L’intervista doppia agli amici Vavassori e Di Nicola, oggi avversari in finale

18/04/2016 16:26 6 commenti
L'intervista doppia agli amici Vavassori e Di Nicola, oggi avversari in finale
L'intervista doppia agli amici Vavassori e Di Nicola, oggi avversari in finale

I ventenni Andrea Vavassori e Gianluca Di Nicola sono i due finalisti che oggi pomeriggio, alle ore 18, si contenderanno il titolo nel Torneo Open Bnl per le pre-qualificazioni al Foro Italico organizzato dal Circolo Tennis di Pescara. Per i due giovani tennisti azzurri l’accesso al torneo di pre-qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia, che si terrà a Roma dal 30 aprile al 5 maggio è ormai certo, infatti il torneo abruzzese prevedeva la qualificazione sia per il vincente che per il finalista.

Nella lunga attesa per questa finalissima, abbiamo contattato i due, cosa molto semplice visto che fanno coppia fissa, e si sono resi disponibili per una piacevolissima intervista doppia su pochi temi tennistici e molti argomenti extra-sportivi.

Parlami di te: dove vivi e ti alleni.

Andrea Vavassori: Ho 20 anni, il 5 maggio ne compirò 21. Vivo e mi alleno a Pinerolo da quattro anni insieme a mio padre. Ho una sorella e un fratello di 19 e 12 anni. Mi sono diplomato al liceo scientifico due anni fa e per un po’ di tempo ho deciso di provare a diventare un tennista professionista, sogno che ho fin da bambino.

Gianluca Di Nicola: Ho 20 anni e sono nato e vivo ad Avezzano ed è qui che mi alleno con mio padre. Ho una sorella di 23 anni. Ho finito gli studi lo scorso anno presso l’Istituto Tecnico Commerciale. É qui che sono cresciuto ed è qui che sto continuando il mio sogno di diventare un tennista professionista.




Elencami pregi e difetti dell’altro al di fuori del campo.

A: Il pregio più bello di Gianluca è che è un ragazzo su cui puoi contare sempre, ha dei bei valori, oltre ad una bellissima famiglia. I difetti sono che è completamente disorganizzato e a volte un po’ svogliato (risata).

G: I pregi di Andrea sono sicuramente molti, sicuramente è un ragazzo con cui è piacevole passare il tempo, è molto educato e generoso, quest’anno siamo stati molto a contatto e devo dire che sta nascendo davvero una grande amicizia.
Difetti non ce ne sono molti, è un pochino permaloso e ha un po’ di paranoie, ma è un ragazzo dai grandi valori quindi penso che si possa passare sopra.




Chi è il più “pazzo” nella vita di tutti i giorni?

A: Sicuramente lui; io sono un tipo un po’ più ordinario lui a volte “sbrocca” di testa (risata) .

G: Certamente io, lui è molto più schematico e preciso, io vado un po’ più alla giornata.




In questo momento sei impegnato sentimentalmente?

A: No non sono fidanzato, in questo momento mi è molto difficile intraprendere una relazione essendo sempre in giro.

G: Si sono fidanzato da quasi tre anni con Marialucia, una ragazza del mio stesso paese, mi dà tranquillità e questo non è poco per chi pratica il nostro sport.




Chi ha più successo con le donne?

A: Ultimamente girando spesso con lui devo dire che non se la cava affatto male, diciamo che ce la giochiamo, è un testa a testa, anche se ultimamente forse ha più successo lui.

G: Questo lo lascio dire a lui, comunque, a parte gli scherzi, penso che tutti e due ce la caviamo abbastanza bene.




Qual è il tuo soprannome e chi te lo ha affibbiato?

A: Il mio soprannome è Wave, ormai quasi tutti nell’ambito tennistico e non mi chiamano in questo modo. Sinceramente non so bene spiegarti l’origine, dove mi allenavo prima al Monviso ci divertivamo a chiamarci con soprannomi del genere e storpiando Vava sono arrivati a chiamarmi Wave. Forse devo attribuirlo a Davide Poggi, un ragazzo con cui mi allenavo. E da lì in poi ho sentito sempre meno spesso qualcuno chiamarmi Andrea.

G: Non ho un vero soprannome come lui, mi chiamano in diversi modi, come Gianlu, Dini o Denic. Il suo è un soprannome tattico.




Oltre al tennis cosa ti piace fare?

A: Mi piace uscire con gli amici e andare in discoteca, andare al cinema e suonare qualche volta la chitarra.

G: Oltre al tennis ho molti hobby, come passeggiare con Lucky, il mio Labrador, e passare del tempo con gli amici e Marialucia. Inoltre mi piace molto giocare a calcio, sono un tifoso milanista.




Ritornando al tennis, il tuo colpo migliore e quello migliore dell’altro.

A: Il mio è il diritto, anche se ultimamente, forse, il servizio è il colpo che mi rende di più, il suo è sicuramente il rovescio lungolinea.

G: Il mio colpo migliore è il dritto, il suo è senza dubbio il servizio.




Il tuo colpo peggiore e quello peggiore dell’altro.

A: E’ brutto dire il colpo peggiore ma quello che sento meno sicuro è il rovescio anche se ultimamente lo sento mi sento molto più a mio agio anche con questo fondamentale. Lui, a dir la verità, non ha un vero e proprio colpo peggiore, è solido in quasi tutti i fondamentali.

G: Il colpo dove mi sento indietro rispetto agli altri è sicuramente il servizio, devo lavorarci molto. Lui non ha un colpo particolarmente più debole dell’altro ma sicuramente il rovescio è il colpo con il quale fa meno male.




Qual è stata la tua miglior partita?

A: questa è una domanda difficile, quest’anno forse la partita contro Viktor Durasovic a Sondrio, ho servito benissimo con 17 aces e annullato pure due match point, vincendo 7-5 al terzo.

G: La partita che ricordo con maggior piacere è quella con Frederico Gil dello scorso anno, sia per il livello espresso in campo sia per il valore dell’avversario.




Chi è il tuo tennista preferito?

A: Il preferito sicuramente è Roger Federer, mi piace molto anche Feliciano Lopez.

G: Il mio tennista preferito è senza dubbio Marat Safin, impazzivo per lui.




Un pronostico per oggi?

A: Spero di vincere io stasera, ma la cosa più importante è che sarà sicuramente una bella finale, era quello che speravamo fin dall’inizio del torneo sia io che Gianluca.

G: Non faccio pronostici, sarà sicuramente una bella partita e che vinca il migliore.




Anche noi di livetennis ci auguriamo che sia una bel match e che vinca il più bravo, in attesa di vederli all’opera al Foro Italico dal 30 aprile.


Antonio Galizia


TAG: , , , ,

6 commenti

Kiko (Guest) 19-04-2016 00:26

Ha vinto Di Nicola 6/2 6/4

6
Andrea Ignazzi 18-04-2016 23:21

Bella e divertente. Bravo Anto. Il veggente ha ragione, dovresti fare una bella intervista a Pancaldi. Sono sicuro riuscirai a fare del tuo meglio per intervistarlo

5
veggente90 18-04-2016 21:18

Non capisco perché Pancaldi che ha vinto le pre quali a Bologna e fatto finale in doppio non venga considerato nemmeno per un’intervista

4
Polly (Guest) 18-04-2016 18:25

Vavassori è un giocatore molto futuribile. Ha davvero un bel servizio, a Sondrio c’ero e mi impressionò.. per me può fare molto bene

3
Kiko (Guest) 18-04-2016 17:18

Sembrano molto affiatati fuori dal campo… intervista divertente!!!

2
Elio 18-04-2016 16:59

Intervista carina. 1 solo precedente nel 2015. Vinse Andrea :

2015 R32 Italy F20 Futures clay Andrea Vavassori Gianluca Di Nicola 6-4 6-3

1

Lascia un commento