Il torneo di Torino Copertina, WTA

ITF Torino: Presentato il torneo. Wild card a Brescia, Paolini e Trevisan

01/07/2016 15:36 1 commento
Nella foto Martina Trevisan
Nella foto Martina Trevisan

Il Trofeo Ma-Bo, ormai un classico del movimento regionale e nazionale, giungerà quest’anno alla sua nona rappresentazione, dal 2 al 9 luglio, con la presentazione ufficiale andata in scena oggi 1 luglio presso il circolo ospitante la manifestazione, con la partecipazione tra gli altri dell’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris, del Presidente FIT Piemonte Pierangelo Frigerio, del Presidente del Nord Tennis Sport Club Luca Politi, di Stefano Busnelli (Responsabile relazioni eterne Ma-Bo), del Direttore di torneo Francesca Vaghetti e del Direttore di torneo uscente Barbara Garbaccio.

Tutte importanti le precedenti edizioni, ognuna contrassegnata da storie vincenti, sorprese, conferme, lanci verso l’Olimpo del tennis. E’ sempre stato così, al Nord Tennis di Torino, fin da quando si organizzavano i 10.000 $ in rosa e maschili e a vincerli, parliamo degli inizi del 2000, erano personaggi come la poi campionessa di Wimbledon Marion Bartoli od ancora l’estone Kaia Kanepi, che raggiunse le semifinali al Roland Garros. Oppure un sedicenne David Nalbandian che qualche anno dopo avrebbe battuto in grandi scenari anche Roger Federer.
Tennis e bellezza, caratteristiche precipue del torneo organizzato da Barbara Garbaccio e dal Presidente Luca Politi. Sempre più importante come ha testimoniato lo scorso anno l’incremento di montepremi da 10 a 25.000 $, confermato anche nel 2016. L’edizione 2015 è stata ricca di contenuti, seguiti a quelli offerti da tre intense giornate giovanili che avevano visto l’Italia under 14 femminile vincere la fase di qualificazione della Summer Cup.
Nel Trofeo Ma-Bo numero 8 della storia avevano dato vita alla finale due bellezze come Alize Lim, francese, e Dia Evtimova, bulgara che aveva più volte lodato l’organizzazione nel corso della settimana. A vincere era stata la transalpina, forte di un gran carattere e di colpi ficcanti soprattutto da fondo. Dopo aver perso il primo set (3-6) si era rimessa in marcia, indomita, conquistando lo scettro di migliore con un doppio 6-4. Brava era stata a tenere alta la concentrazione e produrre energie nervose anche dopo l’estenuante semifinale vinta per 7-6 al terzo set contro l’americana Bernarda Pera. In semifinale si era issata anche il “personaggio” conclamato della rassegna, la svizzera e già italiana Romina Oprandi, poi costretta al ritiro a causa di un attacco influenzale. Le migliori italiane erano invece risultate la torinese Giulia Gatto Monticone, salita fino ai quarti e battuta proprio dalla Lim, e Georgia Brescia, stoppata dalla Oprandi.
Ora è tutto pronto per un altro gustoso spettacolo, con tante novità che l’appassionato pubblico non potrà che applaudire. Il via domani mattina, attorno alle ore 10.

Le qualificazioni
Il torneo scatterà dai blocchi il giorno 2, con le qualificazioni, che promuoveranno al main draw 8 giocatrici. Le già aventi diritto e le wild card comporranno il main draw, al via il giorno 4, stessa data nella quale si concluderà anche la qualificazione a 48 giocatrici.

Le protagoniste
Nell’Acceptance list aggiornata al 1 luglio la prima del draw principale è la georgiana Sofia Shapatava, n° 234 del ranking mondiale, seguita dalla svizzera Conny Perrin, n° 241. Attenzione anche alla paraguaiana Montserrat Gonzalez, n° 256 Wta e alla macedone Gjorcheska, già protagonista lo scorso marzo nel 25.000 $ di Beinasco. La pattuglia italiana si è arricchita con le tre wild card concesse dalla Federazione.
In tabellone principale e con la possibilità di giocare quasi in casa la torinese Giulia Gatto Monticone e la pescarese di origine ucraina Anastasia Grymalska, portacolori in serie A1 e A2 dell’US Tennis Beinasco, nonché la romana Nastassia Burnett. Ultime ammesse in main draw la giovane Alice Matteucci e la giovanissima Jessica Pieri, finalista a Beinasco alcuni mesi fa.Tra le attese anche l’argentina Paula Ormaechea, già numero 59 Wta, la polacca Peter, già numero 95 del ranking mondiale, l’ucraina Kichenok, già numero 100 Wta.
Qualificazioni che si annunciano nutrite di giocatrici italiane, desiderose di issarsi tra le elette. Spettacolo dunque assicurato, dal 2 al 9 luglio, a Torino.

Le wild card del circolo e della Federazione
Per il tabellone principale alla serba Boba Kotlica, classe 1999. Per quello preliminare, tra le altre, alla torinese Sofia Ragona: “Ci piace – hanno detto la direttrice del torneo e la sua collega – aiutare le giovani”.
La Federazione, che sarà rappresentata ancora una volta a Torino dall’ex professionista Tathiana Garbin, ha assegnato le wild card per il tabellone principale a Martina Trevisan, Jasmine Paolini e Georgia Brescia.

La finale
Come da tradizione la finale è prevista per sabato mattina, dalle 11, sul campo centrale del circolo torinese. Venerdì 8 luglio, invece, appuntamento con l’atto decisivo del doppio, attorno alle 17


TAG: ,

1 commento

Mattia mazzarri (Guest) 02-07-2016 15:32

Chi si rivede:)

1

Lascia un commento