Mondo Junior Copertina, Future

Il “Città di Crema” cerca il nuovo Thiem. Da Sabato la 12 esima edizione

08/06/2016 08:20 Nessun commento
Filippo Speziali, milanese classe 2000, è il miglior italiano fra quelli al via del Città di Crema (foto Panunzio)
Filippo Speziali, milanese classe 2000, è il miglior italiano fra quelli al via del Città di Crema (foto Panunzio)

Dal Tennis Club Crema alla Top 10 mondiale e le semifinali nei tornei del Grande Slam? Possibile. Prima il bulgaro Grigor Dimitrov, a un passo dalla finale a Wimbledon 2014 e poi numero 8 del mondo, quindi l’austriaco Dominic Thiem, che dopo aver ceduto appena tre giorni fa a Novak Djokovic al penultimo atto del Roland Garros, festeggia oggi l’approdo alla settima posizione del ranking Atp. Nel passato di entrambi, fra i tanti appuntamenti in comune, c’è anche il torneo internazionale under 16 “Città di Crema”, di nuovo in pista da sabato 11 a sabato 18 giugno.

Sarà l’edizione numero dodici, pronta a portare sui campi in terra battuta di Via del Fante giovani talenti da almeno dodici nazioni e tre continenti diversi, tutti col grande obiettivo di succedere nell’albo d’oro all’argentino Juan Martin Jalif e alla maltese Helene Pellicano, dominatori nel 2015. Il circuito Tennis Europe farà tappa nel Cremasco dopo il Torneo Avvenire di Milano, per il quarto dei cinque appuntamenti italiani della stagione, tutti uno via l’altro, e scatterà come di consueto con la due giorni riservata alla qualificazioni. Poi, da lunedì, via ai tabelloni principali di singolare e doppio, con tanta Italia e un sacco di giovani da scoprire sin dall’inizio. Basti pensare che lo stesso Thiem al “Città di Crema” perse al primo turno, segno che non solo promette bene chi arriva in fondo, ma spesso i futuri campioni si nascondono nel gruppo, in attesa di completare la maturazione fisica e mentale. A pubblico, addetti ai lavori e appassionati il compito di scovarli.

A guidare l’entry list maschile c’è un italiano, il milanese Filippo Speziali, numero 36 della classifica di Tennis Europe, mentre la prima testa di serie del femminile sarà la serba Tamara Malesevic, numero 67 del ranking. Mancheranno i sudamericani, spesso protagonisti nelle passate stagioni, ma ci sono tanti altri talenti (italiani in primis) pronti a non farli rimpiangere. Tutti i giocatori che parteciperanno troveranno un Tennis Club Crema ancor migliore rispetto a quello delle scorse edizioni, frutto del tanto lavoro compiuto dietro le quinte nel corso degli ultimi dodici mesi. Dal nuovo Palatennis da oltre 400 posti ad altri campi coperti, pronti ad accogliere gli incontri in caso di precipitazioni: un passo in avanti preziosissimo visto il periodo particolarmente piovoso. E poi ancora la nuova palestra e una players’ lounge: standard di qualità in linea con quelli dei migliori tornei under 16 del mondo. Tuttavia, il “Città di Crema” si giocherà all’aperto, da mattina a sera, con la chicca della sessione serale per regalare tennis di alto livello anche a chi nel corso della giornata non potrà accorrere sugli spalti. Fra lunedì e mercoledì i primi due turni, poi il gran finale in crescendo: giovedì i quarti, venerdì le semifinali, sabato le finali, pronte a eleggere i nuovi campioncini. Il sogno è che ci sia almeno un italiano, come successo solo tre volte in passato. Per chiudere veramente in bellezza.

STEFANO AGOSTINO, presidente Tennis Club Crema
“È come sempre un grande piacere presentare il nostro torneo, che continua a confermarsi anno dopo anno. Per questo, oltre a tutte le persone dello staff organizzativo che si impegnano per la buona riuscita della manifestazione, ci tengo a ringraziare particolarmente tutte le istituzioni che ci appoggiano e i nostri sponsor, che ogni anno rinnovano la loro attenzione verso il torneo Città di Crema”.

STEFANIA BONALDI, sindaco di Crema
“Per noi è importante avere sul territorio un torneo come questo, che dall’11 al 18 giugno renderà la nostra città la Capitale internazionale del tennis under 16. Una vetrina per Crema ma anche per le strutture di questo club in continua crescita. Se quest’anno abbiamo ottenuto il riconoscimento di Città Europea dello Sport, una parte del merito è anche di questa manifestazione”.

GIANLUCA SAVOLDI, consigliere provinciale Provincia di Cremona
“Per me è un ritorno, sono già stato qui lo scorso anno ed è sempre bello essere al Tennis Club Crema, a toccare con mano la crescita di questo circolo e del torneo internazionale. Un torneo in grado di portare a Crema giocatori da ogni parte del mondo e che testimonia il grande impegno del presidente e di tutto lo staff organizzativo del torneo, al quale faccio i miei complimenti per ciò che ha saputo mettere in piedi”.

DINO ALIPRANDI, direttore del torneo
“Come al solito ci aspettiamo un torneo di alto livello, aiutati dalle ottime esperienze degli anni scorsi e dagli esempi dei tanti giocatori passati da noi e poi diventati campioni. Detto di Thiem e Dimitrov, cito anche Geoffrey Blancaneaux, che tre anni fa era da noi e la scorsa settimana ha vinto il Roland Garros under 18. Ovviamente ci saranno tantissimi italiani, fra i quali speriamo di scovare qualche protagonista del futuro”.


TAG:

Lascia un commento