La provocazione di Adriano Copertina, Generica

Adriano Panatta: “Volete mettere come giocavano Martina (Navratilova), Steffi (Graf) o Henin con le tenniste di oggi?

10/09/2016 14:49 53 commenti
Adriano Panatta ha vinto il Roland Garros 1976
Adriano Panatta ha vinto il Roland Garros 1976

Adriano Panatta, vincitore del Roland Garros 1976, ha parlato del tennis femminile.

Dichiara il campione italiano su Twitter: “Volete mettere come giocavano Martina (Navratilova), Steffi (Graf) o Henin con le tenniste di oggi? Dai non scherziamo”, ha scritto Panatta che in passato non è mai stato molto tenero verso il tennis femminile.

53 commenti. Lasciane uno!

Ribot (Guest) 11-09-2016 18:47

@ sander (#1691796)

Lo penso, certo. E lo scrivo. Non sarà carino, ma temo non sia lontano dalla verità. E comunque, poco cambia. Adriano non ha mai goduto di una stampa di settore molto amica. Lui non ha fatto granché per tentare di cambiare le cose, e la stampa ha spinto su qualche tasto non esattamente veritiero né gradevole nei suoi confronti. Commenti e mancate verità che si sono protratti nel tempo. Mi fermo qui. Del resto, sono storie di molti anni fa. Resta un amico, e magari, con lui, sono disposto a usare qualche aggettivo in più. Ma è una persona di grande generosità e di grande simpatia, con uno spiccato gusto per la provocazione intelligente, questo credo di poterlo dire. Alla fin fine, ho solo offerto uno spunto, per capire meglio il suo modo di porsi rispetto al tennis.

53
ANNA (Guest) 11-09-2016 15:09

finale usa open? partita senza emozioni dico solo una cosa ROBERTA VINCI HA PERSO CONTRO LA KERBER PERO’ VOLETE METTERE IL GIOCO CHE HA LA VINCI QUANDO GIOCA TI DIVERTI E IN EFFETTI LA TEDESCA SI è TROVATA IN DIFFICOLTA’e STEFI GRAF RIMANE LA PIU’ GRANDE

52
sander (Guest) 11-09-2016 12:24

Scritto da Ribot
Ha ragione lui, Adriano. Ha scritto due righe su Twitter e siete (siamo) qui a discuterne da ore. Era una frescaccia? Può darsi. Non lo era? Forse. Io so (perché lo conosco) che cosa lui, sotto sotto, intenda. Conosco le sue provocazioni. Quando dice, per esempio, che Lendl era “un campionissimo del tennis, che purtroppo non sapeva giocare a tennis”. Poi, può essere utile starlo ad ascoltare o meno, ognuno può decidere come vuole. Ma non venite a dirmi che con un tipo simile, uno che ti guarda e ti dice se sei un tennista (e ci prende, date retta), una lunga chiacchierata sul tennis non ve la fareste volentieri. Al netto di quello che pensate, o di quello che immaginate di pensare ma lo avete letto da qualche parte.

Tu quello che scrivi lo pensi, lo immagini di pensare o lo hai letto da qualche parte?

51
Ribot (Guest) 11-09-2016 12:14

Ha ragione lui, Adriano. Ha scritto due righe su Twitter e siete (siamo) qui a discuterne da ore. Era una frescaccia? Può darsi. Non lo era? Forse. Io so (perché lo conosco) che cosa lui, sotto sotto, intenda. Conosco le sue provocazioni. Quando dice, per esempio, che Lendl era “un campionissimo del tennis, che purtroppo non sapeva giocare a tennis”. Poi, può essere utile starlo ad ascoltare o meno, ognuno può decidere come vuole. Ma non venite a dirmi che con un tipo simile, uno che ti guarda e ti dice se sei un tennista (e ci prende, date retta), una lunga chiacchierata sul tennis non ve la fareste volentieri. Al netto di quello che pensate, o di quello che immaginate di pensare ma lo avete letto da qualche parte.

50
Lucio (Guest) 11-09-2016 11:09

Mettiamo per un attimo da parte i materiali, voi credete che i tennisti attuali, fatta qualche eccezione ed escludendo RF dal gioco, abbiamo una sensibilità di braccio paragonabile a quella dei giocatori del passato come Borg, Panatta, Nastase, McEnroe, Edberg, Becker, Sampras ???
Non è una questione che il passato è meglio, c’è proprio una grande differenza!
Inoltre, guardate gli istruttori di tennis cosa insegnano ai ragazzi… Quasi più nessuno si avvicina a rete!

49
gaby (Guest) 11-09-2016 09:43

Scritto da paolotdg
Panatta offre un commento interessante su Eurosport perché diverso dalla consuetudine. Devo dire però che fa spesso un po’ il presuntuoso, e allo stesso tempo non mi da l’idea di uno che segua in maniera così assidua il tennis moderno (soprattutto il femminile). Commenta tutto il tennis sempre un po’ dalla sua prospettiva, come se quello che si facesse ai tempi suoi fosse giusto e amen, un po’ come quelli delle scorse generazioni che cercano di denigrare i giovani d’oggi.
Il tennis si è evoluto ed è chiaro che fisicità e potenza hanno assunto più importanza della pura tecnica, ma tutto ciò è successo perché evidentemente hanno più efficacia: ora potrà piacere o no (a me sì), ma la situazione è questa e bisogna farsene una ragione e non fare sempre commenti acidi.

concordo. Io i tempi di navratilova e graf li ricordo bene (dal nome si intuisce… :razz: ) ma all’epoca il tennis femminile erano 5 giocatrici, andiamo su…Panatta non segue neppure il tennis maschile oggi figuriamoci il femminile. tra l’altro negli anni novanta (ai tempi che ora dice di rimpiangere, lo ricordo commentare per la rai con bisteccone, e criticava a mani basse il tennis femminile di qell’epoca che ora dice di rimpiangere. Allora criticava la graf e “rimpingeva” la king!!!la verità è che lui pensa e vorrebbe dire che ai suoi tempi c’era il tennis ed adesso c’è il diluvio…è patetico come tutti quelli che “ahhh ai miei tempi si che eravamo forti….” ma basta!!!

48
Insalatiera 76 (Guest) 11-09-2016 09:35

Suggerirei ad alcuni utenti di questo sito un po’ di rispetto verso una leggenda del tennis italiano. Possiamo magari prenderci un po’ per i fondelli tra noi appassionati, ma che un giocatore di circolo faccia dell’ironia becera sulle legittime opinioni di un campione del livello di Adriano, beh…

47
bao.bab (Guest) 11-09-2016 07:42

Scritto da antonios

Scritto da bao.bab
@ pinkfloyd (#1691347)
Non banalizzerei: Panatta ha ragione poiché nel tennis ha sostanzialmente perso valore la componente tecnica a favore di quella fisica. Ciò emerge in maniera più evidente nel movimento femminile poiché il differenziale fisico tra le atlete è molto più sensibile che al livello maschile. La misura del valore globale del movimento te la dà il fatto che in 20 anni di carriera la Williams abbia raggiunto i maggiori successi a fine carriera. altro valore del movimento te lo ha dato Kim Clijsters: rientrata part time ha messo in luce la pochezza tecnica del tennis moderno. Io estenderei il diso anche al movimento maschile. La conclusione è che le top 10 attuali sono un insulto alla storia di questo sport

Pink è uno dei commentatori meno banali di questo sito quindi merita rispetto. Le stesse cose che scrivi si dicevano della Graf, della Seles, della Sanchez, della Capriati. Il presente è sempre un insulto il passato è sempre migliore. Mi pare questa una banalità.

Punto 1: rispondo al post di una persona che so non essere banale e che sono sicuro comprenderà l’intento dialettico del post.

Punto 2: Io porto degli argomenti a giustificare le mie conclusioni e su questo non leggo sul tuo post alcuna argomentazione specifica salvo accusarmi di dire che “se stava meglio quando se stava peggio” e’ quindi, difatto, qualificarmi come superficiale. Ti prego di mostrarmi dove si siano mai accusate le tenniste che tu citi degli stessi limiti che io indicato.

il limite del tennis moderno (e dello sport più in generale) e la completa omologazione ad un modello che basa la sua essenza sulla potenza e sulla resistenza (entrambe facilmente quantificabili ed incrementabile… anche in laboratorio) senza più grandi differenze tra le superfici…
Batti a vedere la top 10 di una decina di anni fa (anche quella maschile di una 20ina) e poi fai i paragoni…

46
Real Tennis (Guest) 11-09-2016 07:37

Al signor Panatta che cachet è stato dato per dire “due cose” durante semifinali e finale maschile?….

45
Cla 11-09-2016 01:01

Wow il solito discorso sui bei tempi andati. Originalissimo e costruttivo. Ma Panatta ha detto qualcosa sull’uovo e la gallina?

44
antonios 11-09-2016 00:59

Scritto da bao.bab
@ pinkfloyd (#1691347)
Non banalizzerei: Panatta ha ragione poiché nel tennis ha sostanzialmente perso valore la componente tecnica a favore di quella fisica. Ciò emerge in maniera più evidente nel movimento femminile poiché il differenziale fisico tra le atlete è molto più sensibile che al livello maschile. La misura del valore globale del movimento te la dà il fatto che in 20 anni di carriera la Williams abbia raggiunto i maggiori successi a fine carriera. altro valore del movimento te lo ha dato Kim Clijsters: rientrata part time ha messo in luce la pochezza tecnica del tennis moderno. Io estenderei il diso anche al movimento maschile. La conclusione è che le top 10 attuali sono un insulto alla storia di questo sport

Pink è uno dei commentatori meno banali di questo sito quindi merita rispetto. Le stesse cose che scrivi si dicevano della Graf, della Seles, della Sanchez, della Capriati. Il presente è sempre un insulto il passato è sempre migliore. Mi pare questa una banalità.

43
Akag (Guest) 11-09-2016 00:43

@ Roberto (#1691465)

E quante di quelle lo sarebbero ora? Per carità. Invecchiare è brutto ai miei tempi era tutto meglio, sarà perché si era giovani (parlo da non giovane).

42
Akag (Guest) 11-09-2016 00:42

@ Sottile (#1691273)

Edberg non gli è mai piaciuto…

41
cips2 (Guest) 10-09-2016 23:53

Scritto da Hubert
Per farsi un’idea su quanto sia sul pezzo basta vedere un po’ di tweet precedenti – con le sue simpatiche provocazioni. Tra cui spicca un bel “Raonic senza servizio è un discreto B1 che ne pensate?”.
B1?
Qualcuno potrebbe fargli presente che nel frattempo il sistema delle classifiche è cambiato?

Su questo ha perfettamente ragione!
Raonic ë un “giocatore ” vergognoso!

40
bao.bab (Guest) 10-09-2016 23:30

@ pinkfloyd (#1691347)

Non banalizzerei: Panatta ha ragione poiché nel tennis ha sostanzialmente perso valore la componente tecnica a favore di quella fisica. Ciò emerge in maniera più evidente nel movimento femminile poiché il differenziale fisico tra le atlete è molto più sensibile che al livello maschile. La misura del valore globale del movimento te la dà il fatto che in 20 anni di carriera la Williams abbia raggiunto i maggiori successi a fine carriera. altro valore del movimento te lo ha dato Kim Clijsters: rientrata part time ha messo in luce la pochezza tecnica del tennis moderno. Io estenderei il diso anche al movimento maschile. La conclusione è che le top 10 attuali sono un insulto alla storia di questo sport

39
Carl 10-09-2016 23:21

Come dargli torto.
Non nel senso che abbia ragione, ovviamente non ce l’ha, ma nel senso che tutti noi quando avremo o avendo o avendo avuto l’età di Panatta, penseremo sempre che ai nostri tempi era meglio, che noi eravamo più bravi, perchè è ovvio cha Panatta, riferendosi alle donne, in realtà pensa anche e sopratutto agli uomini: noi eravamo più bravi, io ero più bravo.

Normale, anche noi ci faremo ridere dietro quando sarà il nostro turno.

38
Luciano.N94 10-09-2016 21:30

Ha ragione,ora tante tenniste non sanno giocare neanche uno slice!Ma scherziamo!I maschi invece hanno un gioco molto più vario.

37
Insalatiera76 (Guest) 10-09-2016 21:26

Do il mio voto a Panatta: ha ragione. Il miglioramento dei materiali, purtroppo (dico io) consente a muscolari con meno talento di divenire ingiocabili per tennisti di tocco. La mia prima racchetta fu, nel 1974 credo, una Maxima Superba in legno con le corde in budello (vero budello animale) con un piatto non troppo più grande di quello delle racchette da Ping pong (ovvio che esagero, ma per dare l’idea a chi é nato nell’epoca dei racchettoni). Con quei materiali bisognava sapere giocare, altrimenti la palla non la mandavi neanche di là.
Ovvio che non siamo in grado di dire che classifica avrebbe avuto Nole se fosse stato coetaneo di Adriano (io credo oltre la 50, ma non c’è controprova), ma da appassionati del bel tennis possiamo dire a voce altra: era meglio!

36
Stefan Navratil (Guest) 10-09-2016 21:04

@ Seppio (#1691321)

Gianni Clerici!

35
Hubert (Guest) 10-09-2016 20:42

Per farsi un’idea su quanto sia sul pezzo basta vedere un po’ di tweet precedenti – con le sue simpatiche provocazioni. Tra cui spicca un bel “Raonic senza servizio è un discreto B1 che ne pensate?”.
B1? :shock:
Qualcuno potrebbe fargli presente che nel frattempo il sistema delle classifiche è cambiato?

34
antonios 10-09-2016 20:35

Dopo la Safina, che ha criticato il livello delle attuali juniores, ecco che anche Panatta è stato colpito dal virus “ai miei tempi”. Solo che la russa ha 30 anni e Panatta 60 e rotti quindi lo giustifico di più, anche perché lo adoravo. Appuntamento tra 30 anni quando Federer e Nole diranno le stesse cose di Panatta. Perché l’essere umano non sa invecchiare e guarda sempre al passato come migliore del presente soltanto perché si era più giovani.

33
Roberto (Guest) 10-09-2016 20:30

Facciamo così.. In quanto nella top 10 sarebbero top nel tennis di 25/30 anni fa? Una sola giocatrice, Roberta Vinci..
Come talento ne ha moolto ma moolto di più di serena

32
Seppio (Guest) 10-09-2016 20:20

Scritto da Il Dentista di Detroit
Ma volete mettere come giocava Fred Perry?

Niente confronto ai fratelli Renshaw, quello era tennis… :mrgreen:

31
Il Dentista di Detroit 10-09-2016 18:52

Ma volete mettere come giocava Fred Perry?

30
_Carlo 10-09-2016 18:28

Scritto da Luca_nl
Non aveva altro da fare?
Penoso.
Chissà perchè ha dimenticato la Seles? Forse perchè quella con lo stile più vicino alle giocatrici di oggi
E qualcuno vorrebbe un simile personaggio a capo del tennis italiano.
Un conto è fare il giocatore, un altro è fare il Dirigente nazionale, tra lui e Binaghi 10, 100, 1.000 volte Binaghi.

Un raro caso in cui sono d’accordo con te…

29
_Carlo 10-09-2016 18:27

Ha perso l’ennesima occasione per stare zitto…

28
pinkfloyd 10-09-2016 17:53

Vabbè, ne ha prese 3 di cui si ricordava il nome e ha fatto il solito “discorso” inutile.
I tempi cambiano, mi preoccuperei davvero se stessimo ancora oggi a giocare con quei materiali e a produrre quel tennis.
Che, tra l’altro, era spesso a rallentatore, perché va bene la tecnica ma la velocità di esecuzione era davvero imbarazzante, molte volte. E mica tutte giocavano da dio, oggi la “media” di ottime tenniste è molto maggiore.
Poi Navratilova e Graf giocavano in modo diverso, non si possono nemmeno prendere come esempio nella stessa frase.
Graf era molto fisica e atletica, cose che ci sono ancora oggi.

Questa nostalgia dei vecchi campioni è comprensibile ma un po’ snob e fuori dal tempo, come se il tennis fosse solo quello di una volta.
Panattone mi è simpatico, è l’ultimo tennista uomo italiano ad aver vinto Slam, lo ringrazieremo per sempre, ma penso non sia molto aggiornato sul tennis attuale né me lo vedo a guardare partite femminili tanto da giudicare.

27
mriz27 (Guest) 10-09-2016 17:30

Panatta è simpatico ma del tennis attuale non conosce nulla, dai nomi dei giocatori al resto. Impreparato. E poi dice cose senza senso paragonando epoche imparagonabili. Ai suoi tempi c’erano partite tra giocatori, inguardabili, che allontanavano dal tennis, tipo Higueras-Barazzutti-Dibbs-Solomon-Gildemeister-Vilas-Borg….Di cosa parla?
Adesso acune partite tra giocatori sono inguardabili per eccesso di velocità di palla. Sono i tempi.

26
Fausto (Guest) 10-09-2016 17:24

Onore al grandissimo Panatta. Tuttavia in tutti gli sport i paragoni a distanza di tempo lasciano il tempo che trovano…troppo diverse le cose;allenamenti,tattica,campi, palle e RACCHETTE. Una cosa è certa!! Farebbero pochi quindici anche le più brave.

25
IOeCO 10-09-2016 17:19

Scritto da Sottile

Scritto da IOeCO
Allo stesso livello vuoi mettere Becker, Bjorkman e Raftar con quelli di oggi?!

Meglio Rafter e io ci aggiungerei anche Edberg Mecir Stich e Krajicek Talento puro

Anche oggi ci sono tennisti spettavolari, ma il paragone con altre epoche non può reggere :-)

24
Seppio (Guest) 10-09-2016 17:17

E daje di passatofilia. Quindici anni fa si diceva “ma volete mettere Navratilova e Evert con queste qua?”. Trent’anni fa “Ma volete mettere King e Court Smith?”. Magari scavando bene troviamo qualche antico nostalgico di Suzanne Lenglen…

23
pastaldente 10-09-2016 17:11

con martina credo si riferisca a navratilova e non hingis

22
davide1977 (Guest) 10-09-2016 17:07

Anche io concordo con Panatta, soprattutto secondo è l’omologazione tecnica e nel tennis femminile ad annoiare, tutte bimani ( con qualche rara ma significativa eccezione)tutte a giocare di ritmo e (quasi) tutte fastidiose urlatrici

21
sander (Guest) 10-09-2016 16:53

Scritto da Raimondo
@ sander (#1691274)
a parte che Nastase non giocava da fermo,confondete mobilita’con tattica e fantasia,poi con la cicciona(serenona) e’ copme sparare con la croce rossa se si parla di mobilita’…Il serbo e tutti questi che nominate sono noiosi nel gioco,persino roger va a rete la meta’ di quanto ci andava super mac,quindi non diciamo fesserie,la crisi del tennis sta nel giocare troppo a fondocampo,strapagare ciccione obese e incontri che sono soporiferi.

Qui non si dicono fesserie, se poi tu la pensi diversamente, ben venga, si chiama confronto e avrò la sensibilità e l’educazione di non scrivere che dici fesserie

20
Alessandro6.9 10-09-2016 16:42

Oh panattone, ma villander e villas (come li pronunci tu) dove li mettiamo? :lol: :lol: :lol:

19
Luca_nl 10-09-2016 16:23

Non aveva altro da fare?
Penoso.
Chissà perchè ha dimenticato la Seles? Forse perchè quella con lo stile più vicino alle giocatrici di oggi :roll:
E qualcuno vorrebbe un simile personaggio a capo del tennis italiano.
Un conto è fare il giocatore, un altro è fare il Dirigente nazionale, tra lui e Binaghi 10, 100, 1.000 volte Binaghi.

18
Raimondo 10-09-2016 16:07

@ sander (#1691274)

a parte che Nastase non giocava da fermo,confondete mobilita’con tattica e fantasia,poi con la cicciona(serenona) e’ copme sparare con la croce rossa se si parla di mobilita’…Il serbo e tutti questi che nominate sono noiosi nel gioco,persino roger va a rete la meta’ di quanto ci andava super mac,quindi non diciamo fesserie,la crisi del tennis sta nel giocare troppo a fondocampo,strapagare ciccione obese e incontri che sono soporiferi.

17
Maxia (Guest) 10-09-2016 16:05

Scritto da Maxia
Forse s tirar sassate son capaci tutti basta farsi un po’di muscoli,ma il gioco di fino? Siam sicuri lo possano imparare tutti? Certo alla fine la potenza vince sull’abilità soprattutto per le donne e nelle partite a 2 set su 3. Il bel tennis poi é un’altra cosa,almeno per me.

16
Maxia (Guest) 10-09-2016 16:02

Forse s tirar sassate son capaci tutti basta farsi un po’di muscoli,ma il gioco di fino? Siam sicuri lo possano imparare tutti? Certo alla fine la potenza vince sull’abilità soprattutto per le fonn

15
sander (Guest) 10-09-2016 15:58

Scritto da rexy00
ma ragazzi si è velocizzato il gioco di adesso.. è tanto difficle capirlo? gente come Nastase è diventata numero 1 giocando da fermo… volevo vederlo contro un Nole…
sempre discorsi insensati si fanno quando si paragonano le epoche…
ve lo ha dimostrato Roger… ha demolito gente come Sampras e Agassi, soprattutto agassi ha sempre tenuto un ritmo molto alto, nonostante il passare degli anni, mentre quando Roger ha incontrato nadal e Djokovic ha trovato pane per i suoi denti, prendendo spesso batoste
quindi si può dire che il tennis di una volta fosse più bello, ma assolutamente non che i tennisti di una volta fossero migliori di quelli attuali

Sono daccordo con te, tra l’altro mi fa specie in questo mondo di twit dove si predicano sentenze a due righe senza uno straccio di approfondimento…..Panatta daccordo, non scherziamo come dici tu….ma proprio per questo uno come te dovrebbe scrivere seriamente nel merito approfondendo l’argomento e le sue tesi….

14
Sottile 10-09-2016 15:55

Scritto da IOeCO
Allo stesso livello vuoi mettere Becker, Bjorkman e Raftar con quelli di oggi?!

Meglio Rafter :lol: e io ci aggiungerei anche Edberg Mecir Stich e Krajicek Talento puro

13
magilla (Guest) 10-09-2016 15:45

Scritto da rexy00
ma ragazzi si è velocizzato il gioco di adesso.. è tanto difficle capirlo? gente come Nastase è diventata numero 1 giocando da fermo… volevo vederlo contro un Nole…
sempre discorsi insensati si fanno quando si paragonano le epoche…
ve lo ha dimostrato Roger… ha demolito gente come Sampras e Agassi, soprattutto agassi ha sempre tenuto un ritmo molto alto, nonostante il passare degli anni, mentre quando Roger ha incontrato nadal e Djokovic ha trovato pane per i suoi denti, prendendo spesso batoste
quindi si può dire che il tennis di una volta fosse più bello, ma assolutamente non che i tennisti di una volta fossero migliori di quelli attuali

concordo!….credo che le sassate di tante tenniste di oggi distruggerebbero tante tenniste del passato….ma questo non dimostrerebbe nulla!…una cosa è certa: panata era meglio con la racchetta che con le parole!

12
non_sono_un_pallettaro 10-09-2016 15:40

Martina (Navratilova)? E comunque il servizio della Sabatini, i pallonetti della Sanchez Vicario, la presa bimane (e i decibel, aggiungerei) della Seles… Ad ogni epoca, la sua dose di raccapriccio. :cool:

11
Marco (Guest) 10-09-2016 15:37

Scritto da rexy00
ma ragazzi si è velocizzato il gioco di adesso.. è tanto difficle capirlo? gente come Nastase è diventata numero 1 giocando da fermo… volevo vederlo contro un Nole…
sempre discorsi insensati si fanno quando si paragonano le epoche…
ve lo ha dimostrato Roger… ha demolito gente come Sampras e Agassi, soprattutto agassi ha sempre tenuto un ritmo molto alto, nonostante il passare degli anni, mentre quando Roger ha incontrato nadal e Djokovic ha trovato pane per i suoi denti, prendendo spesso batoste
quindi si può dire che il tennis di una volta fosse più bello, ma assolutamente non che i tennisti di una volta fossero migliori di quelli attuali

Ma certo, col tempo cambia il tennis.
Le tenniste citate dal dinosauro tiravano più piano, con meno carico, ma avevano la migliore abilità nella precisione dei colpi e nella costanza del rendimento (meno enforced).

10
paolotdg 10-09-2016 15:22

Panatta offre un commento interessante su Eurosport perché diverso dalla consuetudine. Devo dire però che fa spesso un po’ il presuntuoso, e allo stesso tempo non mi da l’idea di uno che segua in maniera così assidua il tennis moderno (soprattutto il femminile). :???: Commenta tutto il tennis sempre un po’ dalla sua prospettiva, come se quello che si facesse ai tempi suoi fosse giusto e amen, un po’ come quelli delle scorse generazioni che cercano di denigrare i giovani d’oggi. :lol:
Il tennis si è evoluto ed è chiaro che fisicità e potenza hanno assunto più importanza della pura tecnica, ma tutto ciò è successo perché evidentemente hanno più efficacia: ora potrà piacere o no (a me sì), ma la situazione è questa e bisogna farsene una ragione e non fare sempre commenti acidi. :roll:

9
Fabiofogna 10-09-2016 15:18

Scritto da rexy00
ma ragazzi si è velocizzato il gioco di adesso.. è tanto difficle capirlo? gente come Nastase è diventata numero 1 giocando da fermo… volevo vederlo contro un Nole…
sempre discorsi insensati si fanno quando si paragonano le epoche…
ve lo ha dimostrato Roger… ha demolito gente come Sampras e Agassi, soprattutto agassi ha sempre tenuto un ritmo molto alto, nonostante il passare degli anni, mentre quando Roger ha incontrato nadal e Djokovic ha trovato pane per i suoi denti, prendendo spesso batoste
quindi si può dire che il tennis di una volta fosse più bello, ma assolutamente non che i tennisti di una volta fossero migliori di quelli attuali

Beh…come colpi erano assolutamente migliori…

8
Nat (Guest) 10-09-2016 15:18

Ma soprattutto: “io son io e voi non siete un cxxxx!!!” Grande panatta… Io ascolto sempre le cronache in inglese piuttosto che ascoltare lui che dice che nessuno sa giocare… Sei stato un campione, hai vinto 1 slam, bravo….

7
rexy00 (Guest) 10-09-2016 15:12

ma ragazzi si è velocizzato il gioco di adesso.. è tanto difficle capirlo? gente come Nastase è diventata numero 1 giocando da fermo… volevo vederlo contro un Nole…
sempre discorsi insensati si fanno quando si paragonano le epoche…
ve lo ha dimostrato Roger… ha demolito gente come Sampras e Agassi, soprattutto agassi ha sempre tenuto un ritmo molto alto, nonostante il passare degli anni, mentre quando Roger ha incontrato nadal e Djokovic ha trovato pane per i suoi denti, prendendo spesso batoste
quindi si può dire che il tennis di una volta fosse più bello, ma assolutamente non che i tennisti di una volta fossero migliori di quelli attuali

6
Lore_LjubO 10-09-2016 15:10

Oltre ad avere un gioco estremamente più bello e sopraffino, erano anche molto più dotate tecnicamente. Il motivo per cui Serena Williams passati i 30 ha continuato a vincere gli slam è dovuto proprio al fatto che non ci sono più le campionesse di un tempo. Quindici anni fa gente come la clijsters e l’henin vincevano tornei battendo le due sorelle americane consecutivamente. Adesso non c’è più una giocatrice che vince 5 partite di fila, magari ti vincono un torneo importante ma poi per i tornei successivi escono fuori ai primi turni. L’unica giocatrice che sta riuscendo ad essere costante è la Kerber, e infatti è diventata numero 1 del mondo.

5
El92 10-09-2016 15:03

Io non posso che essere d’accordo

4
gigetto (Guest) 10-09-2016 15:03

Sei e sarai er mejo Adria’!!!

3
l Occhio di Sauron 10-09-2016 14:56

non ha spiegato se erano meglio quelle o queste

2
IOeCO 10-09-2016 14:53

Allo stesso livello vuoi mettere Becker, Bjorkman e Raftar con quelli di oggi?!

1

Lascia un commento