Fed Cup: Amelie Mauresmo si dimette da capitana. Il motivo? ad aprile sarà ancora mamma

14/11/2016 16:28 41 commenti
Fed Cup: Amelie Mauresmo si dimette da capitana
Fed Cup: Amelie Mauresmo si dimette da capitana

La sconfitta nella finale di Fed Cup contro la Repubblica Ceca, dopo nemmeno 24 ore ha fatto la sua prima vittima: il capitano del team francese Amelie Mauresmo ha presentato oggi le sue dimissioni.

Questo pomeriggio alle ore 16:00 in una conferenza stampa al Roland Garros, la transalpina ha spiegato il motivo.
Amelie ad aprile partorirà il suo secondo figlio.

“Ho dato la notizia stamattina alle ragazze ed è stato come uno shock. Mi dispiace ma sarebbe impossibile continuare”


TAG: ,

41 commenti. Lasciane uno!

Matteo Berrettini (Guest) 15-11-2016 15:18

@ luigi (#1730453)

Si cn Sylvie Bourdon(donna)

41
Phoedrus (Guest) 15-11-2016 12:08

Scritto da antonios
Dietrologia e complottismo.. pane quotidiano degli italiani. Ci manca qualcuno che parli delle scie chimiche o della scala Richter manipolata. Ma credete che la Mauresmo si nasconderebbe dietro la maternità se avesse motivi di astio verso la Federazione o le giocatrici? Credereva quello che viene detto è troppo difficile?

40
antonios (Guest) 15-11-2016 01:13

Dietrologia e complottismo.. pane quotidiano degli italiani. Ci manca qualcuno che parli delle scie chimiche o della scala Richter manipolata. Ma credete che la Mauresmo si nasconderebbe dietro la maternità se avesse motivi di astio verso la Federazione o le giocatrici? Credereva quello che viene detto è troppo difficile?

39
Luciano.N94 14-11-2016 22:31

Scritto da jolly
@ controcorrente (#1730350)
Stai a vedere che adesso è colpa dell’italia se le russe non sono riuscite a schierare la loro miglior formazione. SENZA PAROLE!!! La verità è che quando avevamo la squadra vincevamo ora che non abbiamo più la squadra andiamo in B. se avevamo quattro giocatrici che sono state tutte top ten, che hanno vinto alcuni slam in singolo ed in doppio, se avevamo una squadra unita e coesa con la possibilità all’occorrenza di schierare dei doppi eccezionali composti da giocatrici che sono state a lungo n.1 al mondo di doppio, (errani, vinci e pennetta) non stupiva che vincevamo, eravamo, sottolineo eravamo in quegli anni la squadra più forte.
Poi, aggiungo che in queste considerazioni c.d. controcorrente, che in realtà non sono affatto controcorrente, leggo molta misogenia, perchè le ragazze hanno vinto 4 fed cup, eppure si deve ancora leggere “si ma quella volta…le russe, l’arbitro, la pallina…” gli uomini ne hanno vinta una sola e, ricordiamocelo, contro il cile che in finale c’era arrivato per ragioni politiche di boicottaggi vari e non certo per la sua forza visto che non aveva nessun giocatore di gran valore, però, non leggo le stesse considerazioni, ma, anzi, ancora si ricorda l’impresa 40 anni dopo…un po di equilibrio please, queste ne hanno vinte quattro di fed cup ed hanno fatto tre finali, per favore…siamo seri…

Ma che grande!Hai detto la verità più assoluta.Avevamo delle giocatrici a dir poco ingiocabili quando si trattava di giocare per la propria maglia.

38
Thetis. 14-11-2016 21:48

Scritto da Carl
Molto divertente leggere i commenti scritti prima che Mauresmo spiegasse il motivo.

:lol:

37
luigi (Guest) 14-11-2016 21:17

La Mauresmo è sposata?

36
Carl 14-11-2016 20:26

Molto divertente leggere i commenti scritti prima che Mauresmo spiegasse il motivo.

35
Luca96 14-11-2016 19:54

Giusto lasciare e pensare a godersi questo momento…Amelie ha fatto un ottimo lavoro quest’anno,complimenti a lei e alla squadra :wink:

34
Thetis. 14-11-2016 19:23

Scritto da lallo
La frase virgolettata non è chiara. Shock perchè? Ad aprile quanti turni si saran giocati? Per un 1° turno si può fare anche un autogestione… Attendiamo precisazioni

Beh, con due bambini piccoli è dura…

33
jolly (Guest) 14-11-2016 19:08

@ controcorrente (#1730350)

Stai a vedere che adesso è colpa dell’italia se le russe non sono riuscite a schierare la loro miglior formazione. SENZA PAROLE!!! La verità è che quando avevamo la squadra vincevamo ora che non abbiamo più la squadra andiamo in B. se avevamo quattro giocatrici che sono state tutte top ten, che hanno vinto alcuni slam in singolo ed in doppio, se avevamo una squadra unita e coesa con la possibilità all’occorrenza di schierare dei doppi eccezionali composti da giocatrici che sono state a lungo n.1 al mondo di doppio, (errani, vinci e pennetta) non stupiva che vincevamo, eravamo, sottolineo eravamo in quegli anni la squadra più forte.
Poi, aggiungo che in queste considerazioni c.d. controcorrente, che in realtà non sono affatto controcorrente, leggo molta misogenia, perchè le ragazze hanno vinto 4 fed cup, eppure si deve ancora leggere “si ma quella volta…le russe, l’arbitro, la pallina…” gli uomini ne hanno vinta una sola e, ricordiamocelo, contro il cile che in finale c’era arrivato per ragioni politiche di boicottaggi vari e non certo per la sua forza visto che non aveva nessun giocatore di gran valore, però, non leggo le stesse considerazioni, ma, anzi, ancora si ricorda l’impresa 40 anni dopo…un po di equilibrio please, queste ne hanno vinte quattro di fed cup ed hanno fatto tre finali, per favore…siamo seri…

32
Giuli (Guest) 14-11-2016 18:37

Auguri,di cuore!Hai dimostrato,come al solito,la tua grande intelligenza e il tuo gran cuore! :smile:

31
Giuseppespartano (Guest) 14-11-2016 18:22

Auguri cara Amelie per la tua gravidanza. È giusto dare priorità a determinate cose. Un abbraccio cara. Mauresmo ha fatto uno splendido lavoro con le sue tenniste,le quali hanno sfiorato l’impresa contro le favorite ceche. Brave entrambe le squadre. Una Bellissima finale.

30
Il Biscottone Spagnolo (Guest) 14-11-2016 18:00

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

direi che le tue considerazioni, dopo l’annuncio della Mauresmo, diventano le solite affermazioni di un italiano che odia il successo di altri italiani/e

29
Fighter 90 14-11-2016 17:45

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Invece le vittorie in Fed cup sono state importanti, non solo per il valore stesso della competizione, ma anche per il percorso tennistico delle nostre tenniste.
I successi in coppa, hanno dato la giusta consapevolezza e convinzione di poter essere competitive anche nei grandi tornei.

Suppongo che i 2 titoli e le 5 finali dello slam conquistate dalle nostre campionesse, tutte top 10, contino qualcosa, o anche questi risultati essendo stati raggiunti dalle nostre,hanno poco valore ???

28
il marione 14-11-2016 17:38

@ Ken_Rosewall (#1730331)

Sai io sono di mentalità vecchia.

27
Thetis. 14-11-2016 17:38

Ah vabbè, è per un bel motivo m! :-) congratulazioni ad Amelie

26
controcorrente (Guest) 14-11-2016 17:20

Scritto da Mats

Scritto da Fabiofogna

Scritto da lallo

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

Ho capito che vi piace ricordare l’impresa azzurra nel 2013 contro la Repubblica Ceca e va benissimo, però ciò non cambia i termini tecnici del concetto a cui facevo riferimento io. Cioè: non potete negare che quella finale, per certi aspetti, abbia costituito un caso più unico che raro. Giusto per chi non lo ricordasse, segnalo che la Russia la giocò senza tutte e 7 le sue migliori giocatrici (Sharapova, Kirilenko, Vesnina, Pavlyuchenkova, Kuznetsova, Makarova e Petrova) e che portò a Cagliari la Panova (in quel momento numero 138 al mondo), la Kleybanova (186), la Khromacheva (231) e la Gasparyan (fuori dalle 300). E’ un po’, con tutto il rispetto che le giocatrici in questione meritano, come se l’Italia quest’anno si fosse qualificata per la finale e poi l’avesse giocata con la Trevisan, la Paolini, la Pieri, la Grymalska o la Brescia! Questo io sottolineavo, non certo che la vittoria sulla Repubblica Ceca in semifinale non andasse ricordata e applaudita.

25
lallo (Guest) 14-11-2016 17:17

La frase virgolettata non è chiara. Shock perchè? Ad aprile quanti turni si saran giocati? Per un 1° turno si può fare anche un autogestione… Attendiamo precisazioni

24
Ken_Rosewall 14-11-2016 16:48

@ il marione (#1730329)

l’orientamento sessuale non è una condizione sufficiente per non portare avanti una gravidanza

23
Mats 14-11-2016 16:44

Scritto da Fabiofogna

Scritto da lallo

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

22
Makko (Guest) 14-11-2016 16:00

@ Kriss69forever (#1730288)

@ Kriss69forever (#1730288)

“splendido lavoro con Murray”!!?? Con lei Murray ha solo perso tempo, se fosse rimasto con lei si sarebbe condannato al ruolo di comprimario: è con Lendl, solo con Lendl, che non lo compiace e lo allena nei suoi punti deboli, che lo scozzese ha fatto il salto di qualità che era nelle sue corde. Se fosse rimasto con Amelie, non avrebbe vinto nulla. Nulla.

21
andre84 14-11-2016 15:57

Allora la considerazione è questa
La Mauresmo ha fatto bene ed è arrivata ad 1 passo dal vincere la Fed con una squadra “normale”;
Detto questo ha anche sfruttato un tabellone agevole con tutte partite in casa (Italia ai QF già battuta e con problemi interni tra giocatrici ancora più gravi dell’anno prima e Olanda in SF considerando che la Bertens da sola quasi li batte :shock: ) ma preparando molto bene la finale gasando a dismisura le ragazze francesi le ha portate a un passo dal sogno; lì però il colpo di genio, la CAPPELLATA GIGANTESCA o meglio ancora SBORONATA di far giocare alla Cornet il 4°singolare invece che alla Mladenovic per “risparmiarla” per il doppio a quel punto decisivo!!!!
In Federazione non devono averla presa tanto bene mi sa questa decisione e da lì le dimissioni.. CHAPEAU :cool:

20
Kriss69forever 14-11-2016 15:38

Amelie ha fatto uno splendido lavoro con la Fed Cup come uno splendido lavoro con Murray che prese a pezzi e riportó in finale slam. Sono davvero curioso di sapere perché si dimette, certo non le mancheranno le proposte come allenatrice poi.

19
Miiiiiiii (Guest) 14-11-2016 15:35

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

+2

18
Fabiofogna 14-11-2016 15:28

Scritto da lallo

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

17
controcorrente (Guest) 14-11-2016 15:23

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

Veramente io invocavo solo un po’ di coerenza. Per me, ad esempio, la Fed Cup come la Davis (e ci aggiungo pure l’Olimpiade), nel tennis attuale, hanno un significato molto ma molto relativo. Però lo penso sempre, non che quando le vinciamo noi diventano di colpo “importanti”!

16
lallo (Guest) 14-11-2016 15:21

Scritto da alvise

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

15
lallo (Guest) 14-11-2016 15:19

Scritto da Thetis.
Omg non capisco! Da sfavoriti hanno rischiato di vincere la Fed! Per me non ci sono motivi per dimettersi anzi ha fatto un ottimo lavoro

concordo. Ci sono 2 possibilità: o ha rotto in toto con la federazione (rammentiamo la sua foto con le giocatrici mentre la fedfrancese le aveva sospese causa dichiarazioni alle olimpiadi), OPPURE è anche un gesto diretto al prossimo presidente federale, che verrà eletto a mesi, Un modo per pretendere più spazio. sempre che sia il prossimo presidnte a scegliere il prossimo capitano.

14
Ken_Rosewall 14-11-2016 15:13

@ controcorrente (#1730254)

ovviamente no, era un rumors che ho carpito chissà dove (non ricordo se se ne fosse fatta menzione durante le telecronache della finale o in altri articoli). :wink:

13
Hagakure (Guest) 14-11-2016 15:11

spero che queste dimissioni vengano respinte dalla Federazione e le venga riconfermato l’incarico

12
alvise (Guest) 14-11-2016 15:11

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Pensa che la Repubblica Ceca poteva vincere 6 Fed Cup consecutive…se solo nel 2013 l’Italia non le avesse battute (grazie ad un’ottima Roberta). Ah scusate, ma della fed cup 2013 ci si ricorda solo della finale contro la Russia, non come ci siamo arrivati in finale

11
controcorrente (Guest) 14-11-2016 15:09

Scritto da livio

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Risposta alla domanda:
stai tranquillo, non c’è pericolo…… lo sport nazionale di sminuire i successi dei propri atleti/atlete e di criticare/massacrare campioni che tutto il mondo ci invidia (v. commenti dei “tifosi” su v.Rossi, Lorenzo e Marquez) è tipicamente italiano, anzi direi italiota…..
Quindi la Fed Cup è una competizione del piffero SE e SOLO SE la vinciamo noi, quando la vince qualcun altro riassume immediatamente tutto il suo lustro.
Comunque mi permetterei un suggerimento: cambia nick, perché quello che scrivi è tutt’altro che controcorrente, anzi è perfettamente intonato col coro….

Questione di opinioni. Io ad esempio credo che in questo momento da noi ci sia ben poco che tutto il mondo possa invidiarci. E non solo nel tennis o più in generale nello sport!

10
livio (Guest) 14-11-2016 14:59

Scritto da controcorrente
Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

Risposta alla domanda:
stai tranquillo, non c’è pericolo…… lo sport nazionale di sminuire i successi dei propri atleti/atlete e di criticare/massacrare campioni che tutto il mondo ci invidia (v. commenti dei “tifosi” su v.Rossi, Lorenzo e Marquez) è tipicamente italiano, anzi direi italiota…..
Quindi la Fed Cup è una competizione del piffero SE e SOLO SE la vinciamo noi, quando la vince qualcun altro riassume immediatamente tutto il suo lustro.
Comunque mi permetterei un suggerimento: cambia nick, perché quello che scrivi è tutt’altro che controcorrente, anzi è perfettamente intonato col coro….

9
controcorrente (Guest) 14-11-2016 14:52

Scritto da Ken_Rosewall
Credo fosse una decisione presa già da tempo, a prescindere dal risultato della finale

A giudicare dal testo dell’articolo non si direbbe, visto che si parla chiaramente di prima vittima fatta dalla sconfitta in Fed Cup…

8
controcorrente (Guest) 14-11-2016 14:44

Una considerazione e una domanda.
LA CONSIDERAZIONE. La Mauresmo si dimette dopo aver sfiorato un capolavoro: vincere la finale pur giocando contro un’avversaria che poteva schierare ben 3 top 20 in singolare (Kvitova, Pliskova e Strycova) mentre lei non ne aveva nemmeno una. Da noi, per veder cambiare la panchina di Fed Cup, c’è stato bisogno d’una storica retrocessione in B dopo 18 anni…
LA DOMANDA. Adesso che la Repubblica Ceca ha vinto 5 Fed Cup in 6 anni, facendo cioè ancor meglio della comunque splendida generazione d’oro italiana (4 successi in 8 anni), si dirà anche per lei che ha scritto una pagina indelebile nella storia del tennis mondiale femminile o prevarrà la tesi secondo cui la Fed Cup è una competizione ormai anacronistica e sovente snobbata (magari come nel 2013, quando la Russia si presentò nella finale di Cagliari contro l’Italia con nessuna giocatrice presente nelle prime 100 del ranking) e che quindi non si tratta di “vera” gloria?

7
Ken_Rosewall 14-11-2016 14:41

Credo fosse una decisione presa già da tempo, a prescindere dal risultato della finale

6
Il Biscottone Spagnolo (Guest) 14-11-2016 14:39

Attendiamo le parole della Mauresmo, magari è successo qualcosa all’interno della squadra che non conosciamo. Io la vedrei come coach della Garcia per il futuro

5
LuchinoVisconti (Guest) 14-11-2016 14:19

Lei e le giocatrici francesi hanno dato il massimo, dando luogo ad una bellissima finale! Più di così non si poteva fare contro le fortissime avversarie.
Le dimissioni vanno respinte ed anzi andrebbe dato un premio da dividersi equamente fra tutte.

4
Thetis. 14-11-2016 14:09

Omg non capisco! Da sfavoriti hanno rischiato di vincere la Fed! Per me non ci sono motivi per dimettersi anzi ha fatto un ottimo lavoro

3
Luciano.N94 14-11-2016 14:07

Se è una decisione che non riguarda litigi con le giocatrici o con il team sembra una decisione senza senso.

2
sergiomar 14-11-2016 14:02

Brava Amelie, questo ti fa onore, anche se in campo ci vanno le tenniste!

1

Lascia un commento