Circuito Challenger Challenger, Copertina

Challenger Szczecin: Avanzano quattro azzurri al secondo turno (Video)

13/09/2016 20:45 117 commenti
Alessandro Giannessi
Alessandro Giannessi

Questi i risultati con il Live dettagliato dei giocatori italiani impegnati nel torneo challenger di Szczecin (e106.500 H, terra).

Avanzano Marco Cecchinato, Salvatore Caruso, Stefano Napolitano e Alessandro Giannessi nel challenger polacco di Szczecin.
Cecchinato, ottavo favorito del seeding, ha superato per 64 61 l’olandese Boy Westerhof ed ora affronterà la giovane wild card norvegese Casper Ruud, classe 1998, n.274, che si è imposto per 63 64 sul nostro Edoardo Eremin.

Salvatore Caruso ha eliminato per 57 64 64 il tedesco Peter Torebko, proveniente dalle qualificazioni ed al secondo turno se la vedrà con il ceco Zdenek Kolar.
Stefano Napolitano si è imposto per 46 63 62 sul ceco Jan Mertl ed al secondo ostacolo affronterà il polacco Jerzy Janowicz, vincitore domenica del challenger di Genova.

Avanza anche Alessandro Giannessi che ha eliminato per 63 64 il moldavo Radu Albot, quarta testa di serie: prossimo avversario il giapponese Akira Santillan, 19 anni, n.239 ATP che ha eliminato Lorenzo Sonego in tre set.



POL Challenger Szczecin – Terra
1T Torebko GER – Caruso ITA (0-0) ore 11:00

CH Szczecin
Peter Torebko
7
4
4
Salvatore Caruso
5
6
6
Vincitore: S. CARUSO





1T Westerhof NED – Cecchinato ITA (0-0) 2 incontro dalle ore 11:00

CH Szczecin
Boy Westerhof
4
1
Marco Cecchinato [8]
6
6
Vincitore: M. CECCHINATO





1T Napolitano ITA – Mertl CZE (0-0) ore 14:30

CH Szczecin
Stefano Napolitano
4
6
6
Jan Mertl
6
3
2
Vincitore: S. NAPOLITANO





1T Eremin ITA – Ruud NOR (0-0) ore 16:30

CH Szczecin
Edoardo Eremin
3
4
Casper Ruud
6
6
Vincitore: C. RUUD





1T Santillan JPN – Sonego ITA (0-0) ore 16:30

CH Szczecin
Akira Santillan
4
6
6
Lorenzo Sonego
6
1
2
Vincitore: A. SANTILLAN





1T Giannessi ITA – Albot MDA (0-1) 2 incontro dalle ore 16:30

CH Szczecin
Alessandro Giannessi
6
6
Radu Albot [4]
3
4
Vincitore: A. GIANNESSI




TAG: , , , , , , ,

117 commenti. Lasciane uno!

Steve (Guest) 15-09-2016 21:25

Bravo Napo solido nei colpi e nella testa

117
Mario (Guest) 14-09-2016 08:16

Facevo una considerazione importante a mio avviso. Ma gli italiani, tolti i big ovvero Lorenzi, Seppi e Fognini , quanto vincono all’estero? Sonego, Eremin , Mager pompati dal sistema perverso di chi gestisce le wc in Italia, quanto vincono fuori dal confine? Ma lo stesso vale per Donati ( gioca all’estero ?) , Gaio , Cecchinato. Hanno vinto sempre e solo in Italia. Perche invece di gonfiarli di wc non li accompagniamo ed educhiamo a giocare anche fuori? La risposta? Abbiamo contributi, abbiamo tecnici federali e non. Ma alla fine girano principalmente soli. A cosa serve andare ad esempio a Genova con allenatore, tecnico della federazione, preparatore fisico se poi la settimana che vai fuori sei solo e senza esperienza?

116
Thereisonly1mark (Guest) 14-09-2016 07:14

Perché non chiamare la sede del torneo in italiano, ovvero Stettino?

115
Pierre herme the Picasso of pastry (Guest) 14-09-2016 02:00

Scritto da adecor

Scritto da Alessandro6.9

Scritto da Koko

Scritto da Roberto
@ Koko (#1693612)
Si ma se gioca come contro almagro dipende solo da lui purtroppo

Bah Almagro poteva perdere anche contro Quinzi per quello che ho visto.Jerzy ha fatto bene ma solo perchè un 14 ATP non scorda come giocare e gli altri non erano abbastanza di livello o in palla. Un normale terraiolo top 60 in palla lo avrebbe fatto fuori a Genova. Per converso Giannessi fuori dalla terra ha spaventato in USA il vincitore elvetico dello slam !

Io credo che tu ti sia dimenticato di come gioca Janowicz su terra . Ha vinto qualche anno fa 3 challenger in 3 settimane, giocando soltanto su terra. Ha fatto il salto dai challenger agli ATP, giocando soprattutto su terra. Poi ci fu Bercy.
Janowicz, se sta bene, un terraiolo da challenger, come lo chiami tu, lo apre in 2 come un melone. Su terra, Koko, su terra!!

In più ha fatto quarti a Roma Janowicz, non proprio una cosa da tutti.

Condivido Alessandro 6.9 il polacco in forma al terraiolo “lo spacca in due”….:-)

114
Becuzzi_style (Guest) 13-09-2016 22:32

Scritto da AndryREAX

Scritto da Becuzzi_style

Scritto da ernests
Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95

I nostri giovani checché se ne dica ad oggi non sono pronti per un certo livello…possiamo metterci tutte le fette di prosciutto sugli occhi possibili..ma così é….é un dato di fatto!! Vero é che ne abbiamo un discreto drappello e cosa positiva tutti strapieni di difetti…nessuno é un giocatore fatto e finito e quindi potenzialmente possono tutti crescere tanto…chi lavorerà e riuscirà a migliorare le proprie lacune potrebbe avere un futuro ( non credo comunque sinceramente da top 15, li serve un talento di base che non intravedo in nessuno)….altrimenti pace aspetteremo il prossimo giro…

Un paio di obiezioni (e questo non vuol dire che io creda che qualcuno arriverà in top15): tu quattro anni e mezzo fa avresti mai riconosciuto del talento a tale Roberto Bautista Agut, 22 anni e mezzo n178 del mondo, che a vederlo giocare sembrava uno dei 300 spagnoli terraioli bravi da fondo ma niente di che? Ecco, Bautista non ha un talento naturale, a quasi 23 anni era a malapena nei 200, eppure nei top15 c’é stato.
Altra cosa: come si fa a sparare sentenze su partite singole? Tredici mesi fa Donati ha battuto Pouille, o sbaglio? Quindi, sí, probabilmente Ruud e Santillan faran carriere migliori dei nostri 2 ragazzi, ma ció che voglio dire è che il match odierno per quanto mi riguarda conta pochissimo, dato che come ho ribadito più volte a questo livello contano tantissimi fattori in ogni singolo match, e tra il 300 e il 100, nel singolo incontro, c’é poca differenza.

É chiaro che quando parlo di top 15 é una mia previsione, che potrà essere chiaramente smentita dalla realtà dei fatti…la sfera di cristallo purtroppo non ce l’ho….chi avrebbe mai detto 2 anni fa che la Vinci sarebbe arrivata in finale agli Us Open battendo Serenona e impedendole il grande slam?…io sinceramente no…eppure lo ha fatto…
Comunque ciò che più conta é che tutti hanno margini di miglioramento, chi più mentali, chi più tecnici e chi sul piano fisico..se solo Donati migliorasse sul piano atletico negli spostamenti farebbe già un salto in avanti, per non parlare di Sonego…che tutto sembra tranne che un tennista sul piano fisico..mi sembra un ragazzino di 14 anni che si allena nei 1500 piani..Non credo che sia complesso mettergli un po di massa….sicuramente lo faranno nelle prossime stagioni…e in teoria dovremo vedere un giocatore nuovo….questo è….però ora a Settembre 2016 sono indietro rispetto ad altri….e questa perlomeno è l’unica certezza di cui disponiamo….per il futuro si vedrà…

113
adecor 13-09-2016 22:31

Scritto da Alessandro6.9

Scritto da Koko

Scritto da Roberto
@ Koko (#1693612)
Si ma se gioca come contro almagro dipende solo da lui purtroppo

Bah Almagro poteva perdere anche contro Quinzi per quello che ho visto.Jerzy ha fatto bene ma solo perchè un 14 ATP non scorda come giocare e gli altri non erano abbastanza di livello o in palla. Un normale terraiolo top 60 in palla lo avrebbe fatto fuori a Genova. Per converso Giannessi fuori dalla terra ha spaventato in USA il vincitore elvetico dello slam !

Io credo che tu ti sia dimenticato di come gioca Janowicz su terra . Ha vinto qualche anno fa 3 challenger in 3 settimane, giocando soltanto su terra. Ha fatto il salto dai challenger agli ATP, giocando soprattutto su terra. Poi ci fu Bercy.
Janowicz, se sta bene, un terraiolo da challenger, come lo chiami tu, lo apre in 2 come un melone. Su terra, Koko, su terra!!

In più ha fatto quarti a Roma Janowicz, non proprio una cosa da tutti.

112
nere 13-09-2016 22:14

Scritto da AndryREAX

Scritto da Becuzzi_style

Scritto da ernests
Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95

I nostri giovani checché se ne dica ad oggi non sono pronti per un certo livello…possiamo metterci tutte le fette di prosciutto sugli occhi possibili..ma così é….é un dato di fatto!! Vero é che ne abbiamo un discreto drappello e cosa positiva tutti strapieni di difetti…nessuno é un giocatore fatto e finito e quindi potenzialmente possono tutti crescere tanto…chi lavorerà e riuscirà a migliorare le proprie lacune potrebbe avere un futuro ( non credo comunque sinceramente da top 15, li serve un talento di base che non intravedo in nessuno)….altrimenti pace aspetteremo il prossimo giro…

Un paio di obiezioni (e questo non vuol dire che io creda che qualcuno arriverà in top15): tu quattro anni e mezzo fa avresti mai riconosciuto del talento a tale Roberto Bautista Agut, 22 anni e mezzo n178 del mondo, che a vederlo giocare sembrava uno dei 300 spagnoli terraioli bravi da fondo ma niente di che? Ecco, Bautista non ha un talento naturale, a quasi 23 anni era a malapena nei 200, eppure nei top15 c’é stato.
Altra cosa: come si fa a sparare sentenze su partite singole? Tredici mesi fa Donati ha battuto Pouille, o sbaglio? Quindi, sí, probabilmente Ruud e Santillan faran carriere migliori dei nostri 2 ragazzi, ma ció che voglio dire è che il match odierno per quanto mi riguarda conta pochissimo, dato che come ho ribadito più volte a questo livello contano tantissimi fattori in ogni singolo match, e tra il 300 e il 100, nel singolo incontro, c’é poca differenza.

sono pienamente d’accordo. una partita non fa storia, ma pii accomunare eremin con sonego non ha veramente senso. due storie completamente diverse. eremin ha una storia molto più travagliata, più anziano, è un 93, buon talento e discontinuo, che un anno e mezzo fa voleva ritirarsi e poi ci si è rimesso e da quel momento ha fatto un ottimo percorso, entrando nei 300 atp, secondo me dovrebbe solo giocare più sul veloce. sonego un95 che la federazione non ha mai considerato perchè da junior non emergeva ha fatto in un anno e mezzo un progresso enorme proponendosi come uno dei nostri giovani più interessanti. una settimana fa ha quasi buttato fuori janowicz poi vincitore del torneo recuperando una partita già persa (36 25 sotto) con un carattere e una voglia fuori dal comune. oggi ha perso contro un coetaneo forse più forte al momento, ma il suo bilancio rimane incredibilmente favorevole, innegabile che un giovane emerso così dal nullo e privo di esperienza se la debba fare ora, anche con sconfitte e con l’emergere dei suoli limiti, che deve avere il tempo di conoscere e limare

111
AndryREAX 13-09-2016 22:06

Scritto da Becuzzi_style

Scritto da ernests
Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95

I nostri giovani checché se ne dica ad oggi non sono pronti per un certo livello…possiamo metterci tutte le fette di prosciutto sugli occhi possibili..ma così é….é un dato di fatto!! Vero é che ne abbiamo un discreto drappello e cosa positiva tutti strapieni di difetti…nessuno é un giocatore fatto e finito e quindi potenzialmente possono tutti crescere tanto…chi lavorerà e riuscirà a migliorare le proprie lacune potrebbe avere un futuro ( non credo comunque sinceramente da top 15, li serve un talento di base che non intravedo in nessuno)….altrimenti pace aspetteremo il prossimo giro…

Un paio di obiezioni (e questo non vuol dire che io creda che qualcuno arriverà in top15): tu quattro anni e mezzo fa avresti mai riconosciuto del talento a tale Roberto Bautista Agut, 22 anni e mezzo n178 del mondo, che a vederlo giocare sembrava uno dei 300 spagnoli terraioli bravi da fondo ma niente di che? Ecco, Bautista non ha un talento naturale, a quasi 23 anni era a malapena nei 200, eppure nei top15 c’é stato.
Altra cosa: come si fa a sparare sentenze su partite singole? Tredici mesi fa Donati ha battuto Pouille, o sbaglio? Quindi, sí, probabilmente Ruud e Santillan faran carriere migliori dei nostri 2 ragazzi, ma ció che voglio dire è che il match odierno per quanto mi riguarda conta pochissimo, dato che come ho ribadito più volte a questo livello contano tantissimi fattori in ogni singolo match, e tra il 300 e il 100, nel singolo incontro, c’é poca differenza.

110
Alessandro6.9 13-09-2016 22:05

Scritto da Koko

Scritto da Roberto
@ Koko (#1693612)
Si ma se gioca come contro almagro dipende solo da lui purtroppo

Bah Almagro poteva perdere anche contro Quinzi per quello che ho visto.Jerzy ha fatto bene ma solo perchè un 14 ATP non scorda come giocare e gli altri non erano abbastanza di livello o in palla. Un normale terraiolo top 60 in palla lo avrebbe fatto fuori a Genova. Per converso Giannessi fuori dalla terra ha spaventato in USA il vincitore elvetico dello slam !

Io credo che tu ti sia dimenticato di come gioca Janowicz su terra :lol: :lol: :lol: . Ha vinto qualche anno fa 3 challenger in 3 settimane, giocando soltanto su terra. Ha fatto il salto dai challenger agli ATP, giocando soprattutto su terra. Poi ci fu Bercy.
Janowicz, se sta bene, un terraiolo da challenger, come lo chiami tu, lo apre in 2 come un melone. Su terra, Koko, su terra!!

109
Alessandro6.9 13-09-2016 22:00

@ Koko (#1693612)

Il problema è che di solito allo schema che dici tu botta+pallacorta, Jano non ci arriva, perché con il suo servizio indirizza i punti in 3 colpi e basta la botta dopo il servizio :lol: :lol: :lol:
Janowicz in Polonia su un challenger da 125k+H non lascia nulla.
Il tuo ottimismo credo sia fondato su senzazioni, e neanche giuste :lol: :lol: :lol: :lol:

108
Becuzzi_style (Guest) 13-09-2016 21:27

Scritto da ernests
Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95

I nostri giovani checché se ne dica ad oggi non sono pronti per un certo livello…possiamo metterci tutte le fette di prosciutto sugli occhi possibili..ma così é….é un dato di fatto!! Vero é che ne abbiamo un discreto drappello e cosa positiva tutti strapieni di difetti…nessuno é un giocatore fatto e finito e quindi potenzialmente possono tutti crescere tanto…chi lavorerà e riuscirà a migliorare le proprie lacune potrebbe avere un futuro ( non credo comunque sinceramente da top 15, li serve un talento di base che non intravedo in nessuno)….altrimenti pace aspetteremo il prossimo giro…

107
Luca Supporter Del Tennis Italiano (Guest) 13-09-2016 21:20

Non male il bilancio di questa giornata!
Caruso ha vinto, dal punto di vista della classifica, contropronostico contro Torebko e ora ha una chance contro Kolar anche se il ceco gioca bene sulla terra visto che quest’anno ha fatto semifinale a Praga e finale a Ostrava.
Cecchinato ha vinto facilmente contro Westerhof e ora sfida Ruud che è in ascesa e sta giocando veramente bene.
Bravo Napolitano a vincere contro Mertl in una partita non così semplice anche se ora è chiuso da Janowicz, qualora vincesse.
Gran vittoria di Giannessi che conferma il periodo grandioso, battendo Albot in due set. Ottima vittoria considerando che il moldavo nei challenger su terra sa come si vince. Ora sfida Santillan, anch’esso giovane di prospettiva che ha eliminato Sonego in una partita che il nostro poteva vincere.

106
LuchinoVisconti (Guest) 13-09-2016 21:19

Scritto da ska
@ ernests (#1693675)
I margini di crescita di un giocatore peggiore sono molto piu grandi di quelli del giocatore migliore. Cit Lapalisse.

Visto che siamo qui, tanto per passare un po’ di tempo, permettimi di dissentire.
Innazitutto bisognerebbe chiarire cosa si intende per margini di crescita: un giocatore che vale 0 ha ovviamente grandi margini di crescita, potendo solo migliorare, ma potrebbe avere, ad, esempio, un margine di crescita 14, arrivando a valere 14, mentre un giocatore che vale 98 ha ovviamente meno margini di crescita, anzi potrebbe persino decrescere di 3, rimanendo purtuttavia a livello 95.
E poi, chi lo ha stabilito che un giocatore peggiore ha un margine di crescita più grande di un giocatore migliore?
Un giocatore scarso che vale 30 potrebbe avere solo un margine di crescita 10, mentre un buon giocatore che vale 70 potrebbe avere un margine di crescita 20.

105
ska (Guest) 13-09-2016 21:13

@ ernests (#1693675)

I margini di crescita di un giocatore peggiore sono molto piu grandi di quelli del giocatore migliore. Cit Lapalisse.

104
LuchinoVisconti (Guest) 13-09-2016 21:11

Scritto da ernests
Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95

Generalmente sì, ma ci può essere chi matura un po’ più tardi.
Affidiamoci a questa possibilità, visto che non possiamo fare altro!

103
ernests 13-09-2016 21:04

Le sconfitte di Eremin e Sonego (che sono considerati, e io condivido soprattutto per edoardo, 2 promesse del tennis italiano) contro Santillan e Ruud secondo me devono fare male perché fanno capire che non hanno il livello di quelli che veramente sfonderanno nel tennis che conta e inoltre i margini di crescita di un 97 e un 98 sono più grandi di un 93 e 95 :(

102
Gabriele da Firenze 13-09-2016 21:01

Lorenzo ultimamente non ne vince più una e questo comincia ad essere preoccupante…con 8 doppi falli e una sola ace e due break per ogni set non si va da nessuna parte…e questo contrro il n. 239, non contro chissà chi…

101

Lascia un commento