Notizie dall'Italia Copertina, Generica

Presentato l’ottavo Memorial Carlo Agazzi. Uno spettacolo nel segno di Paolo Lorenzi. L’azzurro però non giocherà perchè impegnato nelle finali di Serie A1

02/12/2016 12:22 4 commenti
Un momento dell'evento Sport Live Club, con Paolo Lorenzi raccontato dal giornalista Fabrizio Valli (al centro) - Foto Calabrò
Un momento dell'evento Sport Live Club, con Paolo Lorenzi raccontato dal giornalista Fabrizio Valli (al centro) - Foto Calabrò

Che agli organizzatori del Memorial Carlo Agazzi – Trofeo CST piacesse fare le cose in grande è sempre stato evidente a tutti. Ma questa volta Andrea Agazzi e il suo staff si sono addirittura superati. Per lanciare l’ottava edizione del torneo del PalaIseo, in programma sabato 10 e domenica 11 dicembre, si sono inventati una giornata interamente dedicata a Paolo Lorenzi, vincitore sul lago nel 2015 ma soprattutto numero uno d’Italia e numero 40 del mondo, al termine di una stagione che tra l’altro l’ha anche visto vincere a Kitzbuehel il suo primo titolo nel circuito Atp.

Il 34enne toscano aveva promesso di tornare a difendere il titolo, ma un cambio nelle date delle finali del Campionato di Serie A1 lo obbligherà a essere a Montecatini negli stessi giorni del Memorial. Così, per mantenere la promessa, si è presentato nel Bresciano con una settimana d’anticipo. Prima ha giocato per un’oretta con gli amici del torneo, poi è stato ospite della conferenza stampa di presentazione e quindi, alle 17.30, ha tolto la tuta per scendere in campo sul Centrale del PalaIseo, per un match d’esibizione con il padrone di casa Andrea Agazzi. Uno spettacolo che i 200 presenti hanno apprezzato dal primo all’ultimo punto, con tante soluzioni da applausi fino all’8-5 (si giocava sulla distanza di un set agli 8 giochi) che ha incoronato Lorenzi, applauditissimo e poi disponibilissimo con chiunque l’abbia raggiunto in campo per una foto o un autografo.

E dopo il match d’esibizione lo spettacolo è continuato presso il ristorante Pio Nono di Erbusco, con l’evento Sport Live Club – Storie di vita e grandi imprese, l’apprezzatissimo format ideato e condotto dal giornalista Fabrizio Valli. Un racconto-intervista della vita e della carriera di Paolo Lorenzi, per ripercorrere le tappe fondamentali del cammino che l’ha reso il miglior giocatore italiano, percorso davanti ai tantissimi presenti con aneddoti, filmati, le canzoni di un gruppo di tributo a Gianni Morandi e qualche chicca regalata dalla leggenda dei giudici di sedia italiani Romano Grillotti, che arbitrerà anche gli incontri del Memorial. Un evento degno di una giornata da ricordare. Ed è solo l’inizio.


ANDREA AGAZZI (ideatore e direttore del torneo)

“È sempre un grande piacere e un onore riproporre questo torneo, una manifestazione nella quale noi abbiamo creduto tantissimo fin dall’inizio, ma che col passare degli anni è diventata un appuntamento fisso anche per le tantissime persone che ci aiutano a renderlo possibile, dagli sponsor a tutti i membri dello staff del torneo. Come organizzatori crediamo molto nella parte sportiva, ma anche in tutto ciò che c’è prima o dopo, e va avanti nel corso dell’anno. Ora la palla passa al campo: siamo pronti a ospitare dei grandi giocatori, ai quali abbinare anche dei giovani di spessore”.

PAOLO FEDELE (co-ideatore del torneo e Giudice Arbitro)

“Questa presentazione cade in un giorno importante, perché coincide con l’ottavo anniversario della morte di Carlo Agazzi, al quale questo torneo è dedicato. Era il primo tifoso del figlio Andrea, lo seguiva quasi sempre ed è stato lui a fargli amare questo sport e spingerlo verso il professionismo. Crediamo di aver creato un buon torneo, fin dai primi anni a Casalicolo, e aiutati dal passaggio sui campi indoor la qualità dei giocatori è andata sempre aumentando. Vi aspettiamo numerosi, sperando di vedere del grande tennis”.

LUCIANO SCARONI (consigliere regionale Federazione Italiana Tennis)
“Spesso della provincia di Brescia si citano i tre tornei internazionali, ma a me piace sempre ricordare anche il Memorial Carlo Agazzi, uno dei fiori all’occhiello del nostro tennis. Abbiamo visto passare di qui giocatori di grande spessore, oggi è con noi il numero 1 d’Italia Paolo Lorenzi, e questo è indubbiamente uno di quegli appuntamenti che fanno bene al movimento. Porta i campioni in un club, ottima vetrina per avvicinare i ragazzi al tennis. Aspetto di cui c’è sempre un grande bisogno”.

UROS VICO (vincitore prima edizione Memorial Carlo Agazzi)
“Ricordo la mia vittoria sui campi di Casalicolo: da allora sono passati otto anni, io ho smesso col professionismo e questo torneo ha fatto tanta tanta strada, spinto dalle persone fantastiche che lo organizzano. Quindi complimenti alla famiglia Agazzi e complimenti anche a Paolo Lorenzi, che lo scorso anno ha vinto e quest’anno non è voluto mancare. Credo che la sua storia sia l’esempio ideale per tutti i giovani: dopo tanti anni di attività è riuscito a migliorarsi moltissimo fino ad arrivare fra i grandi”.

PAOLO LORENZI (n.1 d’Italia e vincitore Memorial Carlo Agazzi 2015)
“La mia miglior stagione in carriera è partita da qui, quindi devo ringraziare tutti, Andrea in primis. A dicembre già da due anni mi tengo libero per questo appuntamento, e vengo qui sempre con grande piacere. Si respira tanta passione e nel mio piccolo provo a dare una mano a promuovere il tennis. Chissà che il prossimo numero 1 d’Italia non sia qui, fra i giovani del posto. Purtroppo quest’anno non potrò giocare il torneo, perché impegnato con le finali del Campionato di Serie A1, ma sono felice di aver trovato questa soluzione per non mancare. Come non mancherò per l’edizione 2017: è una promessa”.

LA STORIA DEL MEMORIAL CARLO AGAZZI
Giunto all’ottava edizione, il Memorial Carlo Agazzi è un gioiello del calendario Fit nazionale. La prima edizione risale al 2009, quando la famiglia Agazzi e il giudice arbitro Paolo Fedele decidono di dare il via a un evento in memoria di Carlo, grande appassionato e primo tifoso del figlio Andrea. Dopo due edizioni sull’erba naturale di Casalicolo, vinte da Uros Vico e Marco Pedrini, nel 2011 si cambia data, spostandosi in inverno al Cs Rigamonti (titolo al bergamasco Falgheri). Nel 2012 la svolta, con l’approdo al Palaiseo e la prima vittoria del romano Flavio Cipolla, a lungo tra i top-100 e campione anche l’anno seguente. Nel 2014 la miglior edizione di sempre, con in gara due azzurri di Coppa Davis: Andreas Seppi e Paolo Lorenzi. Ha vinto il primo, ma il secondo non è stato a guardare, tornando per prendersi il titolo l’anno successivo.


TAG: ,

4 commenti

Marcus91 03-12-2016 03:54

Scritto da Perugino doc
Uno spettacolo nel segno di paolo lorenzi,che non giocherà perché impegnato in a1, ho finito di leggere in quel punto

Ce ne faremo una ragione, tranquillo 😉

4
Il Violinista del Titanic (Guest) 02-12-2016 20:02

Scritto da massimonl
Un evento eccezionale, che non ha pari in Europa.
Mi meraviglio che questa notizia stia passando inosservata e che nessuno la commenti.
Grazie Agazzi e grazie a tutti quelli che hanno reso possibile l’iniziativa!

Non esageriamo… Comunque è certamente una bella iniziativa e non sarà facile migliorare. In bocca al lupo Andrea! Uno dei miei giocatori da Open preferiti!

3
Perugino doc (Guest) 02-12-2016 14:20

Uno spettacolo nel segno di paolo lorenzi,che non giocherà perché impegnato in a1, ho finito di leggere in quel punto

2
massimonl (Guest) 02-12-2016 12:34

Un evento eccezionale, che non ha pari in Europa.
Mi meraviglio che questa notizia stia passando inosservata e che nessuno la commenti.
Grazie Agazzi e grazie a tutti quelli che hanno reso possibile l’iniziativa!

1