Da Biella: Il riepilogo di giornata. Arriva Lorenzi

26/07/2016 00:05 Nessun commento
Foto Fabio Lesca
Foto Fabio Lesca

Per una giorno fari puntati sul tabellone di doppio. Oggi al Thindown Challenger, evento con montepremi da 85mila euro, l’attenzione degli appassionati è stata calamitata soprattutto dalle sfide di coppia. La presenza di una grande campione come Leander Paes e l’esordio del duo piemontese, formato da Stefano Napolitano (che gioca sui rossi di casa) e Matteo Donati (di Alessandria) ha attirato molte persone.

Purtroppo per il pubblico gli azzurrini sono usciti sconfitti dal match giocato contro Andrea Arnaboldi e Antonio Sancic. La coppia italo-croata ha saputo sfruttare meglio le occasioni, recuperando un breakStille di una classe senza tempo.

Il quarantatreenne di Calcutta – in bacheca 16 titoli dello Slam tra divisi equamente tra doppio maschile e misto – si è presentato in campo con una ‘Veronica’ di grande effetto visivo e pure vincente. La sfida contro Michael Linzer e Enrique Lopez Perez è durata poco più di un’ora ed è stata risolta con il punteggio di 6-1, 6-4.

Una giornata intensa
Martedì sarà una giornata campale al circolo i Faggi: il direttore Cosimo Napolitano e il supervisor dell’evento Carmelo Di Dio hanno infatti messo in scaletta l’intero primo turno del main draw. Due le partite più attese: per ragione di cuore la sfida del talento di casa Stefano Napolitano, nuovamente capace di migliorare il suo best ranking (questa settimana è 256), che in chiusura di giornata (intorno alle 17,30/18) se la vedrà con il quasi coetaneo (20 anni) Elias Ymer, salito al numero 146. Sempre sul campo centrale, ma alle 16, tutti pronti per la quinta sfida in carriera tra Paolo Lorenzi (fresco vincitore dell’Atp 250 di Kitzbuhel e salito al numero 41) e Filippo Volandri (215). Il bilancio è in parità sul 2-2.

I quattro qualificati
E’ Francisco Bahamonde (argentino, naturalizzato l’anno scorso) l’unico azzurro capace di centrare il tabellone principale del torneo. Il ventenne (356 Atp) s’impone in un’ora esatta di gioco contro il romano Riccardo Ghedin: 6-0, 6-4 lo score. Tutto facile per Tomislav Brkic. Il ventiseienne bosniaco liquida lo svizzero Loic Perret per 6-3, 6-1. Per un’ora è filato via liscio: poi sul 6-2, 4-2 Viktor Galovic ha mollato un attimo la presa, consentendo allo svizzero Yann Marti di prolungare la partita fino al tie-break, dove il numero 621 Atp è riuscito a chiudere la sfida per 7-5.
Il quarto nome è uscito dal derby argentino tra Hernan Casanova e Andrea Collarini: ha vinto quest’ul6tijmo in rimonta per 2-6, 6-3, 6-4 dopo 2h e 13 minuti.

E’ arrivato Lorenzi
Archiviata la vittoria nell’Atp 250 di Kitzbuhel (6-3, 6-4 al georgiano Basilashvili) Paolo Lorenzi, fresco del nuovo best ranking (41 Atp) è pronto alla sfida contro l’amico-rivale Filippo Volandri. «Senza dubbio sarà una sfida difficile – spiega il trentaquattrenne azzurro -. L’ultima volta a Genova ha vinto lui. Ci conosciamo bene, allenandoci spesso insieme. Siamo abituati a ripartire ogni settimana e spero per il pubblico che sia una bella partita».
La sua abnegazione e la voglia di migliorare sempre grazie al duro lavoro possono essere un bell’esempio per i giovani che si avvicinano al tennis. «Ci sono tanti tipi di talento: anche quello che porta a lavorare ogni giorno ne rappresenta uno. Una volta si pensava che se non eri forte a 21 o 22 anni non avevi futuro. Invece io spero di poter dimostrare che non è così».

Navetta
Un servizio navetta è predisposto dal centro benessere Zefiro in via Juvara per sfruttare i parcheggi della zona. E’ sufficiente telefonare al circolo (015-22102) per essere subito prelevati dagli addetti.

Ingresso gratuito
Fedeli ad un principio osservato fin dall’esordio internazionale avvenuto nel lontano 1994, per tutta la settimana del torneo l’ingresso al circolo sarà libera e gratuita


TAG: ,

Lascia un commento