Campionato Serie A1 Copertina, Generica

Campionato Serie A1 Maschile: La situazione dopo la quinta giornata

13/11/2016 21:00 11 commenti
Matteo Donati, 21 anni da Alessandria, ha domato per 6-1 7-6 il mancino Pietro Licciardi (foto GAME)
Matteo Donati, 21 anni da Alessandria, ha domato per 6-1 7-6 il mancino Pietro Licciardi (foto GAME)

La classifica del Girone 4 diceva che il Tennis Club Crema aveva assoluta necessità di tornare al successo, per mantenere vivo il sogno del passaggio alle semifinali del Campionato nazionale di Serie A1. E una vittoria è arrivata, peraltro la più facile dell’intera stagione, con l’agevole 5-1 rifilato ai senesi del Tennis Club Sinalunga, ora sicuri di chiudere all’ultimo posto e di giocarsi la salvezza ai play-out.
I lombardi, invece, hanno mostrato una volta di più di avere le carte in regola per puntare ad andare oltre la prima fase, risolvendo la contesa già dopo i singolari malgrado l’assenza del kazako Andrey Golubev, il tennista più blasonato a difendere i colori biancazzurri. A non farlo rimpiangere ci hanno pensato gli altri quattro: Matteo Donati, Adrian Ungur, Riccardo Sinicropi e Alessandro Coppini, tutti a segno. L’unico costretto al terzo set è stato Sinicropi, che come all’andata si è ripetuto vincendo un bel match sull’ex Top 50 Daniele Bracciali, chiuso con il punteggio di 6-3 1-6 6-4. Poche difficoltà, invece, per gli altri, a partire da Coppini, bravo a dare subito una piega favorevole alla domenica con il doppio 6-2 rifilato ad Alessandro La Cognata, fino a Ungur e Donati. Al primo sono bastati appena pochi punti, a causa del rapido ritiro di Giovanni Galuppo (che comunque aveva nettamente battuto tre settimane fa in Toscana), mentre Donati ha completato il poker battendo per 6-1 7-6 Pietro Licciardi, che all’andata aveva sorpresa Golubev in tre set.

A quel punto, con i tre punti già in cassaforte, il capitano Armando Zanotti ha deciso di dare spazio a tre new entry in questa edizione del campionato: Giuseppe Menga, Filippo Mora e Nicola Remedi, con gli ultimi due fra i protagonisti in primavera della promozione sfiorata dalla Serie B all’A2. Menga e il diciottenne Mora si sono fatti trovare prontissimi contro La Cognata/Malfetti, dominando dalla prima all’ultima palla, mentre Ungur e Remedi sono andati a un passo dal chiudere la giornata sul 6-0, in un lunghissimo doppio contro la coppia Licciardi/Olejniczak. I cremaschi hanno avuto a disposizione anche due match-point, ma alla fine l’hanno spuntata gli ospiti, conquistando il punto della bandiera con il punteggio di 4-6 6-3 14/12. Un punto in più o in meno che non cambia nulla nell’economia del Girone 4: vista la vittoria del Ct Massa Lombarda nella sfida casalinga col Due Ponti, i romagnoli restano in testa a 13 punti, contro gli 11 di Crema. Significa che, come ampiamente preannunciato, la sfida di domenica 20 in provincia di Ravenna sarà quella decisiva: per passare in semifinale Crema dovrà vincere. “Siamo pronti ad andare in Emilia Romagna al completo – ha detto il capitano Armando Zanotti –, a giocarci le nostre chance con la sicurezza che a questo punto dipenda solamente da noi. Per passare dobbiamo giocare al massimo e vincere: una sfida molto stimolante”.




Missione compiuta: il Circolo Tennis Massa Lombarda si è assicurato la permanenza in serie A1 maschile anche per il 2017, senza passare dai play-out. Un risultato davvero significativo per una realtà che affrontava per la prima volta in assoluto il massimo campionato, ottenuto per lo più con una giornata di anticipo rispetto alla conclusione della prima fase a gironi.
La squadra capitanata da Michele Montalbini, sui campi del Circolo Villa Bolis a Barbiano di Cotignola, ha infatti sconfitto per 5-1 il Due Ponti Roma nell’incontro valido per la quinta giornata del girone 4, sotto gli occhi anche di un’ospite d’eccezione come Sara Errani (accompagnata dal padre Giorgio), in procinto di spostarsi al centro federale di Tirrenia per tre settimane di allenamento in vista della prossima stagione agonistica. Un successo che porta la formazione romagnola, fin qui ancora imbattuta e capolista a sorpresa, a 13 punti, due in più del Tennis Club Crema, ma soprattutto fuori dalla portata della compagine capitolina, terza in classifica a quota 4, con il Tennis Club Sinalunga fanalino di coda ancora al palo: il regolamento della competizione prevede infatti che terza e quarta classificata di ogni girone disputino gli spareggi salvezza, la seconda mantenga un posto in categoria e la prima acceda alle semifinali.
Nei singolari Thomas Fabbiano impiegava un set per prendere le misure al talentuoso Giulio Di Meo (giocatore che non disputa attività internazionale ma in possesso di un tennis di alto livello) finendo per imporsi in rimonta al terzo set (3-6 6-3 6-1 lo score) nel match fra numeri uno, quello che per il suo andamento poteva spostare gli equilibri dell’intero confronto. In precedenza infatti per i padroni di casa Stefano Travaglia aveva avuto via libera dal ritiro dopo appena due game di Lorenzo Abbruciati per il riacutizzarsi di un precedente infortunio, mentre Enej Bonin aveva allungato la sua striscia di successi individuali regolando 6-3 6-4 Federico Teodori, così da mettere a segno l’ennesimo positivo del suo brillante campionato. L’unico punto per il Due Ponti (Potito Starace era presente, ma non è stato schierato) arrivava dal mancino Leonardo Azzaro, che faceva valere la sua esperienza nei confronti dell’under 18 Samuele Ramazzotti, spuntandola dopo tre lottati set (6-2 5-7 6-3). A chiudere il discorso nei doppi per il team targato Oremplast erano le nette affermazioni delle coppie Fabbiano/ Travaglia e Bonin/Ramazzotti per il definitivo 5-1 che bissa il risultato dell’andata in riva al Tevere.

“Abbiamo centrato con una giornata d’anticipo l’obiettivo salvezza, quindi dalla porta principale evitando le insidie dei play-out, e siamo davvero contentissimi – sottolinea con soddisfazione il presidente Fulvio Campomori – Un risultato per nulla scontato e che per una matricola come noi è davvero tanta roba. Ancora una volta l’unione e lo spirito di gruppo della nostra squadra si sono rivelati l’arma in più per raggiungere un traguardo di assoluto valore come la permanenza nella massima serie ed è quindi giusto ringraziare i giocatori e il capitano Michele Montalbini per l’attaccamento alla causa dimostrato. A questo punto quel che in più dovesse arrivare è tanto di guadagnato, noi di certo il nostro scudetto l’abbiamo già vinto e possiamo affrontare domenica prossima l’ultimo impegno con il Tennis Club Crema, testa a testa che assegnerà il primo posto nel girone, senza alcun patema e con la massima serenità, avendo messo in cassaforte quello che ci interessava, anche in vista del progetto di ampliamento del circolo”.

Domenica 20 novembre, dunque, nella sesta e ultima giornata il Circolo Tennis Massa Lombarda ospiterà sui campi di Villa Bolis a Barbiano di Cotignola la formazione lombarda, la più accreditata del girone, potendo contare su un organico di prim’ordine, con punte di diamante quali Matteo Donati, Adrian Ungur e Andrey Golubev, affiancati da altri seconda categoria come Riccardo Sinicropi, Davide Melchiorre, Giuseppe Menga, Nicola Remedi, Alessandro Coppini, Filippo Mora e Mattia Frinzi a dare profondità e compattezza alla rosa del Tennis Club Crema



GIRONE 1

Sporting Club Selva Alta Vigevano – Tennis Club Triestino A.S.D. 5-1
Michael Berrer (V) b. Luca Giacomini (T) 60 61
Guido Marson (T) b. Massimilano Dotti (V) 62 64
Simone Camposeo (V) b. Francesco Piscopello (T) 60 60
Alessandro Bordone (V) b. Michelangelo Flaborea (T) 61 62
Simone Camposeo/Alessandro Bordone (V) b. Michelangelo Flaborea/Francesco Piscopello (T) 62 61
Giovanni Rossanigo/Andrea Rodolfo Masera (V) b. Francesco Olivo/Pietro Pampanin (T) 60 61

Circolo Canottieri Aniene A.S.D. – Tennis Club Prato A.S.D. 4-2
Gianluigi Quinzi (A) b. Jan Mertl (P) 64 76(0)
Matteo Berrettini (A) b. Matteo Trevisan (P) 63 63
Jacopo Stefanini (P) b. Jacopo Berrettini (A) 36 63 61
Ludovico Scerrati (A) b. Claudio Grassi (P) 62 64
Matteo Trevisan/Jacopo Stefanini (P) b. Jacopo Berrettini/Riccardo Di Nocera (A) 67(2) 63 10-8
Matteo Berrettini/Gianluigi Quinzi (A) b. Jan Mertl/Marco Crugnola (P) 75 61

CLASSIFICA
12 (5) Tennis Club Prato A.S.D.
10 (5) Canottieri Aniene Roma
7 (5) Sporting Club Selva Alta Vigevano
0 (5) Tennis Club Triestino A.S.D.




GIRONE 2

Park Tennis Club Genova Soc. Coop. Sp. – Tennis Club Schio Arket S.C.S.D. ARL 6-0
Andrea Arnaboldi (G) b. Pietro Pettinà (S) 62 60
Gianluca Naso (G) b. Leonardo De Rigo (S) 61 62
Alessandro Ceppellini (G) b. Daniele Savio (S) 62 63
Luigi Sorrentino (G) b. Dabiele Broccardo (S) 61 60
Andrea Arnaboldi/Alessandro Ceppellini (G) b. Pietro Pettinà/Massimo Bosa (S) 63 61
Pietro Ansaldo/Gianluca Naso (G) b. Daniele Broccardo/Leonardo De Rigo (S) 75 62

Tennis Club Parioli ASD Roma – Circolo del Tennis Palermo ASD 3-3
Salvatore Caruso (P) v. Miljan Zekic (R) 63 75
Gian Marco Moroni (R) b. Omar Giacalone (P) 63 64
Claudio Fortuna (P) b. Matteo Fago (R) 26 64 61
Francesco Bessire (R) b. Andrea Trapani (P) 61 63
Miljan Zekic/Matteo Fago (R) b. Claudio Fortuna/Giorgio Passalacqua (P) 61 64
Salvatore Caruso/Omar Giacalone (P) b. Francesco Bessire/Gian Marco Moroni (R) 63 36 10-5

CLASSIFICA
13 (5) Park Tennis Club Genova
7 (5) Tennis Club Parioli
5 (5) Tennis Club Schio Arket
2 (5) Tennis Club Palermo




GIRONE 3

Tennis Club Italia S.S. DIL. R.L. – Tennis Club Genova 1893 5-1
Paolo Lorenzi (I) b. Edoardo Eremin (G) 62 62
Matwe Middelkoop (G) b. Filippo Volandri (ITA) 75 46 76(7)
Matteo Marrai (I) b. Francesco Picco (G) 62 62
Walter Trusendi (I) b. Matteo Siccardi (G) 60 60
Matteo Marrai/Walter Trusendi (I) b. Alessandro Motti/Francesco Picco (G) 63 63
Filippo Volandri/Paolo Lorenzi (I) b. Matwe Middelkoop/Matteo Siccardi (G) 62 63

Società Tennis Bassano A.S.D. -Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia 3-3
Franko Skugor (P) b. Marco Bortolotti (B) 75 36 60
Riccardo Maiga (P) b. Francesco Salviato (B) 36 64 63
Tommaso Gabrieli (B) b. Giorgio De Rossi (P) 61 75
Mattia Bedolo (B) b. Alberto Comasco (P) 64 61
Marco Bortolotti/Tommaso Gabrieli (B) b. Federico Chiesa/Giorgio De Rossi (P) 60 64
Franko Skugor/Riccardo Maiga (P) b. Francesco Salviato/Mattia Bedolo (B) 61 64

CLASSIFICA
15 (5) Tennis Club Italia Forte dei Marmi S.S. DIL. R.L
7 (5) Tennis Club Genova 1893
3 (5) Associaz. Sportiva AMP ASD Pavia
2 (5) Società Tennis Bassano A.S.D.




GIRONE 4

A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema – Tennis Club Sinalunga A.S.D. 5-1
Matteo Donati (C) b. Pietro Licciardi (S) 61 76(5)
Adrian Ungur (C) b. Giovanni Galuppo (S) 0-0 rit.
Riccardo Sinicropi (C) b. Daniele Bracciali (S) 64 16 63
Alessandro Coppini (C) b. Alessandro La Cognata (S) 62 62
Pietro Licciardi/Dawid Olejniczak (S) b. Adrian Ungur/Nicola Remedi (C) 26 63 14-12
Giuseppe Menga/Filippo Mora (C) b. Stefano Malfetti/Alessandro La Cognata (S) 61 61

Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda – Due Ponti S.S.D. ARL 5-1
Thomas Fabbiano (M) b. Giulio Di Meo (D) 36 63 61
Stefano Travaglia (M) b. Lorenzo Abbruciati (D) 2-0 rit.
Leonardo Azzaro (D) b. Samuele Ramazzotti (M) 26 75 63
Enej Bonin (M) b. Federico Teodori (D) 63 64
Thomas Fabbiano/Stefano Travaglia (M) b. Federico TEodori/Cristiano Compagnone (D) 61 60
Enej Bonin/Samuele Ramazzotti (M) b. Stefano Tarallo/Giulio Di Meo (D) 61 62
G.A. Oreste Lamberti; arbitri: Tiziano Gozzi, Gianrico Sandonini, Alessandro Magrì

CLASSIFICA
13 (5) Circolo Tennis Dil. Massa Lombarda
11 (5) A.S.D. e Ricreativa Tennis Club Crema
4 (5) Due Ponti Roma S.S.D. ARL
0 (5) Tennis Club Sinalunga A.S.D.


TAG: ,

11 commenti. Lasciane uno!

gianluigiquinzifan (Guest) 14-11-2016 21:34

Scritto da ale98
@ CC (#1730194)
La programmazione di Quinzi è da sempre molto strana sinceramente ora spero vada ad Andria a fare le quali è poi giochi il future del 28 in Spagna, dove risulta iscritto e poi si ripresenti nel 2017, con una programmazione seria e dei miglioramenti importanti, speriamo..

Fa solo il future non fa quali ad Andria…

11
ale98 (Guest) 14-11-2016 17:18

@ ale98 (#1730347)

*E ovviamente senza accento..

10
ale98 (Guest) 14-11-2016 17:17

@ CC (#1730194)

La programmazione di Quinzi è da sempre molto strana sinceramente ora spero vada ad Andria a fare le quali è poi giochi il future del 28 in Spagna, dove risulta iscritto e poi si ripresenti nel 2017, con una programmazione seria e dei miglioramenti importanti, speriamo..

9
CC (Guest) 14-11-2016 13:38

Quinzi alla grande su Mertl dal punteggio,non capisco perche’ non ha continuato a giocare dopo i due futures in Norvegia.

8
Gabriele da Ragusa 14-11-2016 11:02

Nn ho capito ma quindi uno puo giocare in una stessa stagione piu competizioni a squadre tipo B e A1 o A2 e A1? Si giocano in momenti differenti ma credevo nn fosse possibile anche se mi pare di capire dal primo paragrafo che sia cosi, boh

7
Nic (Guest) 14-11-2016 08:45

Spero che Massa vada in semifinale e poi becchi Prato…le altre 2 sono corazzate sinceramente!

6
totipz 13-11-2016 22:03

Ma abbruciati si ritira ogni settimana dopo 2 game per far scalare gli altri hanahha

5
Fabiofogna 13-11-2016 21:24

@ Guido (#1729996)

Avrebbe chiuso la stagione lo stesso a Bratislava…anche l’anno scorso chiuse la stagione anzitempo con Brest…

4
Guido (Guest) 13-11-2016 21:21

Donati non gioca challenger per problemi fisici, ma la serie A la gioca sempre. Intanto Napolitano ha vinto il suo primo challenger…

3
Gigetto (Guest) 13-11-2016 21:20

@ arnaldo (#1729984)

Anche in doppio….che giocava con Motti…

2
arnaldo (Guest) 13-11-2016 21:07

Azz che stesa si e’beccato Picco da Marrai….non pensavo proprio.,,,

1

Lascia un commento