Lemon Bowl 2016 Copertina, Generica, Junior

Lemon Bowl Higher 2016: La pioggia non ferma il torneo

02/01/2016 19:13 Nessun commento
la piccola pugliese Martina Cudazzo con la maestra Irina Buryachok, ex Top-200 Wta
la piccola pugliese Martina Cudazzo con la maestra Irina Buryachok, ex Top-200 Wta

Il Lemon Bowl Higher 2016, nonostante il maltempo, prosegue il proprio cammino. Grazie agli 8 campi coperti messi a disposizione dall’organizzazione è stato possibile portare a termine molti incontri in programma. La giornata dedicata al primo turno del tabellone principale ha visto in campo molti talenti in erba, bravi a gestire vento, pioggia e frequenti interruzioni.

Under 14, la sorpresa è servita. Il tabellone maschile under 14 ha già visto cadere due dei favoriti della vigilia. La sorpresa di giornata è arrivata da Andrea Paolini (CT Chieti) che, dopo una battaglia di tre set, ha estromesso dal torneo il numero 1 del seeding Mattia Stefanini con il punteggio di 6-1 5-7 6-4. Eliminato anche Angelo Rossi, testa di serie numero 4, che è surclassato (6-1 6-3) dal tennis champagne del qualificato romano Tommaso Pace. Nel femminile avanza Carlotta Mencaglia, finalista lo scorso anno nel torneo under 12, abile a superare la pur brava Syria La Cerra con lo score di 6-1 7-5.

Under 12, avanti i favoriti. Enrico Baldisserri (CT Bologna), primo favorito del tabellone under 12 maschile, ha iniziato nel migliore dei modi l’avventura al Lemon Bowl Higher. L’emiliano ha superato Matteo Giordano 6-3 6-2 grazie a un match solido. Avanzano a braccetto i due talenti dello Sporting Club Eur Silvio Mencaglia e Daniele Minighini, bravi a eliminare rispettivamente il britannico Jake Evans e il serbo Romeo Hadzimehmedovic. Nel femminile vittorie per Angelica Giovagnoli, Benedetta Sensi e Maria Pia Vivenzio.

La regola di Irina. Il torneo under 10 ha visto in campo match dal tasso tecnico elevato, che hanno incollato il pubblico sulle tribunette di New Penta 2000, Eschilo 2 e Polisportiva Palocco. Tra i ragazzi superano il primo turno Jacopo Vasamì, Andrea De Marchi e Giorgio Gatto. Nel femminile ottimo esordio per la cipriota Anna Demirtzi, Giulia Santopadre e Martina Cudazzo. Quest’ultima, allieva dell’ex Top-200 Wta Irina Buryachok alla Salento Tennis Academy, si è espressa sul delicato rapporto tra maestro e genitore. “Bisogna trovare il giusto equilibrio – racconta l’ex pro’ ucraina – perché il genitore da solo non può gestire tutto. Allo stesso tempo padri e madri devono rappresentare sempre un punto di riferimento per i ragazzi, lasciando ai maestro la parte prettamente tennistica. Questo equilibrio è fondamentale per la crescita di un giocatore junior. Martina Cudazzo? Ha sicuramente ottime potenzialità. Stiamo lavorando tanto sulla strategia di gioco, perché è importante iniziare a vincere i punti con la testa, elemento fondamentale per questo sport”. Prosegue il torneo under 8, che appassiona ogni anno addetti ai lavori e curiosi.Il gioco riprenderà domani mattina alle ore 9, previsti alcuni doppi turni per i ragazzi che, causa pioggia, non hanno disputato il match odierno.

Tutte le informazioni, le foto e i commenti delle passate edizioni del torneo sono disponibili sul sito web ufficiale: www.lemonbowl.it


TAG: ,

Lascia un commento