Novak primo finalista ATP, Copertina

Ancora Novak! Djokovic batte Federer in quattro set ed è il primo finalista degli Australian Open. Per il serbo è la sesta finale a Melbourne

28/01/2016 12:23 57 commenti
Novak Djokovic, classe 1987, Nr. 1 Atp
Novak Djokovic, classe 1987, Nr. 1 Atp

Splendida vittoria per Novak Djokovic nella prima semifinale dell’Australian Open (Aus$44.000.000, hard).

Il tennista serbo ha superato lo svizzero Roger Federer, classe 1981, Nr. 3 Atp con il punteggio di 6-1 6-2 3-6 6-3 in due ore e 23 minuti di gioco.

Aspetta ora in finale il vincente della sfida tra il britannico Andy Murray e il canadese Milos Raonic.

Incontro dai due volti quello appena conclusosi nella Rod Laver Arena. I primi due set sono stati un massacro sportivo, con Djokovic sugli scudi, ai limiti della perfezione e in grado di alzare il livello dell’asticella a piacimento; a farne le spese un Federer troppo nervoso e contratto, completamente fuori dal gioco, autore di svariati gratuiti e che sembrava non avere alcun antidoto allo strapotere dell’avversario.
I successivi due set ci hanno invece regalato uno spettacolo magnifico, tennis di alta scuola da parte di entrambi, parziali equilibrati e decisi solo da due giochi sopra la media (il sesto del terzo set per Roger e l’ottavo del quarto set per Nole).
L’impressione è che Djokovic sia al momento ingiocabile su questi campi, anche per un Federer in ottima tenuta fisica; da parte dello svizzero rimane forse un leggero rammarico per il primo gioco del quarto set, buttato da 0-30 con quattro risposte sbagliate, di cui tre su seconda di servizio dell’avversario.

Ecco il dettaglio del match.

Primo set: pronti via e Djokovic scappa subito. Break a 15 nel secondo gioco, con Federer molto contratto e in vena di gratuiti: un suo diritto lungolinea in corridoio stabilisce il 2-0 Djokovic.
Il gioco del serbo è micidiale da fondocampo e solido nel fermare l’aggressività di Roger e le sue discese a rete: ottimo passante lungolinea di Nole e 3-0 dopo pochi munuti.
Il dominio del Nr. 1 in questo primo set è evidente e si concretizza in un secondo e decisivo break nel sesto game: Roger continua ad essere troppo falloso, al cospetto di un Nole perfetto. Uno scambio da fondo concluso con un diritto in rete dell’elvetico in risposta a un’accelerazione impressionante di diritto del serbo sancisce il secondo break. 5-1 Djokovic.
Da lì alla conclusione del parziale il passo è breve; Federer riesce ad annullare un primo set point con un bell’attacco concluso da una meravigliosa volee ma nulla può sul secondo, chiuso da Djokovic grazie a un servizio vincente.
6-1 Nole in 22 minuti.
Djokovic semplicemente impressionante in questo primo set, Roger fuori dall’incontro, troppo nervoso e contratto per essere vero.

Secondo set: tutti coloro che sperano in un’inversione di tendenza del match sono delusi. Si riprende esattamente da dove si era lasciato.
Roger fatica a tenere il proprio turno di servizio già nel primo game: è grazie a un’ottima prima pìù diritto vincente che annulla una pericolosa palla break.
Nulla può invece nel terzo gioco, in cui subisce a zero il break, sancito dall’ennessimo errore della sua partita (un diritto lungolinea out). 2-1 Nole e il serbo scappa ancora.
Il dominio del serbo è palese, la differenza di valori in campo impressionante con lo svizzero che non sembra neanche essere sceso in campo e che non riesce a trovare alcuna contromisura. Il break a 15 subito nel quinto gioco chiude anche il secondo parziale. 4-1 Djokovic dopo 19 minuti di gioco.
Si attende solo la fine del set, con Roger che riesce solo a rimandarla di un game. Nel settimo gioco, infatti, è abile ad annullare due set point (il primo con due smash consecutivi, il secondo grazie a una risposta in rete dell’avversario). Nulla pùo invece nell’ottavo gioco, tenuto a zero da Nole e specchio dell’incontro sino a questo momento. Due gratuiti di Roger, una prima vincente del serbo e un attacco fulmineo di Djokovic fissano il parziale sul 6-2 dopo 33 minuti di gioco.

Terzo set: finalmente c’è partita.
Spalle al muro lo svizzero tenta di salire di livello e limita gli errori. Le discese a rete sono sempre più frequenti e da fondo cerca più il palleggio e meno il colpo vincente immediato.
Si perviene così sul 4-2 con emozioni tra il quinto e il sesto gioco. Dapprima l’elvetico annulla una insidiosa palla break grazie a una splendida difesa a rete; successivamente è il turno di Nole di fronteggiare le prime tre palle break dell’incontro per Roger, tutte annullate grazie alla solita prima vincente al centro e a due errori di diritto dello svizzero. Il quarto tentativo è quello buono! Federer passa dopo due splendidi scambi, chiusi con un recupero su palla corta dell’avversario e da un attacco di diritto che Nole non riesce a contenere spedendo la risposta in corridoio. 4-2 dopo 31 minuti di tennis e un game infinito, 10 minuti del miglior Federer per cercare di tornare in partita.
Il pubblico è ormai chiaramente schierato per l’elvetico, spingendo Federer verso quella che sarebbe una clamorosa rimonta. Di certo lo spingono alla conquista del terzo parziale, conquistato al terzo set point. Djokovic annulla i primi due grazie a un diritto in diagonale e a uno scambio sulla diagonale del rovescio chiuso dal gratuito di Roger ma nulla può sul terzo. Una diritto lungo del serbo fa calare il sipario sul set. 6-3 Federer in 45 minuti di gioco.
Ottima prestazione dello svizzero in questo parziale, salito di ritmo e livello. C’è finalmente una partita, spettacolare e costellata di giocate di alta scuola da parte dei due contendenti.

Quarto set: rammarico per Federer all’inizio del parziale. Sale 0-30 ma tre risposte in rete e una lunga regalano il gioco a Djokovic.
Per intensità e bellezza dei colpi si segue l’andamento della fine del terzo set. Federer gioca al suo meglio mentre Nole non arretra di un centimetro: ormai il pensiero comune è che solo un episodio possa decidere un parziale così equilibrato e con i due contendenti così solidi e attenti al servizio. 3-3 dopo mezz’ora di gioco.
La svolta arriva nell’ottavo gioco, interpretato splendidamente dal Nr. 1 del mondo. Prima si porta sullo 0-30 grazie a due grandi passanti, poi si procura la palla break con l’aiuto del nastro e infine brekka il suo avversario piegandogli la racchetta su una discesa a rete su seconda di servizio (scelta opinabile da parte di Roger, è sembrato consegnarsi a Djokovic).
Il nono gioco è solo per i numeri e chiude l’incontro. Due gratuiti di Roger, una prima di servizio vincente del serbo e un rovescio in rete dell’elvetico pongono fine alla contesa. 6-3 Nole in 41 minuti di tennis.

La partita punto per punto

GS Australian Open
N. Djokovic [1]
6
6
3
6
R. Federer [3]
1
2
6
3
Vincitore: N. Djokovic


Davide Sala


TAG: , , , , ,

57 commenti. Lasciane uno!

Angelo 29-01-2016 09:50

2 sets spaziali poi Nole è tornato umano. :shock:
La partita con Simon è stata giocata malissimo da Nole. :cry:
La differenza la fa l’avversario se incontri Roger le motivazioni arrivano naturali. :idea:
Roger gioca a braccio sciolto con tutti poi affronta Nole e il braccio si rattrappisce tuttavia prima o poi, forse Roger, troverà un Nole in giornata ni, parlo degli slams, chissà vedremo disse il ceco. :cool:
Nole rules. :grin:

57
I love tennis (Guest) 29-01-2016 07:58

@ Gabbo (#1516898)

Si ma questa soluzione ha dei limiti e potrebbe non bastare,perchè Djokovic risponde in modo efficace anche ai servizi velocissimi e imprendibili,e infatti ieri quando Federer ha aumentato la velocità del servizio,il serbo ha risposto con dei movimenti atletici straordinari e l’ha rimessa dall’altra parte.Il servizio può fare la differenza ma ricordiamoci che,per batterlo,deve calare fisicamente e soprattutto deve fare un numero di unforced spaventosamente alto e che non gli lasci scampo di evitare la sconfitta.Perchè se i cali sono passeggeri,troverà sempre il modo di vincere.

56
gilles15 (Guest) 29-01-2016 04:22

E’ vero che Djokovic è ora, e sottolineo ora, il migliore, ma è anche un giocatore di una noia mortale di cui non si sentirà la mancanza…

55
Losvizzero 29-01-2016 00:39

Scritto da TheDude
@ Losvizzero (#1516665)
Io direi proprio il contrario, per battere Djokovic (negli slam, almeno) bisogna sperare in altra gente, non in Federer. Nei più e meno giovani (Kyrgios, Tomic, Raonic, Dimitrov) e in quelli che lo hanno effettivamente già battuto o messo in grande difficoltà (Wawrinka, Anderson).
Se poi calerà un po’ saranno in diversi a poterlo battere.

Bè aspetta e spera allora

54
Marcus91 29-01-2016 00:22

Scritto da TheDude
@ Losvizzero (#1516665)
Io direi proprio il contrario, per battere Djokovic (negli slam, almeno) bisogna sperare in altra gente, non in Federer. Nei più e meno giovani (Kyrgios, Tomic, Raonic, Dimitrov) e in quelli che lo hanno effettivamente già battuto o messo in grande difficoltà (Wawrinka, Anderson).
Se poi calerà un po’ saranno in diversi a poterlo battere.

Tra i giocatori che hai citato, l’unico che può batterlo per me è Stan, gli altri sono lontani anni luce da battere Federer (tranne Raonic, che pur non piacendomi come giocatore, ha fatto enormi progressi) figurati se possono battere Djokovic….addirittura mi citi Anderson…suvvia!

53
gisva (Guest) 28-01-2016 23:49

Scritto da donato
nel 2015 il serbo ha perso
3 volte con lo svizzero di basilea
1 volta con wawrinka,murray,e inizio anno con karlovic
andersson e simon lo hanno impegnato al limite dei 5 set ma in entrambi i casi grazie a tanti unforced di nole
da cio si deduce chi è l’avversario per lui più pericoloso ovvero federer il quale incurante del tempo che passa è arrivato negli ultimi tre slam due volte in finale,con un solo set perso,e appunto oggi in semifinale sempre con un solo set concesso nel torneo.
da ciò si deduce che
loro sono di gran lunga i migliori distanziando in misura notevole gli altri che usando il gergo ciclistico sono nel gruppone…

Delle sconfitte elencate quella con Wawrinka è probabilmente l’unica che Djokovic avrebbe voluto fortemente evitare e nella quale era al top della condizione.
Le altre sconfitte sono inevitabili in una stagione come la scorsa.

Se Djokovic sta bene con Federer non perde più. Gli unici che attualmente possono batterlo sono Wawrinka al top o il miglior Nadal (se tornerà) sulla terra…

52
DYLAN1998 28-01-2016 23:07

Qualcuno lo fermi.

51
donato (Guest) 28-01-2016 22:35

nel 2015 il serbo ha perso
3 volte con lo svizzero di basilea
1 volta con wawrinka,murray,e inizio anno con karlovic
andersson e simon lo hanno impegnato al limite dei 5 set ma in entrambi i casi grazie a tanti unforced di nole
da cio si deduce chi è l’avversario per lui più pericoloso ovvero federer il quale incurante del tempo che passa è arrivato negli ultimi tre slam due volte in finale,con un solo set perso,e appunto oggi in semifinale sempre con un solo set concesso nel torneo.
da ciò si deduce che
loro sono di gran lunga i migliori distanziando in misura notevole gli altri che usando il gergo ciclistico sono nel gruppone
quanto al match la chiave della schiacciante supremazia dei primi due set è una straordinaria lunghezza unita ad un lift più accentuato del solito che impediva allo svizzero di sfruttare la sua potenza per aprirsi il campo o per tentare discese a rete così federer non è riuscito a realizzare ,come dichiarato nel postmatch,la tattica ideata,brancolando confusamente fino al calo del serbo il quale per respingere la rimonta si è affidato alla vecchia tattica nadaliana , martellarlo sul rovescio aspettando l’errore che prima o poi arrivava
per la finale se il canadese con piatti è riuscito oltre che sul piano tecnico quanto su quello mentale a compiere il salto di qualità,forse potremmo assistere ad una grande finale

50
Gabbo 28-01-2016 22:14

… dimenticavo… se avete visto la finale del RG dell’anno scorso ricorderete che Nole è stato preso letteralmente a pallate da Stan, anche peraltro nel match point. Quindi il modo per batterlo c’è eccome! Il problema è che gli altri sono discontinui, problema non da poco.

49
Gabbo 28-01-2016 22:09

Leggo molti commenti e quasi nessuno nel citare campioni ricorda Sampras secondo me il più grande dei dominatori nella propria era. È il giocatore con la più alta percentuale di vittorie in finali slam. Visto che è amico di Roger quest’ultimo avrebbe proprio bisogno di Sampras. Roger per essere ancora competitivo deve puntare nel servizio è far durare gli scambi al massimo due o tre colpi… in breve deve trasformarsi in Sampras.

48
Gerulaitisforever (Guest) 28-01-2016 21:52

Rispondo a Insalatiera 76.
Io ho adorato Panatta da giocatore e ho avuto la fortuna di vederlo giocare dal vivo.
E dal vivo si capiva ancor di più quanto era talentuoso. Che dire? Sarebbe bello che da commentatore avesse il talento del suo amico Bertolucci.
Per quanto riguarda il diritto di postare un commento, credo che spetti a tutti, tennisti e non. Tu che dici?

47
giuseppespartano (Guest) 28-01-2016 21:51

certo che adesso,tra nole e federer c’è una differenza abissale. ma a maggior ragione con gli altri tennisti,compreso tomic,la differenza è ancora più abissale. federer è il secondo al mondo,dopo novak. ci voleva tomic per sapere questa ovvietà. ha scoperto l’acqua calda :-) inoltre, di certo non è una frecciatina efficace, come replica a federer,anzi. perche appunto tra te,tomic e novak non c’è una differenza abissale,ma molto di più :p

46
giuseppespartano (Guest) 28-01-2016 21:43

@ Marco Turbodiritto (#1516619)

il futuro è imprevedibile. in passato, dico in generale,in molti erano sicuri che nadal avrebbe battuto il record di slam di federer e a nadal ne mancavano e mancano 3 per eguagliare il record dello svizzero. oggi credo che sono in pochissimi per non dire quasi nessuno a credere che nadal possa vincere almeno altri 3 slam. a nole ne mancano sette per eguagliare l’elvetico. sicuramente 11 esimo slam,lo avrà nei prossimi giorni. ma per gli altri,mai dire mai. ovvio che questo nole è attualmente il più forte di tutti.ma per adesso il più vincente di tutti i tempi è federer,questa non è un’ipotesi.per adesso è la realtà dei dati e dei trofei. il futuro dirà se questi record il serbo riuscirà a superarli.

45
Eman32 (Guest) 28-01-2016 19:19

Scritto da TheDude
@ Losvizzero (#1516665)
Io direi proprio il contrario, per battere Djokovic (negli slam, almeno) bisogna sperare in altra gente, non in Federer. Nei più e meno giovani (Kyrgios, Tomic, Raonic, Dimitrov) e in quelli che lo hanno effettivamente già battuto o messo in grande difficoltà (Wawrinka, Anderson).
Se poi calerà un po’ saranno in diversi a poterlo battere.

Ingiocabile per chiunque, al momento. Pone in ogni incontro il minimo delle energie tecnico-atletiche e mentali, necessarie per portare a casa la vittoria, senz’altro distante dal 100% che potrebbe raggiungere.
Non riesco proprio ad appassionarmi ne’ al suo gioco, né a questa fase del tennis mondiale. Si può paragonare al periodo di dominio di Lendl, con la differenza che l’Ivano, anche al top, non ha mai raggiunto questa continuità di risultati, lasciando almeno che nello Slam Londinese si aprissero spazi per altri campioni.
L’oscurità avanza, e non si riesce ad intravedere un barlume di luce, neanche in lontananza.

44
Insalatiera 76 (Guest) 28-01-2016 18:35

@ GERULAITISFOREVER (#1516648)

Però lui l’ha fatto sto mestiere, pure bene. Tu la sai tenere la racchetta in mano? Ah!!!

43
TheDude 28-01-2016 17:28

@ Kaiser (#1516700)

Non ora, ovviamente. Devono migliorare ancora.
Tomic già ha dimostrato di poterlo impensierire a Shanghai, quando tra l’altro Nole stava giocando forse il suo miglior tennis del 2015.

42
Kaiser (Guest) 28-01-2016 16:58

@ TheDude (#1516680)

Tomic, dimitrov no dai….sono d’accordo sul resto ma pensare che questi due possano anche solo impensierirlo..

41
sgranotutto 28-01-2016 16:50

Quando Nole vincerà il RG protremmo iniziare a paragonarlo al RE, al momento resta il migliore solo per un fatto di generazioni

40
TheDude 28-01-2016 16:33

@ Losvizzero (#1516665)

Io direi proprio il contrario, per battere Djokovic (negli slam, almeno) bisogna sperare in altra gente, non in Federer. Nei più e meno giovani (Kyrgios, Tomic, Raonic, Dimitrov) e in quelli che lo hanno effettivamente già battuto o messo in grande difficoltà (Wawrinka, Anderson).

Se poi calerà un po’ saranno in diversi a poterlo battere.

39
I love tennis (Guest) 28-01-2016 16:10

@ lallo (#1516656)

Si è giocata più sui nervi e sul temperamento sanguigno di Nole,che nel terzo e nel quarto è stato più disposto all’errore ma ha sempre mantenuto la concentrazione attiva ed è stato infallibile nei momenti decisivi.

38
Losvizzero 28-01-2016 16:03

E’ un robot, 7 anni di differenza non si vedono ma comunque fanno la differenza altrimenti non si sarebbe mai stata storia. E tutti gli altri a cui non piace Djokovic possono solo sperare nel Re perchè da Murray in giù al 99% gli fanno il solletico

37
Raul Ramirez (Guest) 28-01-2016 15:58

@ RogerRoger (#1516630)

Forse ma se passa Andy….BUONA DORMITA A TUTTI !!!!

36
I love tennis (Guest) 28-01-2016 15:55

@ Zxtu (#1516655)

E Federer quanti ne ha vinti? Se valutiamo le vittorie Slam,sia lo svizzero che il serbo hanno costruito il loro palmares sugli Australian Open,Wimbledon( soprattutto Roger ovviamente),e poi con gli Us Open.Un solo Roland Garros,ed entrambi ne hanno fatte di finali.Roger ha sempre perso con Rafa,è riuscito a vincere quell’unica edizione con Soderling in finale,e Djokovic ha perso il possibile scettro prima con Nadal e poi con Wawrinka.Di tempo per vincerlo ne ha,e sono sicuro che quest’anno non fallirà.

35
superpeppe (Guest) 28-01-2016 15:52

Scritto da Tweeners
Trovo veramente assurdi i tifosi sfegatati di Federer che con le fette di prosciutto sugli occhi continuano a difenderlo….
Dai…E STATO UN DOMINIO!
Per 2 set Federer non era in campo con la testa:tirava tutto fuori e si muoveva peggio di Bolelli.
Poi,quando si è finalmente sbloccato di testa e di conseguenza il servizio ha cominciato a funzionare,c’è stata un po più partita.
Poca cosa comunque:era palese che se non faceva punto in 2 colpi o con il serve and volley Federer non aveva scampo.
Sarà una stagione monotona senza nessuno che possa battere Nole….

Roger ha fatto quello che ha potuto. È riuscito perfino a vincere un set e con il djokovic di oggi non è cosa da poco

34
lallo (Guest) 28-01-2016 15:49

Scritto da I love tennis
@ lallo (#1516544)
Comunque io non ho notato questa grande differenza di velocità di palla dopo la chiusura del tetto,ho visto condizioni indoor molto più rapide di queste,e come hai detto tu nemmeno questa componente ha influito sul gioco di Djokovic.L’indoor non mi è mai piaciuto,tra l’altro.

Le risposte a Nole scappavano di più e anche sulla seconda di Roger era meno efficace. Va detto che il rischio (l’impatto del condizionamento) sarebbe stato maggiore più la partita si fosse allungata asciugando la massa d’aria rimasta all’interno dell’arena. Ma era chiaro che Nole fosse nervoso, nel finale, consapevole di dover chiudere prima possibile.

33
Zxtu (Guest) 28-01-2016 15:48

Scritto da Marco Turbodiritto
Rassegnamoci…Djokovic arrivera’ a battere tutti i record di Roger…da anni e’ troppo superiore a tutti e puo’ ancora migliorare col servizio.

Si bè… ancora Djokovic non ha mai vinto un Roland Garros

32
GERULAITISFOREVER (Guest) 28-01-2016 15:37

I commenti di Panata sono eccezionali. Sembra capitato in studio per caso, appena sveglio, e che abbia fatto tutt’altro mestiere nella vita.

31
roberto (Guest) 28-01-2016 15:32

comunque in questo momento il tennis è :djokovic e gli altri

30
roberto (Guest) 28-01-2016 15:29

puntare su seppi e migliorargli DI MOLTO il sevizio

29
Iannone (Guest) 28-01-2016 15:25

Se ce ne è uno che ha un minimo di chances di batterlo è milos…murray non avrebbe storia

28
Blaze (Guest) 28-01-2016 15:22

Nole Nole Nole Nole Noleeee!!

A casa svizzero, ormai un lo vincerai mai più un altro slam.

27
Ace_al_centro (Guest) 28-01-2016 15:17

Mi sembra assurdo che raonic e murray giochino domani. Un grande vantaggio per Djoko avere un giorno di riposo in più … come se ce ne fosse bisogno …

26
RogerRoger 28-01-2016 15:13

Pregate affinché arrivi Murray in finale per vedere un match dalla durata accettabile. Se per assurdo dovesse arrivarci Milos finirà con un 62 62 62 in un match super-zippato

25
Marco Turbodiritto (Guest) 28-01-2016 14:49

Rassegnamoci…Djokovic arrivera’ a battere tutti i record di Roger…da anni e’ troppo superiore a tutti e puo’ ancora migliorare col servizio.

24
Tweeners 28-01-2016 14:29

Trovo veramente assurdi i tifosi sfegatati di Federer che con le fette di prosciutto sugli occhi continuano a difenderlo….
Dai…E STATO UN DOMINIO! :shock:
Per 2 set Federer non era in campo con la testa:tirava tutto fuori e si muoveva peggio di Bolelli.
Poi,quando si è finalmente sbloccato di testa e di conseguenza il servizio ha cominciato a funzionare,c’è stata un po più partita.
Poca cosa comunque:era palese che se non faceva punto in 2 colpi o con il serve and volley Federer non aveva scampo.
Sarà una stagione monotona senza nessuno che possa battere Nole…. :roll:

23
borg (Guest) 28-01-2016 14:20

forse 8/10 anni fa, quando roger era piu’ rapido, potente e cattivo, forse. oggi no. con nole no. con le altre “pippe” certo.

22
ale98 (Guest) 28-01-2016 14:11

@ Kosinski (#1516568)

Sono d’accordo con il 10% in più di prime e con 10 aces in più quantomeno poteva andare al quinto.

21
I love tennis (Guest) 28-01-2016 13:38

@ lallo (#1516544)

Comunque io non ho notato questa grande differenza di velocità di palla dopo la chiusura del tetto,ho visto condizioni indoor molto più rapide di queste,e come hai detto tu nemmeno questa componente ha influito sul gioco di Djokovic.L’indoor non mi è mai piaciuto,tra l’altro.

20
George (Guest) 28-01-2016 13:33

Novak the King.
Il re indiscusso da qualche anno,dispiace per gli altri

19
gianni (Guest) 28-01-2016 13:30

@ lallo (#1516544)

il servizio l’ha dimenricato feder i primi due set è troppi errori

18
gianni (Guest) 28-01-2016 13:29

purtroppo è entrato in partita troppo tardi federer.un jokovic così non gli puoi regalare punti oramai fatti come i primi giochi del primo set.jokovin non restituisce nulla.oggi il servizio contava parecchio è quello è mancato sul primo set a federer dopo jokovic ha fatto i primi due set da numero 1 com’è veramente al top,ma certe palle in rete feder non le puoi sbagliare dopo il servizio .rimontare due set a jokovic non ci riesce nessuno ancora.è successo a nadal ma fognini a giocato da jokovic se non meglio.peccato che dopo perda da gente che nemmeno li senti nominare a volte però è fatto così è non si cambia oramai…………..la vedo dura purtroppo per noi italiani

17
Kosinski (Guest) 28-01-2016 13:28

Mazzoni ha scritto che Federer doveva servire il 68% di prime per vincere… ha servito solo il 57% e infatti ha perso :)

16
Giuk (Guest) 28-01-2016 13:21

Per sperare in un esito diverso dal solito mi tocca tifare Raonic ( pensa un po’!)….solo il canadese con le sue granate può crepare il muro del serbo…..una finale con Murray, invece, sarebbe poco più di un allenamento per un Djokovic in queste condizioni!

15
Gianlu (Guest) 28-01-2016 13:10

Per il momento l’unico che può batterlo è Stan.

14
lallo (Guest) 28-01-2016 13:02

Vabbè: Nole ha asfaltato federer per 2 set (il quale non aveva alcuna responsabilità dal momento che il serbo gli rispondeva le prime sui piedi e sulle seconde lo schiantava… 20% sulla seconda). Poi NOLE è andato di pilota automatico, e come capita spesso, ha rischiato di complicarsi la vita (anche per la chiusura del tetto, laddove, cambiate le condizioni di gioco, sarebbe bastato poco a Federer per riaprire del tutto la partita).
Ma attualmente il djoker è proprio di un altro livello su tutti, e neppure l’handicap indoor l’ha destabilizzato a sufficienza.
PS: il grande tennis NON è quello che si gioca con l’aria condizionata…….

13
Paoloz (Guest) 28-01-2016 12:58

ingiocabile
Federer ha già fatto un mezzo miracolo a strappargli un set

12
mariano (Guest) 28-01-2016 12:55

In finale con Murray, se batte Raonic, avrà più problemi

11
superpeppe (Guest) 28-01-2016 12:54

Per me è gia stato un miracolo aver strappato un set a questo mostro. Però chissà come sarebbe andata se non fosse stato per quel nastro. Probabilmente non sarebbe cambiato tanto però ritrovandosi sul 4 pari magari in djokovic poteva subentrare un po’ di ansia anche perché stava cominciando a sbagliare un pochino di più nel quarto set

10
JTIP (Guest) 28-01-2016 12:45

Il serbo è praticamente ingiocabile da ormai più di un anno. Se le stesse prestazioni le avesse fatte Nadal sarebbero piovuti chissà quanti commenti su presunti “aiutini”, più o meno leciti; Djokovic invece è un fenomeno…e poi, è facile fare il simpaticone facendosi aiutare dal raccattapalle a fare stretching quando si sta stravincendo; contro Simon sono piovuti i fischi per l’atteggiamento che aveva contro tutto e tutti

9
Andreas Seppi 28-01-2016 12:43

Scritto da Simonbolellivamos

Scritto da magilla
spiace ammetterlo….ma aveva ragione tomic……differenza abissale!…e simon ha dimostrato che non è cosi’ poi ingiocabile!

Ma l’hai vista la partita con Simon? Nole ha sbagliato moltissimo! Se avesse sbagliato così tanto anche oggi, avrebbe perso!

Ha sbagliato perché Simon si è messo a fare il djokovic, così Nole costretto a fare vincenti lui ha sbagliato tanto, poi Simon l’ha fatto correre e tanto, sono più i meriti di Gillou che demeriti di Novak

8
Paolo (Guest) 28-01-2016 12:42

non lo batte nessuno e nessuno è in grado di fermarlo fatevene una ragione

7
goldrust 28-01-2016 12:38

mmhh, bravino questo Giacoviz…potrebbe quasi quasi arrivare in top 20…comunque pure lo svizzero non è male…

6
Simonbolellivamos (Guest) 28-01-2016 12:37

Scritto da magilla
spiace ammetterlo….ma aveva ragione tomic……differenza abissale!…e simon ha dimostrato che non è cosi’ poi ingiocabile!

Ma l’hai vista la partita con Simon? Nole ha sbagliato moltissimo! Se avesse sbagliato così tanto anche oggi, avrebbe perso!

5
Simonbolellivamos (Guest) 28-01-2016 12:36

Chi critica Roger, non merita di veder giocare più Federer!
Ma come vi viene in mente?
Vedrete che Murray farà peggio di Roger!
Allez Roger!

4
Andreas Seppi 28-01-2016 12:35

L’unico al momento che può batterlo e reggere i ritmi di djokovic si chiama Gilles Simon
Onore al francese, giocatore immenso

3
Talaaa 28-01-2016 12:32

Si ma… chi lo batte questo?

2
magilla 28-01-2016 12:32

spiace ammetterlo….ma aveva ragione tomic……differenza abissale!…e simon ha dimostrato che non è cosi’ poi ingiocabile!

1

Lascia un commento