Da Umago ATP, Copertina

Da Umago: Fognini non si accontenta

22/07/2016 12:53 4 commenti
Fabio Fognini classe 1987, n.39 ATP
Fabio Fognini classe 1987, n.39 ATP

Fognini non si accontenta: semifinale in palio contro Dzmhur
Che sia di buon auspicio, per l’ambizioso e finalmente riposato Fabio Fognini, il successo di ieri nel doppio da parte di Fabbiano che ha parzialmente ridimensionato le ambizioni di Damir Dzmhur. Sarà proprio il bosniaco, a sua volta ‘giustiziere’ del pugliese nel singolare in un curioso gioco di corsi e ricorsi storici, a costituire quest’oggi l’ostacolo che l’azzurro si troverà ad affrontare per poter accedere alle semifinali. Anche ieri Fognini, apparso concentrato ma tranquillo, ha confermato le sue ambizioni che, alla nona partecipazione al torneo umaghese e già una volta finalista, lo portano a guardare davvero in alto. “Sto giocando di nuovo bene e con tranquillità – ha ribadito – Ora punto alla semifinale e a esprimermi in maniera sempre più convincente e competitiva, anche per regalare ulteriori passi avanti alla mia classifica personale”. Le condizioni climatiche potranno rappresentare un elemento importante per il prosieguo del cammino di Fognini che, in passato, ha dimostrato di sapersi adattare molto bene all’atmosfera della costa croata. Questa sera nell’ATP Stadium, non prima delle 20, l’appuntamento che tutti attendono: tanto gli appassionati italiani, quanto quelli croati che di Fabio sono sempre stati grandi estimatori.

Fabbiano, doppio a gonfie vele insieme al croato Skugor
Thomas Fabbiano si prende subito una rivincita nei confronti del bosniaco Damir Dzmhur) che mercoledì lo aveva eliminato dal tabellone del singolare. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, in coppia con il lungagnone croato Franko Skugor (ironia della sorta, sconfitto martedì dallo stesso Fabbiano) ha superato proprio il team composto dallo sloveno con passaporto britannico Aljaz Bedene e dallo stesso Dzmhur, qualificandosi per le semifinali. Un confronto equilibrato che Fabbiano e Skugor si sono aggiudicati grazie alla maggior freddezza nei frangenti decisivi. Addirittura sotto di un break sul 5-2 nel corso del primo set, i due si sono improvvisamente svegliati, andando a chiudere sul 7-5 dopo aver conquistato ben cinque game di fila. Dzmhur, oggi avversario di Fabio Fognini nei quarti del torneo di singolare, ha cercato di rimettere in piedi il confronto nel secondo set, nonostante un break iniziale targato Ita/Cro: immediato il controbreak e, quindi, equilibrio fino al 6-6 con Fabbiano e Skugor addirittura travolgenti in occasione del definitivo tie break con un clamoroso parziale di 6-0 che li ha portati dall’1-3 ai festeggiamenti, assai applauditi dal pubblico, fino al 7-3 per il 7-6 finale. Questa sera, in semifinale, subito dopo il match di Fognini, troveranno sulla terra rossa dell’ATP Stadium lo slovacco Martin Klizan e lo spagnolo David Marrero che hanno superato i croati Tomislav Draganja e Nino Serdarusic con il punteggio di 5-7 6-4 10-7.

Istria Granfondo, quinta edizione in passerella
Un evento dedicato agli irriducibili appassionati del pedale, ma punto di riferimento anche per le famiglie e per i semplici amanti della vita all’aria aperta. Presentazione ufficiale, ieri mattina nell’ambito degli eventi collaterali della 27.ma edizione dell’APT Kunzum Croatia Open Umag, per la quinta annata dell’Istria Granfondo. È stata la Social Arena, collocata a fianco dello stadio centrale da sabato intitolato a Goran Ivanisevic, a ospitare la passerella che ha rivelato grandi novità sul progetto generale e sui numerosi eventi collaterali. La manifestazione ciclistica andrà in scena dal 30 settembre al 2 ottobre prossimo e consentirà agli iscritti di apprezzare non solo i suggestivi percorsi garantiti dalle strade istriane, ma anche i vini e le altre specialità locali. Il percorso partirà da Umago e si concluderà a Novigrad: a presentare i piccoli-grandi segreti di questa edizione il direttore di Istraturist, Ronald Korotaj, il senior destination project associate Toni Hrvatin e la mente di Umag’s Tourist Board, Milovan Popović, nonché l’organizzatore del Tour della Croazia, Vladimir Miholjević. Tra le novità anche l’itinerario guidato City Cycle Tour with a Wine Break, che prenderà il via dal complesso Stella Maris e raggiungerà il centro di Umago con uno stop ‘tecnico’ anche all’ItIstria Wine Bar. Il sabato sarà invece riservato alla maratona caratterizzata da due differenti percorsi: l’Istria Granfondo Classic Route da 141 chilometri e la più abbordabile Istria Granfondo Small Route da 95. Infine, domenica 2 ottobre, la cicloturistica da 25 chilometri Istria Granfondo Family & Gourmet Tour


TAG: , , , , ,

4 commenti

Giuseppespartano (Guest) 22-07-2016 16:42

Scritto da marvar
Se Fabio non vince questo torneo ..non vincerà mai piu nulla..allora..A sto punto era meglio Kitzbuhel…li non c e proprio nessuno..

Scritto da IOeCO
L’unico risultato che Fabio ha a disposizione é la vittoria del titolo! Il resto sarebbe una delusione!

Infatti,sono d’accordo. Poi con l’uscita di Cuevas,se non vince questo torneo fattibilissimo,sarebbe un risultato deludente. Soprattutto per i giocatori che sta incontrando che non sono di prima fascia.

4
marvar (Guest) 22-07-2016 16:32

Se Fabio non vince questo torneo ..non vincerà mai piu nulla..allora..A sto punto era meglio Kitzbuhel…li non c e proprio nessuno..

3
Stefano (Guest) 22-07-2016 14:10

Banalità assolute..almeno non è firmato

2
IOeCO 22-07-2016 13:16

L’unico risultato che Fabio ha a disposizione é la vittoria del titolo! Il resto sarebbe una delusione!

1