IPTL 2016 Copertina, Generica

IPTL atto III: manifestazione al capolinea?

14/12/2016 08:30 4 commenti
IPTL atto III: manifestazione al capolinea?
IPTL atto III: manifestazione al capolinea?

Si è da poco conclusa la terza edizione dell’International Premier League Tennis, meglio conosciuta come IPTL: poco importa quale sia stata la squadra vincitrice della manifestazione 2016, quel che è evidente e sotto gli occhi di tutti è che quest’anno si sia toccato il punto più basso della sua giovane storia.

Partita 3 anni fa in pompa magna, l’IPTL ha contato fin da subito su nomi altisonanti e dal richiamo di pubblico certo: Federer, Nadal, Serena Williams, i più grandi tennisti dei giorni nostri venivano attirati dai tanti quattrini offerti dagli organizzatori, ben lieti di staccare lauti assegni per riempire palazzetti e spalti così da ottenere un ovvio guadagno. Da subito però è stato evidente quanto questa manifestazione non avesse alcun valore sportivo: una festa del tennis da esportare nei mercati asiatici per coloro che la esaltavano (e la organizzavano…), puro esercizio di marketing votato al business per il sottoscritto e non solo.
In una stagione logorante dal punto di vista fisico senza pause nel fitto calendario, c’è davvero bisogno di un ulteriore evento, di ulteriori voli da prendere e nuovi hotel in cui alloggiare? Non sono meglio delle meritate e rilassanti vacanze per staccare la spina per poi prontamente riprendere dopo poche settimane?
Va detto che col tempo la manifestazione ha perso il suo appeal e gli spalti un tempo gremiti sono diventati utopia: cosa fare allora per contenere gli ingenti costi e limitare le perdite? Semplice, smettere di “invitare” campionissimi della racchetta e salvare il salvabile con quelli presenti più qualche vecchia gloria della racchetta sicuramente meno cara.
Mahesh Bhupathi ha spiegato così che Roger Federer e Serena Williams ad esempio non hanno fatto parte dei giochi quest’anno per il semplice fatto…che non potevano essere pagati. Certo il tennista indiano ha edulcorato la storia parlando di costi che non avrebbero garantito adeguati ricavi ma la verità appare un’altra, senza giri di parole.

Il futuro dell’IPTL appare infatti adesso incerto: si farà una quarta edizione? Al di là delle solite dichiarazioni di rito che parlano di successo e rilanciano l’appuntamento al prossimo anno, l’IPTL sembra aver raggiunto quest’anno un punto di non ritorno.
Manifestazioni o eventi del genere in giornate singole vanno anche bene ma si sente davvero la necessità di una sfiancante tranche di esibizioni asiatiche della durata di 3 o 4 settimane? Probabilmente il futuro dell’IPTL è già scritto.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

4 commenti

Sottile 14-12-2016 15:49

Cala il sipario su questa boiata mega-galattica

4
jambovillage (Guest) 14-12-2016 12:38

La formula è simpatica come esibizione. Io concentrerei tutte le energie su un solo appuntamento.
meno costi, meno stress, successo garantito !

3
brizz 14-12-2016 12:06

speriamo di non rivedere oscenità del genere

2
cataflic (Guest) 14-12-2016 09:20

ce ne faremo una ragione… :mrgreen:
magari potrebbero fare vecchie glorie contro pro con un 30 di vantaggio o robe simili….
oppure inserire una palla pazza che strumpallazza a sorpresa ad ogni game….

1