Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Mark Philippoussis su Kyrgios: “No, a quel punto smetti di giocare. Perché continuare?

08/07/2016 08:00 10 commenti
Nella foto Mark Philippoussis
Nella foto Mark Philippoussis

Le dichiarazioni di Nick Kyrgios, che martedì scorso aveva detto di non amare il tennis, continuano imperterrite a tenere banco in Australia.

Ai microfoni di AOL, l’ex-tennista Mark Philippoussis ha commentato che “ci sono certe cose che davvero non (mi) vanno giù, come questa storia di lui che non ama il nostro sport. Non sono sicuro se credergli, a dire il vero. Penso che ad aver giocato i match che lui ha giocato e ad essere bravo come lui è, per forza deve amare il suo sport”.

Chiestogli se fosse mai possibile imparare ad amare il tennis, Philippoussis ha detto: “No, a quel punto smetti di giocare. Perché continuare?”.


Edoardo Gamacchio


TAG: , , ,

10 commenti. Lasciane uno!

Robbi (Guest) 08-07-2016 19:42

Il problema di Kirgios a mio avviso è che pensa di essere il migliore, lo si è notato bene contro Murray, picchiava come un fabbro e l’altro ribatteva come se nulla fosse. Dovrebbe variare di più il proprio gioco, con i primi risultati, i tornei in bacheca e le prime pagine dei giornali, vedi poi come apprezzerà questo sport.

10
Cristiano (Guest) 08-07-2016 19:21

Agassi amava “giocare” a tennis e sapeva che era ormai parte di se stesso e nn avrebbe mai potuto farne a meno.
Non amava certo tutto il brutale “contorno” al quale era stato obbligato dal padre despota sin da giovannissimo
Poi lo si intuisce chiaramente nell’ultima pagina del suo libro quando racconta di un giorno che,prima di andare a prendere i bimbi a scuola,si prendono un campo un’oretta lui e la moglie,proprio come facciamo noi comuni mortali…
Ebbene agassi si sta’ talmente divertendo e ammaliato ancora dall’eleganza di stefy che perde di vista l’orario rischiando di far tardi con i bimbi.
Stefy da buona tedesca ad un certo punto lo allerta e gli dice che devono andare via,e lui
come risponde?
“…..aspetta per favore,voglio solo giocare un altro po”
Sicuramete con quegl’occhi della copertina…io aggiungo..

9
Miiiiiiii (Guest) 08-07-2016 18:48

anch’io me lo chiedo spesso.. perché continuo a fare ‘sto lavoro se non lo amo (e anzi, qualche volta mi fa pure schifo)?.. poi mi ricordo che devo pagare la rata del mutuo a fine mese (e anche qualche bolletta)..

8
Spero in Quinzi (Guest) 08-07-2016 14:29

Agassi non amava il tennis ma lui era molto amato e avere l’affetto di chi ti sta attorno è una bella sensazione. Kirgios non sarà mai molto amato

7
bilbo (Guest) 08-07-2016 12:53

ma uno non puo’ semplicemente giocare per i soldi che puo guadagnare rendendosi conto di non saper fare altro nella vita??

6
Paolo (Guest) 08-07-2016 12:05

@ daria’s smile (#1638500)

Il fatto è’ che Kirgyos non è Agassi e mai lo diventerà

5
camilagiorgi (Guest) 08-07-2016 11:48

Quando si gioca 4 ore al giorno e si fanno allenamenti su allenamenti, partite su partite secondo me un po’ di noia è normale, anche il buon Adriano Panatta in un’intervista disse che nel tennis c’è anche una componente di noia, ma questo riguarda tutti i lavori, a prescindere dai soldi che guadagni, non ci vedo niente di così assurdo. Io sono un tennista amatoriale e ci sono dei periodi che magari gioco troppo spesso e alla fine anche il gioco che amo diventa noioso.

4
Bum Bum Becker (Guest) 08-07-2016 10:54

Non è che i soldi (tanti, forse troppi, anzi certamente troppi) possano costituire un ottimo “stimolo” per continuare a giocare?

A proposito, notare il verbo: giocare…..

3
elettra (Guest) 08-07-2016 09:02

agassi docet, non amava il tennis ha continuato a farlo non si sa per quale motivo eppure e’ diventato un mito.

2
daria’s smile (Guest) 08-07-2016 08:48

E’senz’altro possibile diventare un campione di tennis senza amarlo: vedi Agassi.

1