Amara sconfitta per Lucone ATP, Copertina

Luca Vanni spreca un match point e viene eliminato da Alexander Zverev nell’Atp di Montpellier

01/02/2016 19:16 26 commenti
Luca Vanni, classe 1985, Nr. 103 Atp
Luca Vanni, classe 1985, Nr. 103 Atp

Beffarda sconfitta per Luca Vanni nel primo turno del torneo ATP 250 di Montpellier (€463.520, hard indoor).

Il tennista toscano è stato superato dal tedesco Alexander Zverev, 18 anni e n.85 ATP, con il punteggio di 7-6(3) 4-6 5-7 in due ore e 26 minuti di gioco.

Sconfitta difficile da digerire per Lucone. Il tennista toscano, infatti, ha giocato alla pari con il più quotato avversario, vincendo giustamente il primo parziale, subendo il veemente ritorno di Zverev nel secondo e lasciandosi sfuggire il match di mano nel terzo. L’avversario, infatti, è qualitativamente bravo ma molto incostante, lasciando ampio spazio a possibilità di vittoria. Amaro in bocca soprattuto per l’immediato controbreak subito nel terzo set (serviva forse più coraggio in quel frangente), per uno sfortunatissimo nastro sul match point e per una vittoria che, ai punti, Luca avrebbe meritato.

Primo set: l’inizio è molto equilibrato.
I turni di servizio la fanno da padrone con i due avversari che si equivalgono: prime potenti e precise, spesso in spinta con il diritto e ricerca del vincente da fondo.
Dopo 16 minuti si giunge così sul 3-3 dopo l’ennesima prima vincente di Lucone.
L’opportunità più grande accade all’azzurro nel nono game; Vanni infatti risale da 40-0 e, grazie a ottime risposte alle prime di servizio avversarie e a un paio di diritti in corridoio di Zverev, si issa sino alla palla break. Qui è bravo e coraggioso il teutonico a servire una seconda molto rischiosa, inducendo in errore Luca, salvando il gioco e portandosi così avanti 5-4.
Non c’è più da rilevare alcun sussulto e si giunge al tiebreak per decidere il vincitore del primo parziale.
Il tiebreak dell’italiano è perfetto per intensità e scelte tattiche; il toscano è ficcante al servizio, ottimo in risposta e abile negli scambi da fondo, scambi dove il tedesco va spesso in confusione regalando gratuiti. L’ennesimo rovescio in rete di Zverev (con annesso lancio della racchetta a terra) consegna il set a Vanni dopo 48 minuti di gioco. 7-3.

Secondo set: il parziale sembra ricalcare il precedente, con i due avversari abili al servizio e che concedono poco nei propri turni di battuta.
La svolta arriva nel quinto game, game in cui Lucone perde la prima di servizio e il giovane tedesco sale di livello, mostrando un paio di colpi veramente straordinari come l’accelerazione di diritto lungolinea che sancisce il break a zero. 3-2 Zverev in 17 minuti di gioco.
Vanni è bravo a non demordere e prova in tutti i modi a ribaltare il parziale; l’occasione capita nell’ottavo gioco con la palla break del 4-4. Anche in questo frangente è bravo il giovane tedesco ad annullarla con il solito binomio servizio più diritto a chiudere.
Non vi saranno altre chance per Luca; un magnifico rovescio in diagonale regala infatti al teutonico il secondo parziale. 6-4 dopo 37 minuti di gioco.

Terzo set: l’incontro prosegue sulla falsariga dei set precedenti.
Il tedesco sembra aver qualcosa in più rispetto all’italiano ma difetta di costanza ed è spesso nervoso. E’ così che nel quarto gioco Lucone si procura quattro palle break, senza però avere un esito migliore delle precedenti. Due servizi vincenti di Zverev e due vincenti del tedesco fissano il punteggio sul 2-2.
Tra il sesto e il settimo gioco succede di tutto.L’azzurro meriterebbe il vantaggio e puntualmente la gratifica arriva; ennesima palla break nel sesto gioco, con il tedesco che si spinge a rete pronto ad annullare anche questa. Lucone è invece abile a non dargli scampo, brekkando finalmente e portandosi così avanti 4-2 dopo 30 minuti di tennis.
Nel gioco successivo arriva la beffa: Zverev risale da 30-15 e, usufruendo di un rovescio in rete di Luca, controbrekka subito.
Beffa che non termina qui. Dapprima il toscano è sfortunato nel decimo game; si riassesta, è aggressivo in risposta e si erge sino al match point, sprecato con un attacco di diritto sporcato in corridoio dal nastro. Si salva ancora Zverev, impattando quindi sul 5-5.
Il gioco successivo invece il teutonico passa. Lucone non trova più la prima di servizio, annulla splendidamente due break point ma nulla può sul terzo, convertito dal tedesco che si porta quindi a servire per il match.
Non ci saranno più chance di rientro. Zverev chiude grazie a uno splendido rovescio lungolinea dopo un’ora di parziale.

La partita punto per punto

ATP Montpellier
Luca Vanni
7
4
5
Alexander Zverev
6
6
7
Vincitore: A. ZVEREV

L. Vanni ITA - A. Zverev DEU
02:23:54

12 Aces 9
2 Double Faults 3
54% 1st Serve % 67%
48/54 (89%) 1st Serve Points Won 56/79 (71%)
20/46 (43%) 2nd Serve Points Won 22/39 (56%)
2/5 (40%) Break Points Saved 7/8 (88%)
17 Service Games Played 17
23/79 (29%) 1st Return Points Won 6/54 (11%)
17/39 (44%) 2nd Return Points Won 26/46 (57%)
1/8 (13%) Break Points Won 3/5 (60%)
17 Return Games Played 17
68/100 (68%) Total Service Points Won 78/118 (66%)
40/118 (34%) Total Return Points Won 32/100 (32%)
108/218 (50%) Total Points Won 110/218 (50%)

103 Ranking 85
30 Age 18
Castel del Piano, Italy Birthplace Hamburg, Germany
Foiano della Chiana, Italy Residence Monte-Carlo, Monaco
6’6″ (198 cm) Height 6’6″ (198 cm)
207 lbs (94 kg) Weight 189 lbs (85 kg)
Right-Handed Plays Right-Handed
N/A Turned Pro 2013
1/1 Year to Date Win/Loss 0/1
0 Year to Date Titles 0
0 Career Titles 0
$397,622 Career Prize Money $587,707


Davide Sala


TAG: , , ,

26 commenti. Lasciane uno!

fabio (Guest) 02-02-2016 20:34

Scritto da jade
@ andy (#1519692)
Ragazzino 85 al mondo!!!!!!!
Noi abbiamo il ragazzino Quinzi tanto idolatrato 380

esatto

26
Salvo (Guest) 02-02-2016 15:47

Scritto da goran2001
Gli capita molto spesso di perdere partite praticamente già vinte; qualcuno sa quanti punti perderà quando gli usciranno i 150 punti di San Paolo?

Non sono 150.
Sono 150 (finale) + 12 (qualificazioni vinte) = 162

Al momento se togliamo questi 162 punti, Vanni scenderebbe al n.148 (-48) nella classifica live…

25
yonex (Guest) 02-02-2016 01:29

@ jade (#1519755)

e il nostro è anche piu’ vecchio di 2 anni.
tanto pompato per vittorie da junior e poi…….
la lista di quelli che vincevano da junior ed hanno poi fallito da pro è lunghissima.
la voglia del nuovo panatta gioca brutti scherzi

24
stilita (Guest) 02-02-2016 00:31

Il suo gioco e le sue caratteristiche fanno si che possa giocarsela con margine con i primi 70 ATP. Mi fa onestamente pensare quanto accadduto negli ultimi tre incontri, dove ha subito, in tutti e tre, una sensibile flessione sia fisica che di lucidità a partire dalla seconda metà del secondo set. Spero sia dovuto al tipo di preparazione. La mia è una semplice osservazione, anche di fronte a un match-point non vinto per un non-nulla potrebbe apparire come un inutile cazzeggio. Detto questo, come sempre le partite con luca ti incollano al computer. Nessun altro giocatore italiano, per il momento, credo riesca ad offrirci un tennis così emozionante, anche contro indiscutibili talenti anche se giovanissimi.

23
Ste (Guest) 02-02-2016 00:11

Sul 7-6 2-2 le quote live erano 1.60 Zverev 2.25 Vanni … bha, preso Zverev facile.

22
Angiolo (Guest) 02-02-2016 00:04

Credo bisogna essere molto onesti nella disamina, anche per la passione del tennis, e per il tifo che facciamo per Luca. Che tra l’altro è anche molto simpatico, e anche se non dovrebbe essere così, è ancora più simpatico per le disgrazie (sportive eh) avute, e per la forza di rialzarsi.
Hanno lottato gomito a gomito, anche se io ho sempre avuto la sensazione di uno Zverev più forte, con più colpi, e che soprattutto ha osato sempre di più, e di questo purtroppo va dato merito al tedesco, o presunto tale. Zverev è più giovane, e di questo Vanni avrebbe potuto beneficiare, va anche detto che il tedesco ha già più esperienza in questi tornei, nonostante i 12 anni in più di Vanni.
E sinceramente, tra qualche mese, se Zverev non capoccia, purtroppo, normale decorso del tempo, non ci sarà più equilibrio.

I numeri: Zverev è stato più sotto pressione, ha annullato 7/8 break point, Vanni 2/5 (40 contro 88%, tanta roba purtroppo).
Vanni senza la prima appare sempre spiazzato, e soprattutto, Zverev ha sempre provato ad incidere sullo scambio, Vanni sempre aspettato l’errore avversario, senza mai o quasi accorciare a rete, specialmente quando molto in vantaggio sullo scambio.
Ultima considerazione, a rete Zverev ha giocato voleè pazzesche, profonde e con coraggio. Vittoria meritata.

Forza Luca, non un passo indietro

21
jade (Guest) 01-02-2016 23:40

@ andy (#1519692)

Ragazzino 85 al mondo!!!!!!!
Noi abbiamo il ragazzino Quinzi tanto idolatrato 380

20
mcthony (Guest) 01-02-2016 21:59

Se quel nastro ……. Non avesse deviato la pallina ……. Staremo tutti a commentare un incredibile successo !!!!
Ottima partita purtroppo persa …….è’ il tennis……….!!!!
Peccato ….secondo me era una superficie veloce tipo Brest……. Dove luca Poteva fare molto bene!!!
Via adesso col prox torneo !!!
Forza luca

19
superpeppe (Guest) 01-02-2016 21:47

Peccato per lucone che avrebbe potuto sfruttare sta settimana per migliorare il br giocando magari qualche challenger. Invece adesso perderà parecchi posti in classifica. La cosa confortante è che il tennis per rientrare in top 100 e per rimanerci c’è, perciò forza lucone

18
goran2001 01-02-2016 21:39

Gli capita molto spesso di perdere partite praticamente già vinte; qualcuno sa quanti punti perderà quando gli usciranno i 150 punti di San Paolo?

17
joe (Guest) 01-02-2016 21:21

Invincibile non e’ chi non cade mai, ma chi, ogni volta che cade, si rialza e riesce ad avanzare

16
aureliriccardo 01-02-2016 20:58

Scritto da Guido
Si forse poteva anche vincere, ma che lotti con il numero 85, che probabilmente finirà questa stagione anche più avanti di dov’è ora, mi sembra comunque un’ottima indicazione sul livello di Vanni. Forse deve cercare punti in tornei più semplici, ma il tennis per stare nei 100 mi pare ci sia.

Quoto,non andrà sempre così male, e cmq i punti di san.paolo li ha smaltiti via via… non è che si ritroverà al 300 del mondo.
Io sono deluso ma felicissimo di averlo visto giocare da top 100. Serve solo di continuare a giocare così, specie da fondo è migliorato molto a mio avviso

15
Guido (Guest) 01-02-2016 20:48

Si forse poteva anche vincere, ma che lotti con il numero 85, che probabilmente finirà questa stagione anche più avanti di dov’è ora, mi sembra comunque un’ottima indicazione sul livello di Vanni. Forse deve cercare punti in tornei più semplici, ma il tennis per stare nei 100 mi pare ci sia.

14
Angelos99 01-02-2016 20:43

@ andy (#1519692)

Non un ragazzino qualunque, ha 18 anni e sta in top100 . Fatti una domanda.

13
stefanello (Guest) 01-02-2016 20:38

ora che ho digerito la delusione dico che Luca deve ricordare queste sconfitte e sfruttarne gli insegnamenti, se ne trova.
due anni fa correva da un Future all’altro; l’anno scorso non ha fatto un solo punto che non fosse almeno da Challenger; quest’anno (mese…) ha giocato già due ATP, battendosi punto a punto ( e mancando la vittoria per un soffio) con avversari intorno alla posizione 80.
il livello dell’impegno è cambiato parecchio, mi sembra; Luca deve continuare a lottare (e se possibile migliorare in qualche colpo);
come nel caso della striscia di Challenger di fine 2015, degli avversari alla tua altezza uno lo batti e altri no, ma la statistica prima o poi ti dà quello che meriti
Forza Lucone e arrivederci a Memphis

12
matteo (Guest) 01-02-2016 20:25

Scritto da Sc Hermulheim
Non credo sia corretto parlare di sfortuna.
A me sembra più un grave errore tattico,tra l’altro reiterato.Un giocatore alto due metri non può tirare un dritto lungo linea su cui l’avversario a malapena mette la racchetta per buttarla di là e rimanere sulla riga di fondo campo a guardare.Quella palla avrebbe dovuto colpirla all’altezza della spalla,invece è arrivato tardi,l’ha lasciata scendere troppo e non è riuscito a rialzarla a sufficienza.
La verità è che un giocatore di 18 anni ,non al 100%,ha vinto d’esperienza e di testa contro un’avversario dodici anni più grande,purtroppo non nuovo a simili sconfitte.

Completamente d’accordo

11
andy (Guest) 01-02-2016 20:07

Sconfitto da un ragazzino ,mah

10
Paolo (Guest) 01-02-2016 20:04

peccato Lucone una grande occasione persa per come si era messa si poteva fare

9
Campa (Guest) 01-02-2016 19:54

Speriamo che riesca ad entrare nel main draw la prossima settimana a Delray Beach

8
nino88 (Guest) 01-02-2016 19:52

Peccato per la sconfitta di Vanni. Si poteva fare.
Adesso perderà parecchi posti nel ranking

7
magilla (Guest) 01-02-2016 19:51

tra l’altro gli capita con giocatori di tutti i livelli…..

6
Campa (Guest) 01-02-2016 19:50

Proprio non gira… questa top 100 è un’utopia ormai

5
Sc Hermulheim 01-02-2016 19:32

Non credo sia corretto parlare di sfortuna.
A me sembra più un grave errore tattico,tra l’altro reiterato.Un giocatore alto due metri non può tirare un dritto lungo linea su cui l’avversario a malapena mette la racchetta per buttarla di là e rimanere sulla riga di fondo campo a guardare.Quella palla avrebbe dovuto colpirla all’altezza della spalla,invece è arrivato tardi,l’ha lasciata scendere troppo e non è riuscito a rialzarla a sufficienza.
La verità è che un giocatore di 18 anni ,non al 100%,ha vinto d’esperienza e di testa contro un’avversario dodici anni più grande,purtroppo non nuovo a simili sconfitte.

4
Luca96 01-02-2016 19:29

Veramente un peccato:con questa vittoria sarebbe entrato di nuovo nei 100. San Paolo si avvicina e devi assolutamente tamponare la perdita.

3
danailo (Guest) 01-02-2016 19:27

Non è la prima volta che capita… ci sarà un motivo. Peccato

2
Luca Supporter Del Tennis Italiano (Guest) 01-02-2016 19:24

Grandissima occasione persa, solo questo mi viene da dire!

1

Lascia un commento