Wimbledon 2016 ATP, Copertina

Wimbledon: Andy per la gloria, Milos per il cambio (con i video di giornata compresa la caduta di Federer)

08/07/2016 20:54 2 commenti
Andy Murray classe 1987, n.2 del mondo
Andy Murray classe 1987, n.2 del mondo

Andy Murray e Milos Raonic: due semifinali diametralmente opposte portate a casa, una finale conquistata con sensazioni differenti e la gloria a portata di mano. Andy e Milos, il primo per un secondo Wimbledon e per un terzo Slam finalmente libero dai fantasmi dei Fab3, il canadese per un’incredibile prima volta, per il primo Slam, cominciando proprio dal più importante.

L’idolo di casa ha spazzato senza alcun problema un Tomas Berdych mai in partita: tre set rapidi rapidi e la sensazione che in nessun momento, proprio nessuno, l’avversario ceco alla ricerca del primo Slam in una carriera da magnifico perdente, potesse metterlo in difficoltà. Con Nadal fuori gioco prima della partenza e il serbo Djokovic eliminato dalle tossine post Roland Garros troppo presto, il britannico appariva un serio candidato al titolo, rinfrancato dalla collaborazione di seconda mano con Ivan Lendl. La minaccia più seria sembrava arrivare dallo svizzero Federer, sempre di casa a Londra, regolato però in 5 magnifici set (per intensità soprattutto…) da un finalmente grande Raonic.

Il canadese nella prima semifinale di giornata è scattato meglio, ha vinto il primo set ma poi è sembrato alzare bandiera bianca di fronte a un solido Federer cedendo i successivi due parziali. È qui che Milos il bombardiere ha mostrato al mondo tutti i suoi progressi, soprattutto caratteriali: l’allievo di Carlos Moya infatti non ha mollato ed è riuscito a far girare la partita. Federer con il passare del tempo è apparso sempre più in debito d’ossigeno mentre il canadese non ha vissuto quel calo al servizio che già con Cilic era stato il miglior salvagente possibile per Roger.
Andy contro Milos, due uomini tennisti che da questo Wimbledon escono rinfrancati e con una consapevolezza ritrovata: per chi scatterà l’ora di Wimbledon domenica?


Alessandro Orecchio


TAG: , , , , , , , , ,

2 commenti

radar 09-07-2016 04:34

Pochissime chances contro Murray, così come ne aveva poche ieri, prima che Federer facesse harakiri.

2
donato (Guest) 08-07-2016 22:34

un bellissimo match tra un 35enne reduce da una stagione travagliatissima e un giovane ambizioso che finora è sempre mancato nei match decisivi
lo svizzero può ritenersi molto soddisfatto del suo torneo e non solo per l’epica vittoria con cilic ma per un evidente salto di qualità dopo stoccarda ed halle,anche se il rammarico per una vittoria mancata di pochissimo ,viste le 3 palle break del 4° set ,è forte
il canadese con questa vittoria dopo la precedente in rimonta al 5° con goffin,deve domani dimostrare che la cura mac lo sta trasformando in un vincente

1

Lascia un commento