Combined Roma 2017 Copertina, Generica

Pre Quali Roma 2017: Da oggi parte la rincorsa per le wild card. Tutte le informazioni

27/12/2016 16:23 6 commenti
Pre Quali Quali Roma 2017: Da oggi parte la rincorsa per le wild card. Tutte le informazioni
Pre Quali Quali Roma 2017: Da oggi parte la rincorsa per le wild card. Tutte le informazioni

“Per creare un campione ci vuole la base”, viene spesso sottolineato. Ma da chi è composta la “base”? Dai giocatori, dai tornei, dai semplici praticanti. La FIT presta grande attenzione a questi aspetti e l’aumento esponenziale dei numeri dell’intero movimento ne è la prova evidente. Al di là del numero complessivo dei tesserati (sono oltre 313.000), contano soprattutto un paio di dati: il numero di tesserati agonisti (quasi 98.000) e quello dei tornei (più di 6.700).
Nel 2011, quando è stato lanciato il progetto “Pre-Qualificazioni” agli Internazionali BNL d’Italia, probabilmente nessuno osava pensare che avrebbe avuto un successo così travolgente. Sei anni fa 884 giocatori risposero all’appello. Nel 2016, grazie anche a una campagna di comunicazione e informazione sempre più capillare, aggressiva e mirata, oltre 9 mila tennisti sono scesi in campo in singolare e doppio con un sogno nel cuore: giocare sotto i pini del Foro Italico, con i raccattapalle griffati e Federer, Djokovic o Murray che si allenano nel campo accanto.

Ci potrebbe essere anche un tennista irpino ai prossimi Internazionali d’Italia? Un sogno che potrebbe diventare realtà. L’Avellino Tennis Academy aderisce al progetto Race to Foro organizzando uno dei Tornei di Pre-qualificazione agli Internazionali BNL d’Italia. L’appuntamento è per tutti coloro che abbiano una tessera agonistica Fit, anche non classificati. Si giocherà sui campi di Avellino Est dal 25 febbraio al 5 marzo 2017.

La FIT ora lancia gli Internazionali BNL d’Italia – “Race to Foro”: per gareggiare basta avere la tessera FIT e possono iscriversi anche i non classificati. Come sottolineato nel 2016 i partecipanti sono stati oltre 9 mila, un record. Cinque volte in più rispetto agli US Open Play-Off: un successo organizzativo che la FIT ora ha voluto estendere a tutte le province italiane.

SI COMINCIA DALLA FASE PROVINCIALE – Ecco la grande novità del 2017: si parte appunto dalle province. Appuntamento già a partire dal 27 dicembre in Piemonte (a Verbania) e in Toscana (a Firenze e Siena). Da ogni torneo i vincitori verranno promossi al tabellone regionale di conclusione della sezione quarta categoria in base al seguente quorum:
da 1 a 16 giocatori partecipanti: 1 qualificato
da 17 a 32 giocatori partecipanti: 2 qualificati
da 33 a 64 giocatori partecipanti: 3 qualificati
da 65 giocatori partecipanti: 4 qualificati
da 1 a 8 coppie partecipanti: 1 coppia qualificata
da 9 a 16 coppie partecipanti: 2 coppie qualificate
da 17 coppie partecipanti: 3 coppie qualificate

FASE REGIONALE – In ogni regione verrà organizzato un torneo di conclusione di quarta di singolare e doppio, maschile e femminile. Questi giocatori, inoltre, verranno inseriti come qualificati nel tabellone regionale di terza categoria dei tornei di pre-qualificazione. I suddetti tornei proseguiranno infatti a livello regionale con i tabelloni di terza categoria, seconda e finale. Le date dei tornei sono diversificate nelle varie zone d’Italia ed è possibile partecipare anche a più appuntamenti.

WILD CARD PER GLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA – Da ogni regione usciranno così i qualificati per la tappa finale al Foro Italico di Roma (dal 6 al 12 maggio 2017). Saranno sorteggiati due tabelloni di singolare maschile e femminile da 48 posti ciascuno e due tabelloni di doppio maschile e femminile da 16 coppie ciascuno valevoli per l’assegnazione delle wild card per gli Internazionali BNL d’Italia (13-21 maggio 2017) secondo le seguenti modalità:
singolare maschile: 2 wild card per il main draw
singolare femminile: 1 wild card per il main draw e 3 wild card per il tabellone delle qualificazioni
doppio maschile: 1 wild card per il main draw
doppio femminile: 1 wild card per il main draw

CAMPIONATI DI QUARTA CATEGORIA AL FORO – Per i giocatori di quarta categoria c’è un’ulteriore chance di giocare al Foro Italico a maggio. Dai tornei di conclusione di quarta, infatti, saranno ammessi ai Campionati di Quarta Categoria (sono accorpate alcune regioni: Piemonte e Val d’Aosta, Abruzzo e Molise, Basilicata e Puglia) due giocatori per regione nel singolare maschile e femminile e una coppia per regione nel doppio maschile e femminile. Saranno così incoronati i campioni italiani di quarta: appuntamento al Foro dal 19 al 21 maggio 2017. A tutti i qualificati verrà offerta l’ospitalità (albergo e pasti) per i giorni di svolgimento delle gare, oltre ad un rimborso forfettario chilometrico (ad esclusione dei qualificati del torneo laziale).

PRIZE MONEY – Tutti i tornei a partire dai tabelloni di conclusione di quarta categoria hanno un montepremi (il totale è 469.205 euro), che naturalmente aumenta via via che si salirà di livello.


TAG: , , , , ,

6 commenti

Carl 28-12-2016 12:53

Scritto da Adriano
La più grande bufala di tutti i tempi .
Applausi alla redazione di livetennis che enfatizza queste iniziative.

Non so se è giusto definire questa iniziativa “bufala”, quantomeno bisogna valutarla da due punti di vista differenti.

Dal punto di vista societario è una bellissima cosa, tanti circoli sono coinvolti e motivati, tanti tennisti sono spinti a mettersi in gioco e fare la tessera agonistica. Sicuramente un successo per il movimento che sta a cuore alla FIT, la promozione dei circoli ed il numero di tesserati.

Dal punto di vista sportivo ed agonistico di elite invece è una palla al piede, i tennisti e le tenniste emergenti, quelli appunto che non hanno ancora i titoli per accedere direttamente alle qualificazioni, ma che ci sperano, sono blanditi (e forse di più) a disertare i veri tornei, quelli che contano e danno punti ed esperienza, per logorarsi in inutili incontri che li tengono lontani dal vero tennis agonistico, solo per appagare i frequentatori dei vari circoli.

In pratica con il miraggio della mitica WC offerta in questa specie di “X Factor” del tennis i nostri atleti disertano i veri tornei, e penalizzano la loro carriera.

Ma la priorità FIT è chiara, quindi le pre-quali sono un successone.

6
Adriano (Guest) 27-12-2016 23:43

La più grande bufala di tutti i tempi .
Applausi alla redazione di livetennis che enfatizza queste iniziative.

5
Koko (Guest) 27-12-2016 20:52

Ci vuole soprattutto l’eccellenza perchè non è che la Svizzera abbia questa gran base di praticanti!

4
FognaFabio (Guest) 27-12-2016 19:10

Alla faccia di chi dice che queste pre-quali non se le fila nessuno 😛

3
Carl 27-12-2016 17:41

Mille volte meglio l’approccio dell’USTA.

2
andre948 27-12-2016 16:28

Quindi le 2 WC del MD uomini e le 4 per le Q le decidoni gli organizzatori?

1