Italiane nei tornei ITF Copertina, WTA

Italiane nei tornei ITF: Risultati 22 Settembre 2016. I risultati di oggi

22/09/2016 15:43 68 commenti
Nella foto Jessica Pieri
Nella foto Jessica Pieri

Questo il live dettagliato delle partite delle giocatrici italiane impegnate nei tornei del circuito ITF.

TUN Hammamet – $10,000 – Terra – 2° Turno
Sofia Luini ARG vs. Angelica Moratelli ITA [2] Non prima delle ore 11:30

ITF Hammamet
S. Luini
0
1
A. Moratelli [2]
6
6
Vincitore: A. Moratelli

Verena Meliss ITA vs. Katharina Hobgarski GER [4] ore

ITF Hammamet
V. Meliss
2
3
K. Hobgarski [4]
6
6
Vincitore: K. Hobgarski





AUS Tweed Heads – $25,000 – Hard – 1° Turno
Georgia Brescia ITA vs. Tereza Mihalikova SVK [8] ore 02:00

ITF Tweed Heads
G. Brescia
2
6
3
T. Mihalikova [8]
6
2
6
Vincitore: T. Mihalikova





MNE Podgorica – $25,000 – Terra – 2° Turno
Quirine Lemoine NED [7] vs. Giulia Gatto-Monticone ITA ore 12:00

ITF Podgorica
Q. Lemoine [7]
6
6
G. Gatto-Monticone
3
3
Vincitore: Q. Lemoine

Mihaela Buzarnescu ROU vs. Jessica Pieri ITA [4] 2 incontro dalle ore 12:00

ITF Podgorica
M. Buzarnescu
6
5
J. Pieri [4]
7
7
Vincitore: J. Pieri





FRA +H SaintMalo – $50,000 – Terra – 2° Turno
Alice Matteucci ITA vs. Maryna Zanevska UKR [8] Non prima delle ore 13:00

ITF Saint-Malo
A. Matteucci
6
1
1
M. Zanevska [8]
4
6
6
Vincitore: M. Zanevska





ITA Santa Margherita Di Pula – $10,000 – Terra – 2° Turno
Lucrezia Stefanini ITA vs. Jelena Simic BIH [2] ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
L. Stefanini
7
1
4
J. Simic [2]
5
6
6
Vincitore: J. Simic

Dalila Spiteri ITA vs. Donnaroza Gouvernante NED ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
D. Spiteri
3
6
1
D. Gouvernante
6
1
6
Vincitore: D. Gouvernante

Alice Balducci ITA [3] vs. Alina Wessel GER ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
A. Balducci [3]
4
6
6
A. Wessel
6
0
3
Vincitore: A. Balducci

Giorgia Marchetti ITA vs. Ylena In-Albon SUI ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
G. Marchetti
6
0
2
Y. In-Albon
3
6
6
Vincitore: Y. In-Albon

Tatiana Pieri ITA vs. Miriana Tona ITA [7] ore 10:00

ITF Santa Margherita Di Pula
T. Pieri
6
3
6
M. Tona [7]
3
6
1
Vincitore: T. Pieri


TAG: ,

68 commenti. Lasciane uno!

OLLY58 (Guest) 22-09-2016 23:18

Grande Camilla anche in doppio …… ormai sei nelle top in Italia.
ma è nel singolare che credo che migliorerai molto ancora.
Anche se le classifiche valgono quel che valgono mi ricordo che a maggio eri 712 ed ora veleggi verso la zona 400 bassa…… e se domani…..
da un tuo affezionato tifoso cuneese…..

68
Maga (Guest) 22-09-2016 21:32

Brava Rosatello a Saint Malo….avanti così…Paquet alla portata!!!

67
Luca_nl 22-09-2016 20:36

Scritto da Fabblack
@ Luca_nl (#1699894)
Intanto, casomai, sono i tornei da 25.000 che danno troppi punti: i 250.000 ne danno 280, i 100.000 ne danno 150; in proporzione dovrebbero darne 500, i primi, o 22, i secondi?
Ripeto: come hanno fatto Pennetta, Vinci, Errani, Giorgi e Knapp ad entrare nelle 100 prima dei 21 anni?

Scusa mi sa che leggi solo le prime righe.

Da alcuni anni esite un torneo intermedio tra i 10K ed i 25K, si chiamava 15K ed ora 10K+H.

Dato che l’ospitalità a livelli così bassi non l’organizza nessuno di fatto il 10K+H è un torneo fantasma.
Ti sembra una cosa sensata?

Poi rispondevo ad una riflessione sulla Moratelli, a cui i 10K stanno stretti ma i 25K le sono ancora un pò troppo ostici.

Le top che citi tu mi dici cosa ci azzeccano con la Moratelli, ti sembra che Angelica sia in rampa di lancio per diventare una top20 :roll:

Ragionamenti senza capo ne coda, qua ci stava chiedendo come potrebbe crescere un’Angelica Moratelli a cui i 10K stanno ormai stretti da un pò di tempo, se i tornei intermedi tra i 10K ed i 25K anzichè esistere solo sulla carta esistessero davvero forse Angelica potrebbe salire più velocemente in classifica, ma non per andare in top20 come Pennetta, Errani, Vinci, Knapp etc, ma semplicemente per cercare di entrare in Top200 in quanto credo che al momento quello sia l’obbiettivo massimo che si propone.

Le top player non c’entrano nulla con il 10K+H, le ragazze che hanno qualità da Top Player non ha bisogno di tornei intermedi, vincono nei Grade 1 Junior che valgono ben altro che un qualsiasi 25K.

66
Fabblack 22-09-2016 20:14

@ Fabblack (#1699927)

Chiedo scusa, errore di battitura:
evidentemente in riferimento ai 100.000, i punti sarebbero 200, non 22 :oops:

65
Buon Rob (Guest) 22-09-2016 20:13

Scritto da pablox
@ Buon Rob (#1699833)
ho controllato i primi tre che hai detto e nessuno attualmente è nei primi 100, munoz de la nava ha fatto il best l’anno scorso 75 ma ora è fuori dai 200… nessuno nella top 40…

Ma perché dovete mentire spudoratamente? :???:
“Ho controllato e nessuno dei tre è nei primi cento!!!!!!”.
Kravchuk è n.93, ed Estrella è n.76. :???:
Munoz De La Nava è fuori dei 100, vero, ma il B.R. lo ha segnato a 34 anni e un mese (febbraio 2016, peraltro al n.68 e non a quel 75 che hai fantasiosamente inventato).
Affermare poi che Mahut e Muller non siano mai stati nella top 40 qualifica solo chi lo scrive…
E comunque non cambia il senso: c’è una pletora di tennisti che sta ottenendo i migliori risultati in carriera da ultratrentenne. Anche se cerchi goffamente di camuffare i dati.

64
Fabblack 22-09-2016 20:08

@ Anni80 (#1699895)

Tempo fa si era detto, in questo sito, di tenniste italiane, poi venne fuori che si parlava della Brescia, che hanno ricevuto ad in inzio anno qualcosa intorno ai 30.000 Euro, mi sembra; altri dissero che non era la sola, anzi era la prassi.
Poi si era parlato di ragazze in tournée in Sud America con allenatrice della FIT.
Poi io non ho informazioni dirette e non ci posso giurare.
Dimenticavo, sempre facendo riferimento ad un mio intervento precedente, la FIT aveva lanciato anche un “progetto” per i campi in cemento, ma mi sembra non abbia attecchito.

63
Fabblack 22-09-2016 20:05

@ Luca_nl (#1699894)

Intanto, casomai, sono i tornei da 25.000 che danno troppi punti: i 250.000 ne danno 280, i 100.000 ne danno 150; in proporzione dovrebbero darne 500, i primi, o 22, i secondi?
Ripeto: come hanno fatto Pennetta, Vinci, Errani, Giorgi e Knapp ad entrare nelle 100 prima dei 21 anni?

62
Luca_nl 22-09-2016 19:12

Alice ha perso, ma brava lo stesso, guardando il punteggio 6-4; 1-6; 1-6; sembrebbe che nel 2° e 3° set la 23enne ZANEVSKA rank.192(best 107) abbia passeggiato, invece gli ultimi due set hanno avuto la stessa durata del primo, quindi direi che sono stati lottati, ma alla fine il punto decisivo lo ha preso sempre l’ucraina, in totale 2 h e 9 minuti.
Comunque rispetto agli ultimi tornei, si è visto un netto miglioramento che fa ben sperare per il futuro.

La settimana prossima ci si riprova sempre in Francia nel 25K di $25,000 Clermont-Ferrand.
Al momento è nelle prime 8 delle qualifiche, Paolini è nel M.D.

Ora Alice è di nuovo in campo, nel doppio, con la compagna junior Camilla Rosatello, assieme hanno vinto la Fed Cup Under18, avversarie la Grymalska che fa coppia con l’ukraina Alona Fomina.
Matteucci/Rosatello vs Grymalska/Fomina: 3-0; 3-3; si sono addormentate, svegliaaaaaaaa.

61
Anni80 22-09-2016 18:45

@ cataflic (#1699831)

attenzione però tu stai parlando dei maschietti e di top 50 o top player… che con qualche wc sono rientrati nel tennis che conta alcuni battendo top10 altri no ma issandosi comunque nei 50.
IO parlo di femminucce che infotunatesi da giovani hanno usufruito al piu di qualche WC in un 10 o 25K italico e sono rimaste impantanate e solo ora stanno lentamente salendo la china; perche lentamente??Secondo me, ribadisco il concetto, non centra la testa o la voglia o le avversarie ma
1)la FIT che non li segue come fanno altre federazioni
2) i tornei italici (come ben sottolineato mancano itf 100, 75 e 50 in italia)
3) il sistema di punti che contrasta la mancanza dei suddetti tornei!!!
Ma secondo voi le russe che vanno in cina giappone o nei tornei europei si auto sovvenzionano come fanno le nostre?
Qualcuno ne sa di più? se esploriamo i vari itf le troviamo sparse ovunque!!!

60
Luca_nl 22-09-2016 18:44

Scritto da Virgili Federer 6-1 6-0
La Moratelli mi sembra un Bellotti al femminile. A livello 10000 è un rullo compressore, una sorta di cannibale. Ma non appena sale un gradino viene sistematicamente liquidata al primo ostacolo.

Perchè tra i 10K ed i 25K non ci sta un gradino ma almeno due se non tre.

12 punti contro 50, rapporto 4,17 un assurdità.

3 o 4 anni fa si era messo rimedio dando vita ai 15K, che danno 25 punti.
I primi anni erano pochini, ma l’anno scorso invece iniziavano ad essere in numero discreto.

Purtroppo alla ITF hanno avuto la brillante idea di trasformare i 15K in 10K+H, risultato nessuno ha organizzato 10K con ospitalità.
Conclusione il torneo intermedio tra 10K e 25K esiste sulla carta, si chiama 10K+H , in punti dovrebbe dare: 0; 1; 4; 9; F.15 – W.25.

Questa cosa è assurda spero che la ITF si renda conto che non funziona è corregga questo pasticcio, ridando vita ad un torneo reale da 25 punti.

59
Olaf (Guest) 22-09-2016 18:40

Domani Camilla Rosatello contro Chloe Paquet da che la semi è possibilissima

58
Luciano.N94 22-09-2016 18:31

Scritto da cataflic

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Per 10 tenniste tra 50 e 200 ci farei la firma!
L’integrità fisica è fondamentale, però quando ne hai…ne hai…e risali in fretta…guarda Delpo che sta fuori un anno e passa, torna e in 3 mesi batte tutti i top, cosa che non è riuscita a nessun’altro o Troicki, Paire….
Io credo che Trevisan, Bilardo, Piccinini, Pieri siano da prime 100…di più non so…vedremo.

L’esempio non regge,Del Potro era già un big che sapeva come risalire la china e battere i top.Le nostre ancora sono alle prime esperienze,è anche normale che facciano fatica a vincere in fretta dopo un infortunio.Io dico che le sorelle Pieri,Paolini,Trevisan,Rosatello,Matteucci,Ferrando e forse Brescia,ci daranno delle belle soddisfazioni,senza escludere Stefanini,Bilardo e Samsonova,che è quella col maggior potenziale.

57
magilla (Guest) 22-09-2016 17:39

Scritto da IOeCO

Scritto da Olaf

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Aspetta a prendere conclusioni affrettate molte di loro sono da poco sul circuito..Io penso che bisogna crederci

Io credo molto in loro, credo ancora nella Giovine e nella diGiu… Pensa se non credo in loro

come se vinci o pennetta o schiavone fossero entrate nelle top 10 da ventenni…..

io a queste ragazze credo….anche perché le prime a crederci sembrano loro e questo è benaugurante!!!….

e poi le 18-20 enne che fanno il boom per poi sparire nell’anonimato le lasciamo agli altri paesi…. ;)

56
IOeCO 22-09-2016 17:14

Scritto da Olaf

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Aspetta a prendere conclusioni affrettate molte di loro sono da poco sul circuito..Io penso che bisogna crederci

Io credo molto in loro, credo ancora nella Giovine e nella diGiu… Pensa se non credo in loro :)

55
IOeCO 22-09-2016 17:13

Scritto da cataflic

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Per 10 tenniste tra 50 e 200 ci farei la firma!
L’integrità fisica è fondamentale, però quando ne hai…ne hai…e risali in fretta…guarda Delpo che sta fuori un anno e passa, torna e in 3 mesi batte tutti i top, cosa che non è riuscita a nessun’altro o Troicki, Paire….
Io credo che Trevisan, Bilardo, Piccinini, Pieri siano da prime 100…di più non so…vedremo.

Paolini e Rosatello credo lo stesso, mi piacerebbe vedere dove più arrivare la Chiesa se in forma fisica e ben seguita, ha un tennis moderno e potente, chissà…

54
Olaf (Guest) 22-09-2016 16:55

Invece ho letto che le due sorelle Turati hanno vinto una borsa di studio in America. E dunque hanno messo il tennis in secondo piano. Tennisticamente è un peccato Bianca stava andando molto bene, e adesso invece giocando due tornei al mese la vedo molto dura

53
pablox (Guest) 22-09-2016 16:52

@ zedarioz (#1699809)

concordo il Killer instint è fondamentale nello sport agonistico e soprattutto nel tennis

52
pablox (Guest) 22-09-2016 16:49

@ Buon Rob (#1699833)

ho controllato i primi tre che hai detto e nessuno attualmente è nei primi 100, munoz de la nava ha fatto il best l’anno scorso 75 ma ora è fuori dai 200… nessuno nella top 40…

51
Olaf (Guest) 22-09-2016 16:37

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Aspetta a prendere conclusioni affrettate molte di loro sono da poco sul circuito..Io penso che bisogna crederci

50
Buon Rob (Guest) 22-09-2016 16:34

Scritto da pablox

Scritto da Buon Rob

Scritto da pablox
@ circ80 (#1699501)
Lorenzi ha 35 anni, è un caso più unico che raro, ma sappiamo di giocatrici anche straniere che sono arrivate anche molto in alto ben oltre i 25 anni…
Possono esserci vari percorsi individuali che possono influire sulle classifiche (che sono pur sempre classifiche, non valori assoluti né previsioni sul futuro)
A me pare che ci siano 4-5 ragazze più 2-3 ragazzine (intendo under 18, la Tatiana, la Bilardo e la Stefanini) che possono aspirare a diventare professioniste vere. le altre si barcameneranno in questi tornei, come altre centinaia di ragazze straniere.

Nei top 100 maschili ci sono 18 (DICIOTTO) giocatori under 25.
Ribadisco, diciotto.
Basta con ‘sta storia che Lorenzi è l’eccezione. I Lorenzi oggi sono la regola. Negli ultimi tre mesi un sacco di ultratrentenni hanno fatto il proprio best ranking.
Non è un caso.

Lorenzi è entrato nei primi 100 a 31 anni di età. e ha toccato il best a 35. MI potresti per favore fare l’elenco degli altri giocatori che hanno fatto altrettanto?
NOn ho detto poi che uno dopo i 25 anni non può arrivare in alto, ho detto l’opposto. in più mi riferivo al tennis femminile, principalmente, dal momento che qui si parla di tenniste.
infine basta lo dico io !

I primi nomi che mi vengono in mente? Estrella, Kravchuk, Munoz De La Nava, Mahut, Mueller. Questa settimana ha fatto il proprio best ranking anche il trentaduenne Brown.

49
cataflic (Guest) 22-09-2016 16:33

Scritto da IOeCO

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

Per 10 tenniste tra 50 e 200 ci farei la firma!
L’integrità fisica è fondamentale, però quando ne hai…ne hai…e risali in fretta…guarda Delpo che sta fuori un anno e passa, torna e in 3 mesi batte tutti i top, cosa che non è riuscita a nessun’altro o Troicki, Paire….
Io credo che Trevisan, Bilardo, Piccinini, Pieri siano da prime 100…di più non so…vedremo.

48
IOeCO 22-09-2016 15:51

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Il tuo ragionamento ha una logica e sono abbastanza concorde, anche solo avere un wta international e qualche 50k in più aiuterebbe molto le nostre nuove leve, va detto però che tra queste ragazze ( per cui faccio il tifo e in cui credo) non c’è una nuova pennetta o una nuova Vinci, qualcosa manca e credo resteremo per un lungo periodo senza rappresentanti tra i primi 10-15 posti della classifica.
I buoni prospetti ci sono e sono davvero tanti, forse nel giro di 3-4 anni ci ritroveremo con 10 ragazze tra la 50esima e la 200esima posizione, che non sarebbe male. Vedo tante camerin, tante brianti, ma per ora neanche una che possa ambire a qualcosa in più. Di talenti purtroppo ne sono andati sprecati fin troppi, penso alla burnett, alla caregaro, a J.mayr e altre che avrebbero potuto raggiungere ben altri palcoscenici la Giovine su tutte! La stessa Di Sarra era un buon prospetto, la Moroni giocava un bel tennis, in tempi più recenti la Pairone in primis e la Moratelli stessa! Ah si dimenticavo la Dentoni ed evito di parlare di Camila.

47
zedarioz 22-09-2016 15:50

Non ho mai visto giocare la Pieri ma penso abbia una dote innata: sa vincere le partite. Spesso esce vincente da partite molto lottate. Non importa come ma bisogna riuscire a vincere, e Sara Errani e Paolo Lorenzi insegnano col sacrificio e la lotta dove si può arrivare…

46
circ80 22-09-2016 15:41

Scritto da Becuzzi_style
La Pieri si dimostra sempre una grande lottatrice

45
Gian50 22-09-2016 15:35

@ Virgili Federer 6-1 6-0 (#1699754)

esatto anche io ho la stessa impressione

44
Becuzzi_style (Guest) 22-09-2016 15:34

La Pieri si dimostra sempre una grande lottatrice

43
pablox (Guest) 22-09-2016 15:27

Jessica ha vinto !! :smile:

42
Fabblack 22-09-2016 15:25

@ Anni80 (#1699718)

Solo due cose.
1. Dopo Biarritz avrebbe avuto lo S.E. per Saint Malo, ma lo ha lasciato alla Paquet;
2. Non è neanche vero, ripeto, che le italiane maturino così tardi: Pennetta, Vinci, Errani, Giorgi, e Knapp sono entrate nelle 100 intorno ai vent’anni e Schiavone subito dopo.

41
Fabio (Guest) 22-09-2016 15:19

Scritto da Anni80

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

Secondo me l’errore della FIT è stato quello di trascurare per parecchi anni le ragazze delle annate 89-93, che avevano un buon talento… Si dava loro qualche soldo e le si mandava a fare 10.000 in Italia, senza quasi fare attività juniores. Solo negli ultimi anni la Federazione ha iniziato a investire sui tecnici anche nel femminile, e adesso abbiamo Garbin (responsabile delle under 18) Serra Zanetti e Camerin.

all’epoca invece le ragazze avevano solo i loro coach ma spesso mancavano i soldi per poter girare accompagnate.

E così abbiamo perso un sacco di prospetti, come Astrid Besser, la Di Sarra, la stessa Giovine, la Vaideanu, la Zanchetta, eccetera.

Altre, come Caregaro, Di Giuseppe, Trevisan, la stessa Burnett, hanno avuto gravi problemi fisici.

E alla fine abbiamo praticamente perso una generazione. Se la FIT avesse investito sui tecnici con 5 anni di anticipo io sono convinto che una brava come la Garbin qualcuna di queste ragazze le avrebbe portate al professionismo.

40
Luigi44 (Guest) 22-09-2016 15:19

Bravissima Jessica! Carattere davvero da grande combattente! Però brava anche Alice che comunque ha portato al terzo una top 200. Vediamo come andrà il set finale, ma i segnali di ripresa ci sono eccome!

39
pablox (Guest) 22-09-2016 14:56

Scritto da Buon Rob

Scritto da pablox
@ circ80 (#1699501)
Lorenzi ha 35 anni, è un caso più unico che raro, ma sappiamo di giocatrici anche straniere che sono arrivate anche molto in alto ben oltre i 25 anni…
Possono esserci vari percorsi individuali che possono influire sulle classifiche (che sono pur sempre classifiche, non valori assoluti né previsioni sul futuro)
A me pare che ci siano 4-5 ragazze più 2-3 ragazzine (intendo under 18, la Tatiana, la Bilardo e la Stefanini) che possono aspirare a diventare professioniste vere. le altre si barcameneranno in questi tornei, come altre centinaia di ragazze straniere.

Nei top 100 maschili ci sono 18 (DICIOTTO) giocatori under 25.
Ribadisco, diciotto.
Basta con ‘sta storia che Lorenzi è l’eccezione. I Lorenzi oggi sono la regola. Negli ultimi tre mesi un sacco di ultratrentenni hanno fatto il proprio best ranking.
Non è un caso.

Lorenzi è entrato nei primi 100 a 31 anni di età. e ha toccato il best a 35. MI potresti per favore fare l’elenco degli altri giocatori che hanno fatto altrettanto?
NOn ho detto poi che uno dopo i 25 anni non può arrivare in alto, ho detto l’opposto. in più mi riferivo al tennis femminile, principalmente, dal momento che qui si parla di tenniste.
infine basta lo dico io ! :mrgreen:

38
Virgili Federer 6-1 6-0 (Guest) 22-09-2016 14:48

La Moratelli mi sembra un Bellotti al femminile. A livello 10000 è un rullo compressore, una sorta di cannibale. Ma non appena sale un gradino viene sistematicamente liquidata al primo ostacolo.

37
ForzaJessica&Tatiana (Guest) 22-09-2016 14:33

Forza Jessica

36
Olaf (Guest) 22-09-2016 14:33

6-4 Alice Matteucci sulla Zanevska

35
Anni80 22-09-2016 14:28

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao Fabblack…
quello che tu asserisci secondo me non è dovuto al talento delle nostre ragazze ma al sistema di punti che nella WTA è profondamente diverso dalla ATP. A differenza dei maschietti che ristagnano per anni nei challenger…le fanciulle ristagnano dei 10K che hanno un punteggio bassissimo rispetto ai duali FU10K maschili e che non consentono alle ragazze di salire velocemente la china… E un sistema punti che premia solo le progressioni e le strisce di tornei, basti vedere quello che ha fatto la Trevisan ultimamente… Immaginatela per un attimo francese a Biarritz…avrebbe avuto subito 2 wc per il 50+H di questa settimana e per il successivo 25 e visto lo stato di forma dalla 500 posizione in 4 tornei ce la saremmo trovata nelle 200 o giu di li… Una volta nelle 200 poi il sistema punti dei itf e delle quali WTA è di molto più alto dei duali ATP e quindi il salto veloce nei top150 è una conseguenza!
Le nostre all’epoca hanno sfruttato tali strisce e lo fanno tutt’oggi le russe, le ceche, le francesi e le americane sfruttando qualche wc locale , gli aiuti delle federazioni e dei fisici più tonici e meno propensi all’infortunio!
La domanda è: Rosatello, Moratelli, Trevisan, Paolini, Matteucci hanno mai avuto un anno completo libero da infortuni per cercare di trovare questa striscia di risultati?? Evidentemente no, e per questo e per un po di fragilità di testa (chiamatela tarda maturazione se preferite) si trovano dove si trovano…In passato le strisce utili le hanno fatto Confalonieri, Pairone, la stessa Trevisan e prima ancora Mayr ma poi sono arrivati gli infortuni…
Non so se condividete ma forse alcune verità si nascondo proprio dietro il sistema punti WTA e la fragilità (spesso fisica a volte di testa a volte di entrambi i fattori ) delle ns…
A questo la FIT non ha saputo porre rimedio ed ha per questo grandi colpe. Io non parlerei mai di scarso impegno delle nostre ma di cattivo instradamento della FIT. I commenti da divano a cui tutti noi (me compreso) siamo inclini non aiutano le nostre che andrebbero sempre incitate…
Se impiegano tutte il doppio del tempo la colpa probabilmente non è loro ma della nostra federazione che non ha saputo adattarsi ai cambiamenti del tennis e si cullata sul talento di quelle 4 senatrici che stanno lentamente lasciando il tennis italiano…
Scusate il post gigantesco gradirei anche se negativo il vs punto di vista!

34
Olaf (Guest) 22-09-2016 14:28

Matteucci serve per il primo set

33
Fabio (Guest) 22-09-2016 14:18

Jessica vince il tie break a 0 e conferma le sue doti di fighter. L’avversaria è di buon livello, ha un br di top 150, dove non arrivi per caso.

32
francesca (Guest) 22-09-2016 13:54

@ Marco (#1699682)

più che altro sul 2 pari c’è stato un MTO. Speriamo Jessica non si sia fatta male

31
Marco (Guest) 22-09-2016 13:48

Occhio che la romena e’ forte ,si rischia

30
lucio (Guest) 22-09-2016 13:22

direi, comunque brava la Stefanini che ha perso da una piu’ grande ed esperta di lei…forza Lucrezia!

29
OLLY58 (Guest) 22-09-2016 13:04

Ancch’io credo in queste ragazze…..diamo un po’ di tempo….
e soprattutto credo e spero in Camilla…..

28
IOeCO 22-09-2016 12:56

Scritto da falaone

Scritto da IOeCO
La situazione che si sta delineando sembra abbastanza chiara, Paolini, Pieri e Trevisan sono un gradino sopra, dietro a loro Ferrando e Rosatello che tentano do aggregarsi e qualche buona speranza c’é anche per Matteucci e Brescia. Che poi non salti fuori qualche sorpresa?? Magari una più matura o una finita nel dimenticatoio…

Fra queste la rosatello x fisico e livello di tennis e’ sicuramente il nostro miglior prospetto…

Probabilmente si, ma anche la Matteucci fisicamente é a posto,la Ferrando stessa non é male. Le 3 piccoline hanno un gioco di gambe e una potenza da fondo invidiabile.

27
circ80 22-09-2016 12:52

Scritto da Luigi44

Scritto da Miofibrilla
@ Fabblack (#1699532)
Ma tifate in serenità.
Vivete alla giornata che oggi ci siamo e domani chissà.
Io gioisco per una vittoria in un 10K, come per uno slam: questo è lo sport.

Anch’io!!!

26
circ80 22-09-2016 12:50

Scritto da Fabblack
@ circ80 (#1699439)
@ Miofibrilla (#1699452)
Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

Ciao,
A differenza di altre volte non ero sarcastico su gaz :wink:
Ma mi piacerebbe veramente avere una sua opinione.

25
Buon Rob (Guest) 22-09-2016 12:41

Scritto da pablox
@ circ80 (#1699501)
Lorenzi ha 35 anni, è un caso più unico che raro, ma sappiamo di giocatrici anche straniere che sono arrivate anche molto in alto ben oltre i 25 anni…
Possono esserci vari percorsi individuali che possono influire sulle classifiche (che sono pur sempre classifiche, non valori assoluti né previsioni sul futuro)
A me pare che ci siano 4-5 ragazze più 2-3 ragazzine (intendo under 18, la Tatiana, la Bilardo e la Stefanini) che possono aspirare a diventare professioniste vere. le altre si barcameneranno in questi tornei, come altre centinaia di ragazze straniere.

Nei top 100 maschili ci sono 18 (DICIOTTO) giocatori under 25.
Ribadisco, diciotto.
Basta con ‘sta storia che Lorenzi è l’eccezione. I Lorenzi oggi sono la regola. Negli ultimi tre mesi un sacco di ultratrentenni hanno fatto il proprio best ranking.
Non è un caso.

24
Luigi44 (Guest) 22-09-2016 12:40

Scritto da Miofibrilla
@ Fabblack (#1699532)
Ma tifate in serenità.
Vivete alla giornata che oggi ci siamo e domani chissà.
Io gioisco per una vittoria in un 10K, come per uno slam: questo è lo sport.

Anch’io!!! :wink:

23
Miofibrilla (Guest) 22-09-2016 12:30

@ Fabblack (#1699532)

Ma tifate in serenità.
Vivete alla giornata che oggi ci siamo e domani chissà.
Io gioisco per una vittoria in un 10K, come per uno slam: questo è lo sport.

22
falaone (Guest) 22-09-2016 12:24

Scritto da IOeCO
La situazione che si sta delineando sembra abbastanza chiara, Paolini, Pieri e Trevisan sono un gradino sopra, dietro a loro Ferrando e Rosatello che tentano do aggregarsi e qualche buona speranza c’é anche per Matteucci e Brescia. Che poi non salti fuori qualche sorpresa?? Magari una più matura o una finita nel dimenticatoio…

Fra queste la rosatello x fisico e livello di tennis e’ sicuramente il nostro miglior prospetto…

21
Fabblack 22-09-2016 12:15

@ ForzaJessica&Tatiana (#1699552)

@ ForzaJessica&Tatiana (#1699555)

Il concetto si era capito già alla prima enunciazione.
Le altre due sono ridondanti.

20
ForzaJessica&Tatiana (Guest) 22-09-2016 12:09

Il padre delle Pieri ha detto che Tatiana la minore ha un potenziale tecnico maggiore di Jessica (Rank260 continui miglioramenti) ma non ha ancora la mentalita vincente della sorella…. queste parole fanno ben sperare per il futuro

19
ForzaJessica&Tatiana (Guest) 22-09-2016 12:00

Il padre delle Pieri ha detto che Tatiana la minore ha un potenziale tecnico maggiore di Jessica (Rank 260 con continui miglioramenti) ma non ha ancora la mentalita vincente della sorella… queste parole fanno ben sperare per il futuro

18
ForzaJessica&Tatiana (Guest) 22-09-2016 11:53

Il padre delle Pieri ha detto che Tatiana la minore ha un potenziale tecnico maggiore di Jessica (Rank 260 con continui miglioramenti) anche se nn ha ancora la mentalita vincente della sorella…
Queste parole fanno ben sperare per l’anno prossimo

17
IOeCO 22-09-2016 11:49

La situazione che si sta delineando sembra abbastanza chiara, Paolini, Pieri e Trevisan sono un gradino sopra, dietro a loro Ferrando e Rosatello che tentano do aggregarsi e qualche buona speranza c’é anche per Matteucci e Brescia. Che poi non salti fuori qualche sorpresa?? Magari una più matura o una finita nel dimenticatoio…

16
Fabblack 22-09-2016 11:35

@ pablox (#1699508)

Io ho detto di 6/7 prospetti, siamo lì.

15
Fabblack 22-09-2016 11:33

@ Luigi44 (#1699488)

E’ vero in parte: di moltissime ragazze si vede (o si è visto) e si dice (o si diceva) da quando erano (ancora Junior) ai primi tornei, che sarebbero arrivate sicuramente nelle 100.
Per non parlare dei “fenomeni” o “predestinate” che ci sono arrivate in effetti molto prima dei vent’anni: attualmente ce ne sono otto e Vekic e Bellis ne sono subito fuori.

14
Fabblack 22-09-2016 11:27

@ circ80 (#1699439)

@ Miofibrilla (#1699452)

Intanto non credo che siano state “settimane difficili” neanche per lui, suvvia.
Però due cose voglio dirle anch’io.
E’ verissimo che il miglioramento in termini di classifica di MOLTE ragazze italiane negli ultimi mesi (non settimane) è innegabile, però io considererei solo la situazione di quelle max 20/21 anni: 6 o 7; escluderei le venticinquenni o quasi ed oltre. Perché? Ho già scritto che la progressione di carriera di pressoché tutte quelle che sono nelle 100, italiane comprese, è stata 1. pochi 10.000, 2. passaggio e vittoria di qualche 25.000 e 50.000, 3. qualifiche WTA, 4. approdo nelle 100 a massimo 21 anni.
Infine, ultima considerazione, stiamo parlando per il 99% comunque di partite su terra battuta, mentre le prime 100 giocano, su un totale di 22/25 tornei all’anno, un massimo di 5/7 tornei su terra, il resto sul veloce; e lì sappiamo quasi zero del reale possibile rendimento delle giovani italiane.

13
Tiziano p (Guest) 22-09-2016 11:26

Ma già arrivate ad avere 2/3 nelle 150-200 sarebbe un successone, visto la poca concretezza delle seconde linee degli ultimi anni….basta guardare i numerosi slam senza nessuna tra le qualifiche….

12
pablox (Guest) 22-09-2016 10:42

@ circ80 (#1699501)

Lorenzi ha 35 anni, è un caso più unico che raro, ma sappiamo di giocatrici anche straniere che sono arrivate anche molto in alto ben oltre i 25 anni…
Possono esserci vari percorsi individuali che possono influire sulle classifiche (che sono pur sempre classifiche, non valori assoluti né previsioni sul futuro)
A me pare che ci siano 4-5 ragazze più 2-3 ragazzine (intendo under 18, la Tatiana, la Bilardo e la Stefanini) che possono aspirare a diventare professioniste vere. le altre si barcameneranno in questi tornei, come altre centinaia di ragazze straniere.

11
circ80 22-09-2016 10:28

Scritto da Marco
Secondo me non bisogna essere troppo positivi,stiamo parlando di livello ITF ancora,e di potenziali top 150,ma di top 50 non ne vedo l’ombra

Già pensare a future top 150 rispetto ad un paio di mesi fa, quando si ipotizzavano varie quali slam senza nostre ragazze, lo trovo positivo:
Poi ovviamente molti utenti del sito con maggiore esperienza potrebbero indicare come limite max del ramking 100 o 150, ma con “l’innalzamento dell’età media” in questo sport magari si può sempre sperare, un miglioramento dopo l’altro, di trovare una “Lorenzi” in gonnella

10
Anni80 22-09-2016 10:25

@ Miofibrilla (#1699452)

Io direi un mesetto molto difficile… :mrgreen:

9
Luigi44 (Guest) 22-09-2016 09:41

Scritto da Marco
Secondo me non bisogna essere troppo positivi,stiamo parlando di livello ITF ancora,e di potenziali top 150,ma di top 50 non ne vedo l’ombra

Secondo me, invece, bisogna essere molto positivi. Se si pensa che queste ragazze sono giovani, che hanno i mezzi tecnici, fisici e mentali (almeno questo stanno dimostrando), che oggi l’età media delle tenniste si è alzata notevolmente. Per diventare top 50 bisogna prima essere potenziali top 250, poi potenziali top 150, poi potenziali top 100… Le classifiche si scalano con il tempo e ovviamente con i risultati. Paolo Lorenzi era quasi fuori dai top 100 a inizio anno e ora è il primo giocatore italiano, al n. 35. Forse la cosa migliore sarebbe seguire di più i risultati e le gesta di queste ragazze e poi tirare le somme. Un pessimismo legato unicamente ai punti e alla classifica lascia, a mio avviso, il tempo che trova…

8
Sottile 22-09-2016 08:48

Impegni difficili oggi per le nostre, eccetto che per Jessica e Angelica che dovrebbero,passare. Inoltre passerà sicuramente una tra T. Pieri e la Tona :razz:

7
Luigi44 (Guest) 22-09-2016 08:46

Il fato ha messo nuovamente di fronte Moratelli-Luini, dopo che Angelica le aveva ceduto il passo per walk over nella semifinale del torneo della settimana scorsa…

6
Luigi44 (Guest) 22-09-2016 08:43

Peccato per Georgia. Se l’è lottata, speravo in una vittoria. Comunque brava ad andare in Australia, ora ci sono altri tornei in cui potrebbe far bene

5
Gian50 22-09-2016 08:39

scorrevo l’elenco delle nostre ragazze molte sono intorno al best ranking,spesso con miglioramenti di decine o centinaia di posizioni sull’anno scorso.Questo e’ un dato di fatto.

4
Miofibrilla (Guest) 22-09-2016 07:57

Scritto da circ80
Gaz, se ci sei, ti chiedo un punto sulla situazione, a tuo parere, delle nostre ragazze a livello itf
Sulle ali dell’entusiasmo dei risultati di questo settembre sarei portato ad essere ottimista (non parlo di top 50, 100, 200 ma di miglioramenti sì) ma secondo te si può essere positivi?

Appena ci saranno 15 giorni di sconfitte delle nostre ragazze, parlerà della Rasatatova di 8 anni futura promessa dell’est, stai tranquillo. Per ora deve ancora riprendersi, per lui sono state 2 settimane difficile, le ultime.

3
Marco (Guest) 22-09-2016 07:54

Secondo me non bisogna essere troppo positivi,stiamo parlando di livello ITF ancora,e di potenziali top 150,ma di top 50 non ne vedo l’ombra

2
circ80 22-09-2016 01:18

Gaz, se ci sei, ti chiedo un punto sulla situazione, a tuo parere, delle nostre ragazze a livello itf
Sulle ali dell’entusiasmo dei risultati di questo settembre sarei portato ad essere ottimista (non parlo di top 50, 100, 200 ma di miglioramenti sì) ma secondo te si può essere positivi?

1

Lascia un commento