Il torneo di Bergamo Copertina, Future

Dai Adelchi, forse è la volta buona

10/06/2016 21:03 15 commenti
Nella foto Adelchi Virgili - Foto di Antonio Milesi)
Nella foto Adelchi Virgili - Foto di Antonio Milesi)

Uno splendido Virgili vince due partite in un giorno e centra la terza finale in carriera, la prima nel 2016. Il suo livello di gioco è nettamente superiore a quello di un Future. Se il fisico lo lascia in pace, è ancora in tempo per entrare nel tennis che conta. Intanto cercherà di conquistare il suo primo titolo contro l’ostico brasiliano Joao Pedro Sorgi.

Chiunque ami il tennis sta facendo una preghiera. Sta chiedendo alla schiena di Adelchi Virgili di lasciarlo in pace. 26 anni compiuti lo scorso 10 marzo, il toscano non è mai stato vicino a raggiungere il suo potenziale a causa di infortuni e sfortune che lo hanno “massacrato”: non solo i malanni alla schiena, ma anche il rischio di cecità all’occhio destro dopo essersi preso una pallata. Ma lui non ha mai mollato, neanche nei momenti peggiori. “Il mio rapporto col tennis è qualcosa di viscerale, quasi carnale…il tennis ti regala una libertà artistica che ti permette di esprimere la tua fantasia. E pensare che a me sarebbe piaciuto studiare giurisprudenza e fare l’avvocato”. Ma l’amore per il tennis ha sempre avuto la meglio. Allenato dal padre, è capace di esprimere un tennis allo stesso tempo spettacolare ed efficace. Ma il suo fisico di cristallo lo ha costretto a tanti, troppi stop. Per adesso, la settimana al Trofeo Banca Popolare di Bergamo – Memorial Mauro Capponi sta regalando il miglior Virgili. La sua fluidità nei gesti, la capacità di spingere con tutti i fondamentali non ha niente a che vedere con i tornei Futures, dove pure orbitano fior di professionisti. Lui potrebbe stare molto più in alto e lo ha dimostrato in un venerdì finalmente baciato dal sole, dopo che la pioggia aveva condizionato quasi tutta la settimana. In mattinata ha chiuso l’impegno contro il brasiliano Orlando Luz, dopodiché si è preso la finale battendo Riccardo Bellotti in un derby tutto azzurro, chiuso con un doppio 6-4.

Giusto per chiarire, l’italo-austriaco (è nato a Vienna nel 1991) lo precede di 344 posizioni nel ranking ATP (374 contro 718). Ma la differenza non si è vista. Se Virgili può pensare al suo tennis senza retropensieri amari, beh, fa paura. Gli è bastato intascare un break per set per prendersi la prima finale stagionale, la terza in carriera dopo quelle giocate nel 2014 a Rodez e lo scorso dicembre ad Antalya. In un’affascinante finale Italia-Brasile se la vedrà con il brasiliano Joao Pedro Sorgi, bravo a vincere un match complicato contro l’australiano Maverick Banes, numero 2 del tabellone. Per il primo set, Sorgi ha continuato a spingere ed è emerso al dodicesimo game del set decisivo. In attesa della finale del singolare (in programma sabato alle 15, diretta streaming su www.youtennis.tv) l’Italia gioisce per il successo di Matteo Volante in doppio. Facendo coppia con il tedesco Jakob Sude ha vinto due match in un giorno, superando in finale il duo sudamericano Sorgi-Martinez. Grazie al sole, ha fatto capolino al TC Città dei Mille un ottimo pubblico. La speranza è che il sole splenda anche per la finale: il team degli organizzatori, guidato da Silvana Carrara, lo merita tutto. Una finale sotto l’acqua (Giannessi-Naso dell’anno scorso) ci sembra sufficiente…

15 commenti. Lasciane uno!

BUBULUNGULU 11-06-2016 19:07

Eh già, è stata la volta buona….Grandissmo Adelchi

15
veggente90 11-06-2016 14:42

Streaming di Adelchi Perfavore

14
Tony71 (Guest) 11-06-2016 11:39

Dai Bobone forza

13
tifoitaliani (Guest) 11-06-2016 09:21

non sapevo che fosse nipote del mitico Virgili, che ricordo di aver visto in azione da ragazzino a Udine. Un motivo in più -oltre alle sue potenzialità- per fare il tifo per lui…

12
Solo Titano (Guest) 11-06-2016 08:38

Condoglianze ad Adelchi

11
aureliriccardo 11-06-2016 00:41

Che dire,l’augurio è che possa vincere e giocare senza noie fisiche; se lo meriterebbe e al buongustaio del tennis farebbe solo piacere guardarlo giocare

10
Daje Adelchi (Guest) 10-06-2016 23:27

Dajeeeeee

9
Alberto (Guest) 10-06-2016 23:19

@ Rilke (#1620100)

So che era molto vicino al nonno, destino infame la morte in questo giorno altrimenti felice ….

8
I LOVE BOBO (Guest) 10-06-2016 23:06

E alla pari con troicko@ kalle4 (#1620093)

7
Rilke (Guest) 10-06-2016 22:45

Oggi è mancato il nonno di Adelchi, il mitico Pecos Bill che fu centravanti della fiorentina e della nazionale italiana alla fine degli anni 50. R.I.P.

6
kalle4 (Guest) 10-06-2016 22:31

Dai Ade, andiamo a prenderci il primo titolo e soprattutto speriamo in un po di tregua perché il suo tennis lo si vede a pochi..oggi qualcuno lo dava spacciato con Bellotti..lui non è mai spacciato con nessuno e allo stesso tempo non da garanzie con nessuno..E questo è il suo bello..fa partita pari con Ramos, batte ghem, nedoviesov, Daniel e poi magari perde con l ultimo carneade..però se devo scegliere un giocatore e una partita da vedere ne guardo una sua..

5
Palmeria (Guest) 10-06-2016 22:02

Non sono un suo ultras, ma il ragazzo se lo meriterebbe questo future e soprattutto giocare con continuità !

4
Alberto (Guest) 10-06-2016 21:57

@ Gabriele da Ragusa (#1620067)

Mah forse non hai visto il match di oggi….

3
Gabriele da Ragusa 10-06-2016 21:38

Nel circuito futures NON girano fior fior di professionisti. Incensiamo Virgili per i propri meriti personali e sn il primo a unirmi e passi anche che cm gioco puo ambire a ben altro. Ma per evidenziare tt cio nn esageriamo pero cn…… Nel circuito futures giocano per lo piu tennisti nel limbo tra la 2 categoria (o equivalente nel caso di stranieri) e gente fa fatica nei challenger.

2
Stefanino70 (Guest) 10-06-2016 21:19

Un po di anni fa ho visto giocare Adelchi, ricordo che mi aveva dato bellissime sensazioni, un campione in arrivo!!
Ora, anche se è un po tardi, sarebbe bello dargli il benvenuto nel tennis che conta!

1