da annalisa
Penso che Andy non abbia alcun interesse nel mostrare, ora, le proprie nuove armi a Nole. Buon 2017 ad Andy Murray …….. sarà ricco ed avvincente!!!!!!

eeeeeehh??????

114
annalisa (Guest) 08-01-2017 15:34

Penso che Andy non abbia alcun interesse nel mostrare, ora, le proprie nuove armi a Nole. Buon 2017 ad Andy Murray …….. sarà ricco ed avvincente!!!!!!

113
deuce 08-01-2017 11:58

Scritto da TheDude
@ deuce (#1746493)
Assolutamente, non dico che abbia vinto sporco, anche perché come dice lui

Scritto da Teuz
Secondo me Murray nemmeno si è accorto di quanto faceva Djokovic o quantomeno non ne ha influenzato la prestazione, campioni di questo calibro pensano prima di tutto a fare il loro gioco a quante prime mettono o a quante righe prendono..

Anche se a volte vari fattori possono entrare nella testa di un giocatore e probabilmente anche influire sull’esito dell’incontro.
Detto questo, Djokovic ha meritato la vittoria (anche se per me sono forse un po’ più i demeriti di Murray che i meriti suoi), e a tratti ha giocato molto bene. Sinceramente dopo averlo visto ieri con Verdasco non me lo aspettavo proprio.

concordo…tant’e’ vero che non me la sono sentita di puntare su una sua vittoria

112
Angelo 08-01-2017 10:50

Murray sarà #1 per 7 anni di fila ma dovrà sudare ancora molto con il giocatore dato per morto e sepolto dagli haters su questo sito. 😈
Nole live and Murray #1. 😆

PS match di altissima qualità con il Re Djoker che a volte faceva il Nadal a volte il Federer e con Murray che a volte faceva il Nadal a volte il Djokovic. Proprio ieri facevo questa considerazione Federer + Nadal = Djokovic quanto c’è da attacare attacca quando c’è da remare rema; easy game easy win Doha è 2 volte di Re Djoker.

111
Luca Martin (Guest) 08-01-2017 10:20

Ho rivisto il match e devo dire che mi son sbagliato.
Il livello era molto buono sia da una parte che dall’altra.

110
Phoedrus (Guest) 08-01-2017 08:46

Scritto da bad_player

Scritto da TheDude
Sotto 3-2 (nel terzo set, ovviamente), Djokovic è in difficoltà al servizio e sembra avere qualche problema, dopo ogni punto fa smorfie di dolore e sembra molto affaticato. Alla fine tiene il servizio e nel game successivo ogni segno di dolore sembra sparito. Djokovic risorge completamente, saltella tra un punto e l’altro, si muove bene, colpisce bene la palla, non sbaglia niente e ottiene il break a 0.
Ora, va bene che portare a casa un game difficile può darti la carica e risollevarti mentalmente, ma se avevi dei problemi fisici e/o sentivi dolore (al punto da fare smorfie evidentissime dopo ogni punto), mi sembra un po’ strano che quello sparisca completamente da un game all’altro (e, precisamente, appena finisce il game in cui eri in difficoltà e comincia quello in cui poi fai il break).
Sono l’unico a cui questo sembra un comportamento quantomeno un po’ sospetto?

Con un po’ di dispiacere devo dire che il tuo sentore equivale al mio.
Vedendolo fare certe smorfie e stretching ad ogni cambio turno mi veniva voglia di urlare “esci da quel c…o di campo!”.
Poi la resurrezione; ha ricominciato a far fare a Murray il tergicristallo e l’ha portata a casa.
E verò che i guai fisici possono anche essere passeggeri. Credo sia capitato a tutti noi di superare un dolore più o meno intenso sul campo però il sospetto (bada bene nessuna certezza) mi è venuto anche perché questo giochino era già stato fatto da entrambi; Murray agli US 2012 e Nole agli AO 2015.

Adesso e’ pure vietato fare stretching in campo.
Ci sono ritualita’ che aiutano a ritrovare l’equilibrio mentale perso.
Non mi sembra che l’arbitro lo abbia sanzionato (tanto per citare Boskov).

109
Phoedrus (Guest) 08-01-2017 08:42

Scritto da alexalex
Comunque vedere Djokovic regalare il game point beccandosi un 15 di penalità… Pazzesco… Nervosetto il ragazzo di questi tempi…

Vero.
Anche le smorfie sono piu’ di natura psicologica, che legati a fastidi fisici. Infatti non vedo stranezze di comportamento o scorrettezze da parte del serbo.

108
alexalex 08-01-2017 01:19

Scritto da TheDude
@ deuce (#1746301)
Queste cose le scrivo perché siamo su un forum dove si parla di tennis, e se scrivo un commento (e ultimamente ne scrivo proprio pochi) preferisco che sia un’osservazione come quella che non una cosa del tipo “grande nole vero numero uno lo scozzese a casa ahahahah”.
Djokovic non mi sta sul c***o in generale, e in particolare non mi sta sul c***o perché oggi ha vinto, solo che non mi è piaciuto il suo comportamento.
Che sia un campione vero non mi sembra di averlo negato. Anzi, si abbina perfettamente a quello che ho detto. Lui, come altri, vuole prima di tutto vincere, sempre. Non è tra i “campioni veri”, infatti, che si devono cercare grandi esempi di sportività, a differenza di quello che piace credere a molti. Quelli che sono veramente sempre sportivi e corretti dei campioni veri non lo diventano (Tsonga e Ferrer non hanno neanche mai vinto uno slam, no?). Infatti Murray, che per me tra i big 4 è in generale il più umile, corretto e via dicendo, è nettamente il meno campione.

In effetti hai ragione. I campioni veri, chiamiamoli i vincenti, non scendono mai in campo per fare beneficenza (all’avversario intendo) o per fare una partita fra buoni amici, ma per vincere e basta, anche in modo umiliante se possibile (con un rapido 6-0 ad esempio, che smonta per bene diversi avversari). C’è profondo egoismo in questo ma è la verità. Sono i tifosi che poi si mettono in testa che alcuni atteggiamenti sarebbero volti a trarre vantaggio in maniera antisportivo. Gli esempi di antisportività più citati su questo sito sono i rituali al servizio di Nadal, volti a togliere concentrazione all’avversario, i vamos e i come on urlati, specie dopo l’errore dell’avversario, gli mto e gli infortuni simulati. Di questi, secondo me, i veri “mezzucci” sono gli mto disonesti, usati per spezzare il ritmo all’avversario, o per riorganizzare le proprie idee. Il resto sono chiacchiere da bar dello sport, che infastidiscono sistematicamente solo il tifoso dell’avversario! Djokovic è un fantastico campione, ma è vero, quando è sotto si lascia andare ad atteggiamenti fastidiosi. Oltre a quelli che dici tu, è particolarmente irritante quando sorride sarcastico o impreca se l’avversario ha preso una riga, ad esempio. Sono gesti mirati a infastidire l’avversario? Non credo… Forso fanno solo parte del suo esternare maggiormente le emozioni rispetto ad altri. Ma in effetti vanno in contrasto con i suoi molteplici tentativi, a “bocce ferme”, di ingraziarsi il pubblico. Obbiettivamente, Djokovic è uno spietato nelle fasi tese del match, pur senza essere propriamente scorretto verso il rivale, e di risultare simpatico o gentile nei confronti dell’avversario credo non gliene importi un fico secco. Lo stesso vale per Federer e Nadal, intendiamoci. E trovo che sia giusto così!

107
TheDude 08-01-2017 00:54

@ deuce (#1746493)

Assolutamente, non dico che abbia vinto sporco, anche perché come dice lui

Scritto da Teuz
Secondo me Murray nemmeno si è accorto di quanto faceva Djokovic o quantomeno non ne ha influenzato la prestazione, campioni di questo calibro pensano prima di tutto a fare il loro gioco a quante prime mettono o a quante righe prendono..

Anche se a volte vari fattori possono entrare nella testa di un giocatore e probabilmente anche influire sull’esito dell’incontro.
Detto questo, Djokovic ha meritato la vittoria (anche se per me sono forse un po’ più i demeriti di Murray che i meriti suoi), e a tratti ha giocato molto bene. Sinceramente dopo averlo visto ieri con Verdasco non me lo aspettavo proprio.

106
deuce 08-01-2017 00:12

Scritto da TheDude
@ deuce (#1746301)
Queste cose le scrivo perché siamo su un forum dove si parla di tennis, e se scrivo un commento (e ultimamente ne scrivo proprio pochi) preferisco che sia un’osservazione come quella che non una cosa del tipo “grande nole vero numero uno lo scozzese a casa ahahahah”.
Djokovic non mi sta sul c***o in generale, e in particolare non mi sta sul c***o perché oggi ha vinto, solo che non mi è piaciuto il suo comportamento.
Che sia un campione vero non mi sembra di averlo negato. Anzi, si abbina perfettamente a quello che ho detto. Lui, come altri, vuole prima di tutto vincere, sempre. Non è tra i “campioni veri”, infatti, che si devono cercare grandi esempi di sportività, a differenza di quello che piace credere a molti. Quelli che sono veramente sempre sportivi e corretti dei campioni veri non lo diventano (Tsonga e Ferrer non hanno neanche mai vinto uno slam, no?). Infatti Murray, che per me tra i big 4 è in generale il più umile, corretto e via dicendo, è nettamente il meno campione.

infatti siamo su un forum e la tua osservazione e’ per certi versi e dal tuo punto di vista anche plausibile…vero grande Nole e lo scozzese a casa fa veramente ridere…però almeno potrai e dovrai constatare che la vittoria di oggi non sia da mettere in dubbio nonostante tu abbia fatto considerazioni sul suo comportamento che non ritieni all’altezza di un campione come il serbo

105
alexalex 08-01-2017 00:04

Comunque vedere Djokovic regalare il game point beccandosi un 15 di penalità… Pazzesco… Nervosetto il ragazzo di questi tempi…

104
I love tennis (Guest) 07-01-2017 23:41

Dagli higlights il livello di entrambi mi è parso buono,e anche diversi passanti sono stati giocati egregiamente dai due.Non male come inizio,vedremo nei prossimi mesi se lo scozzese manterrà il primato o se Nole alzerà il livello e lo insidierà a dovere.

103
alexalex 07-01-2017 23:33

Scritto da Ciccio
Naturalmente Federer e specialmente quel smorfione di Nadal possono solo guardare da casa che fine anno fatto , vedendo trionfare ancora Djokovic .

La fine che fanno tutti gli sportivi vincenti! prima o poi smettono di vincere! Solo nei cartoni vincono sempre gli stessi…

102
Teuz (Guest) 07-01-2017 23:17

Secondo me Murray nemmeno si è accorto di quanto faceva Djokovic o quantomeno non ne ha influenzato la prestazione, campioni di questo calibro pensano prima di tutto a fare il loro gioco a quante prime mettono o a quante righe prendono.. oggi è andata a favore di Nole, ad ogni modo mi auguro vivamente che non si trovino in finale all’australian open e che non vadano al quinto magari 🙄

101