A Genova finale di lusso tra Almagro e Janowicz. Nel doppio successo di Zeballos-Peralta (Video)

10/09/2016 23:30 15 commenti
Nicolas Almagro - Foto Paolo Cresta
Nicolas Almagro - Foto Paolo Cresta

È Nicolas Almagro il primo finalista del singolare dell’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina il torneo internazionale di tennis in corso di svolgimento presso i campo du Valletta Cambiaso a Genova (montepremi 125mila euro). Lo spagnolo, testa di serie numero uno del tabellone principale, ha battuto in tre set Adam Pavlasek, numero 7 del main draw. Almagro (nella foto di Paolo Cresta) ha vinto in tre set con il punteggio di 6-0/ 2-6/6-4 in poco meno di due ore di gioco. Ora affronterà nella finalissima Jerzy Janowicz che ha sconfitto al tiebreak del terzo set Carlos Berlocq.

Horacio Zeballos e Julio Peralta hanno scritto il loro nome nell’albo d’oro del torneo di doppio dell’Aon Open Challenger Memorial Giorgio Messina, il torneo internazionale di tennis in corso di svolgimento a Genova presso i campi di Valletta Cambiaso. E’ stato un doppio divertente con l’argentino e il cileno, teste di serie numero uno del main draw, che hanno battuto in due set i bielorussi Andrei Vasivlevski – Aliksandr Bury con il punteggio di 6-4/6-3. Un altro successo importante per la coppia Zeballos – Peralta (vincitori di sette titoli nel circuito maggiore ATP) che si confermati tra i migliori specialisti a livello mondiale. L’argentino Zeballos inoltre aveva già trionfato a Genova in due occasioni: prima nel 2011 insieme a Dustin Brown e poi nel 2015 con Guillermo Duran. “Siamo davvero contenti per questo successo – raccontano durante la premiazione Zeballos e Peralta – questo è un torneo bellissimo e vincere qui è davvero molto bello: grazie poi a tutto il pubblico genovese che è stato straordinario. A Genova ogni anno ci troviamo davvero bene, il torneo fantastico e il circolo dove si gioca è davvero splendido: inoltre è tutto organizzato molto bene e vincere qui ci permetterà di fare un bel salto in avanti nel ranking mondiale”.



La partita punto per punto – Semifinali

CH Genova
Nicolas Almagro [1]
6
2
6
Adam Pavlasek [7]
0
6
4
Vincitore: N. ALMAGRO

CH Genova
Carlos Berlocq [3]
6
5
6
Jerzy Janowicz
3
7
7
Vincitore: J. JANOWICZ

La partita punto per punto – Finale Doppio

CH Genova
Julio Peralta / Horacio Zeballos [1]
6
6
Aliaksandr Bury / Andrei Vasilevski
4
3
Vincitori: PERALTA / ZEBALLOS


TAG: ,

15 commenti. Lasciane uno!

Marco (Guest) 11-09-2016 16:06

Scritto da Marco

Scritto da Luca Martin
Per chi non conosce Genova, questa rappresenta la quintessenza dell’ italianita’.
Ci sono retaggi antichissimi di rivalita’ tra gruppi e famiglie (ricordo che i Fieschi e i Grimaldi, quest’ ultimi divenuti regali di Montecarlo, erano dovuti fuggire da Genova).
E’ la citta’ dei veti incrociati. NON per partigianeria ma avete presente cosa hanno fatto a Garrone padre quando era in vita?
Beh e’ una storia penosa, dai risvolti anche meschini…
Ricordo a tutti che Eurodisney doveva essere costruita qui, e non se ne fece niente (non vogliamo trasformare Genova in una citta’ di camerieri, fu la motivazione!!!) che uno stadio doveva essere costruito e venne bocciato con la scusa del’ espansione dell’ aeroporto (naturalmente mai avvenuta), che il simbolo dell’Expo del 1992 doveva essere un grandioso edificio in vetro di 150m dell’ architetto Portland (bocciato perche’ sembrava un cono gelato!!!)
Insomma come stupirsi se il Secolo XIX non si e’ seduto al tavolo di questo evento. Rientra nella grande capacita’ diplomatica dei genovesi….

Hai dimenticato Ryanair che voleva fare base al Colombo, richiesta economica da parte dei nostri vertici sproporzionata, morale Ryanair a Orio al serio….. e il tunnel sottomarino al posto della sopraelevata? e i 25 anni per fare 4 fermate di metro su una galleria che già esisteva (da Certosa a Dinegro), andiamo avanti?

Ok andiamo avanti… Genoa fiorentina sospesa per un acquazzone di 10 minuti

15
Marco (Guest) 11-09-2016 15:52

Scritto da Luca Martin
Per chi non conosce Genova, questa rappresenta la quintessenza dell’ italianita’.
Ci sono retaggi antichissimi di rivalita’ tra gruppi e famiglie (ricordo che i Fieschi e i Grimaldi, quest’ ultimi divenuti regali di Montecarlo, erano dovuti fuggire da Genova).
E’ la citta’ dei veti incrociati. NON per partigianeria ma avete presente cosa hanno fatto a Garrone padre quando era in vita?
Beh e’ una storia penosa, dai risvolti anche meschini…
Ricordo a tutti che Eurodisney doveva essere costruita qui, e non se ne fece niente (non vogliamo trasformare Genova in una citta’ di camerieri, fu la motivazione!!!) che uno stadio doveva essere costruito e venne bocciato con la scusa del’ espansione dell’ aeroporto (naturalmente mai avvenuta), che il simbolo dell’Expo del 1992 doveva essere un grandioso edificio in vetro di 150m dell’ architetto Portland (bocciato perche’ sembrava un cono gelato!!!)
Insomma come stupirsi se il Secolo XIX non si e’ seduto al tavolo di questo evento. Rientra nella grande capacita’ diplomatica dei genovesi….

Hai dimenticato Ryanair che voleva fare base al Colombo, richiesta economica da parte dei nostri vertici sproporzionata, morale Ryanair a Orio al serio….. e il tunnel sottomarino al posto della sopraelevata? e i 25 anni per fare 4 fermate di metro su una galleria che già esisteva (da Certosa a Dinegro), andiamo avanti?

14
Perugino doc (Guest) 11-09-2016 15:50

Interrotta pure genoa fiorentina,non penso giochino oggi

13
Marco (Guest) 11-09-2016 15:38

Scritto da Luca Martin
Ah come non ricordare il trattamento riservato a quei 2 infiniti genii della storia Cristoforo Colombo e Nicolo’ Paganini
Uno viene ricordato facendo il minimo indispensabile (all’ esterno della sua casa di nascita non c’ e’ nemmeno un cartello!!!), l’ altro viene celebrato con un concorso per giovani violinisti facendo svariati scongiuri perche porterebbe male!!!
Dico solo questo che quando e’ venuto il famoso violinista Garrett non poteva credere che non solo non c’ era la sua tomba, ma che la sua casa era stata abbattuta…

Ma perchè vi stupite? A Genova stanno andando via anche gli extracomunitari a parte gli spacciatori in centro storico. La nostra mentalità è simile all’Unione Sovietica anni 70…. città destinata a morire

12
Mao (Guest) 11-09-2016 15:16

Nel levante tuona e piove piuttosto forte. Se qualcuno di Genova sa dirmi che tempo c’è ora li mi fa un favore. Dovevo venire a vedere la finale ma se continua così…

11
Luca Martin (Guest) 11-09-2016 15:05

Ah come non ricordare il trattamento riservato a quei 2 infiniti genii della storia Cristoforo Colombo e Nicolo’ Paganini
Uno viene ricordato facendo il minimo indispensabile (all’ esterno della sua casa di nascita non c’ e’ nemmeno un cartello!!!), l’ altro viene celebrato con un concorso per giovani violinisti facendo svariati scongiuri perche porterebbe male!!!
Dico solo questo che quando e’ venuto il famoso violinista Garrett non poteva credere che non solo non c’ era la sua tomba, ma che la sua casa era stata abbattuta…

10
Luca Martin (Guest) 11-09-2016 14:55

Per chi non conosce Genova, questa rappresenta la quintessenza dell’ italianita’.
Ci sono retaggi antichissimi di rivalita’ tra gruppi e famiglie (ricordo che i Fieschi e i Grimaldi, quest’ ultimi divenuti regali di Montecarlo, erano dovuti fuggire da Genova).
E’ la citta’ dei veti incrociati. NON per partigianeria ma avete presente cosa hanno fatto a Garrone padre quando era in vita?
Beh e’ una storia penosa, dai risvolti anche meschini…
Ricordo a tutti che Eurodisney doveva essere costruita qui, e non se ne fece niente (non vogliamo trasformare Genova in una citta’ di camerieri, fu la motivazione!!!) che uno stadio doveva essere costruito e venne bocciato con la scusa del’ espansione dell’ aeroporto (naturalmente mai avvenuta), che il simbolo dell’Expo del 1992 doveva essere un grandioso edificio in vetro di 150m dell’ architetto Portland (bocciato perche’ sembrava un cono gelato!!!)
Insomma come stupirsi se il Secolo XIX non si e’ seduto al tavolo di questo evento. Rientra nella grande capacita’ diplomatica dei genovesi….

9
LuchinoVisconti (Guest) 11-09-2016 14:18

Scritto da Ciozzzz
E’ una finale da ATP250 anche 500 ma non c’è alcuna copertura mediatica sull’evento.. anche i giornali come Il Secolo XIX qui a Genova dedicano al torneo un trafiletto misero .. scandalosi e soprattutto ignoranti!!!
PS: forza Nico!!!!

Purtroppo in Italia come sport sembra esistere solo il calcio, marcio dentro e fuori.
Penso bisognerebbe iniziare a boicottarlo e fare scoprire ai giovani la bellezza anche degli altri sport.

8
Marco (Guest) 11-09-2016 14:06

Credo che il torneo potrebbe tranquillamente non sfigurare se fosse un 500, è incredibile che la FIT non si prodighi in tutti i modi per farlo diventare almeno un 250

7
Ciozzzz (Guest) 11-09-2016 14:00

E’ una finale da ATP250 anche 500 ma non c’è alcuna copertura mediatica sull’evento.. anche i giornali come Il Secolo XIX qui a Genova dedicano al torneo un trafiletto misero .. scandalosi e soprattutto ignoranti!!!

PS: forza Nico!!!!

6
Luca Martin (Guest) 11-09-2016 11:29

Anch’io mi son detto quando Almagro era in difficoltà che volevo una finale tra lui e possibilmente Janowicz.
Poi mi son detto ‘ma perché???’
E in effetti sia Pavlasek che Berlocq se fossero acceduti alla Finale l’avrebbero fatto con ampio merito, perché durante i ripettivi match hanno fatto vedere grandi cose anche loro.
Pavlasek tirando su un match partito malissimo, Berlocq con una condotta di gara estremamente sagace (vero Janowicz?). Fatta cioè di discese a rete nei momenti giusti, nel tamponare l’avversario quando tirava bombazze, nel piazzare i servizi invece che strapparli, nel saper variare colpi alti a colpi tesi…Insomma sono entrato tifoso di Janowicz e sono uscito tifoso di Berlocq (anche se non sarà mai un prescelto).

5
Haas78 (Guest) 11-09-2016 10:51

Sarebbe bello esserci

4
ffedee 11-09-2016 08:48

grandissimo torneo che verrà premiato da questa grandissima partita

3
marvar (Guest) 11-09-2016 02:29

Ammazza che finale….!!!!

2
Mao (Guest) 11-09-2016 00:59

Almagro-Janowicz. Se non é una finale da tornao ATP questa non saprei proprio dire quale.

1

Lascia un commento