Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Ion Tiriac ritorna a parlare della Terra Blu: “Il problema fu che era scivolosa”

23/11/2016 12:16 8 commenti
Ion Tiriac ritorna a parlare della Terra Blu
Ion Tiriac ritorna a parlare della Terra Blu

Ion Tiriac, direttore del torneo combined di Madrid, ha parlato della terra blu che fu al centro di polemiche nel 2012 nell’unica edizione dove si giocò con quel colore anomalo.

“A tutti piacque la terra blu. La palla si vedeva molto meglio. Il problema fu che era scivolosa, ma non ci sono mai state lamentele sul tipo di colore.
Ho ricevuto diverse offerte ma il torneo rimane qui a Madrid almeno fino al 2021, anche se vorremmo rinnovare il contratto perchè prima lo facciamo meglio e´ per tutti.”


TAG: ,

8 commenti

donato (Guest) 24-11-2016 17:08

ricordo che alla prima inquadratura esclamai
caspita l’ATP è arrivata su marte!

8
gbuttit 24-11-2016 13:18

Scritto da Guido
ricordo che Nadal si lamento’ dicendo che non vedeva la pallina … forse si vedeva bene solo in televisione

Ricordi male… Nadal ma ancha Djokovic ed altri si lamentavano perchè si scivolava… e mica era una scusa, svivolavano veramente.

7
Guido (Guest) 24-11-2016 09:51

ricordo che Nadal si lamento’ dicendo che non vedeva la pallina … forse si vedeva bene solo in televisione

6
alexalex 24-11-2016 00:29

Scritto da Ken_Rosewall

Scritto da bao.bab

Scritto da alexalex
Ricordo delle polemiche sulla scivolosità, e non a caso i terraioli uscirono presto e arrivarono in finale due giocatori che non nascono su terra, come Federer e Berdych! Per il resto non era male a livello visivo, anche se non dava proprio l’idea di essere un torneo su terra! E poi mi dava uno sgradevole senso di chimico!

Ma perche’ al termine “chimico” di prassi si debba associare l’attributo “sgradevole”? Le racchette in carbonio, le t-shirt tecniche e financo i seggiolini di plastica degli stadi non sono forse utilissimi prodotti dell’industria chimica? Insomma come se un pretestuoso ecologista-vegano-crudista di una 30ina di anni fa si fosse lamentato per l’impatto delle racchette di legno sulle foreste o delle mandrie di mucche sterminate per produrre budello naturale…
Evviva la terra blu evviva la chimica colorata!!!

al limite sintetico poi, perché tutto, noi compresi, siamo chimici

Era solo la sensazione che dava a me! Ho usaro il termine sbagliato? Ok, mi sembrava sintetica, innaturale, proprio come la terra verde di Charleston, forse perché sono abituato a vedere la terra di un altro colore. Esiste terra blu o verde da qualche altra parte nel mondo (in generale, non sui campi da tennis)? Io non l’ho mai vista!

5
Carl 23-11-2016 21:20

Sarei curioso di sapere chi ha fatto offerte per prendersi il torneo di Madrid.
Ancora i cinesi?

4
Ken_Rosewall 23-11-2016 17:07

Scritto da bao.bab

Scritto da alexalex
Ricordo delle polemiche sulla scivolosità, e non a caso i terraioli uscirono presto e arrivarono in finale due giocatori che non nascono su terra, come Federer e Berdych! Per il resto non era male a livello visivo, anche se non dava proprio l’idea di essere un torneo su terra! E poi mi dava uno sgradevole senso di chimico!

Ma perche’ al termine “chimico” di prassi si debba associare l’attributo “sgradevole”? Le racchette in carbonio, le t-shirt tecniche e financo i seggiolini di plastica degli stadi non sono forse utilissimi prodotti dell’industria chimica? Insomma come se un pretestuoso ecologista-vegano-crudista di una 30ina di anni fa si fosse lamentato per l’impatto delle racchette di legno sulle foreste o delle mandrie di mucche sterminate per produrre budello naturale…
Evviva la terra blu evviva la chimica colorata!!!

al limite sintetico poi, perché tutto, noi compresi, siamo chimici :wink:

3
bao.bab (Guest) 23-11-2016 16:13

Scritto da alexalex
Ricordo delle polemiche sulla scivolosità, e non a caso i terraioli uscirono presto e arrivarono in finale due giocatori che non nascono su terra, come Federer e Berdych! Per il resto non era male a livello visivo, anche se non dava proprio l’idea di essere un torneo su terra! E poi mi dava uno sgradevole senso di chimico!

Ma perche’ al termine “chimico” di prassi si debba associare l’attributo “sgradevole”? Le racchette in carbonio, le t-shirt tecniche e financo i seggiolini di plastica degli stadi non sono forse utilissimi prodotti dell’industria chimica? Insomma come se un pretestuoso ecologista-vegano-crudista di una 30ina di anni fa si fosse lamentato per l’impatto delle racchette di legno sulle foreste o delle mandrie di mucche sterminate per produrre budello naturale…
Evviva la terra blu evviva la chimica colorata!!!

2
alexalex 23-11-2016 13:23

Ricordo delle polemiche sulla scivolosità, e non a caso i terraioli uscirono presto e arrivarono in finale due giocatori che non nascono su terra, come Federer e Berdych! Per il resto non era male a livello visivo, anche se non dava proprio l’idea di essere un torneo su terra! E poi mi dava uno sgradevole senso di chimico!

1

Lascia un commento