Caso Sharapova Copertina, Generica

Caso Sharapova: La Wada “Il meldonium è stato aggiunto tra i farmaci dopanti perchè esistono prove decisive che gli atleti lo assumono con l’intenzione di migliorare le proprie performance fisiche”

08/03/2016 13:50 95 commenti
Arriva anche il comunicato della Wada che parla del caso di positività di Maria Sharapova.
Arriva anche il comunicato della Wada che parla del caso di positività di Maria Sharapova.

Arriva anche il comunicato della Wada che parla del caso di positività di Maria Sharapova.

“La WADA ovviamente era a conoscenza del caso aperto e molto pubblicizzato riguardo la tennista Maria Sharapova. Visto che è un processo normale e per proteggere l’integrità del caso, la WADA non farà ulteriori commenti fino alla decisione finale che prenderà l’ITF.
Alla fine del caso la WADA rivedrà le ragioni della decisione e deciderà se sarà il caso di appellarsi in modo indipendente alla Corte Arbitraria dello Sport”.

L’agenzia poi afferma che il meldonium è vietato solo da quest’anno ma che prima era già nella lista dei farmaci sospetti.
Il meldonium è stato aggiunto dal 1 gennaio 2016 tra i farmaci dopanti perchè esistono prove decisive che gli atleti lo assumono con l’intenzione di migliorare le proprie prestazioni fisiche.


TAG:

95 commenti. Lasciane uno!

salvo (Guest) 09-03-2016 18:00

quindi insomma e’ una dopata..formalmantre non lo era fino a gennaio ma semplicemente perche probabilmente l agenzia non ne aveva studiato bene gli affetti ”positivi” ;anxi ieri e’ stato detto non riconosciuto come doping in russia ma nel resto dei paesi si quindi sapevano?cmq scagonarla e’ come dire che uno non e’ un assassino perche non e’ riconosciuto dalla legge che spareare ad un cristaino sia uccidere ed omicidio.poi avr avuto anche il diabete ma se tutti atleti russi prendevano il farmaco ..

95
Crapa (Guest) 09-03-2016 13:57

@ _Carlo (#1544570)

Guarda che già da alcuni decenni è così…apri gli occhi che è ora
Il problema non è capire chi e come si dopa, ma sapere se c’è ancora qualcuno completamente pulito.

94
_Carlo (Guest) 09-03-2016 00:39

Scritto da LuchinoVisconti
Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

Le barrette energetiche e i gatorade non mi sembra siano prodotte in unico stato del mondo, e che siano non approvate dalla food and drug administration !! :cool:

93
_Carlo (Guest) 09-03-2016 00:35

Scritto da Crapa
Trovo che nello sport non ci sia niente di più ipocrita e insulso che la cosiddetta “lotta al doping”.
Da quanto esistono gli sport professionistici tutti i praticanti, che siano professionisti o aspiranti tali, fanno uso di sostanze che permettono un miglioramento delle prestazioni.
Personalmente non ho mai creduto alla favoletta del “cattivo” che si dopa per barare e del “buono” che gareggia onestamente. Tutti, chi più chi meno, prendono qualcosa, e quindi alla fine i valori tornano in equilibrio.
Sarebbe finalmente il caso di consentire liberamente a tutti di assumere le sostanze che gli pare, tanto lo sanno benissimo a quali rischi per la salute vanno incontro.
La cosa buona sarebbe che almeno finirebbero questa ipocrisia e, sopratutto, questo infinito spreco di soldi pubblici per una insensata “lotta al doping”.

Si, così praticamente quelli che non si dopano non avrebbero più alcuna possibilità di essere competitivi a nessun livello !! Ma che ideona geniale proprio… :lol:

92
_Carlo (Guest) 09-03-2016 00:24

Scritto da bao.bab

Scritto da superboni
@ Gaz (#1544193)
Siamo sempre lì se domani il governo legifera che chi raccoglie castagne e’ un delinquente,allora chi le ha raccolte nel 1980 e un delinquente ma non. Funziona cosi

Non funziona così. Ribadisco l’azione di un farmaco prescinde dal sistema normativo che ne regolamenta l’uso ed i rischi. La biochimica di questo farmaco e la stessa prima e dopo il 1 gennaio. Non è che la terra fosse al centro del creato fino a Copernico poiché questo dicevano la religione e le leggi…

Hai fatto un bell’esempio, non ci crederai ma molte persone ragionano proprio così: dei miei colleghi fisici all’università una volta parlando di teorie e realtà hanno beatamente sostenuto che non esiste una realtà oggettiva, esistono solo le teorie fisiche costruite dall’uomo, e in questo senso fino a Copernico si può dire che realmente la terra era al centro e il sole le girava attorno… Questi sono gli scienziati del domani amico mio !! Siamo proprio ben combinati…

91
radar 08-03-2016 23:51

Se migliori con la chimica è doping.
La chimica ti avvantaggia sugli altri.
Non è farina del tuo sacco.
Hai continuato a prendere un farmaco, con la scusa della salute, che ti migliora le prestazioni: è disonesto.
Che poi la sostanza non sia vietata non ti lava la faccia.
E i trofei vinti restano, ma sono trofei falsi.

90
Mats 08-03-2016 22:44

Scritto da Carlo

Scritto da Giorgio il mitico
…mi pare che tutti i top 100 siano sottoposti a controlli a sorpresa in cui si prelevano campioni di sangue, non sono un medico, però immagino che dalle analisi del sangue emergano i componenti chimici delle medicine che si assumono, in 10 anni chissà quante analisi del sangue avranno fatto alla Sharapova per cui i controllori non potevano non sapere che certe sostanze erano nel sangue dell’atleta.
Dichiarando che prendeva questi farmaci da 10 anni la Sharapova ha messo nei guai grossi i……controllori, di cui in prima battuta emerge che giungono a conclusioni su di un farmaco noto con anni ed anni di RITARDO, i primi ad essere SQUALIFICATI SONO I CONTROLLORI.
Poi dicendo che usa questo medicinale da 10 anni fa emergere un altro problema : sicuramente non era un segreto di stato e chissà quanti altri atleti lo usavano solo che sono stati più attenti ed HANNO SMESSO DI PRENDERE IL MILDRONAT prima del 31/Dicembre/2015 e quindi SONO PERFETTAMENTE IN REGOLA , ………a questo punto dico : VIVA L’IPOCRISIA ED PERBENISMO DI FACCIATA !!!!!!
Ora DEVE saltare fuori l’elenco degli atleti che HANNO SMESSO ENTRO IL 31/Dicembre/2015, altrimenti la Sharapova diventa la foglia di fico che copre pure le vergogne di tutti gli altri.
Adesso proseguiamo nel ragionamento e siamo conseguenti : il MILDRONAT nasce in Lettonia e si diffonde specie nell’ Est Europa, benissimo è vero, MA QUALI SONO I FARMACI EQUIVALENTI DEL MILDRONAT IN OCCIDENTE ?????? Ce ne sono ? Sono basati su sostanze diverse che hanno EFFETTI SIMILI al MILDRONAT ? Se la il medicinale non era in vendita negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale (800 milioni di abitanti in totale) in quante altre nazioni al mondo era in vendita ?
Il MILDRONAT in commercio da 10 anni DA QUANTI ANNI era stato inserito dalla WADA nella lista delle medicine sospette ??????????
Io sono anche uno scommettitore e per me è FONDAMENTALE che gli atleti gareggino senza aiuti occulti per cui la WADA O ALTRI CONTROLLORI devono GARANTIRE la “VERGINITA’ CHIMICA” degli atleti che gareggiano altrimenti sono questi Enti ad essere i PRIMI AD ESSERE SANZIONATI.

Giustissimo, concordo in pieno.
Vogliamo sapere i nomi di tutti quelli che hanno smesso di prendere il farmaco, o equivalenti europei ed americani, dopo il primo gennaio.
Non si può, per privacy e perchè non hanno fatto niente di male?
Poverini, loro sono a posto ed i pochi (lasciatemelo dire) babbei o ingenui che non hanno smesso sono nella cacca.
C’è molta ipocrisia in tutto ciò.

Quoto e quoto

89
tommaso (Guest) 08-03-2016 22:05

Scritto da Tweeners
@ tommaso (#1544351)
Doparsi=migliorare le prestazioni fisiche assumendo una sostanza.
Non importa che sia legale o no.
La stai comunque usando per avere un vantaggio rispetto agli altri.
E ciò è disonesto e fortemente antisportivo…non ti pare?

Se parliamo di piano morale, sì.
Se parliamo di piano giuridico e sportivo (e per togliere dei titoli assegnati serve un giudice), no. Se io partecipo ad una gara di pesca d’altura e mi faccio di EPO, e l’EPO non è vietato in quella competizione, non sono considerabile “dopato” e quindi non potranno togliermi l’eventuale premio. È chiaro questo discorso, o no?

88
Tweeners 08-03-2016 20:32

@ tommaso (#1544351)

Doparsi=migliorare le prestazioni fisiche assumendo una sostanza.
Non importa che sia legale o no.
La stai comunque usando per avere un vantaggio rispetto agli altri.
E ciò è disonesto e fortemente antisportivo…non ti pare? :roll:

87
Carlo (Guest) 08-03-2016 20:30

Scritto da Giorgio il mitico
…mi pare che tutti i top 100 siano sottoposti a controlli a sorpresa in cui si prelevano campioni di sangue, non sono un medico, però immagino che dalle analisi del sangue emergano i componenti chimici delle medicine che si assumono, in 10 anni chissà quante analisi del sangue avranno fatto alla Sharapova per cui i controllori non potevano non sapere che certe sostanze erano nel sangue dell’atleta.
Dichiarando che prendeva questi farmaci da 10 anni la Sharapova ha messo nei guai grossi i……controllori, di cui in prima battuta emerge che giungono a conclusioni su di un farmaco noto con anni ed anni di RITARDO, i primi ad essere SQUALIFICATI SONO I CONTROLLORI.
Poi dicendo che usa questo medicinale da 10 anni fa emergere un altro problema : sicuramente non era un segreto di stato e chissà quanti altri atleti lo usavano solo che sono stati più attenti ed HANNO SMESSO DI PRENDERE IL MILDRONAT prima del 31/Dicembre/2015 e quindi SONO PERFETTAMENTE IN REGOLA , ………a questo punto dico : VIVA L’IPOCRISIA ED PERBENISMO DI FACCIATA !!!!!!
Ora DEVE saltare fuori l’elenco degli atleti che HANNO SMESSO ENTRO IL 31/Dicembre/2015, altrimenti la Sharapova diventa la foglia di fico che copre pure le vergogne di tutti gli altri.
Adesso proseguiamo nel ragionamento e siamo conseguenti : il MILDRONAT nasce in Lettonia e si diffonde specie nell’ Est Europa, benissimo è vero, MA QUALI SONO I FARMACI EQUIVALENTI DEL MILDRONAT IN OCCIDENTE ?????? Ce ne sono ? Sono basati su sostanze diverse che hanno EFFETTI SIMILI al MILDRONAT ? Se la il medicinale non era in vendita negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale (800 milioni di abitanti in totale) in quante altre nazioni al mondo era in vendita ?
Il MILDRONAT in commercio da 10 anni DA QUANTI ANNI era stato inserito dalla WADA nella lista delle medicine sospette ??????????
Io sono anche uno scommettitore e per me è FONDAMENTALE che gli atleti gareggino senza aiuti occulti per cui la WADA O ALTRI CONTROLLORI devono GARANTIRE la “VERGINITA’ CHIMICA” degli atleti che gareggiano altrimenti sono questi Enti ad essere i PRIMI AD ESSERE SANZIONATI.

Giustissimo, concordo in pieno.
Vogliamo sapere i nomi di tutti quelli che hanno smesso di prendere il farmaco, o equivalenti europei ed americani, dopo il primo gennaio.

Non si può, per privacy e perchè non hanno fatto niente di male?

Poverini, loro sono a posto ed i pochi (lasciatemelo dire) babbei o ingenui che non hanno smesso sono nella cacca.

C’è molta ipocrisia in tutto ciò.

86
francescob (Guest) 08-03-2016 19:57

@ Giorgio il mitico (#1544333)

Uno splendido delirio…. basato sul classico vizio italico di voler dire la propria senza avere la minima competenza medica, chimica ecc ecc. Prima che tu mi risponda male, ti preciso che in questi campi ho una competenza professionale. Per cui: che una persona sana che vive in usa assuma un farmaco del genere procurandoselo in russia e sia in buona fede, non esiste proprio.

85
Ben-Hur (Guest) 08-03-2016 19:51

Faccio solo notare che le camere e tende ipobariche sono vietate in alcuni paesi (come l’Italia) e sono permesse in altri e vengono usate da alcuni atleti che si dichiarano pubblicamente paladini dell’antidoping.
E la Wada tollera bellamente questa situazione.
La Wada non è la verità rivelata.

84
bao.bab (Guest) 08-03-2016 19:13

@ Giorgio il mitico (#1544333)

e’ palese che tu non abbia dimestichezza con la chimica… la pretesa che in un laboratorio si possano ricercare indistintamente tutte le sostanze chimiche possibili e’ perlomeno un po’ semplicistica.

83
tommaso (Guest) 08-03-2016 18:47

Scritto da superboni
@ Gaz (#1544193)
Siamo sempre lì se domani il governo legifera che chi raccoglie castagne e’ un delinquente,allora chi le ha raccolte nel 1980 e un delinquente ma non. Funziona cosi

Non lo capisce, non c’è niente da fare…

82
tommaso (Guest) 08-03-2016 18:46

Scritto da Gaz

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

NO! Sostento che da quest’anno la sostanza è ILLEGALE, non che da quest’anno “altera la prestazione fisica,prima non lo faceva”. Dico che prima non era illegale, quindi non è concepibile dire che la Sharapova si dopa da 10 anni come è stato detto. È italiano, è facile, lo si impara all’asilo.

Invece e’ proprio cosi’,si dopa da 10 anni,da quest’anno non e’ piu’ possibile farlo con questo farmaco senza incorrere in sanzioni.

In base a cosa di “dopa” se il farmaco che usa per “doparsi” non viene considerato “doping” che da due mesi? Si “dopa” da due mesi, non da 10 anni. Evidentemente per te è troppo difficile da capire, non perdo più tempo.

81
Giorgio il mitico (Guest) 08-03-2016 18:45

x Pinkfloyd

mal di testa ? Prenditi un Optalidon. Dimenticavo lo hanno messo fuorilegge un po’ di anni fa :mrgreen:

80
pinkfloyd 08-03-2016 18:42

@ Giorgio il mitico (#1544333)

???

Che mal di testa…

79
superboni 08-03-2016 18:37

Comunque speriamo che la coca cola o la nutella non vengano riconosciute dopanti altrimenti e’ la fine

78
Giorgio il mitico (Guest) 08-03-2016 18:32

…mi pare che tutti i top 100 siano sottoposti a controlli a sorpresa in cui si prelevano campioni di sangue, non sono un medico, però immagino che dalle analisi del sangue emergano i componenti chimici delle medicine che si assumono, in 10 anni chissà quante analisi del sangue avranno fatto alla Sharapova per cui i controllori non potevano non sapere che certe sostanze erano nel sangue dell’atleta.

Dichiarando che prendeva questi farmaci da 10 anni la Sharapova ha messo nei guai grossi i……controllori, di cui in prima battuta emerge che giungono a conclusioni su di un farmaco noto con anni ed anni di RITARDO, i primi ad essere SQUALIFICATI SONO I CONTROLLORI.

Poi dicendo che usa questo medicinale da 10 anni fa emergere un altro problema : sicuramente non era un segreto di stato e chissà quanti altri atleti lo usavano solo che sono stati più attenti ed HANNO SMESSO DI PRENDERE IL MILDRONAT prima del 31/Dicembre/2015 e quindi SONO PERFETTAMENTE IN REGOLA , ………a questo punto dico : VIVA L’IPOCRISIA ED PERBENISMO DI FACCIATA !!!!!!

Ora DEVE saltare fuori l’elenco degli atleti che HANNO SMESSO ENTRO IL 31/Dicembre/2015, altrimenti la Sharapova diventa la foglia di fico che copre pure le vergogne di tutti gli altri.

Adesso proseguiamo nel ragionamento e siamo conseguenti : il MILDRONAT nasce in Lettonia e si diffonde specie nell’ Est Europa, benissimo è vero, MA QUALI SONO I FARMACI EQUIVALENTI DEL MILDRONAT IN OCCIDENTE ?????? Ce ne sono ? Sono basati su sostanze diverse che hanno EFFETTI SIMILI al MILDRONAT ? Se la il medicinale non era in vendita negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale (800 milioni di abitanti in totale) in quante altre nazioni al mondo era in vendita ?

Il MILDRONAT in commercio da 10 anni DA QUANTI ANNI era stato inserito dalla WADA nella lista delle medicine sospette ??????????

Io sono anche uno scommettitore e per me è FONDAMENTALE che gli atleti gareggino senza aiuti occulti per cui la WADA O ALTRI CONTROLLORI devono GARANTIRE la “VERGINITA’ CHIMICA” degli atleti che gareggiano altrimenti sono questi Enti ad essere i PRIMI AD ESSERE SANZIONATI.

77
bao.bab (Guest) 08-03-2016 18:29

Scritto da superboni
@ Gaz (#1544193)
Siamo sempre lì se domani il governo legifera che chi raccoglie castagne e’ un delinquente,allora chi le ha raccolte nel 1980 e un delinquente ma non. Funziona cosi

Non funziona così. Ribadisco l’azione di un farmaco prescinde dal sistema normativo che ne regolamenta l’uso ed i rischi. La biochimica di questo farmaco e la stessa prima e dopo il 1 gennaio. Non è che la terra fosse al centro del creato fino a Copernico poiché questo dicevano la religione e le leggi…

76
superboni 08-03-2016 18:13

@ Gaz (#1544193)

Siamo sempre lì se domani il governo legifera che chi raccoglie castagne e’ un delinquente,allora chi le ha raccolte nel 1980 e un delinquente ma non. Funziona cosi

75
Gaz (Guest) 08-03-2016 18:09

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

NO! Sostento che da quest’anno la sostanza è ILLEGALE, non che da quest’anno “altera la prestazione fisica,prima non lo faceva”. Dico che prima non era illegale, quindi non è concepibile dire che la Sharapova si dopa da 10 anni come è stato detto. È italiano, è facile, lo si impara all’asilo.

Invece e’ proprio cosi’,si dopa da 10 anni,da quest’anno non e’ piu’ possibile farlo con questo farmaco senza incorrere in sanzioni.

74
Zxtu (Guest) 08-03-2016 17:58

Scritto da Juan Martin

Scritto da Zxtu
“esistono prove decisive che gli atleti lo assumono con l’intenzione di migliorare le proprie performance fisiche”
E ancora qualcuno parla di diabete?

anche tu sei un dottore e anche tu hai la cartella clinica della sharapova vero? pensa un pò, sta roba la prende da 10 anni e la wada s’è svegliata solo da 3 mesi, ma se dava tutte queste migliorie nella performance perchè c’han messo 10 anni anni per bandirlo?

Guarda… la stessa casa produttrice del farmaco ha dichiarato che è necessario assumerlo per massimo un mese. Oltre a dimenticarsi di leggere la lettera, di comunicare che lo prendeva agli organi di competenza (si, devono dichiarare anche i farmaci “leciti”) si è dimenticata anche di fermarsi con la somministrazione?

73
tommaso (Guest) 08-03-2016 17:49

Scritto da Gaz

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

NO! Sostento che da quest’anno la sostanza è ILLEGALE, non che da quest’anno “altera la prestazione fisica,prima non lo faceva”. Dico che prima non era illegale, quindi non è concepibile dire che la Sharapova si dopa da 10 anni come è stato detto. È italiano, è facile, lo si impara all’asilo.

72
kenny 08-03-2016 17:40

Scritto da bao.bab

Scritto da kenny

Scritto da bao.bab

Scritto da Fabio
Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

come ho scritto in un’altra discussione il lo sport professionale e’ un mondo strano in cui i diabetici che si curano con farmaci impropri vincono gli slam ed i ciclisti asmatici scalano le montagne piu’ velocemente di quelli strafatti di EPO e GH…

me lo ricordo Armstrong, 20 chili più di Pantani ma gli stava attaccando come un’ombra in salita anche durante gli scatti che lasciavano sul posto qualsiasi ciclista (anche un certo Indurain), e poi nessuno che si stupiva di ben 7 Tour vinti. Io non mi capacitavo di come potesse essere pulito, la fortuna di essere atleta americano e con tanti grossi sponsor alle spalle.

…e Froome, che soffre d’asma, ha scalato il mont venteux piu’ velocemente di Armstrong…

Froome ce l’aveva scritto in fronte

71
superboni 08-03-2016 17:37

@ alex63 (#1544045)
Ma assolutamente no,primo perché non puoi punire una che non ha commesso
Alcun illecito all epoca,secondo volendo aggiustare la cosa nm secondo legge ma come piacerebbe a noi,prima si dovrebbe sapere con certezza che sostanze ha assunto la Errani

70
Fede-rer (Guest) 08-03-2016 17:05

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

69
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 17:05

Scritto da Madoka
Io vado più in là con il discorso.
Che peso dare alle vittorie della Sharapova ? Lei stessa, commettendo un autogol enorme, ha affermato che ha assunto questo farmaco per 10 anni. La casa produttrice del farmaco subito precisato che per combattere il diabete non c’è bisogno di assumerlo per 10 anni, ma poche settimane, un mese.
La WADA con questo articolo ha poi subito messo i puntini sulle i, se ce ne fosse stato ancora bisogno.
La sharapova è punibile fino a dicembre 2015 ? No. La sharapova ha giocato ad armi pari con le sue colleghe fino a dicembre 2015 ? No. E’ un farmaco che altera le prestazioni, porta più ossigeno alle cellule, fluidifica il sangue, accorcia i tempi di recupero, fa sentire meno la fatica…ha sostanzialmente gli stessi effetti dell’EPO. Ed in più è un coprente dell’EPO.
Per questo dico…che peso dare alle vittorie della Sharapova ?

lo stesso peso che dai a quelli che prendevano la caffeina fino al 2004.

sveglia, sto farmaco poi era legale per lei come per tutti, che c’aveva l’esclusiva?

68
bao.bab (Guest) 08-03-2016 17:04

Scritto da kenny

Scritto da bao.bab

Scritto da Fabio
Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

come ho scritto in un’altra discussione il lo sport professionale e’ un mondo strano in cui i diabetici che si curano con farmaci impropri vincono gli slam ed i ciclisti asmatici scalano le montagne piu’ velocemente di quelli strafatti di EPO e GH…

me lo ricordo Armstrong, 20 chili più di Pantani ma gli stava attaccando come un’ombra in salita anche durante gli scatti che lasciavano sul posto qualsiasi ciclista (anche un certo Indurain), e poi nessuno che si stupiva di ben 7 Tour vinti. Io non mi capacitavo di come potesse essere pulito, la fortuna di essere atleta americano e con tanti grossi sponsor alle spalle.

…e Froome, che soffre d’asma, ha scalato il mont venteux piu’ velocemente di Armstrong…

67
superboni 08-03-2016 17:01

@ Ktulu (#1543990)
Te lo dice la wada che parla di atleti al plurale,esattamente quello che dicevo io nell’articolo precedente,poi tanti si indignano perché il nome e’ sharapova e non vinci Errani Giorgi e cosi via

66
kenny 08-03-2016 17:00

Scritto da bao.bab

Scritto da Fabio
Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

come ho scritto in un’altra discussione il lo sport professionale e’ un mondo strano in cui i diabetici che si curano con farmaci impropri vincono gli slam ed i ciclisti asmatici scalano le montagne piu’ velocemente di quelli strafatti di EPO e GH…

me lo ricordo Armstrong, 20 chili più di Pantani ma gli stava attaccando come un’ombra in salita anche durante gli scatti che lasciavano sul posto qualsiasi ciclista (anche un certo Indurain), e poi nessuno che si stupiva di ben 7 Tour vinti. Io non mi capacitavo di come potesse essere pulito, la fortuna di essere atleta americano e con tanti grossi sponsor alle spalle.

65
diegus 08-03-2016 16:59

Scritto da Gaz

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

Il fatto che si stia dopando da 10 anni (in buona o in cattiva fede è da verificare) mi sembra ovvio. Non penso che un giorno una sostanza ti da vantaggi e il giorno prima no. Anche il fatto che il Mildronate sia stato per il 17% trovato negli atleti russi, e solo il 2% negli atleti di altre nazionalità è un fatto piuttosto strano.
Stiamo a vedere, anche se dubito che sapremo tutta la verità noi…

64
Madoka (Guest) 08-03-2016 16:53

Io vado più in là con il discorso.

Che peso dare alle vittorie della Sharapova ? Lei stessa, commettendo un autogol enorme, ha affermato che ha assunto questo farmaco per 10 anni. La casa produttrice del farmaco subito precisato che per combattere il diabete non c’è bisogno di assumerlo per 10 anni, ma poche settimane, un mese.

La WADA con questo articolo ha poi subito messo i puntini sulle i, se ce ne fosse stato ancora bisogno.

La sharapova è punibile fino a dicembre 2015 ? No. La sharapova ha giocato ad armi pari con le sue colleghe fino a dicembre 2015 ? No. E’ un farmaco che altera le prestazioni, porta più ossigeno alle cellule, fluidifica il sangue, accorcia i tempi di recupero, fa sentire meno la fatica…ha sostanzialmente gli stessi effetti dell’EPO. Ed in più è un coprente dell’EPO.

Per questo dico…che peso dare alle vittorie della Sharapova ?

63
Enrico D’Agostino (Guest) 08-03-2016 16:52

Scritto da Gaz

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

Scusa Gaz, ma allora qualunque sostanza che aumenta le prestazioni fisiche dovrebbe essere vietata, seguendo il tuo ragionamento. Le barrette energetiche, gli integratori e persino gli antidolorifici sono sostanze che ”aumentano le prestazioni fisiche”. Quindi che facciamo? Siamo tutti dopati? Squalifichiamo tutti? Se per esempio domani si scopre che gli integratori alterano le prestazioni fisiche, qualifichiamo tutto il circuito?

62
bao.bab (Guest) 08-03-2016 16:42

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

togli il probabilmente: l’azione farmacologica di un metabolita prescinde dalla girusprudenza. Se un metabolita altera le prestazioni sportive lo fa in base a parametri biochimici e non in accordo a criteri normativi.

61
Tweeners 08-03-2016 16:41

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Io ho capito dove vuoi arrivare….
Essendo tu un seguace di Sergio Giorgi immagino che sei d’accordo anche sulla sua dichiarazione oscena “facciamoli dopare tutti”.
Che la Sharapova lo usi da 10 anni o da due mesi poco importa:lo ha usato per vincere..
Mi dispiace caro Tommaso ma uno sport dove vince chi ha i migliori medici e chi ricorre a certi espedienti per aumentare le capacità fisiche ha me FA SCHIFO.
Il Tennis non è l’ atletica e oltre a correre ed a tirare forte bisogna aver qualcosa che nessun doping ti può dare: l’estro e la classe nell’inventare colpi spettacolari.

60
bao.bab (Guest) 08-03-2016 16:38

Scritto da diegus
@ Radames (#1544147)
Utilissime le tue informazioni tra ieri e oggi!
Complimenti

mi associo!

59
Gaz (Guest) 08-03-2016 16:37

Scritto da diegus

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

Lui sostiene da ieri che prima non era dopata,cioe’da quest’anno la sostanza altera la prestazione fisica,prima non lo faceva.
La Terra e’ sempre stata sferica,solamente che e’ stato appurato solo dopo con la ricerca, la colpa e’ della lentezza dell’antidoping nell’approvarla come sostanza illecita.

58
diegus 08-03-2016 16:26

@ Radames (#1544147)

Utilissime le tue informazioni tra ieri e oggi!
Complimenti :smile:

57
diegus 08-03-2016 16:25

Scritto da tommaso

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

Ha ragione Tommaso, penso. A livello giuridico prima non era doping, anche se , probabilmente, in realtà lo era.
Il problema, appunto, è che l’antidoping è arrivato tardi

56
LuchinoVisconti (Guest) 08-03-2016 16:21

Scritto da magilla

Scritto da LuchinoVisconti
Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

QUINDI?

PER CUI?

55
Radames 08-03-2016 16:20

ultim’ora su Sovetsky sport: anche il pallavolista della nazionale Markin scoperto positivo al Mildronat. Settimo caso in due mesi nello sport russo. In pratica, dato che un quinto degli atleti russi lo prendeva, chi non ha letto in tempo la lettera della RUSADA si è fatto beccare.

54
bao.bab (Guest) 08-03-2016 16:17

Scritto da Radames
da Sovetsky Sport: “la RUSADA (agenzia antidoping russa) aveva avvisato gli atleti affiliati alle varie federazioni che il Mildronat stava divenendo sostanza dopante con una lettera inviata il 30 Settembre 2015. La WADA aveva avvisato RUSADA nei giorni immediatamente precedenti. RUSADA aveva inviato la lettera proprio con l’intento di far cessare le somministrazioni di Meldonium molto prima del termine fissato al 1 Gennaio”

Giuro che se mi trovi una referenza anche della Komsomolskaja Pravda mi metto a piangere!

53
Radames 08-03-2016 16:09

da Sovetsky Sport: “la RUSADA (agenzia antidoping russa) aveva avvisato gli atleti affiliati alle varie federazioni che il Mildronat stava divenendo sostanza dopante con una lettera inviata il 30 Settembre 2015. La WADA aveva avvisato RUSADA nei giorni immediatamente precedenti. RUSADA aveva inviato la lettera proprio con l’intento di far cessare le somministrazioni di Meldonium molto prima del termine fissato al 1 Gennaio”

52
mirko.dllm (Guest) 08-03-2016 16:08

Curioso comunque,che appena viene scoperta una campionessa fare uso di sostanze dopanti,si scatena subito un processo mediatico tra innocentisti,che non sono pochi,perchè lo sono in primis i tanti tifosi della campionessa in questione,e poi ci sono i giustizialisti,mentre,se viene scoperta positiva al doping un’atleta semisconosciuta,e magari nemmeno poi così bella,la maggior parte dei commenti invoca per lei la radiazione,e che magari sono gli stessi che per la propria beniamina invoca invece clemenza.Curioso,o piuttosto ipocrita come cosa?

51
tommaso (Guest) 08-03-2016 16:08

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

E invece a livello giuridico “prima non era doping”, né tantomeno punibile. Mi spiace per chi la pensa diversamente, ma è così.

50
bao.bab (Guest) 08-03-2016 16:07

Scritto da Juan Martin

Scritto da bao.bab

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisichi.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping,non centra proprio niente,spero ti sia chiaro.

Concordo si e’ dopata ma non e’ sazionabile

di solito uno si dopa quando assume un prodotto dopante, almeno io così sapevo

Poiche’ il doping consiste nell’uso di una sostanza o di una pratica medica a scopo non terapeutico, ma finalizzato al miglioramento dell’efficienza psico-fisica durante una prestazione sportiva, sia agonistica sia non agonistica, da parte di un atleta, ne consegue che l’utilizzo di tale sostanza o pratica medica abbia alterato le prestazioni anche prima che diventasse illegale. Se recentemente e’ stato accertato che la nimesulide provoca danni ai reni maggiori di quanto si reputasse all’immissione sul mercato del farmaco tale effetto e’ stato tale anche su coloro che hanno assunto il farmaco prima che se ne restringesse la distribuzione… o sbaglio?

49
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 16:07

Scritto da magilla

Scritto da LuchinoVisconti
Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

QUINDI?

quindi si becca la squalifica perchè è risultata positiva 2 mesi e finisce lì senza sparare totali amenità sul resto della carriera

48
tommaso (Guest) 08-03-2016 16:06

Scritto da Vince

Scritto da tommaso

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

Evidentemente no, e quindi chiunque ne faceva uso lo faceva all’interno delle regole. Ma questo sembra che siano in pochi a capirlo. Per molti questi atleti “si dopano” da anni. Mentre la realtà è che “si dopano” da 2 mesi e 8 giorni.

prima del 1 gennaio 2016, usavano un farmaco “sospetto” e sotto attenzione proprio perchè sospetto…e i medici di questi atleti lo sapevano benissimo

Finché non diventa illecito può essere “sospetto” quanto si vuole, ma se la WADA non lo vieta, è lecito come il Gatorade o l’aspirina.

47
tommaso (Guest) 08-03-2016 16:05

Scritto da magilla

Scritto da LuchinoVisconti
Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

QUINDI?

Quindi è ridicolo chi parla di radiazione o di restituire i titoli, dal momento che la Sharapova si è “dopata” solo nel corso degli Australian Open 2106.

46
magilla 08-03-2016 16:01

Scritto da LuchinoVisconti
Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

QUINDI?

45
Luca da Sondrio (Guest) 08-03-2016 15:53

Dimitrov, ora, è terrorizzato: al prossimo controllo antidoping troveranno nel suo corpo significative tracce di Meldonium.

44
Radames 08-03-2016 15:50

Scritto da Sander

Scritto da isyde

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

risposta
prima la sostanza era sconosciuta
scoperta la sua esistenza, è stata studiata e bandita

Te la bevi cosi’ senza approfondimento? Questo e’ quello che ci vogliono far credere, ufficialmente la Sharapova e’ dopata dal 1/1/2016 ma ufficiosamente quello e’ stato per lei un farmaco dopante legalizzato per 10 anni…in sostanza tutta una carriera…tu sai quanto si investe sulla ricerca al doping? Sai quando hanno iniziato la ricerca su questo farmaco?
Se si mi fa piacere di avere informazioni piu’ dettagliate.

il farmaco è stato scoperto e sintetizzato in URSS negli anni ottanta, e reca beneficio ai soggetti colpiti da attacchi ischemici perché fluidifica il sangue e migliora l’apporto di ossigeno alle cellule. Non è accertato un beneficio nei casi di diabete. Il mio amico medico russo mi dice che lo acquistano al 90% atleti, anche dilettanti, perché costa pochissimo e porta miglioramenti alle prestazioni, specie nel recupero dopo carichi di allenamento importanti. Viene considerato un coprente dell’EPO, perché fluidifica il sangue, che così scende in breve tempo dalla concentrazione massima consentita (50%) dovuta all’uso di EPO. Dagli anni ’90 è prodotto in Lettonia, e da lì esportato nel mondo, anche se per la massima parte è acquistato nei paesi limitrofi. Mi dicono anche che di questi prodotti ce ne siano diversi in circolazione: fluidificatori, diluenti, diuretici… perfettamente legali e tollerati dalla WADA

43
lallo (Guest) 08-03-2016 15:43

Scritto da andreandre
Spalluto ha riportato un numero interessante:su 4300 circa sportivi russi, più di 700 assumevano il Meldonium. Ora non venitemi a dire che ci sono tutti questi sportivi con problemi di diabete in Russia

E non solo in Russia…

42
Isyde (Guest) 08-03-2016 15:43

Scritto da Sander

Scritto da isyde

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

risposta
prima la sostanza era sconosciuta
scoperta la sua esistenza, è stata studiata e bandita

Te la bevi cosi’ senza approfondimento? Questo e’ quello che ci vogliono far credere, ufficialmente la Sharapova e’ dopata dal 1/1/2016 ma ufficiosamente quello e’ stato per lei un farmaco dopante legalizzato per 10 anni…in sostanza tutta una carriera…tu sai quanto si investe sulla ricerca al doping? Sai quando hanno iniziato la ricerca su questo farmaco?
Se si mi fa piacere di avere informazioni piu’ dettagliate.

Guarda che la penso esattamente come te

41
LuchinoVisconti (Guest) 08-03-2016 15:34

Altra considerazione: non tutte (anzi!) le sostanze che si assumono per migliorare le proprie prestazioni fisiche sono considerate “dopanti” e se una cosa non è vietata vuol dire che è lecita.
Ovviamente ci deve essere una soglia che indichi se una sostanza altera “in modo significativo” la prestazione, altrimenti potrebbero essere considerate dopanti anche le barrette energetiche o un Gatorade.
Se un giorno dovessero vietarle, dovremmo essere considerati tutti dei dopati?
La sostanza assunta dalla Sharapova da oltre 10 anni (e quindi conosciuta da almeno 10 anni, altrimenti che ci sta a fare l’antidoping?) non era fra le sostanze proibite, e quindi non era ritenuta fino a due mesi fa una sostanza che alterasse in modo SIGNIFICATIVO le prestazioni.
Hanno cambiato idea? Benissimo, ma comunque si tratta di due mesi fa.

40
cercasifuturiroger (Guest) 08-03-2016 15:31

E’ palese il tentativo di alterare le prestazioni sportive. Staff medico e tecnico sono i principali responsabili, ma Maria è parzialmente collusa. Non mi sorprenderebbe che l’assunzione continuativa di questo prodotto potesse risultare a conoscenza di ambienti quali sponsor, media e personalità del modo tennistico. Del resto juve docet. Era più scandaloso il caso epo anche perchè un conto è aiutare Vialli e Del Piero (cosa comunque sbagliata) altra è rendere ottimi giocatori Torricelli e Porrini..potenza del doping…..con l’epo sarebbero diventate forti anche Arruabarrena e Larsson.

39
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 15:29

Scritto da bao.bab

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisichi.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping,non centra proprio niente,spero ti sia chiaro.

Concordo si e’ dopata ma non e’ sazionabile

di solito uno si dopa quando assume un prodotto dopante, almeno io così sapevo

38
balibago (Guest) 08-03-2016 15:29

tragica pagliacciata in barba agli amanti del tennis comunque vada resta una grande amarezza

37
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 15:26

Scritto da Zxtu
“esistono prove decisive che gli atleti lo assumono con l’intenzione di migliorare le proprie performance fisiche”
E ancora qualcuno parla di diabete?

anche tu sei un dottore e anche tu hai la cartella clinica della sharapova vero? pensa un pò, sta roba la prende da 10 anni e la wada s’è svegliata solo da 3 mesi, ma se dava tutte queste migliorie nella performance perchè c’han messo 10 anni anni per bandirlo? :lol:

36
Sander (Guest) 08-03-2016 15:24

Scritto da isyde

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

risposta
prima la sostanza era sconosciuta
scoperta la sua esistenza, è stata studiata e bandita

Te la bevi cosi’ senza approfondimento? Questo e’ quello che ci vogliono far credere, ufficialmente la Sharapova e’ dopata dal 1/1/2016 ma ufficiosamente quello e’ stato per lei un farmaco dopante legalizzato per 10 anni…in sostanza tutta una carriera…tu sai quanto si investe sulla ricerca al doping? Sai quando hanno iniziato la ricerca su questo farmaco?
Se si mi fa piacere di avere informazioni piu’ dettagliate.

35
Crapa (Guest) 08-03-2016 15:21

Trovo che nello sport non ci sia niente di più ipocrita e insulso che la cosiddetta “lotta al doping”.
Da quanto esistono gli sport professionistici tutti i praticanti, che siano professionisti o aspiranti tali, fanno uso di sostanze che permettono un miglioramento delle prestazioni.
Personalmente non ho mai creduto alla favoletta del “cattivo” che si dopa per barare e del “buono” che gareggia onestamente. Tutti, chi più chi meno, prendono qualcosa, e quindi alla fine i valori tornano in equilibrio.
Sarebbe finalmente il caso di consentire liberamente a tutti di assumere le sostanze che gli pare, tanto lo sanno benissimo a quali rischi per la salute vanno incontro.
La cosa buona sarebbe che almeno finirebbero questa ipocrisia e, sopratutto, questo infinito spreco di soldi pubblici per una insensata “lotta al doping”.

34
Sander (Guest) 08-03-2016 15:18

Scritto da tommaso

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

Evidentemente no, e quindi chiunque ne faceva uso lo faceva all’interno delle regole. Ma questo sembra che siano in pochi a capirlo. Per molti questi atleti “si dopano” da anni. Mentre la realtà è che “si dopano” da 2 mesi e 8 giorni.

sarebbe interessante sapere i risultati di queste ricerche che hanno portato a queste scoperte, la data dell’inizio delle ricerche e quanto si investe per la ricerca al doping.
Se la Sharapova ne faceva uso gia’ da 10 anni probabilmente nell’ambiente si sapeva che era un medicinale che alterava le prestazioni sportive oppure in alternativa sono tutti diabetici come l’esempio riportato da Giorgio Spalluto per la Russia…

33
il bosforo 08-03-2016 15:18

per me lo prendeva per aumentare i decibel delle urla :lol:

32
Vince 08-03-2016 15:17

Scritto da tommaso

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

Evidentemente no, e quindi chiunque ne faceva uso lo faceva all’interno delle regole. Ma questo sembra che siano in pochi a capirlo. Per molti questi atleti “si dopano” da anni. Mentre la realtà è che “si dopano” da 2 mesi e 8 giorni.

prima del 1 gennaio 2016, usavano un farmaco “sospetto” e sotto attenzione proprio perchè sospetto…e i medici di questi atleti lo sapevano benissimo

31
Luciano.N94 08-03-2016 15:13

Nel 2014 era quella che vinceva più partite in rimonta,come fa un atleta a farlo settimana dopo settimana?Per me lo usava molto come dopante quell’anno.

30
Zxtu (Guest) 08-03-2016 15:12

“esistono prove decisive che gli atleti lo assumono con l’intenzione di migliorare le proprie performance fisiche”
E ancora qualcuno parla di diabete?

29
Carlo (Guest) 08-03-2016 15:11

Dove si trova l’elenco di tutti i tennisti o altri atleti che hanno usato il meldonium fino al 2015, quando era legale?

E che magari hanno smesso appena inserito nell’elenco?

28
Andry84 (Guest) 08-03-2016 15:05

Ragazzi ci sono già un sacco di positività a questa sostanza in questi 2 mesi(biathlon, short track, atletica, pattinaggio artistico, speed skating), non c’ è da approfondire nulla, questo medicinale veniva assunto dagli atleti perchè migliora e ha migliorato le prestazioni sportive di chi ne ha fatto uso, è stato fino al 2015 un farmaco dopante legalizzato.
A me fa riddere che ci siano sportivi che corrono per 3 ore di fila, nuotano per 5 ore saltano e lanciano e almeno un terzo abbiano malattie così gravi, oltre ad essere quasi tutti asmatici.Detto questo fino al 31 dicembre era lecito quindi non si discute neanche dei titoli vinti in precedenza.

27
bao.bab (Guest) 08-03-2016 15:04

Scritto da Gaz
@ tommaso (#1544035)
Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisichi.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping,non centra proprio niente,spero ti sia chiaro.

Concordo si e’ dopata ma non e’ sazionabile

26
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 15:02

Scritto da alex63
Ha ragione Capriati
Ha detto che é 10 anni che ne fá uso pertanto a Parigi al R.Garros baró contro la Errani
Alla Errani dovrebbero
Dare il titolo d ufficio

:lol: :lol: :lol: fate tenerezza

25
Gaz (Guest) 08-03-2016 15:01

@ tommaso (#1544035)

Doparsi significa fare uso di una sostanza a scopo non terapeutico ma per un miglioramento dell’efficienza fisica durante prestazioni sportive,non e’ stata un’infrazione a livello legale fino a quando non e’ stata riconosciuta come sostanza proibita,quindi i trofei vinti sono intoccabili come e’ giusto che sia ma questo e’ un altro discorso,se per 10 anni ha fatto uso di una sostanza del quale in queste ore si stanno elencando i benefici sulle prestazioni vuole dire che ne ha tratto vantaggio anche sui risultati rispetto a colleghe che magari non avevano nessun tipo di aiuti psico-fisici.
Il succo e’ che se l’antidoping arriva come sempre dopo per svariate e complesse ragioni scientifiche e mediche questo non vuol dire che prima non era doping e solo che non era punibile,spero ti sia chiaro.

24
alex63 (Guest) 08-03-2016 14:52

Ha ragione Capriati
Ha detto che é 10 anni che ne fá uso pertanto a Parigi al R.Garros baró contro la Errani
Alla Errani dovrebbero
Dare il titolo d ufficio

23
Juan Martin (Guest) 08-03-2016 14:46

e dove sarebbe la notizia? :lol: la wada non ha detto niente che già non sapessimo, prima del 2016 era permessa, punto, fine della storia.

22
isyde (Guest) 08-03-2016 14:46

Scritto da Timea
In conclusione con la storiella dei 10 anni si è data la zappa sui piedi da sola

perché la Wada ha le prove che lei lo assumesse anche prima ( ma non può contestarglielo in quanto non ancora bandito) ed eventualmente non poteva negare di non averlo fatto.
possiamo dedurre che venisse tenuta sotto controllo ben prima della messa al bando della sostanza. ( in quanto già presente e in maniera costante negli anni o mesi precedenti)
è una brutta storia questa

21
tommaso (Guest) 08-03-2016 14:46

Scritto da Timea
In conclusione con la storiella dei 10 anni si è data la zappa sui piedi da sola

Ma per quale motivo si sarebbe data la zappa sui piedi? FINO AL 1 GENNAIO 2016 NON ERA UN FARMACO PROIBITO. Ma ci vuole così tanto a capirlo? Quindi se anche l’avesse preso per 10, 20 o 28 anni, che problema c’è se non era proibito? Il problema si pone dal primo gennaio 2016.

Veramente, cosa c’è di difficile da capire?

20
Matteo (Guest) 08-03-2016 14:45

@ Timea (#1544030)

bisognerà approfondire i motivi per cui la prendeva. Penso le faranno delle analisi mediche per vedere se l’uso di questo farmaco é giustificabile…

19
tommaso (Guest) 08-03-2016 14:43

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

Evidentemente no, e quindi chiunque ne faceva uso lo faceva all’interno delle regole. Ma questo sembra che siano in pochi a capirlo. Per molti questi atleti “si dopano” da anni. Mentre la realtà è che “si dopano” da 2 mesi e 8 giorni.

18
Matteo (Guest) 08-03-2016 14:43

Bene noto (come al solito) che avete emesso la sentenza di condanna, quindi verrà arsa sul rogo oppure prima di sparare —- assolutiste o colpevoliste aspettiamo il processo,l’udienza ché sarà il 23 marzo? Inoltre noto con piacere che siete a conoscenza delle cartelle cliniche della sharapova…qui proprio tutti scienziati,giudici,ricetori per l’antidoping…

17
Timea 08-03-2016 14:37

In conclusione con la storiella dei 10 anni si è data la zappa sui piedi da sola

16
Violet (Guest) 08-03-2016 14:35

Non so…ma allora perché il farmaco non é stato ritenuto illegale prima?/@ Ktulu (#1543986)

Beh ma se era legale,almeno per le agenzie antidoping. Il problema é della Wada che già da tempo aveva ritenuto questo farmaco pericoloso e lo ha bandito solo all’inizio di questo hanno. Tutto quello che Maria ha fatto fino al 31/12/2015 é perfettamente legale,non vedo come le possano venir tolti i titoli. Voglio dire le sanzioni non possono essere retroattive. Il VERO problema é quello che é successo dopo ovvero:é possibile che il suo staff sia stato così negligente??? Comunque verrà sanzionata come Giusto che sia…lei si é presa ogni responsabilità.

15
bao.bab (Guest) 08-03-2016 14:33

Scritto da Fabio
Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

come ho scritto in un’altra discussione il lo sport professionale e’ un mondo strano in cui i diabetici che si curano con farmaci impropri vincono gli slam ed i ciclisti asmatici scalano le montagne piu’ velocemente di quelli strafatti di EPO e GH…

14
isyde (Guest) 08-03-2016 14:31

Scritto da andreandre
Spalluto ha riportato un numero interessante:su 4300 circa sportivi russi, più di 700 assumevano il Meldonium. Ora non venitemi a dire che ci sono tutti questi sportivi con problemi di diabete in Russia

ma per alcuni basta un bel faccio per fugare ogni dubbio
in queste ultime settimane, non so quanti atleti russi sono stati beccati e per questo condannati dall’opinione pubblica.
ovviamente illustri sconosciuti alla massa, quindi imbroglioni. :wink:

13
Zxtu (Guest) 08-03-2016 14:31

Scritto da andreandre
Spalluto ha riportato un numero interessante:su 4300 circa sportivi russi, più di 700 assumevano il Meldonium. Ora non venitemi a dire che ci sono tutti questi sportivi con problemi di diabete in Russia

Incredibile… che patetica sceneggiata che ha montato. Scoperta in meno di 24 ore

12
kicks (Guest) 08-03-2016 14:29

@ andreandre (#1544016)

inoltre è un farmaco per il cuore non per il diabete.

11
isyde (Guest) 08-03-2016 14:27

Scritto da Sander
Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

risposta
prima la sostanza era sconosciuta
scoperta la sua esistenza, è stata studiata e bandita

10
isyde (Guest) 08-03-2016 14:25

tanto per fugare ogni dubbio
“la Wada non è fessa e mette le cose in chiaro”

9
andreandre 08-03-2016 14:23

Spalluto ha riportato un numero interessante:su 4300 circa sportivi russi, più di 700 assumevano il Meldonium. Ora non venitemi a dire che ci sono tutti questi sportivi con problemi di diabete in Russia

8
andreandre 08-03-2016 14:19

Scritto da Fabio
Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

Io amo Zeman

7
Sander (Guest) 08-03-2016 14:18

Per la lotta al doping la domanda e’ Nella lista antidoping sono inserite tutte le sostanze veramente dopanti e coprenti? Perche’il meldonium e’ stato vietato solo dal 2016? Prima non si sapeva che aveva proprieta’ dopanti e coprenti?

6
Ktulu 08-03-2016 14:11

Comunque sarebbe interessante sapere se, prima di quest’anno, altri tennisti/tenniste ne facevano uso…

5
Zxtu (Guest) 08-03-2016 14:10

Piano piano i nodi vengono al pettine e la conferenza di ieri assume sempre di più le vesti di una tragica commedia

4
Ktulu 08-03-2016 14:07

E la Sharapova ha il coraggio di raccontare che lo prendeva da 10 anni per il diabete??
Senza vergogna…

3
Fabio (Guest) 08-03-2016 14:03

Gli atleti sani non hanno bisogno di farmaci. Zeman pensiero…

2
gulp (Guest) 08-03-2016 13:56

Noi della Wada siamo furbi e sapevamo tutto senno’ perche’ avremmo dichiarato tale farmaco illecito solo dal gennaio 2016??

1

Lascia un commento