Notizie dal Mondo Copertina, Generica

Il 2016 sarà l’anno di Novak Djokovic?

27/01/2016 08:14 17 commenti
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo
Novak Djokovic classe 1987, n.1 del mondo

Da anni lo insegue, lo desidera ardentemente, ci va vicino, per un dominio assoluto che faccia rima con Grande Slam o perlomeno con Roland Garros e Career Slam annesso: il 2016 sarà l’anno in cui i sogni di Novak Djokovic diverranno realtà?
L’Australia da anni è uno dei teatri preferiti da Nole, uno dei luoghi perfetti in cui rivelare al mondo (tennistico) intero la propria forza, asfaltando avversari in serie e mettendo magari in bacheca l’ennesimo trofeo di una carriera al momento senza limiti.

Con il passare degli anni, il nome di Djokovic si è fatto sempre più spazio fra i grandissimi di questo sport, innalzandosi giorno dopo giorno al rango di campionissimo, nell’Olimpo dei più forti, lui che sembrava partire un passo indietro rispetto alla classe innata di Roger Federer o alla forza mentale di Rafa Nadal. Messe da parte invece le imitazioni, salvo rari casi, Nole ha concentrato la sua attenzione sul migliorare il proprio gioco, in modo silenzioso, certosino e scacciando lentamente ma in maniera decisa tutti i piccoli grandi demoni che intaccavano il suo intento di dominio totale, trovando nella figura discussa (inizialmente) di Boris Becker, la spalla ideale per far quadrare il proprio cerchio.

Oggi e nel passato recente, la figura di Djokovic appare come inattaccabile: chi sarà in grado di batterlo in questo 2016? Chi può rappresentare l’avversario più temibile? Roger lo può sgambettare in tornei di sicuro importanti ma negli Slam sembra cedere il passo con l’incognita 3 su 5, Rafa Nadal ha incominciato sul finire del 2015 la sua lunga rincorsa e forse, solo sulla terra parigina può essere un’insidia, mentre Andy Murray è una grande incognita, lontano dal combattente puro che poteva mandare in tilt le geometrie del serbo. E gli altri? Sinceramente non vedo nuove leve o outisider in grado di battere Nole, salvo exploit indimenticabili stile Seppi contro Federer a Melbourne nel 2015. Stan Wawrinka e Kyrgios potrebbero essere clienti scomodi, ma negli ultimi Slam il numero 1 al mondo è stato spesso baciato dalla buona sorte con tabelloni privi di particolari insidie e gli “altri”, tutti gli altri, a eliminarsi in sfide fratricida.

Il 2016 partito con il piede giusto per Djoker potrebbe quindi tramutarsi nell’anno della consacrazione più assoluta, con un tentativo Grande Slam che appare davvero credibile, forse addirittura più degli anni del “dominio” rossocrociato fatto segnare da Federer.


Alessandro Orecchio


TAG: ,

17 commenti. Lasciane uno!

bad_player (Guest) 27-01-2016 18:32

Sarà, anche questo, l’anno di Nole.
Anche se sono sicuro lo sarà in tono minore rispetto al 2015.
Da vedere poi se questo si tradurrà in meno titoli slam, come afferma TheDude, oppure in meno successi nei torni “minori”.
Dipenderà molto da quali priorità si darà il serbo….

17
Raul Ramirez (Guest) 27-01-2016 16:39

@ Giro82 (#1515868)

Io non son tanto sicuro che, soprattutto nelle ultime due finali di Wimbledon perse, la causa della sconfitta sia stata la condizione fisica. L’ultimo Wimbledon Roger ha servito da urlo in semi con Murray e molto molto normalmente in finale. Spesso butta via importanti palle break nei momenti importanti. Un tempo poteva permetterselo, con questo Djokovic no. Se Roger gioca come sa e non diventa puo’ benissimo farcela anche al quarto o al quinto.

16
TheDude 27-01-2016 16:18

Io già avevo detto che secondo me quest’anno non vince più di due slam, e continuo a dire che mi sorprenderebbe davvero molto se lo facesse. Già in questi giorni non mi è piaciuto molto, ma questo è il suo torneo e vincerà comunque, però a Wimbledon e Us Open è tutto da vedere. E il RG ovviamente credo sia sempre difficile che lo vinca, di occasioni ne ha già avute tante.
In ogni caso non c’è verso che ripeta un anno simile al 2015, è veramente molto improbabile.

15
Giro82 27-01-2016 16:09

@ Raul Ramirez (#1515837)

Mi spiace profondamente dirlo ma il “power tennis” di Nole da un paio d’anni surclassa quello di immensa classe e (ormai) meno fisico di Roger, e la differenza si nota tanto di più negli slam, al meglio dei 5 set.
Non lo do per scontato ma ti domando: se si andasse al quarto o al quinto(cosa abbastanza possibile) secondo te chi vincerebbe?

14
Raul Ramirez (Guest) 27-01-2016 14:36

@ Giro82 (#1515813)

Bè Wimbledon molto più di New York rimarrebbe comunque sempre un incognita. Vedo che tutti lo danno già in finale al 1000 per cento come se dovesse giocare la semi contro Volandri….vedremo…
Una finale Djokovic Murray rimane comunque da portare ad un Convegno medico come l’ultimo ritrovato miracoloso contro gravi disturbi d’insonnia…

13
Giro82 27-01-2016 13:58

Dovesse vincere l’AO (cosa molto probabile) e Parigi, sarebbe praticamente fatta, a meno di clamorosi tonfi impronosticabili e quantomai improbabili

12
Losvizzero 27-01-2016 13:12

No

11
King_rogerthebest 27-01-2016 12:47

@ pallettaro (#1515668)

Federer lo ha fatto 3 volte il3/4 slam, nel 2004 2006 2007 e quattro volte tutte e 4 le finali slam, in questi tre anni più il 2009

10
I love tennis (Guest) 27-01-2016 12:24

Se vince anche a Parigi,oltre Melbourne,e dunque arriva a giugno con 2 slam di fila in cascina,direi che ha ottime probabilità di fare il Grand Slam.

9
dani1kenobi (Guest) 27-01-2016 12:22

Spero vivamente di no. Odioso.

8
gruff79 (Guest) 27-01-2016 11:28

Scritto da pallabreak
Titolo: “Il 2016 sarà l’anno di Novak Djokovic?”
Commento/risposta: perché, il 2015 è stato l’anno di chi?
Non bastano 3 Slam su 4 e una finale nell’unico non vinto per considerare il serbo l’assoluto padrone del 2015? Ho capito che si parla di centrare o meno il Grande Slam, ma allora meglio spiegarlo già nel titolo…

7
pallabreak (Guest) 27-01-2016 10:41

Titolo: “Il 2016 sarà l’anno di Novak Djokovic?”
Commento/risposta: perché, il 2015 è stato l’anno di chi?
Non bastano 3 Slam su 4 e una finale nell’unico non vinto per considerare il serbo l’assoluto padrone del 2015? Ho capito che si parla di centrare o meno il Grande Slam, ma allora meglio spiegarlo già nel titolo…

6
pallettaro (Guest) 27-01-2016 10:09

Il problema di Nole sarà solo legato al Roland Garros. Imporsi mentalmente di pensare al grande slam è solo un grosso errore.
E’ già tra i grandi. Vincere il Roland Garros lo consacrerebbe. Fare il grande slam è un sogno e una fissazione che nel tennis moderno non esiste ne deve esistere. Nemmeno Serena Williams, con un dominio ancor più grande e duraturo è mai riuscita a farlo. Nemmeno Federer che ha fatto 2 volte 3/4 di slam. Ci sono sempre avversari, superfici, caldo, problemi che in una giornata compromettono una scalata che avrebbe dell’incredibile.

5
magilla 27-01-2016 09:34

non credo che djoko abbia bisogno del grande slam per una consacrazione….altrimenti il discorso varrebbe anche per serena?

4
francesco.giacomelli@virgilio.it (Guest) 27-01-2016 09:23

27/01/2016 si inizia a palare di Grande Slam.

3
goran2001 27-01-2016 08:31

Mi auguro proprio di no, partendo già da domani; le sue partite sono mediamente noiose e tutte uguali; perfino Nadal è più divertente da vedere.

Sogno una finale Federer Monfils, spero invece di risparmiarmi la solita battaglia di 4 ore tra il serbo e Murray.

2
andre948 27-01-2016 08:24

Ecco la gufata :’)

1

Lascia un commento