Da Manerbio Challenger, Copertina

Da Manerbio: Matteo Donati manca un match point e viene battuto da Leo Mayer che in finale sfiderà Krajinovic

27/08/2016 18:04 14 commenti
Nella foto Leonardo Mayer - Foto Felice Calabrò
Nella foto Leonardo Mayer - Foto Felice Calabrò

Matteo Donati, molto solido con dritto e servizio, arriva fino al match point nel tie-break del secondo set contro l’ex numero 21 ATP, l’argentino Leonardo Mayer (dopo aver vinto il primo 6-3). Persa l’occasione, è stato lui a subire l’unico passaggio a vuoto nel terzo set che gli è costato la partita. Da lunedì, avvicinerà comunque i primi 200 giocatori del ranking mondiale. In finale, Mayer affronterà il serbo Filip Krajinovic.

“Questo gioco lo ha inventato il diavolo”. Adriano Panatta ha riassunto perfettamente il tennis con questa frase che purtroppo (come ieri per Lorenzo Sonego) rispecchia fedelmente ciò che è avvenuto oggi nella prima semifinale del torneo ATP Challenger di Manerbio, Trofeo Dimmidisì, che vedeva opposti l’ex n.21 del mondo, l’argentino Leonardo Mayer, ad una delle nostre migliori speranze, il 21enne Matteo Donati.

Per due set e mezzo, non avessimo visto personalmente il bel colpo d’occhio delle tribune piene ai Campi Comunali di Manerbio, avremmo pensato ad un match spostato su una superficie veloce, visto che entrambi i giocatori riuscivano a tenere medie pazzesche con la prima di servizio (Mayer ha chiuso il match addirittura con l’88% dei punti vinti quando ha messo la prima). Una sola palla break, conquistata e convertita nel secondo gioco, ha permesso a Donati di scappare avanti di un set, controllato piuttosto bene grazie al solito kick di servizio, peraltro oggi spesso alternato alla botta piatta, e ad un dritto che è filato via veloce e pesante, come nei giorni migliori.

Per la verità, ai meriti di chi batteva, andavano sommati i demeriti di chi era alla risposta, ai quali si aggiungeva una certa idiosincrasia a lottare quando il game si metteva male. Donati ha avuto la grossa chance di portare a casa il match nel primo gioco del secondo set, quando non ha sfruttato tre palle break, le ultime conquistate nel match. Sciupata la triplice occasione, il set si è trascinato stancamente e senza troppi affanni al tie-break. Qui, Donati è arrivato fino al match point, cancellato da una prima sulla riga di Mayer, che poi ha vinto anche i due punti successivi e trascinato l’incontro al terzo set.

Un terzo set che sembrava ripercorrere l’andazzo degli altri due, salvo che questa volta era Donati, in evidente calo di energia, ad avere un passaggio a vuoto nel settimo game che gli è costato il break decisivo. Mayer, nella terza frazione, non solo non ha concesso palle break, ma ha ceduto solo sei punti in cinque turni di battuta.

E’ così svanita la possibilità per Donati di raggiungere la seconda finale Challenger stagionale (l’altra l’ha persa a Caltanissetta contro Paolo Lorenzi); tuttavia, restano le buone sensazioni e i 33 punti ATP conquistati che lo proietteranno lunedì prossimo alla posizione numero 208 del ranking mondiale.

Nella seconda semifinale, pareva che la “regola del diavolo” di Adriano Panatta si fosse elevata all’ennesima potenza. Si è infatti arrivati sul 5 pari dopo che Krajinovic era riuscito nell’impresa contraria di sfruttare una sola delle 12 palle break che si era faticosamente conquistato. Tuttavia, il talentuso serbo (sorretto anche dall’amicizia, non solo morale, di Novak Djokovic) sul 6-5, alla tredicesima occasione, ha infilato la palla break decisiva con un dritto vincente che gli è valso la prima frazione e un filotto di cinque giochi consecutivi. Il secondo set è stata pura formalità: sette-cinque, sei-uno lo score finale.

Peccato per Jonathan Eysseric, che da junior ha raggiunto la prima posizione mondiale e da professionista non è mai entrato nella top 200. Comunque, una semifinale che gli offrirà, oltre a punti e soldi, anche un po’ di fiducia per cercare di sfondare questo agognato muro dei top 200.

Domani la finale avrà inizio alle ore 16 e indicare un favorito non è per nulla semplice: da un lato la solidità e l’esperienza di Leonardo Mayer, dall’altra il talento (peraltro incostante) di Filip Krajinovic. La sensazione è che dipenderà con quale piede si alzerà il serbo. In ogni caso, fosse quello giusto, ci sono tutte le premesse per un grande spettacolo.


TAG: ,

14 commenti. Lasciane uno!

Axl 28-08-2016 17:14

Scritto da Fabiofogna

Scritto da Axl
@ Fabiofogna (#1679198)
Purtroppo alle volte non si tiene conto che è l’avversario con il suo gioco che ti fa giocare male….ha ragione ale98,ormai sono più quelli che cercano di minimizzare le vittorie di Quinzi,che il contrario!e io non ne capisco il motivo!tifiamo tutti i nostri giocatori e basta…

Certo hai ragione, anch’io tifo tutti gli italiani, ma è l’atteggiamento di alcuni utenti tipo “Salvo” che scrivono “dove non è riuscito Donati c’è riuscito Quinzi” con quel l’atteggiamento come per dire che G.Q è il più forte dei nostri giovani. Ecco questo non mi va proprio giù…

Be,quello che dice Salvo è un dato di fatto…come lo è che Donati ha battuto Quinzi,quindi ognuno può dire e pensare quello che vuole!basta rispettare i giocatori stessi..e smetterla di sminuire qualsiasi vittoria di Quinzi(in questo caso…ma anche contro Ymer,Bagnis ecc.. si son letti sti commenti!!)Donati o Sonego!cmq,dal mio punto di vista,la differenza tra i tre attualmente è più nella classifica che nel livello di gioco.Donati forse ha qualcosina in più,ma non così tanto.

14
Fabiofogna 28-08-2016 16:25

Scritto da Axl
@ Fabiofogna (#1679198)
Purtroppo alle volte non si tiene conto che è l’avversario con il suo gioco che ti fa giocare male….ha ragione ale98,ormai sono più quelli che cercano di minimizzare le vittorie di Quinzi,che il contrario!e io non ne capisco il motivo!tifiamo tutti i nostri giocatori e basta…

Certo hai ragione, anch’io tifo tutti gli italiani, ma è l’atteggiamento di alcuni utenti tipo “Salvo” che scrivono “dove non è riuscito Donati c’è riuscito Quinzi” con quel l’atteggiamento come per dire che G.Q è il più forte dei nostri giovani. Ecco questo non mi va proprio giù…

13
Axl 28-08-2016 13:11

@ Fabiofogna (#1679198)

Purtroppo alle volte non si tiene conto che è l’avversario con il suo gioco che ti fa giocare male….ha ragione ale98,ormai sono più quelli che cercano di minimizzare le vittorie di Quinzi,che il contrario!e io non ne capisco il motivo!tifiamo tutti i nostri giocatori e basta…

12
Fabiofogna 28-08-2016 08:26

@ ale98 (#1679140)

Se avessi visto entrambe le partite saresti della stessa idea…poi semmai è Quinzi che viene sempre “troppo” elogiato per le vittorie

11
ale98 (Guest) 27-08-2016 23:32

@ Fabiofogna (#1679078)

Eh si quando vince Quinzi è sempre perché l’altro non è centrato ma per piacere..

10
valter (Guest) 27-08-2016 20:53

Ottimo donati , per lui e per Sonego queste sconfitte sono tutto mestiere che entra

9
Fabiofogna 27-08-2016 20:41

@ Salvo (#1679067)

Eccolo qua…vogliamo mettere a confronto questo Mayer con quello di settimana scorsa? Sono due giocatori completamente diversi. Questo Mayer è molto più centrato e convinto di quello di settimana scorsa

8
Salvo (Guest) 27-08-2016 20:13

Dove non è riuscito Donati, c’è riuscito Quinzi.
:grin:

7
Fabiofogna 27-08-2016 19:36

Scritto da Roby

Scritto da Marcello
Come è stato? Braccino o bravura dell’avversario?

Il mp l’ha sprecato con una rispostina in rete..

Rispostina su una prima angolata sulla riga…volevo vederti te guarda….

6
Luigi** (Guest) 27-08-2016 19:26

Redazione il titolo è sbagliato…sfida krajinoviv

5
Roby (Guest) 27-08-2016 19:25

Scritto da Marcello
Come è stato? Braccino o bravura dell’avversario?

Il mp l’ha sprecato con una rispostina in rete..

4
Psyco Fogna 27-08-2016 19:09

Scritto da Marcello
Come è stato? Braccino o bravura dell’avversario?

Mayer bravo però Donati avrebbe potuto farcela… L’argentino dal secondo set in poi ha cominciato a servire bene però Donati in risposta ad un certo punto ha iniziato ad essere troppo inconsistente…
Comunque match di ottimo livello, e c’è da dire che Mayer se in forma questi tornei può vincerli quando vuole

3
Fabiofogna 27-08-2016 19:08

@ Marcello (#1679021)

Beh una prima sulla riga di Mayer…

2
Marcello (Guest) 27-08-2016 19:04

Come è stato? Braccino o bravura dell’avversario?

1

Lascia un commento