Il ritorno di Florian Copertina, Generica

Bentornato Florian Mayer!

21/06/2016 08:20 16 commenti
Florian Mayer classe 1983, n.80 ATP
Florian Mayer classe 1983, n.80 ATP

La stagione su erba racconta spesso fiabe a lieto fine, storie fantasiose di principi e cavalieri che tornano a recitare ruoli importanti e riscoprono l’amore che solo il tennis sa generare: il verde tedesco di Halle ci riporta sulla scena Florian Mayer, sparito a causa di fastidiosi infortuni dal circuito per una stagione abbondante e tornato prepotentemente alla ribalta proprio in casa, quell’ATP500 di Halle che per anni è stato il feudo indiscusso di Roger Federer, uno che di vittorie se ne intende.

Un giocatore il tedesco, uscito da tempo dai radar del tennis che conta e che a quasi 33 anni in pochi pronosticavano di nuovo protagonista: un solo torneo conquistato fino ad Halle sul rosso di Bucarest nel 2011 (più 4 finali perse), ma anche un best ranking di numero 18 al mondo e due quarti di finale colti a Wimbledon come migliori risultato in una prova del Grande Slam. 190 cm per 82 kg e movimenti nei fondamentali, soprattutto quello del dritto, che lo hanno reso da sempre atipico e particolare: efficace il suo tennis, in special modo sul cemento e sull’imprevedibile erba verde.
Un giocatore Mayer sfortunato negli ultimi anni e che ha sicuramente raccolto meno di quanto il suo potenziale gli avrebbe permesso: insieme a Philipp Kohlschreiber ha rappresentato il tennis teutonico negli anni 2000, in un ipotetico trait d’union fra la generazione dei campionissimi Becker, Stich e Graf e le nuove leve guidate dal campione che sarà Alexander Zverev. Proprio contro il connazionale predestinato al tennis di vertice, Florian ha giocato l’ennesima partita della vita, come quando battè Rafa Nadal all’apice del suo splendore sportivo al Masters1000 di Shanghai nel 2011: tornato adesso fra i primi 100 giocatori al mondo e con una nuova edizione di Wimbledon alle porte, Mayer potrebbe tornare a recitare ruoli di prim’ordine e non essere solo il protagonista di sporadici exploit.

Ad Halle quindi una nuova favola del mondo del tennis è stata scritta: quando la forza di volontà supera la paura o la voglia di appendere la racchetta al chiodo, quando nessuno ti vede protagonista e tu torni a incantare, quando attorno a te c’è solo indifferenza e scetticismo ma dentro te arde ancora il fuoco sacro del tennista, ecco che la magia può nascere e far ricredere anche i malpensanti. Bentornato Florian Mayer, Halle ti ha incoronato re.


Alessandro Orecchio


TAG:

16 commenti. Lasciane uno!

‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari’ Il tennis secondo Frank Falupa. (Guest) 21-06-2016 18:38

Scritto da yonex
ricorda moltissimo il suo omonimo gene mayer,americano,giocava a 2 mani sia dritto che rovescio,purtroppo fragile come lui fisicamente.
tutti i suoi match valevano il prezzo del biglietto,andavi via con la convinzione di aver visto qualcosa di unico.

Complimenti a te per aver ripescato quel geniaccio di Gene Mayer. Tuttavia ritengo più calzante la similitudine col ‘Gattone’. Sono tutti e tre dei magnifici CREATORI di gioco, con tattiche e sensibilità di braccio simili – forse il meno dotato e un po’ meno elegante è proprio Florian Mayer; però nelle movenze, nell’andatura un po’ ‘caracollante’ e felpata, ma soprattutto nello swing dei colpi il Mayer tedesco è molto più simile al Gattone Mecir. Comunque bravo, l’ accostamento ci sta.

16
yonex (Guest) 21-06-2016 16:53

ricorda moltissimo il suo omonimo gene mayer,americano,giocava a 2 mani sia dritto che rovescio,purtroppo fragile come lui fisicamente.
tutti i suoi match valevano il prezzo del biglietto,andavi via con la convinzione di aver visto qualcosa di unico.

15
mesubirra (Guest) 21-06-2016 15:40

Scritto da Elio
Quindi, quando dicevo che per Seppi, non era scontata la vittoria, malgrado i precedenti, non avevo torto. Poi Mayer ha vinto il torneo, e questo vuol dire che Andreas non è messo cosi male. Si puo’ sperare in un discreto Wimbledon per l’azzurro !

C’è solo un problema: Seppi non è tds a Wimbledon. Ciò vuol dire che potrebbe pure beccare uno dei big al primo turno. Speriamo che l’urna inglese gli sia clemente :roll:

14
I LOVE BOBO (Guest) 21-06-2016 14:23

Lo vidi anno scorso nella partita del rientro…perse ma gioco’ da Dio con gran colpi a rete e tuffi alla becker

13
‘Sul Creatore, i Bombardieri e i Pallettari’ Il tennis secondo Frank Falupa. (Guest) 21-06-2016 14:14

Scritto da Marco
Spettacolo, la versione 2.0 di gattone Mecir… ogni tanto vedere qualcuno che fa qualcosa di diverso fa bene, se poi riesce pure a vincere meglio ancora. Peccato per Zverev (fortissimo) ma il futuro sara’ sicuramente suo.

… dedicato all’utente ‘Laver’.

12
Haas78 (Guest) 21-06-2016 13:02

@ Ale73 (#1627315)

In effetti ha uno stile discutibile, specie di rovescio, almeno è inconfondibile e personale

11
Losvizzero 21-06-2016 13:02

Le finte che fa quando salta mi fanno impazzire, le palle corte, i back, l’apertura alare che pare Gulbis…..la bellezza del tennis!

10
Ale73 (Guest) 21-06-2016 11:59

Tennista sgraziato come pochi, ma dotato di un talento indiscutibile. Me lo ricordo agli esordi della sua carriera prendere letteralmente a pallate Andrè Agassi agli US Open all’inizio del nuovo millennio. Una partita che non ebbe il lieto fine meritato causa infortunio che costrinse il tedesco al ritiro. E c’ero davanti ai teleschermi quando Mayer portò a casa il suo primo e fino a pochi giorni fa unico titolo ATP: in quell’occasione a Bucarest dominò Andujar, mettendo ancora una volta in evidenza la sua grande varietà di gioco. Fa piacere che dopo tanti infortuni abbia finalmente ottenuto un successo in un torneo importante come Halle.

9
ADRIANO FOREVER (Guest) 21-06-2016 11:48

Ottimo articolo ..solo la speranza che nascano sempre giocatori e uomini eleganti educati anche se non top ten come anke kohlschreiber puo aiutare la macchina tennis ad avere un futuro sicuro,grazie FLORIANti avevo visto al 1o turno di Montecarlo 2015 pedere da Cilic ho temuto piu volte di non rivederti piu’, dai dai ossigeno x il circuito grazie ancora

8
Elio 21-06-2016 10:24

Quindi, quando dicevo che per Seppi, non era scontata la vittoria, malgrado i precedenti, non avevo torto. Poi Mayer ha vinto il torneo, e questo vuol dire che Andreas non è messo cosi male. Si puo’ sperare in un discreto Wimbledon per l’azzurro ! :wink:

7
Marco (Guest) 21-06-2016 10:15

Spettacolo, la versione 2.0 di gattone Mecir… ogni tanto vedere qualcuno che fa qualcosa di diverso fa bene, se poi riesce pure a vincere meglio ancora. Peccato per Zverev (fortissimo) ma il futuro sara’ sicuramente suo.

6
Marco (Guest) 21-06-2016 10:15

Spettacolo, la versione 2.0 di gattone Mecir… ogni tanto vedere qualcuno che fa qualcosa di diverso fa bene, se poi riesce pure a vincere meglio ancora. Peccato per Zverev (fortissimo) ma il futuro sara’ sicuramente suo.

5
Phoedrus (Guest) 21-06-2016 09:56

Chapeau!

4
Forsecelafaccioadiventareterzacategoria (Guest) 21-06-2016 09:43

Florian Mayer…un giocatore che ha colpi diversi da tutti, gioca un tennis diverso e non unificato al bum bum tipico degli ultimi anni, un tennis che emoziona ed infatti la finale è stata bella ed emozionante.Spero che Floria ritorni ai piani del tennis che gli spettano…

3
obione (Guest) 21-06-2016 09:29

La sente poco Florian……….. :wink:

2
king_scipion66 21-06-2016 09:06

Domenica mi son davvero divertito a vederlo giocare….Gran bel giocatore.. bravo!!

1

Lascia un commento