Roland Garros 2016 Copertina, Generica

David Ferrer contro gli organizzatori del Roland Garros: “Mi sembra incredibile che non ci siano due campi al coperto in un torneo dove è risaputo che piove sempre”

03/06/2016 08:00 41 commenti
David Ferrer classe 1982,  n.11 del mondo
David Ferrer classe 1982, n.11 del mondo

Eliminato dal Roland Garros per mano di Tomas Berdych, David Ferrer non ha risparmiato le critiche verso i responsabili dell’organizzazione del Roland Garros.

Al tennista spagnolo non è andato giù soprattutto l’aver dovuto giocare sotto la pioggia e, di conseguenza, fare i conti con campi in condizioni spesso discutibili.

“Mi sembra una presa in giro nei confronti della gente. Martedì, le condizioni non erano le più adatte per scendere in campo. Hanno avuto la fortuna che nessuno si sia infortunato”, ha detto il tennista nativo di Alicante.

“Non mi riesco a spiegare il fatto che in un torneo di queste dimensioni accadano cose del genere. E’ incredibile. Se fossi stato io a dover decidere, non avrei lasciato giocare in certe condizioni”, ha aggiunto poi Ferrer. “Mi sembra incredibile che non ci siano due campi al coperto in un torneo dove è risaputo che piove sempre. Questo è l’unico Slam a non essersi evoluto”, ha concluso.


Edoardo Gamacchio


TAG: , , ,

41 commenti. Lasciane uno!

Gualtiero (Guest) 03-06-2016 17:15

il discorso non e’ tanto se serva o meno la copertura, o quanti giorni piove al RG l’anno il punto e’ che non si possono mettere in campo i top players in uno slam con pioggia battente. Nessuno vuole giocare in quelle condizioni, punto

41
biglebowsky 03-06-2016 16:19

comunque, alla fine, il tennis è tra gli sport più “meritocratici”, i migliori vincono quasi sempre e con tutte le condizioni che, anzi, quando sono estreme, permettono ai migliori di primeggiare.

serena-mugu e diokovic-murray o wawrinka sono le finali più credibili consideramdo le assenze.

40
gbuttit 03-06-2016 15:30

Scritto da biglebowsky
c’è un equivoco di fondo: il motivo per cui vengono coperti i campi principali non ha nulla a che vedere con la regolarità dei tornei che, al contrario, vengono in questo modo a privilegiare pochi giocatori che possono avere una programmazione standard ai danni di altri che per ovvie ragione non la possono avere.
tra l’altro trasformano in tornei parzialmente indoor i tornei classicamente outdoor.
la ragione è che con i campi coperti le televisioni pagano di più la garanzia di poter trasmettere tutti i giorni.
per questo il roland garros sta accantonando ormai da anni una cifra importante (circa 40 milioni l’anno) per la realizzazione di un campo coperto e non è certo per volontà degli organizzatori se non lo hanno ancora potuto fare.
il fatto di dover giocare con le luci artificiali e quindi di notte a parigi con questi climi è invece assurdo e chi lo propone non sa di che cosa parla.

Infatti il problema fondamentale non é il tetto, perchè comunque giocare col tetto falserebbe le partite e sarebbe opportuno usarlo solo in caso di necessità e neanche le luci che comunque sarebbe opportuno avere per evitare sospensioni per oscurità, non certo per sessioni serali improponibili a parigi… il problema é che quando piove non si dovrebbe giocare e martedì non c’erano le condizioni per giocare e si é giocato solo per questioni economiche che con lo sport non c’entrano nulla (tv, non rimborsare i biglietti ecc…)
Fra l’altro (per quanto col senno di poi é facile…), mercoledì si é giocato normalmente, i due ottavi femminili completati martedì sotto la pioggia si potevano tranquillamente terminare mercoledì…

39
pinkfloyd 03-06-2016 15:27

@ biglebowsky (#1614367)

Ma i campi non vengono coperti sempre, invece -quando è necessario- fa comodo avere un campo o due coperti per concludere, almeno, qualche partita.
Poi non ho mai sentito nessun giocatore protestare per questa presunta “disparità”, invece, un giocatore umile e del popolo come Ferrer, ti dice di costruire i tetti e che questo “è l’unico Slam a non essersi evoluto”. Parole sue.
Poi le luci artificiali, anch’esse, servono per terminare alcune partite che, magari per una mezz’oretta, non si sono potute concludere a causa dell’oscurità. E capita.
Il “freddo”, se questo intendi alla fine, può esserci pure alle 9 e mezza di sera (orario massimo entro il quale si gioca oggi), pure a mezzogiorno può far “freddo” (e si vede dall’abbigliamento in questi giorni) certo in casi estremi non li fanno giocare, mi pare ovvio.

Tanto per dire qualcosa, alla fine.
Noi discutiamo ma non siamo noi che decidiamo, noi discutiamo ma non siamo noi che andiamo in campo o organizziamo niente, ci piace discutere, è solo pour parler, come direbbero gli amici francesi 🙂

38
Elio 03-06-2016 14:59

Scritto da alexalex
Mi sembra incredibile anche che non si possano finire le partite per oscurità!

🙄

37
biglebowsky 03-06-2016 14:46

c’è un equivoco di fondo: il motivo per cui vengono coperti i campi principali non ha nulla a che vedere con la regolarità dei tornei che, al contrario, vengono in questo modo a privilegiare pochi giocatori che possono avere una programmazione standard ai danni di altri che per ovvie ragione non la possono avere.
tra l’altro trasformano in tornei parzialmente indoor i tornei classicamente outdoor.
la ragione è che con i campi coperti le televisioni pagano di più la garanzia di poter trasmettere tutti i giorni.
per questo il roland garros sta accantonando ormai da anni una cifra importante (circa 40 milioni l’anno) per la realizzazione di un campo coperto e non è certo per volontà degli organizzatori se non lo hanno ancora potuto fare.
il fatto di dover giocare con le luci artificiali e quindi di notte a parigi con questi climi è invece assurdo e chi lo propone non sa di che cosa parla.

36
gbuttit 03-06-2016 14:07

Scritto da groucho1971
gli brucia troppo perdere con berdych….

Che c’entra il fatto di perdere con Berdych?
Fra l’altro, come ho già fatto notare, ha parlato di martedì, lui con Berdych ha giocato di mercoledì… quindi non si riferiva alla sua partita.
Mi rendo conto che con la classica mentalità italiana é difficile comprendere che uno può criticare qualcosa anche se non é direttamente coinvolto…

35
_Carlo (Guest) 03-06-2016 13:36

Bravo Ferru !! 😎

34
alexalex 03-06-2016 13:09

Mi sembra incredibile anche che non si possano finire le partite per oscurità!

33
Gianluca Pozzi (Guest) 03-06-2016 12:52

Fuori Argomento Tennistico

Il colonialismo culturale approva con fragorosi battimani l’assonanza lingua\dettaglio 😉

Buona Giornata

32
groucho1971 (Guest) 03-06-2016 12:51

gli brucia troppo perdere con berdych….

31
pinkfloyd 03-06-2016 12:32

@ Gianluca Pozzi (#1614253)

No io parlavo del tetto, del fatto che è ormai realtà ovunque e che può essere utile.
Per quanto riguarda la lingua, va bene è un dettaglio, mettiamola così, anche se in tutti i tornei viene usato anche l’inglese (che è la lingua internazionale).

30
MARAT SAFIN N.1 (Guest) 03-06-2016 12:21
29
Gianluca Pozzi (Guest) 03-06-2016 12:10

Per Pink Floyd

Chiedo venia se ho omesso più volte la postilla (necessaria) “a mio modo di vedere”.
Per quel che riguarda Australiani, inglesi, americani confermo che “a mio modo di vedere” 😀 hanno tutto il diritto (e ci mancherebbe altro) di esprimersi nella lingua a loro più congeniale….la propria per l’appunto.
Non vedo perché i francesi debbano parlare la lingua altrui.
Non capisco perché noi italiani utilizziamo ball boy anziché raccattapalle.

28
Fighter 90 03-06-2016 11:52

Condivido quello che dice Ferrer, sopratutto sul fatto che martedì non si doveva scendere in campo,e se lo dice un duro, un lottatore come Ferrer, vuol dire che non c’erano le condizioni per giocare. Peraltro come giustamente ricorda Gbuttit, lui non giocava e non avrebbe avuto alcuna necessità ad affermare tutto ciò.
Ma poi quello che trovo davvero intollerabile, è la sospensione per oscurità,con partite che vengono stravolte, falsandone i reali valori in campo: l’esempio lampante è la partita Radwanska vs Pironkova.

27
pablox 03-06-2016 11:46

Scritto da Luca Martin
La Federazione di Tennis Francese è composta da Buffoni.
Meglio sarebbe dare questo Slam ai Paesi Asiatici in pieno sviluppo e che organizzerebbero 100 volte meglio questo Slam che di fatto non appartiene più a questo gruppo gerontocratico di polverosi burocrati.

Per carità gli asiatici hanno fin troppo tornei, a nessuno il tennis interessa lì, poi perché là non piove? ci sono pure i monsoni, gli uragani etc…
Gli slam hanno una tradizione, e tra i vari slam sappiamo tutti che quelli a cui si potrebbe rinunciare è quello australiano, negli anni 70-80 non ci andava nessuno di forte, Borg non vi ha mai preso parte ad esempio. Ma i lROland NOn si tocca! 👿

26
pablox 03-06-2016 11:43

Non ci sono stati ribaltoni nel maschile, però nel femminile ci sono stati, ed anche se alcune uscite clamorose non sono imputabili alla pioggia (azarenka e Kerber, ad esempio) alcune, in particolare la Radwanska e parzialmente la Halep, lo sono state. Senza interruzione, (di 2gg!) difficilmente la Radwanslka, che stava dominando il match per 6-2,3-0, avrebbe incassato dieci game di fila da una avversaria decisamente a lei . Ed anche la Halep era in vantaggio 5-3, seppure il match fosse aperto è evidente che l’interruzione abbia cambiato gli equilibri. Un quarto di finale Halep- radwanska sarebbe stato più significativo.
Credo in ogni caso che Ferrer fosse preoccupato della possibilità di infortuni, più che di tutto il resto.

25
Luca Martin (Guest) 03-06-2016 11:30

La Federazione di Tennis Francese è composta da Buffoni.
Meglio sarebbe dare questo Slam ai Paesi Asiatici in pieno sviluppo e che organizzerebbero 100 volte meglio questo Slam che di fatto non appartiene più a questo gruppo gerontocratico di polverosi burocrati. 😈

24
pinkfloyd 03-06-2016 11:29

@ Gianluca Pozzi (#1614231)

E va beh, allora niente, chiuso.
Se il vangelo dice questo, niente da dire.
Quanto sono stupidi gli australiani e gli inglesi e gli americani.
Ma in che mondo vivono? Come si permettono di pensare? 👿 🙂

23
Gianluca Pozzi (Guest) 03-06-2016 11:18

Il torneo si gioca in Francia, si parla francese e ci non vedo nulla di strano anzi…..fanno bene a non omologarsi ed a mantenere la propria (perché organizzano loro) tradizione.
Il torneo si gioca all’aperto indi può piovere, nevicare, grandinare e si può assistere all’invasione di cavallette…..si gioca all’aperto per l’appunto.
Quello che trovo inconcepibile è che decidano di far giocare gli atleti con i campi in pessime condizioni mettendo a repentaglio la loro integrità fisica.
Il tetto non c’entra nulla, la modernità men che meno.

22
Ciao (Guest) 03-06-2016 11:15

Scritto da Alb4647
E’ vero. Ribaltoni ci sono stati, ma alla fine in semifinale ci sono i numeri 1 -2 -3 – 7 al mondo. Cioè, al momento, i più forti.

…soprattutto Waw…cosa dici :mrgreen:

21
pinkfloyd 03-06-2016 10:57

“Questo è l’unico Slam a non essere evoluto” ha ragione e niente da dire.
Perché va bene la tradizione e quel pizzico di sciovinismo che porta, tra le altre cose, ad usare la lingua francese – e solo quella – in campo (perché i francesi hanno inventato tutti gli sport, si sa, anzi hanno inventato tutto) però poi gli eventi non controllabili (come la pioggia e anche il buio) mentre altrove sono logicamente e intelligentemente rimediabili e rimediati, qui restano tabù.
Poi magari ci saranno problemi burocratici ecc però non si tratta di mettere un tetto al Colosseo, che è blasfemia, ma di attrezzare una struttura che ospita una evento così importante. Nel 2016.

Poi la condizione dei campi ecc mi sa che, in queste condizioni eccezionali, magari capita che non si giochi (o qualcuno giochi) su un tappeto perfetto, con temperature e clima ideali, è capitato tante volte allo stesso Ferrer, terraiolo doc, tra l’altro, abituato al pantano e al fango.
Dovessi dire una cosa estrema, direi aboliamo la terra rossa, allora, ma sarei troppo superficiale, invece dico che le polemiche non servono a niente, soprattutto quelle del giorno dopo, quando ormai tutto è compiuto.
L’organizzazione ha un po’ forzato, questo probabile, ma solo per situazione eccezionale e poi, comunque, non è successo niente di così clamoroso all fine, anzi, non è successo proprio niente, le partite sono state portate a termine regolarmente.

20
ale85 (Guest) 03-06-2016 10:34

Ecco, aspettavamo con ansia il suo commento rosicone. Peccato che queste acidità arrivano solo quando perdono… Che poi siete i più forti? Allora dimostratelo…

19
emilio (Guest) 03-06-2016 10:32

Scritto da PingPong
Pagala tu la copertura, caro Ferrer.

Ferrer,Radwanska e compania mettono un sacco di soldi nelle tasche degli organizzatori…

18
emilio (Guest) 03-06-2016 10:25

Scritto da Cataflic
Che pixpe…..dicevano che non piove così da 100 anni e stanno a rompere…è un evento eccezionale…è da sempre molto peggio Wimbledon in quanto a pioggia.
Facciamo così…togliamo dal montepremi 2017/18 dai quarti in poi i costi della copertura e vediamo quanto la ritengono necessaria.

tagliamo stipendi,tagliamo montepremi…ma tagliare i guadagni degli organizzatori no eh…

17
Alb4647 03-06-2016 10:24

E’ vero. Ribaltoni ci sono stati, ma alla fine in semifinale ci sono i numeri 1 -2 -3 – 7 al mondo. Cioè, al momento, i più forti.

16
lallo (Guest) 03-06-2016 10:22

Scritto da Il moralizzatore
Insomma pure Ferrer bruciato per aver criticato l’organizzazione del torneo
Non si salva quasi nessuno .
Siete spietati

son diventati davvero dei frignoni. E’ una deriva da bloccare, e in fretta, perchè porta inevitabilmente al: ma perchè 3 su 5 che è troppo faticoso? ma perchè all’aperto, se fa caldo, quando si può giocare con l’aria condizionata? ma perchè superfici diverse quando è più comodo giocare sempre sulla stessa?

15
Il moralizzatore (Guest) 03-06-2016 10:06

Insomma pure Ferrer bruciato per aver criticato l’organizzazione del torneo
Non si salva quasi nessuno .
Siete spietati :mrgreen:

14
silvano musso (Guest) 03-06-2016 09:56

@ Cataflic (#1614155)

Argomento inoppugnabile!!!

13
lallo (Guest) 03-06-2016 09:52

Oggi a Parigi servono le gondole e non i tetti… per la precisione.. 😈

12
lallo (Guest) 03-06-2016 09:51

Scritto da Emanuele
Ha ragione Panatta quando dice che questi tennisti sono “aristocratici”

Scritto da Cataflic
Che pixpe…..dicevano che non piove così da 100 anni e stanno a rompere…è un evento eccezionale…è da sempre molto peggio Wimbledon in quanto a pioggia.
Facciamo così…togliamo dal montepremi 2017/18 dai quarti in poi i costi della copertura e vediamo quanto la ritengono necessaria.

11
lallo (Guest) 03-06-2016 09:51

Scritto da radar
In condizioni normali ci sarebbero stati meno ribaltoni, ovviamente i big si lamentano e vorrebbero giocare quasi indoor.
Per chi è meno dotato, invece, la pioggia e l’umidità rappresentano un soccorso per ridurre il gap e provare a capovolgere i ruoli.
Meno match scontati, più adattamento richiesto: anche in queste condizioni dovrebbero vincere i più forti, altrimenti è segno che più forti in sono.

10
PingPong 03-06-2016 09:27

Pagala tu la copertura, caro Ferrer.

9
radar 03-06-2016 08:50

In condizioni normali ci sarebbero stati meno ribaltoni, ovviamente i big si lamentano e vorrebbero giocare quasi indoor.
Per chi è meno dotato, invece, la pioggia e l’umidità rappresentano un soccorso per ridurre il gap e provare a capovolgere i ruoli.

Meno match scontati, più adattamento richiesto: anche in queste condizioni dovrebbero vincere i più forti, altrimenti è segno che più forti in sono.

8
gbuttit 03-06-2016 08:38

Ferrer ha perfettamente ragione.
Voglio anche segnalare che si sia riferito soprattutto a martedì scorso, giorno in cui lui non ha giocato, quindi non é affatto un tentativo di giustificare la sconfitta, ma semplicemente la segnalazione di un fatto evidente a tutti, tranne a chi ha gli occhi foderati di prosciutto, e cioè che martedì non si poteve e non si doveva giocare, si é giocato solo per motivi economici, televisioni, non rimborsare i biglietti (guarda caso 2 ore e 1 minuto…) ed é stato totalmente falsato il torneo femminile…

7
pablox 03-06-2016 08:28

Ferrer ha detto una sciocchezza: quest’anno ci sono state precipitazioni fuori dall’ordinario, però ciò non toglie che un paio di campi al coperto sarebbero necessari

6
Emanuele 03-06-2016 08:18

Ha ragione Panatta quando dice che questi tennisti sono “aristocratici”

5
nico 03-06-2016 08:16

Intanto ci vai sempre

4
Elio 03-06-2016 08:13

David Ferrer sta esagerando ! A Parigi, per il RG non pioveva cosi tanto dal 2000 ! E vero che, a volte, in questo periodo piove, ma non cosi da dovere scombussolare il programma.

3
Cataflic (Guest) 03-06-2016 08:07

Che pixpe…..dicevano che non piove così da 100 anni e stanno a rompere…è un evento eccezionale…è da sempre molto peggio Wimbledon in quanto a pioggia.

Facciamo così…togliamo dal montepremi 2017/18 dai quarti in poi i costi della copertura e vediamo quanto la ritengono necessaria.

2
Andre77 (Guest) 03-06-2016 08:04

Se si mette a criticare pure lui qualcuno dovrebbe accorgersi del problema spero..

1