Caso Sharapova Copertina, Generica

Caso Sharapova: Maria Sharapova e come cercare di ridurre la squalifica

09/03/2016 18:06 9 commenti
Maria Sharapova classe 1987, n.7 del mondo
Maria Sharapova classe 1987, n.7 del mondo

Come riportato dal quotidiano AS, citando fonti dell’Agenzia spagnola per la tutela della salute nello sport (AEPSAD) se Maria Sharapova fornisse assistenza sostanziale nelle indagini dopo la sua positività agli Australian Open potrà vedere ridotta la sanzione.
Il massimo della sospensione è di 4 anni. Essendo il Meldonium una sostanza “non specifica” (dei farmaci che possono essere di uso comune).

Se Maria, che Lunedì ha ammesso di aver fallito un controllo antidoping all’Australian Open, non ha preso la sostanza con l’intento di migliorare le prestazioni sportive (questa è la versione di Maria che dovrà essere verificata), la sospensione potrebbe essere notevolmente ridotta.

Un altro modo per veder ridotta significativamente la sospensione e che l’autore del reato faccia una confessione immediata e fornisca un’assistenza sostanziale alle autorità antidoping.


TAG: , ,

9 commenti. Lasciane uno!

Phoedrus (Guest) 10-03-2016 15:01

Messaggio sbagliato.

La legge e’ uguale per tutti.

Le attenuanti non reggono.

9
Pablo (Guest) 10-03-2016 10:51

MAh leggo le stesse cose da giorni..è evidente che MAsha ha barato e, forse ha barato per anni. dal mio canto ritengo che questi tipi di doping non cambino poi molto il risultato sportivo di uno sport come il tennis femminile per n ragioni che non sto a specificare perché sono abbastanza evidenti a chiunque conosca il tennis. la Wada stessa afferma che è il farmaco è stato vietato perché “gli atleti lo assumono per migliorae le prestazioni” ovvero non perché le migliori realmente con prove inoppugnabili. Ma in certe cose basta l’intenzione..
Credo che alla fine le verrà dato il minimo della pena e che tutta la vicenda, dalla conferenza stampa in poi, sia un teatrino che serve a parlare a nuora perché suocera intenda, insomma ad avvertire le altre 8ed altri) che da ora in poi non si sgarra. Se è così ne vedremo delle belle…

8
Mario (Guest) 10-03-2016 01:23

Comunque, se le danno anche soltanto 5 mesi di squalifica, con decorrenza dal 12 Marzo, i Giochi di Rio non li potrà fare.

7
ale85 (Guest) 09-03-2016 22:03

Ragazzi però cerchiamo di non condannare subito… su internet si rincorrono varie notizie, una delle ultime dice che in realtà la Sharapova prima degli AO avesse presentato tutta la documentazione relativa ai farmaci che prendeva tra cui questo Meldonium, se così fosse i quesiti sono tre:
1) è scema davvero, perché se davvero avesse saputo dell’illegalità di questo farmaco se presenta la documentazione molto furba non deve essere.
2) l’ha fatto davvero senza sapere ,inizialmente, dopo l’ha saputo ma ormai era troppo tardi e ha lasciato andare sperando che non le facessero il controllo antidoping
3) Ma non è venuto in mente a nessuno … della federazione di chiamarla personalmente dopo la ricezione della documentazione e dirle: “….Maria hai inserito nella tua documentazione una sostanza illegale”, inutile dire che l’hanno avvisata con le email, se sai che una tua atleta prende un farmaco divenuto illegale o la avvisi personalmente o ti accerti che il messaggio le sia davvero arrivato, con tanto di risposta… perché se davvero le cose sono andate in questo modo, scusate, ma qualche porcata onestamente c’è stata!!!

6
scrotal (Guest) 09-03-2016 20:57

Scritto da Il Ghiro
Mi rattrista questo accanimento, mi convinco sempre di più che c’era un sacco di persone che non vedeva l’ora di saltare addosso alla Sharapova.

si come per Armstrong. povere stelline che l’antidoping ha fatto loro la bua :evil:

5
Il Ghiro (Guest) 09-03-2016 20:36

Mi rattrista questo accanimento, mi convinco sempre di più che c’era un sacco di persone che non vedeva l’ora di saltare addosso alla Sharapova.

4
SaCi (Guest) 09-03-2016 20:27

Mi dispiace solamente per il messaggio sbagliato che viene passato ai giovani che fanno sport e di come possono interpretare tutto questo peccato perché il tennis è stato macchiato

3
marcopiper 09-03-2016 18:51

Ho sentito oggi uno dei massimi responsabili della WADA intervistato su SKY, ha detto che al momento la Sharapova è indifendibile, non poteva non sapere e quel tipo di farmaco non si vende negli stati uniti dove lei risiede e per curarsi si prende solo per un mese di fila e non per dieci anni. Ovvio che quelle di masha sono solo scuse e se dovesse prendere meno di 4 anni la Wada farebbe ricorso. A meno che non ci siano delle attenuanti che al momento non si palesano.

2
Mauro64 (Guest) 09-03-2016 18:29

Che schifo, dopo tutta la confessione e la dichiarazione che ha fatto, pretende anche uno sconto di pena, e se viene approvata vergognosi anche le autorità antidoping.

1

Lascia un commento