Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Il pazzo talento di Benoit Paire

21/05/2016 08:11 14 commenti
Benoit Paire classe 1989, n.21 ATP
Benoit Paire classe 1989, n.21 ATP

Esiste un’equazione semplice quanto immediata nel tennis: il talento non sempre basta a far innamorare le platee, spesso a vincere in questa speciale classifica dove si contano estimatori e simpatizzanti sono quei tennisti che escono fuori dal coro, coloro che fanno di ogni partita un’esibizione di colpi di pregevole fattura ma insensati a livello tattico, quelli che esaltano le folle con i loro siparietti, con le loro imprecazioni e con il loro comportamento al limite (attenzione però a non generalizzare con la schiera dei maleducati, categoria da me deprecata) e che ti fanno sospirare di fronte a una smorzata tanto folle quanto stupenda.

Esistono pertanto i vari Gulbis, Fognini, Paire e prima ancora Connors, McEnroe, Leconte, Noah, campioni che in molti casi non raggiungono traguardi indimenticabili ma conseguono la totalità delle simpatie dei tifosi. Ultimamente balzato agli onori della cronaca per il suo poco professionale benservito all’allenatore storico e di una vita dopo 7 anni di connubio lavorativo, il francese Benoit Paire incarna alla perfezione il ruolo del giocatore bello (da vedere) e maledetto, colui che può piacere o meno ma che sicuramente cattura l’attenzione e la curiosità degli spalti.
Classe 1989, con la racchetta in mano dall’età di 6 anni, il francesino dal talento cristallino e sotto gli occhi di tutti ha giocato un 2015 da assoluto protagonista, un anno da 64 vittorie (a fronte di 30 sconfitte), anno in cui è arrivato il suo primo successo nel circuito maggiore sulla terra svedese di Bastaad e che soprattutto gli ha permesso di centrare all’inizio di questo 2016 un best ranking di numero 18 al mondo. Non male per l’ennesimo prodotto di successo della Federazione francese, un organismo federale serio e dalla politica oculata che negli ultimi anni ha potuto ammirare una generazione di giocatori di successo come Tsonga, Simon, Monfils, Gasquet e appunto Benoit Paire.

La prima metà dell’anno non ha visto però Paire compiere quel decisivo passo in avanti per ambire magari alla top10, risultato auspicato e alla portata del giocatore, dato che il talento non gli difetta: è vero che sono arrivate tre semifinali nel circuito (Chennai, Marsiglia, Barcelona) ma anche inattese battute d’arresto contro Mannarino, Lajovic, Mathieu, Monaco, Dodig e soprattutto il teenager Noah Rubin al primo turno degli Australian Open. Un cambio d’allenatore che arriva adesso a ridosso dell’appuntamento principe del tennis francese, quel Roland Garros che potrebbe fare di Paire una stella o lasciarlo nel limbo dei giocatori spettacolari e amati ma che difficilmente portano a casa il bottino pieno.
Sicuramente un tennista come Paire fa bene al circuito, un circuito troppo spesso legato al formalismo delle dichiarazioni di facciata o troppo dipendente dal tennis dei Fab4: l’anno scorso Stan Wawrinka sorprese tutti e mise la freccia per alzare al cielo il trofeo parigino. Che sia adesso l’ora di un transalpino un po’ pazzo e dal braccio d’oro?


Alessandro Orecchio


TAG: , ,

14 commenti. Lasciane uno!

Luis (Guest) 22-05-2016 07:16

@ obiettivo (#1604924)

Concordo in pieno. Anche a me è successo di essere definito incompetente da aggressivi e maleducati che credono di essere i depositari di tutto lo scibile tennistico. Ormai ho deciso di soprassedere per cui ti consiglio di adottare il metodo più efficace: “non ti curar di lor ma guarda e passa”…

14
I LOVE BOBO (Guest) 21-05-2016 22:09

Il paragone con mostri sacri come Leconte Connors Noah mcenroe non ha senso xke erano di altri livelli…xo paure e’ davvero uno che ti tiene inchiodato alla tv,uno ke fa colpi e numeri eccezionali x poi magari stare 2-3 game a girare a vuoto a me ricorda piu petr Korda stesso talento che va e viene Nell ambito della stessa partita…xo va detto ke paure era arrivato top 30 e dopo un periodo buio dove non vinceva più una partita era uscito dai 100 con tanto lavoro ed umilta’ e’ ripartito dai challenger vincendone a ripetizione,ha ricostruito una classifica a lui piu consona x poi tornare a giocare nel circuito maggiore…un esempio x tante teste matte poco umili e troppo presuntuosi

13
obiettivo (Guest) 21-05-2016 21:43

Scritto da Elio
@ obiettivo (#1604604)
Anche se Fognini ha dei limiti, ha vinto cmq 3 tornei ATP (2 ATP250 e 1 ATP500)7 finale(di cui 2 ATP500), ha battuto più volte Nadal e anche vari top 20. Ma dire, che gioca bene 5/10 mn consecutivi, vuol dire malafede e/o pochissima conoscenza delle partite di Fabio. Anche se mi fa incavolare spesso, Fabio non è come dici tu. Devi cambiare il tuo nick URGENTEMENTE. Te l’ho già detto qualche tempo fa… Mi sa che il tennis, non fa per te…

Io rispetto le opinioni di tutti e avrei piacere che fosse fatto altrettanto con le mie. Parlare di possibile malafede, dire che devo addirittura cambiare il nick (e pure URGENTEMENTE), sostenere che probabilmente il tennis non fa per me, beh tutto ciò non mi pare che significhi rispettare le mie opinioni… Sono dispiaciuto e demoralizzato da una simile reazione: è possibile che non si riesca a esprimere un parere, magari controcorrente ma rispettando tutti, senza subire critiche di tale entità? MI PIACEREBBE ANCHE SAPERE COSA NE PENSA LA REDAZIONE AL RIGUARDO.

12
giuseppespartano (Guest) 21-05-2016 20:39

Scritto da Reax
@ Giuseppespartano (#1604533)
Altra cosa, hai Mai letto le dichiarazioni del Mac su Fabio?

basta con questo tifo senza se e senza ma. mamma mia. cosa c’entra? la battuta di pastrocchio mi è piaciuta. lo ribadisco il paragone tra fognini e mcEnroe, non esiste. ma non perché lo dico io o lo dici tu. ma perché lo dice la realtà.i risultati. poi , se tu, da tifoso vuoi distorcere la realtà è un problema tuo.

11
Pisco (Guest) 21-05-2016 13:21

Dimenticate dolgopolov e Dustin brown

10
lebien (Guest) 21-05-2016 12:38

a mio parere in questo momento è il giocatore dotato di maggior tocco e sensibilità, con queste doti non si diventa obbligatoriamente campioni o inseriti di diritto nei primi giocatori al mondo, ma per il pubblico sono indubbiamente qualcosa di godibile che permettono di uscire dalla monotonia di potenza, fisicità e giocatori robotizzati

9
Elio 21-05-2016 12:30

@ obiettivo (#1604604)

Anche se Fognini ha dei limiti, ha vinto cmq 3 tornei ATP (2 ATP250 e 1 ATP500)7 finale(di cui 2 ATP500), ha battuto più volte Nadal e anche vari top 20. Ma dire, che gioca bene 5/10 mn consecutivi, vuol dire malafede e/o pochissima conoscenza delle partite di Fabio. Anche se mi fa incavolare spesso, Fabio non è come dici tu. Devi cambiare il tuo nick URGENTEMENTE. Te l’ho già detto qualche tempo fa… Mi sa che il tennis, non fa per te… :idea: :mrgreen: :roll:

8
christian (Guest) 21-05-2016 12:20

@ pastrocchio (#1604511)

in effetti è sacrilegio!!!!! :shock:

7
Elio 21-05-2016 12:03

Se vince Paire, Fognini vincerà Wimbledon allora ! :grin:

6
obiettivo (Guest) 21-05-2016 11:57

Effettivamente il paragone fra Gulbis/Paire/Fognini e Connors/McEnroe/Leconte/Noah mi sembra un po’ azzardato, ma già quello fra Paire e Fognini a mio avviso regge fino a un certo punto. Su Paire talento che però sovente si “butta via” sono abbastanza sicuro. Sul fatto invece che Fognini sia poi tutto questo talento smisurato ho i miei dubbi. Certo, lui ci mette molto di suo nel rendere meno di quanto potrebbe, ma a mio avviso, nel suo caso, sovente si confonde il grande talento con la capacità di giocare 5-10 minuti consecutivi di grande tennis. Sono 2 cose diverse: la prima gli consentirebbe una presenza stabile nella top ten o a ridosso di essa; la seconda gli permette, di tanto in tanto, qualche exploit o di aggiudicarsi tornei di terza-quarta fascia, come la sua carriera dimostra.

5
Reax (Guest) 21-05-2016 11:30

@ Giuseppespartano (#1604533)

Altra cosa, hai Mai letto le dichiarazioni del Mac su Fabio?

4
Reax (Guest) 21-05-2016 11:29

@ Giuseppespartano (#1604533)

Sinceramente non vi va mai bene nulla…ringraziare lo Staff per il lavoro che fa e il Servizio piacevole che presta no vero?!?!

3
Giuseppespartano (Guest) 21-05-2016 09:40

Scritto da pastrocchio
Connors e McEnroe stanno per sporgere querela per essere paragonati a Paire e Fogna

Grande! hauhauhauha :-) allucinante comunque.

2
pastrocchio 21-05-2016 08:29

Connors e McEnroe stanno per sporgere querela per essere paragonati a Paire e Fogna

1

Lascia un commento