Da Manerbio Challenger, Copertina

Grazie a Matteo Donati, l’Italia è ancora in gara all’ATP Challenger di Manerbio: in semifinale affronterà l’ex n.21 del mondo Leonardo Mayer. Sconfitto, dopo aver fallito un match point, Lorenzo Sonego (con il programma di domani)

26/08/2016 21:28 4 commenti
Matteo Donati classe 1995 - Foto Felice Calabrò
Matteo Donati classe 1995 - Foto Felice Calabrò

Matteo Donati vince in tre set contro il tedesco Nils Langer e si qualifica per le semifinali del Challenger di Manerbio, dove affronterà l’ex n.21 del mondo, l’argentino Leonardo Mayer. Peccato per Lorenzo Sonego, battuto in oltre due ore di partita dal francese Jonathan Eysseric, dopo non essere riuscito a sfruttare un match point. Il quarto semifinalista è il talentuoso serbo Filip Krajinovic.

Seppur con qualche brivido di troppo, l’Italia resta protagonista al torneo ATP Challenger di Manerbio, Trofeo Dimmidisì. Tra i quattro semifinalisti infatti, c’è anche Matteo Donati (21 anni e numero 234 ATP) che ha ceduto il primo set al tie-break al tedesco Nils Langer (26 anni e numero 275 ATP), dopo aver sprecato le uniche tre palle break della frazione (di cui l’ultima era anche un set point sul 6-5), ma che poi ha vinto secondo e terzo set con lo score di 6-4 e 6-3, senza eccessivi affanni, al secondo match point e dopo 2 ore e 25 minuti di gioco.

In semifinale, Donati affronterà l’argentino Leonardo Mayer, a caccia della seconda finale Challenger dell’anno, dopo quella persa a Caltanissetta contro Paolo Lorenzi. Da Roland Garros a oggi, Donati ha giocato nove Challenger (tutti in Italia), raccogliendo (oltre alla già citata finale), tre quarti di finale. La semifinale di Manerbio gli garantisce già di tornare molto vicino alla 200esima posizione mondiale, laddove una vittoria finale vorrebbe dire progredire fino al numero 176. Ma ora l’asticella degli avversari si alza nuovamente e sarà curioso vedere la reazione di quello che molti addetti ai lavori considerano la miglior promessa del tennis azzurro.

Dopo una battaglia di due ore e sette minuti, ha invece perso un’ottima occasione Lorenzo Sonego, che non ha sfruttato un match point a favore col servizio a disposizione sul 5-3 del terzo set contro il qualificato francese Jonathan Eysseric, finalista dell’Australian Open Juniores nel lontano 2007 ma che mai è riuscito a entrare nei top 200 ATP (attualmente è numero 359).

Sonego ha dominato il primo set più di quanto dica lo score (6-4), cedendo un solo punto con la prima di servizio (16 su 17) e sfruttando l’unica palla break del set. In totale controllo degli scambi, ha mostrato anche pregevoli soluzioni di volo, oltre alla solita grinta. Nella seconda frazione, la situazione però si ribaltava completamente. Eysseric non concedeva più nulla al servizio (14 su 14 con la prima di servizio), mentre Sonego non riusciva a mantenere le stesse percentuali e la stessa solidità in battuta del primo set. Un break al sesto gioco trascinava il match al terzo set, dove l’incontro seguiva l’ordine dei servizi fino al tre pari. Qui Sonego era bravo ad annullare una palla break e a strappare il servizio al suo avversario nel gioco successivo. Sul 5-3 e servizio, Sonego si è anche procurato un match point con uno splendido serve&volley, ma Eysseric è stato bravo ad annullarlo (accelerazione vincente di rovescio, dopo una risposta rimasta in campo per miracolo) e ad infilare una serie di quattro giochi consecutivi, portando a casa set, match e la prima semifinale stagionale a livello Challenger dove incontrerà (da netto sfavorito), il serbo Filip Krajinovic.

Per Sonego, la consolazione del best ranking che lunedì lo vedrà alla posizione numero 259 della classifica mondiale. Da notare che il match è stato seguito da oltre 15.000 spettatori sullo streaming ufficiale dell’ATP, per un totale di quasi 50.000 web spettatori per i quattro match dei quarti di finale.

Nel match che ha aperto la giornata, Filip Krajinovic ha fatto valere un’evidente superiorità tecnica nei confronti del giapponese Taro Daniel (reduce dalla vittoria al Challenger di Cordenons e soprattutto dal terzo turno alle Olimpiadi di Rio), sconfitto in due rapidi set (6-3 6-4). Seguito e aiutato da Novak Djokovic (che per un periodo gli aveva affiancato come coach il nostro Diego Nargiso), Krajinovic è sorretto da un talento non comune e un tennis piuttosto vario e divertente. Ahilui, testa e fisico non sono allo stesso livello, ma nonostante una chiara crisi di energia all’inizio del secondo set, ha letteralmente sommerso Daniel di smorzate e deliziato il pubblico con alcune giocate di tocco da top player. La sua rincorsa ai top 100 (e al suo best ranking, numero 86 nell’aprile del 2015) riparte proprio da Manerbio. E non ha alcuna intenzione di arrestarsi.

Nell’ultimo quarto di finale, il match di maggior spessore tecnico della giornata se lo è aggiudicato l’argentino Leonardo Mayer, scivolato al numero 131 ATP ma già numero 21 nel giugno dell’anno scorso e capace nel 2014 di vincere l’ATP 500 di Amburgo. Perso nettamente il primo set contro la testa di serie numero 1 del torneo, l’austriaco Gerald Melzer (n.91 ATP), quando il match si è trasformato in battaglia, Mayer è sempre riuscito a restare davanti, fino a vincere il terzo set senza concedere nessuna palla break.

Domani il programma si chiuderà con la finale del torneo di doppio che vedrà opposta la coppia croata Mektic e Sancic a quella argentina Mayer e Galarza.

CAMPO CENTRALE – Ora italiana: 13:30 (ora locale: 1:30 pm)
1. [5] Leonardo Mayer ARG vs Matteo Donati ITA
2. [Q] Jonathan Eysseric FRA vs [8] Filip Krajinovic SRB
3. [1] Nikola Mektic CRO / Antonio Sancic CRO vs Juan Ignacio Galarza ARG / Leonardo Mayer ARG (non prima ore: 17:00)


TAG: , , , , ,

4 commenti

fabio (Guest) 27-08-2016 09:29

Se dobbiamo esaltarci perchè c’è un italiano in una semi-finale di un challenger neanche di primo livello stiamo davvero freschi.

4
realpirda 27-08-2016 08:12

Mayer superiore al momento molto più centrato di un paio di settimane fa contro gq

3
realpirda 27-08-2016 08:11

Mayer superiore al momento

2
Gigetto (Guest) 26-08-2016 22:24

Grande Donats!!

1

Lascia un commento