Campionati Italiani Copertina, Generica, Junior

Arnaboldi, dopo l’Avvenire lo scudetto

13/09/2016 07:00 Nessun commento
Il campione italiano Under 16, il canturino Federico Arnaboldi (a sinistra), con il finalista bresciano Gabriele Bosio a Sanremo (foto Di Lorenzo)
Il campione italiano Under 16, il canturino Federico Arnaboldi (a sinistra), con il finalista bresciano Gabriele Bosio a Sanremo (foto Di Lorenzo)

Lombardia sempre grande protagonista del tennis giovanile italiano. Non solo per le due fasi finali dei campionati italiani ospitate in questa settimana tricolore (gli Under 12 alla Coppa Porro Lambertenghi a Milano e le Under 16 alla Canottieri Mincio Mantova), ma anche per la vittoria dello Scudetto Under 16 maschile di Federico Arnaboldi, cugino del pro Atp Andrea e capace di aggiungere un’altra gemma alla sua stagione dopo la vittoria al Torneo Avvenire in giugno.

Ma quello del canturino non è l’unico risultato degno di nota della settimana. Intanto perché a contendergli il titolo, a Sanremo, in finale c’era il bresciano Gabriele Bosio, in un derby tutto lombardo chiuso soltanto in tre set (7-5 2-6 6-4 il risultato finale). Due finalisti nostrani anche nell’under 14, uno nel maschile (il comasco Lorenzo Rottoli) e una nel femminile (Lisa Pigato). Il primo, sui campi della Virtus Bologna, ha ceduto in tre set al compagno di nazionale Lorenzo Musetti da La Spezia (6-7 6-1 6-3), l’altra invece – al Ct Bologna – ha rischiato di bissare il successo ottenuto in agosto nei campionati Under 13. Già perché Lisa è di un anno più piccola del limite imposto, eppure per sfilarle il secondo tricolore stagionale è servita la prima favorita della vigilia, vale a dire la 2.7 Federica Sacco, e il tie-break del terzo set (6-4 3-6 7-6 il risultato).

Come se non bastasse i lombardi hanno saputo trarre grandi soddisfazioni anche nei doppi. A partire proprio dagli Under 14, con Rottoli e Pigato campioni italiani. Rottoli si è cucito il tricolore al petto in coppia con Lorenzo Musetti (6-3 6-4 su Cobolli/Bombara), mentre la Pigato affiancata alla romana Matilde Paoletti si è presa la sua rivincita su Federica Sacco (in coppia con Giulia Tedesco) per 6-4 6-2. “Mezzo” Scudetto in doppio arriva anche negli Under 16 maschili, con il milanese Filippo Speziali che insieme al campano Riccardo Di Nocera ha superato La Vela/Potenza per 5-7 6-2 10/8. E poi c’è la Lombardia “ospitante”. Il Tc Milano Alberto Bonacossa ha mandato in scena la 74a edizione della Coppa Porro Lambertenghi, unico campionato italiano (under 12 maschile e femminile) a disputarsi in sede fissa. Nel singolare maschile si è imposto il marchigiano Peter Buldorini che ha regolato con un doppio 6-4 l’emiliano Jacopo Bilardo. Tutta siciliana invece la finale al femminile, con lo Scudetto a Virginia Ferrara su Giorgia Pedone (2-6 6-2 7-5). Nel doppio maschile, Ciavarella/Minighini hanno avuto la meglio su Bilardo/Gandolfi per 4-6 7-6 10/6, mentre nel femminile, le finaliste del singolare hanno superato la coppia Sirci/Micani con un doppio 6-2 6-2. Alla Sicilia anche il Trofeo delle Regioni, assegnato per l’appunto alla regione che ha raccolto il maggior numero di punti con i proprio atleti (58 punti per i siciliani, davanti a Emilia Romagna a quota 50 e Lazio a 46). Infine sul rosso della Canottieri Mincio Mantova, come da pronostico, lo Scudetto è andato alla toscana Lisa Piccinetti che in finale ha regolato per 7-6 6-4 la romana Giulia Carbonaro. Finaliste che si sono ritrovate di fronte anche nel match decisivo del doppio: ha vinto ancora Lisa Piccinetti in coppia con Giulia La Rocca, mentre la Carbonaro si è dovuta accontentare, con la sua compagna Enola Chiesa, di un altro secondo posto (6-3 7-5).


TAG: ,

Lascia un commento