Us Open 2016 Copertina, Generica

Us Open – Paolo Lorenzi: “Onestamente pensavo che come superfici e tipo di gioco le mie chance fossero maggiori al Roland Garros o anche in Australia” (Video)

03/09/2016 08:30 33 commenti
Paolo Lorenzi classe 1981
Paolo Lorenzi classe 1981

Us Open – Paolo Lorenzi: “Onestamente pensavo che come superfici e tipo di gioco le mie chance fossero maggiori al Roland Garros o anche in Australia”.

“Sono davvero molto felice, soprattutto perché ho giocato una grandissima partita, specie nel secondo e terzo set, ma anche all’inizio del quarto. Poi lui è salito di livello in quella fase, esprimendosi al meglio come spesso gli capita quando è sotto nel punteggio e approfittando di un mio calo per stanchezza. Però sono rimasto lì, aggrappato alla partita anche nel quinto, e credo di aver giocato il mio miglior tennis proprio nel tie-break decisivo. Come classificare questo match? Beh, lo metto tra i miei migliori nello Slam, almeno per il momento…”.

“La stagione è andata molto meglio di come me l’aspettassi, dopo qualche problema fisico all’inizio ora sto bene e spero proprio di continuare così.
Onestamente pensavo che come superfici e tipo di gioco le mie chance fossero maggiori al Roland Garros o anche in Australia, ma il tennis è così, ad esempio Agassi ha vinto a Wimbledon il suo primo Slam. A volte ci vuole magari un pizzico di fortuna e bisogna farsi trovare pronti all’appuntamento”.

”Credo che in questo caso il mio allenatore avrà problemi a darmi la tattica, visto che sarà un match veramente complicato e difficile con Murray. Comunque adesso il primo mio pensiero è di recuperare al meglio per cercare di essere al cento per cento e per godermi quindi questa sfida con il numero 2 del mondo”.

Il video del match point


TAG: , , ,

33 commenti. Lasciane uno!

stef (Guest) 03-09-2016 17:06
33
stef (Guest) 03-09-2016 17:00

@ Figologo (#1684528)

ma il tennis è uno sport individuale . cosa c entrano gli altri settori?

l anno della ns vittoria ai mondiali contro la Germania, giocai un torneo in localita turistica aperto anche a stranieri. Persi contro un odioso tedesco e nel dargli la mano non pensai minimamente che l Italia aveva appena battuto la Germania in casa loro. Mi rodeva il c..o e basta.

32
Figologo (Guest) 03-09-2016 16:02

Scritto da ————————-
come rosicava simon alla stretta di mano, del resto è un periodo in cui i francesi rosicano un bel po verso gli italiani

Ahahahah sportivamente parlando sono avanti in mille settori, che rosicamento?????

31
stef (Guest) 03-09-2016 15:20

ecco il “cemento” degli us open

http://www.decoturf.com/tennis/

30
————————- (Guest) 03-09-2016 15:15

come rosicava simon alla stretta di mano, del resto è un periodo in cui i francesi rosicano un bel po verso gli italiani

29
stef (Guest) 03-09-2016 15:15

continuo a ricordare a tutti visto che leggo sempre la parola CEMENTO quando si gioca su superfici hard, che l unica cosa di cemento di questi campi è il basamento sottostante la superficie che è ASFALTO OPPURE CALCESTRUZZO. ma sopra questa base ci sono strati di tutt altri materiali che il cemento

leggete qui

agli us open si gioca su DECOTURF

https://it.wikipedia.org/wiki/DecoTurf

28
gisva (Guest) 03-09-2016 15:06

@ Koko (#1684465)

Scritto da Koko

Scritto da gisva

Scritto da Paolo
@ Insalatiera 76 (#1684388)
non è una questione di fissazione ma ammetterai che ci sono tennisti italiani che giocano molto meglio sul cemento e il solo Bega lo ha capito, ora a prescindere da Lorenzi, ma gli altri per esempio lo stesso Giannessi o anche Vanni che ha anche vinto su cemento

E’ vero che in Italia si cresce sulla terra e non ci si abitua nemmeno a giocare sul cemento.
Un tempo il buon Roberto Commentucci portava avanti il progetto campi veloci, di cui si sono perse le tracce, ed era sacrosanto.
La disabitudine degli italiani a giocare sul cemento è uno dei problemi del nostro tennis.
Ma non tutti hanno questo difetto. Lorenzi ha sempre giocato sul cemento. Non troppo, perché i suoi migliori risultati li ha ottenuti su Terra in altura. Ma lui non è certo il caso del tennista pantofolaio.
Così come non capisco i continui riferimenti alle scelte di Fabbiano degli ultimi mesi.
Alcuni sfogliano il calendario e pensano che partecipare ad un Torneo lontano da dove si è giocato la settimana precedente sia come bere un bicchier d’acqua.
Quando si viaggia per raccogliere punti e soldi, bisogna stare bene e raccogliere risultati. Altrimenti si finisce il budget.
Poi pensate a festeggiare l’immenso Paolino in questi momenti…

Il progetto Commentucci avrebbe dovuto essere un pò diverso perchè mi è sempre apparso troppo generico: se di pro parliamo facciamo almeno in modo di incentivare l’organizzazione di challengers su cemento. Costruire genericamente più campi in cemento per tutti mi appare piuttosto dispersivo dal momento che non siamo in USA con grandi spazi e con parchi tennistici aperti. Dopo un annetto qui sarebbero destinati al calcetto!

La costruzione dei campi doveva essere il primo passo. Imporre tornei sul cemento, soprattutto giovanili e minori, doveva essere il secondo…

27
gisva (Guest) 03-09-2016 15:03

Scritto da Paolo
@ gisva (#1684455)
ma infatti io non mi rifeisco a Lorenzi l’ho anche scritto “a prescindere da Lorenzi”, è un discorso generalizzato

E io ti ho citato Fabbiano proprio per fare l’esempio di un giocatore che viaggia, ma viene criticato perché non lo fa abbastanza… Lo stesso Bega non è sempre fuori per giocare sul cemento.

26
stef (Guest) 03-09-2016 15:00

Non parliamo delle chanches di battere Murray che sono 0,1% ma un totogames?
Se Rosol ha fatto 7 games e Granollers 9… Se Cilic ha vinto in 2 set settimana scorsa in Finale su Murray…

dai..forse un set glielo strappiamo allo scozzese

25
Paolo (Guest) 03-09-2016 14:49

@ gisva (#1684455)

ma infatti io non mi rifeisco a Lorenzi l’ho anche scritto “a prescindere da Lorenzi”, è un discorso generalizzato

24
stef (Guest) 03-09-2016 14:47

tra i giovani italiani solo Lorenzi ci sta garantendo il ricambio generazionale ahahahahah

23
Koko (Guest) 03-09-2016 14:46

Scritto da gisva

Scritto da Paolo
@ Insalatiera 76 (#1684388)
non è una questione di fissazione ma ammetterai che ci sono tennisti italiani che giocano molto meglio sul cemento e il solo Bega lo ha capito, ora a prescindere da Lorenzi, ma gli altri per esempio lo stesso Giannessi o anche Vanni che ha anche vinto su cemento

E’ vero che in Italia si cresce sulla terra e non ci si abitua nemmeno a giocare sul cemento.
Un tempo il buon Roberto Commentucci portava avanti il progetto campi veloci, di cui si sono perse le tracce, ed era sacrosanto.
La disabitudine degli italiani a giocare sul cemento è uno dei problemi del nostro tennis.
Ma non tutti hanno questo difetto. Lorenzi ha sempre giocato sul cemento. Non troppo, perché i suoi migliori risultati li ha ottenuti su Terra in altura. Ma lui non è certo il caso del tennista pantofolaio.
Così come non capisco i continui riferimenti alle scelte di Fabbiano degli ultimi mesi.
Alcuni sfogliano il calendario e pensano che partecipare ad un Torneo lontano da dove si è giocato la settimana precedente sia come bere un bicchier d’acqua.
Quando si viaggia per raccogliere punti e soldi, bisogna stare bene e raccogliere risultati. Altrimenti si finisce il budget.
Poi pensate a festeggiare l’immenso Paolino in questi momenti…

Il progetto Commentucci avrebbe dovuto essere un pò diverso perchè mi è sempre apparso troppo generico: se di pro parliamo facciamo almeno in modo di incentivare l’organizzazione di challengers su cemento. Costruire genericamente più campi in cemento per tutti mi appare piuttosto dispersivo dal momento che non siamo in USA con grandi spazi e con parchi tennistici aperti. Dopo un annetto qui sarebbero destinati al calcetto!

22
stef (Guest) 03-09-2016 14:44

fantastico Lorenzi anche nell esultanza composta ed educata senza isterismi dopo la vittoria piu importante della sua carriera forse.

mentre Simon gli da la mano smoccolando come a dire “azz…ma come ho fatto a poerdere con sto vecchio …italiano per giunta”

un po come un 4.1 che fa un match al circolo nel torneo sociale e va sotto col 50 enne vecchia volpe che non fa tornei fit ma sa giocare)cose accadute veramente ahahah

21
stef (Guest) 03-09-2016 14:40

coro calcistico

SA LU TA TE IL CAPO LISTA!!

signore e signori Paolo Lorenzi il n. 1 Italiano!

“pochi games con Murray…” allora continuate a non considerare il potere della volontà e delle motivazioni…

anche di Giannessi molti dicevano avrebbe fatto pochi games con wawrinka invece ha avuto 1 set point e la partita poteva anche cambiare su 1 set pari. iL TENNIS è piu strano e complesso di quanto a volte si immagini

20
gisva 03-09-2016 14:27

Scritto da Paolo
@ Insalatiera 76 (#1684388)
non è una questione di fissazione ma ammetterai che ci sono tennisti italiani che giocano molto meglio sul cemento e il solo Bega lo ha capito, ora a prescindere da Lorenzi, ma gli altri per esempio lo stesso Giannessi o anche Vanni che ha anche vinto su cemento

E’ vero che in Italia si cresce sulla terra e non ci si abitua nemmeno a giocare sul cemento.
Un tempo il buon Roberto Commentucci portava avanti il progetto campi veloci, di cui si sono perse le tracce, ed era sacrosanto.

La disabitudine degli italiani a giocare sul cemento è uno dei problemi del nostro tennis.

Ma non tutti hanno questo difetto. Lorenzi ha sempre giocato sul cemento. Non troppo, perché i suoi migliori risultati li ha ottenuti su Terra in altura. Ma lui non è certo il caso del tennista pantofolaio.

Così come non capisco i continui riferimenti alle scelte di Fabbiano degli ultimi mesi.
Alcuni sfogliano il calendario e pensano che partecipare ad un Torneo lontano da dove si è giocato la settimana precedente sia come bere un bicchier d’acqua.

Quando si viaggia per raccogliere punti e soldi, bisogna stare bene e raccogliere risultati. Altrimenti si finisce il budget.

Poi pensate a festeggiare l’immenso Paolino in questi momenti…

19
gisva 03-09-2016 14:26
18
Koko (Guest) 03-09-2016 14:25

Il problema è che anche quando sono evidentemente solo da cemento vanno a giocare sulla terra per tornare vicino casa! Fabbiano ne è testimonianza vivente. Se vi fossero anche da noi challangeroni 100k su cemento come opzione non rara sicuramente ci si dividerebbe più razionalmente tra cemento e terra. Recanati in un periodo strategico di concorrenza al rosso e mi pare Cremona sono davvero pochi. Bergamo etc. non contano in quanto indoors ad inizio anno.

17
tinapica (Guest) 03-09-2016 14:10

@ Omotesando (#1684268)

Se deve imparare dall’esperienza fatta allora, visto il risultato, anche l’anno prossimo gli conviene saltare Cincinnati

16
Paolo (Guest) 03-09-2016 13:47

@ Insalatiera 76 (#1684388)

non è una questione di fissazione ma ammetterai che ci sono tennisti italiani che giocano molto meglio sul cemento e il solo Bega lo ha capito, ora a prescindere da Lorenzi, ma gli altri per esempio lo stesso Giannessi o anche Vanni che ha anche vinto su cemento

15
pastaldente 03-09-2016 13:29

ora con Murray sarà mattanza, però che goduria, prima volta al 3 turno e best ranking ancora una volta :mrgreen:

14
aureliriccardo 03-09-2016 13:18

Scritto da fabio
Ha fatto il suo ,non si può chiedergli di più ,contro Murray racimolerà pochi games,ma è normale

direi anche di più… battendo Simon che non è proprio una pippa

13
fabio (Guest) 03-09-2016 12:58

Ha fatto il suo ,non si può chiedergli di più ,contro Murray racimolerà pochi games,ma è normale

12
Insalatiera 76 (Guest) 03-09-2016 12:51

Scritto da Paolo
Sempre perché gli italiani in genere sono fissati per sta maledetta terra rossa ma dove sta scritto che bisogna giocare sempre e solo su terra?

@ Paolo (#1684276)

Ch sa perché gli utenti di questo blog sono più fissati col cemento dei tennisti italiani con la terra!

11
Luca96 03-09-2016 12:44

Forza Paolo! Vincere un set sarebbe fantastico.

10
gisva 03-09-2016 12:17

Scritto da Marcello
talmente abituato ai challenger terraioli neppure aveva la consapevolezza delle sue capacità

Stai parlando di un giocatore che ha sempre viaggiato e giocato su tutte le superfici. Che ha vinto 2 challenger sul duro e fatto 3 finali.
Se gioca su terra per lunghi periodi è anche per evitare di logorare il fisico.
Se fosse andato a giocare sul duro subito dopo Kitzbuhel forse sarebbe arrivato stanco a allo US Open ed un match come quello con Simon lo avrebbe perso.

“A volte ci vuole un pizzico di fortuna e farsi trovare all’appuntamento”.

9
Paolo (Guest) 03-09-2016 11:52

@ ASHTONEATON (#1684301)

piano con sto vincitore sto odioso di scozzese quale vincitore. Vincera il grande Djoko

8
Davidnash89 03-09-2016 11:51

grande paolo. annata magica. Stai stupendo sempre più

7
Panzone (Guest) 03-09-2016 11:51

Dai Paolo dai dai, oh mi raccomando Paolo

6
Figologo (Guest) 03-09-2016 11:03

Bello veder ripetere fregnacce reiterate.

5
ASHTONEATON 03-09-2016 10:44

Grande Paolo, continua ancora a stupirci!!!!!
Abbiamo bisogno di te!!!!
Certo che ora che l’appetito vien mangiando proprio Murray dobbiamo incontrare…. proprio il vincitore di questi U.S. Open……

4
Marcello (Guest) 03-09-2016 10:19

talmente abituato ai challenger terraioli neppure aveva la consapevolezza delle sue capacità

3
Paolo (Guest) 03-09-2016 09:28

Sempre perché gli italiani in genere sono fissati per sta maledetta terra rossa ma dove sta scritto che bisogna giocare sempre e solo su terra?

2
Omotesando (Guest) 03-09-2016 08:48

COsi impari a non saltare Master 1000 sul cemento da qualificato a 35 anni.

1

Lascia un commento